annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Filmografie e registi a confronto: la classifica di Badtaste

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • LUIGI COMENCINI

    Tutti a casa (1960) 7.5
    Lo scopone scientifico (1972) 8.5
    Le avventure di Pinocchio (1972) 9


    LUCIANO SALCE

    Fantozzi (1975) 7

    Vedo che su Lo scopone scientifico siamo tutti scientificamente d'accordo
    'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

    Commenta


    • LUIGI COMENCINI

      Proibito rubare (1948) 7
      L'imperatore di Capri (1949) 7
      Persiane chiuse (1951) 8,5
      La tratta delle bianche (1952) 8
      Son tornata per te (1952) 6,5
      La valigia dei sogni (1953) 7,5
      Pane, amore e fantasia (1953) 7
      Pane, amore e gelosia (1954) 6,5
      La bella di Roma (1955) 7
      La finestra sul Luna Park (1957) 8
      Mariti in città (1957) 5,5
      Tutti a casa (1960) 9
      A cavallo della tigre (1961) 9
      Il commissario (1962) 7
      La ragazza di Bube (1964) 8,5
      Tre notti d'amore - episodio Fatebenefratelli (1964) 5,5
      La mia signora - episodio Eritrea (1964) 6,5
      Le bambole - episodio Il trattato di eugenetica (1965) 6
      Il compagno don Camillo (1965) 5,5
      Incompreso (1966) 7,5
      Italian Secret Service (1968) 6,5
      Infanzia, vocazione e prime esperienze di Giacomo Casanova, veneziano (1969) 8
      Lo scopone scientifico (1972) 8
      Le avventure di Pinocchio (1972) 10
      Delitto d'amore (1974) 6,5
      Mio Dio, come sono caduta in basso! (1974) 6,5
      La donna della domenica (1975) 7
      Signore e signori, buonanotte - Co-regia (1976) 8
      Basta che non si sappia in giro - episodio L'equivoco (1976) 5,5
      Quelle strane occasioni - episodio L'ascensore (1976) 7
      Il gatto (1977) 7
      L'ingorgo (1979) 5,5
      Voltati Eugenio (1980) 6
      Cercasi Gesù (1982) 5
      Un ragazzo di Calabria (1987) 6
      Buon Natale... buon anno (1989) 6,5
      Marcellino pane e vino (1991) 5


      LUCIANO SALCE

      Il federale (1961) 8
      La voglia matta (1962) 8
      La cuccagna (1962) 7
      Le monachine (1963) 5,5
      Le ore dell'amore (1963) 9
      Slalom (1965) 5,5
      Oggi, domani, dopodomani - episodio La moglie bionda (1965) 6
      Come imparai ad amare le donne (1966) 6
      Ti ho sposato per allegria (1967) 7
      La pecora nera (1968) 6
      Colpo di stato (1969) 8,5
      Il prof. dott. Guido Tersilli primario della clinica Villa Celeste convenzionata con le mutue (1969) 7
      Basta guardarla (1970) 8,5
      Il provinciale (1971) 5
      Il sindacalista (1972) 7
      Io e lui (1973) 7
      Alla mia cara mamma nel giorno del suo compleanno (1974) 7,5
      L'anatra all'arancia (1975) 6,5
      Fantozzi (1975) 7
      Il secondo tragico Fantozzi (1976) 7,5
      La presidentessa (1977) 5,5
      Il... Belpaese (1977) 5,5
      Professor Kranz tedesco di Germania (1978) 5
      Dove vai in vacanza? - episodio Sì buana (1978) 5
      Riavanti... Marsch! (1979) 5
      Rag. Arturo De Fanti, bancario precario (1980) 5,5
      Vieni avanti cretino (1982) 6,5
      Vediamoci chiaro (1984) 5,5

      Commenta


      • Come mai Medeis e Gidan L'ingorgo non v'è proprio piaciuto? Io lo ricordo positivamente, molto amaro per come la vicenda evolve e termina, quasi sospesa metafisicamente.

        A cavallo della tigre è stato una sorpresa per me, son contento del voto di Medeis. L'ho beccato qualche tempo fa curiosamente in tv ed è un buonissimo film, lo consiglio, oltre che per la rilettura del genere "prison escape" all'italiana, per un Manfredi in gran spolvero e anche un sorprendente Mario Adorf (che personalmente nei suoi ruoli da comprimario tipo qui o nelle piccole parti, penso ad esempio all'Uccello dalle piume di cristallo, lascia il segno).

        Commenta


        • Per quel che ricordo l'ho trovato troppo a tesi, retorico, forzato. Un grottesco venuto male.
          https://www.amazon.it/Dario-Argento-...+il+suo+doppio Il mio saggio sul cinema di Dario Argento.

          "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

          Commenta


          • Avrei voluto già scriverne nel pomeriggio....al contrario, ho travoto l'Ingorgo un filmone pazzesco... partendo dall'idea che ricorda in qualche modo il post-modernismo di scrittori come Ballard... che poi in realtà il fim è stato tratto da un racconto di Julio Cortázar, scrittore che conosco solo di nome ahime. Eppure le atmosfere, iil grottesco spinto, per come la vedo Io lasciano intravedere momenti di verità. Idea comunque notevole sviluppata sia in scrittura che in messa scena in maniera impeccabile. Ad un Altman sarebbe piaciuto mi sa. Dai la volevo sparare grossa, ma in qualche modo ci trovo affinità... lo rivedrò comunque, vediamo che effetto mi fà a distanza di qualche annno, non molti se non ricordo male, ma a volte basta poco...comunque dubito che possa scendere sotto il 7.
            Ultima modifica di loStraniero; 13 maggio 20, 21:53.

            Commenta


            • LUIGI COMENCINI

              L'imperatore di Capri (1949) --> 7
              Pane, amore e fantasia (1953) --> 7
              Pane, amore e gelosia (1954) --> 7
              Mariti in città (1957) --> 6
              Mogli pericolose (1958)--> 6
              Le sorprese dell'amore (1959) --> 6
              Tutti a casa (1960) --> 9
              A cavallo della tigre (1961) --> 9
              Il commissario (1962) --> 7
              Il compagno don Camillo (1965) --> 7
              Italian Secret Service (1968) --> 5
              Infanzia, vocazione e prime esperienze di Giacomo Casanova, veneziano (1969) --> 6
              Lo scopone scientifico (1972) --> 7
              Le avventure di Pinocchio (1972) --> 9
              Mio Dio, come sono caduta in basso! (1974) --> 6
              Quelle strane occasioni - episodio L'ascensore (1976) --> 7
              Il gatto (1977) --> 7
              L'ingorgo (1979) --> 7


              LUCIANO SALCE

              Il federale (1961) --> 7
              La voglia matta (1962) --> 6
              La cuccagna (1962) --> 6
              Le monachine (1963) --> 5
              Le ore dell'amore (1963) --> 5
              Slalom (1965) --> 6
              Oggi, domani, dopodomani - episodio La moglie bionda (1965) --> 5
              Ti ho sposato per allegria (1967) --> 4
              La pecora nera (1968) --> 5
              Il prof. dott. Guido Tersilli primario della clinica Villa Celeste convenzionata con le mutue (1969) --> 8
              Basta guardarla (1970) --> 6
              Il sindacalista (1972) --> 4
              L'anatra all'arancia (1975) --> 5
              Fantozzi (1975) --> 8
              Il secondo tragico Fantozzi (1976) --> 8
              La presidentessa (1977) --> 6
              Il... Belpaese (1977) --> 4
              Professor Kranz tedesco di Germania (1978) --> 4
              Dove vai in vacanza? - episodio Sì buana (1978) --> 5
              Riavanti... Marsch! (1979) --> 4
              Rag. Arturo De Fanti, bancario precario (1980) --> 5
              Vieni avanti cretino (1982) --> 6
              Vediamoci chiaro (1984) --> 5
              Ultima modifica di UomoCheRide; 14 maggio 20, 07:39.
              Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
              Spoiler! Mostra

              Commenta


              • Considerazioni sparse, che a mettere solo i numeri la conversazione diventa noiosa

                LUIGI COMENCINI

                L'imperatore di Capri (1949) --> 7 , quasi un antesignano dei moderni cinepanettoni (belle donne, equivoci, location esotiche, lusso immotivato, fondali interni di cartone e cartooneschi, slapstick, doppi sensi - per l'epoca - scabrosi, la libido come motore della vicenda). Totò e il resto del cast regalano un buon ritmo, e ciò che all'epoca era scabroso ora appare commedia garbata

                Pane, amore e fantasia (1953) --> 7, Comencini, insieme a Rosi, inventa il Neo-realismo rosa e, tramite la commedia romantica puritana anni 50, contaminata con quella che diverrà la commedia paesana (commedia con cui negli industrializzati anni 60 si guardava con nostalgia e ridicolo il mondo ancora contadino), regala certi spaccati dolceamari del dopoguerra (il vecchio che mangia, appunto, pane e fantasia... le case che sono o bombardate o terremotate)
                Pane, amore e gelosia (1954) --> 7, come sopra, ma si passa dall'analisi sul dopoguerra a quella sul ruolo della donna

                Mariti in città (1957) --> 6, filmettino scacciapensieri, dei tempi in cui il cinema era anche un surrogato della tv come tappabuchi serale
                Mogli pericolose (1958)--> 6, come sopra
                Le sorprese dell'amore (1959) --> 6 , come sopra

                Tutti a casa (1960) --> 9, quasi un capolavoro che fa il paio con la grande guerra. L'assalto al camion colmo di farina non si dimentica. Non si dimentica la confusione di Sordi, che fotografa con una battuta quell'evento (il tenente che ipotizza che gli inglesi si siano alleati coi nazisti!). Raro caso di personaggio napoletano che viene visto non come furbetto ma come vittima ingenua. Eduardo, grandissimo, graffia nel suo piccolo ruolo.

                A cavallo della tigre (1961) --> 9, Ottimo film, kafkiano....commistione di generi con ottimo ritmo, azione, e approfondimento di personaggi in cui non esistono davvero cattivi, ma solo personaggi sventurati

                Il commissario (1962) --> 7, Buon film
                Il compagno don Camillo (1965) --> 7, buon film che fotografa un momento e che diventa un apologo sull'accettazione del diverso. Qualche tendenza "democristiana" di troppo nel mostrare coppie che necessariamente si spostano, etc. Ma la sceneggiatura di De Bernardi e Benvenuti ha ottimo ritmo e risulta uno degli episodi più divertenti.

                Italian Secret Service (1968) --> 5, farsetta inutile
                Infanzia, vocazione e prime esperienze di Giacomo Casanova, veneziano (1969) --> 6, lezioso, ma piacevole come passatempo
                Lo scopone scientifico (1972) --> 7, a mio dire sopravvalutato. Sprecata la Davis. Bravissimi tutti, ma il racconto non ha il respiro per il lungometraggio. Andava, secondo me, adattato come mediometraggio per uno dei tanti film episodici
                Le avventure di Pinocchio (1972) --> 9, cast irripetibile, ottima sceneggiatura che approfondisce alcuni aspetti del racconto originale. Commistione tra commedia all'italiana (la povertà ridicola di Geppetto), neorealismo (la povertà "scugnizza" di Lucignolo) e racconto fiabesco.
                Mio Dio, come sono caduta in basso! (1974) --> 6, farsetta erotica ben girata e meno volgare della media dell'epoca
                Quelle strane occasioni - episodio L'ascensore (1976) --> 7, un cult, che ha poi influenzato molti altri film sulle "coppie in ascensore", come i testi di Angelo Longoni
                Il gatto (1977) --> 7, pseudo giallo (il titolo richiama Argento?) misto col Condominio di Ballard. Ottimi tutti, ma il racconto graffia meno di quanto potrebbe.
                L'ingorgo (1979) --> 7, Come sopra, con l'aggravante che non tutte i caratteri de L'ingorgo, siano riusciti. Diciamo che ha lo stesso voto del film di cui sopra (che tuttavia preferisco) ma per ragioni diverse. Ottimo Sordi e i suoi duetti con Marsiglia, bella la scena dello stupro illuminata dai fari, con un gruppo di pseudofascisti che invece di reagire si masturbano (molto disturbante, e identificativo di un certo tipo laido di italiano machista)


                LUCIANO SALCE

                Il federale (1961) --> 7, fotografa un tempo e ragala un bel racconto di amicizia, con un finale molto poetico. Peccato che a sceneggiare ci siano due cartoonisti come Castellano e Pipolo, il cui umorismo non va oltre le celentanate
                La voglia matta (1962) --> 6, all'epoca forse disturbante, oggi datato, mostra il contrasto tra vecchi e giovani negli anni 60...una generazione che ha fatto la guerra e che ha lavorato per il benessere contro un gruppo di Ye Ye che non hanno fatto la guerra e il benessere se lo godono. Piuttosto di parte.

                La cuccagna (1962) --> 6, apologo moralista sulle contraddizioni del benessere e sulle difficoltà di inserimento sociale della donna. Ben fatto ma lezioso sul lato drammatico, meno riuscito come commedia o come apologo antimilitarista
                Le monachine (1963) --> 5, farsetta alimentare e religiosa
                Le ore dell'amore (1963) --> 5, noioso
                Slalom (1965) --> 6, parodia ben fatta ma inutile dei Bond movies
                Oggi, domani, dopodomani - episodio La moglie bionda (1965) --> 5, sceneggiano Castellano e Pipolo, e basta questo
                Ti ho sposato per allegria (1967) --> 4, ottimo cast ma film noioso e claustrofobico, inutilmente dopato da un certo gusto pop anni 60
                La pecora nera (1968) --> 5 farsetta risaputa (che sul finale riprende Italian Secret Service di Comencini) che annoia ma ha bei momenti (i baraccati contenti di non avere nulla tranne la tv)
                Il prof. dott. Guido Tersilli primario della clinica Villa Celeste convenzionata con le mutue (1969) --> 8, meno riuscito del precedente ma altrettanto graffiante nell'analizzare la malasanità baronale
                Basta guardarla (1970) --> 6, farsetta nostalgica che vale come scacciapensieri
                Il sindacalista (1972) --> 4, destrorso e noioso
                L'anatra all'arancia (1975) --> 5, adattamento noioso, con bravi attori
                Fantozzi (1975) --> 8, praticamente un cult e un capolavoro del grottesco
                Il secondo tragico Fantozzi (1976) --> 8, come sopra
                La presidentessa (1977) --> 6, Salce peggiora e involgarisce il precedente adattamento di Germi
                Il... Belpaese (1977) --> 4, sceneggiano Castellano e Pipolo, e mostra cosa sarebbe stato Fantozzi se fosse stato girato con la mano sinistra
                Professor Kranz tedesco di Germania (1978) --> 4, inutile e noioso
                Dove vai in vacanza? - episodio Sì buana (1978) --> 5, simpatico ma superfluo
                Riavanti... Marsch! (1979) --> 4, mal riuscita commistione tra nostalgia, golardia e pecoreccio
                Rag. Arturo De Fanti, bancario precario (1980) --> 5, da una buona idea, nasce un topolino farsesco in cui si procede per accumulo e non per sviluppo
                Vieni avanti cretino (1982) --> 6, simpatico
                Vediamoci chiaro (1984) --> 5, satira mal riuscita
                Ultima modifica di UomoCheRide; 14 maggio 20, 07:50.
                Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                Spoiler! Mostra

                Commenta



                • LUIGI COMENCINI

                  Proibito rubare (1948) 6
                  L'imperatore di Capri (1949) 6
                  Persiane chiuse (1951) 7
                  La tratta delle bianche (1952) 7
                  Son tornata per te (1952) 5,5
                  La valigia dei sogni (1953) 6,5
                  Pane, amore e fantasia (1953) 7
                  Pane, amore e gelosia (1954) 6
                  La bella di Roma (1955) 6,5
                  La finestra sul Luna Park (1957) 7,5
                  Mariti in città (1957) 5
                  Mogli pericolose (1958) 5
                  Le sorprese dell'amore (1959) 5,5
                  Tutti a casa (1960) 9
                  A cavallo della tigre (1961) 8
                  Il commissario (1962) 7
                  La ragazza di Bube (1964) 8
                  Tre notti d'amore - episodio Fatebenefratelli (1964) 5
                  La mia signora - episodio Eritrea (1964) 6
                  Le bambole - episodio Il trattato di eugenetica (1965) 6
                  La bugiarda (1965) 5,5
                  Il compagno don Camillo (1965) 6
                  Incompreso (1966) 7
                  Italian Secret Service (1968) 6,5
                  Infanzia, vocazione e prime esperienze di Giacomo Casanova, veneziano (1969) 7,5
                  Senza sapere niente di lei (1969) 5
                  Lo scopone scientifico (1972) 8
                  Le avventure di Pinocchio (1972) 9
                  Delitto d'amore (1974) 6,5
                  Mio Dio, come sono caduta in basso! (1974) 6,5
                  La donna della domenica (1975) 7
                  Signore e signori, buonanotte - Co-regia (1976) 7,5
                  Basta che non si sappia in giro - episodio L'equivoco (1976) 6,5
                  Quelle strane occasioni - episodio L'ascensore (1976) 7
                  Il gatto (1977) 6,5
                  L'ingorgo (1979) 6
                  Voltati Eugenio (1980) 6,5
                  Cercasi Gesù (1982) 5
                  Un ragazzo di Calabria (1987) 6,5
                  La bohème (1988) 6
                  Buon Natale... buon anno (1989) 6
                  Marcellino pane e vino (1991) 5


                  LUCIANO SALCE

                  Le pillole di Ercole (1960) 4
                  Il federale (1961) 7,5
                  La voglia matta (1962) 8
                  La cuccagna (1962) 6,5
                  Le monachine (1963) 4
                  Le ore dell'amore (1963) 7,5
                  Alta infedeltà - episodio La sospirosa (1964) 5
                  Oggi, domani, dopodomani - episodio La moglie bionda (1965) 5
                  Le fate - episodio Fata Sabina (1966) 5
                  Come imparai ad amare le donne (1966) 5
                  Ti ho sposato per allegria (1967) 6
                  La pecora nera (1968) 5,5
                  Colpo di stato (1969) 7
                  Il prof. dott. Guido Tersilli primario della clinica Villa Celeste convenzionata con le mutue (1969) 6
                  Basta guardarla (1970) 8
                  Il provinciale (1971) 4
                  Il sindacalista (1972) 6
                  Io e lui (1973) 6,5
                  Alla mia cara mamma nel giorno del suo compleanno (1974) 7
                  L'anatra all'arancia (1975) 5,5
                  Fantozzi (1975) 8
                  Il secondo tragico Fantozzi (1976) 7,5
                  La presidentessa (1977) 4,5
                  Il... Belpaese (1977) 6
                  Professor Kranz tedesco di Germania (1978) 5
                  Dove vai in vacanza? - episodio Sì buana (1978) 5
                  Riavanti... Marsch! (1979) 5
                  Vieni avanti cretino (1982) 6,5
                  Vediamoci chiaro (1984) 6
                  Quelli del casco (1987) 4,5

                  "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                  Votazione Registi: link

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Mr. Babeido Visualizza il messaggio
                    Come mai L'ingorgo non v'è proprio piaciuto?
                    Scusa ho letto solo ora. Perché a quel che ricordo è un film con singoli momenti riusciti - la scena dell'acqua minerale, lo stupro - ma complessivamente irrisolto, con troppi personaggi appena abbozzati, un cast pieno di stelle abbastanza sprecato, troppo programmatico nel suo cinismo, finanche didascalico (non c'è bisogno di far dire a Mastroianni "L'umanità fa schifo" quando lo hai già fatto vedere per tutto il film). A conti fatti mi parve anche un soggetto poco incline alla poetica di Comencini, forse più adatto a Scola, ben più a suo agio nel racconto collettivo in un'unità di tempo e di luogo, o a un Ferreri.

                    Poi se uno sta all'affermazione di un mio amico - volutamente provocatoria - per cui il peggior film degli anni Settanta è infinitamente meglio di qualsiasi film degli anni Duemila allora si può anche trovarlo straordinario...

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Medeis Visualizza il messaggio
                      Poi se uno sta all'affermazione di un mio amico - volutamente provocatoria - per cui il peggior film degli anni Settanta è infinitamente meglio di qualsiasi film degli anni Duemila allora si può anche trovarlo straordinario...
                      nell'affermazione del tuo amico c'è un buon fondamento di verità e questo tuo amico mi sta già simpatico pur senza conoscerlo

                      Per me L'ingorgo è un film minore di Comencini, soffre troppo di un bozzettismo esasperato in cui alcune delle singole parti sono molto riuscite mentre altre sembrano posticce e poi la somma del tutto non dà un risultato soddisfacente. Insomma non è un film omogeneo ma che vive di singoli lampi episodici. C'è la sensazione generale di un lavoro poco convinto e poco affine alla storia del regista. Questo tipo di ritratto al vetriolo della meschinità e dei malcostumi italiani era già stato ampiamente fatto e rifatto in maniera migliore, e l'uso esasperato del grottesco non è roba per Comencini. A parer mio ovviamente.
                      "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                      Votazione Registi: link

                      Commenta


                      • Sul cinema italiano purtroppo ho alcune grosse lacune, come in questo caso.
                        Ho recuperato per l'occasione giusto Lo scopone scientifico, ma preferisco non votare un film singolo, sarebbe un 7,5 comunque. Concordo con UomoCheRide, sarebbe stato meglio un mediometraggio da inserire in un film a episodi, d'altronde l'esito finale é prevedibile e alla lunga stanca. Rimane comunque un buon ritratto di quei soggetti che passano la vita ad aspettare la botta di culo senza avere la minima capacitá di pianificazione e accortezza, nonché una dimostrazione di come le ricchezze finiscono per accumularsi sempre di più anziché redistribuirsi.

                        Eh sì, non ho mai visto il Pinocchio di Comencini così come non ho mai visto seriamente Fantozzi, nel senso che avró visto degli spezzoni da piccolo, ma non mi é mai interessato rivederlo in seguito.

                        Nota a parte: ho sputtanato la tastiera del mio laptop, finché non risolvo il problema potrei avere difficoltá nel votare così come nel recuperare nuovi film.

                        Commenta


                        • Personalmente ho sempre avuto un atteggiamento ambivalente verso Lo scopone scientifico, un film famoso, generalmente molto amato e molto celebrato tra quelli di Comencini, ma anche un film con pregi e difetti. In passato ero più critico che indulgente e il mio voto era un 7 perchè davo più peso ai lati negativi che a quelli positivi. Adesso sono diventato più "buono" e tendo ad approssimare per eccesso e non per difetto, preferisco guardare il bicchiere "mezzo pieno" quando possibile. Ecco cosa avevo scritto del film anni fa:

                          Appassionante e feroce apologo anticapitalista in forma di affilata satira di costume sul binomio denaro-potere, nel quale Sordi e la Mangano (entrambi bravissimi nella difficile parte dei proletari baraccati) vengono sconfitti sistematicamente da una coppia di ricchi americani in un derisorio (e ovviamente allegorico) gioco a carte. La metafora è chiara e, purtroppo, di amara ovvietà: "il banco vince sempre"; ovvero nella lotta di classe i ricchi hanno, inevitabilmente, il coltello dalla parte del manico rispetto ai poveri. Nel grande cast, oltre ai due mattatori protagonisti Sordi e Mangano, vanno segnalati Bette Davis, Joseph Cotten, Mario Carotenuto e Domenico Modugno nel ruolo del giocatore professionista Richetto. La linea di confine tra buoni e cattivi appare ambiguamente sfumata e non coincide con la divisione sociale ma, piuttosto, con il ruolo che la vita ha riservato ai contendenti, dall'una o dall'altra parte della "barricata". Alcuni vi hanno anche voluto leggere un certo simbolismo caustico nei confronti dell'imperialismo americano. E' una divertente commedia dai toni acri sul conflitto di classe, ma risulta un po' troppo condizionata dall'impostazione ideologica "a tesi", che la rende satura di veleni e, quindi, poco equanime.
                          "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                          Votazione Registi: link

                          Commenta


                          • Sarà anche un film a tesi, ma ha ragione. Giocare secondo le regole del capitale, porta sempre allo sconfitta, è doveroso recuperare la funzione originaria del proletariato, Cleopatra lo ha capito.

                            Parasite 40 anni prima praticamente, solo che Bong viene etichettato a genio, Comencini vabbè una pacca sulla spalla e ora non rompere più

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da David.Bowman Visualizza il messaggio
                              ... che la rende satura di veleni e, quindi, poco equanime.
                              Ritorno sui i miei passi: ho rivisto 'L'ingorgo': ricordavo un altro film o probabilmente la mia idea era semplicemnte condizionata da un soggetto che era comunque piuttosto forte. Riguardandolo i difetti saltano fuori tutti, sia in un eccesso di bidimensionalità del copione, ben descritto dalla frase citata qui sopra, che qui però viene esasperato in termini macchiettistici. Non difetta solo in quello, ma è decisamente dispersivo nelle storie che racconte e nei persoggi che mette in scena, abbozzndoli. Ci sono lampi, ma non bastano. Di certo sarebbe un soggetto da recupare, magari un reboot, ma non so in quanti... forse uno tipo Alex De La Iglasia, un pò meno caciarone...

                              Comunque, qui i miei voti:


                              LUIGI COMENCINI

                              La finestra sul Luna Park (1957) 7
                              Mariti in città (1957) 5
                              Tutti a casa (1960) 9
                              Il compagno don Camillo (1965) 6,5
                              Lo scopone scientifico (1972) 7,5
                              Le avventure di Pinocchio (1972) 9,5
                              La donna della domenica (1975) 7
                              Il gatto (1977) 6,5
                              L'ingorgo (1979) 5,5


                              LUCIANO SALCE

                              Colpo di stato (1969) 7
                              Il prof. dott. Guido Tersilli primario della clinica Villa Celeste convenzionata con le mutue (1969) 6,5
                              Basta guardarla (1970) 8
                              Fantozzi (1975) 8
                              Il secondo tragico Fantozzi (1976) 7,5
                              Vieni avanti cretino (1982) 7

                              Ultima modifica di loStraniero; 18 maggio 20, 21:07.

                              Commenta


                              • SulLo scopone scientifico mi ritrovo nel pensiero di Aldo. I due personaggi che hanno capito (quasi) tutto sono Righetto e Cleopatra; il primo quando dice che, per mantenere il suo stile di vita agiato, si limita a vincere quanto gli basta, senza voler strafare (...cadrà in errore proprio quando la posta in palio [conquistare la donna della sua vita] sarà troppo alta), la seconda quando, in una scena in cui tutto il quartiere è in apprensione per l’andamento della partita, si gira verso i suoi fratelli e dice qualcosa come “andiamo a lavorare, che almeno sono 2000 lire sicure”.
                                'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X