annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Filmografie e registi a confronto: la classifica di Badtaste

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Qualcosina su Steve McQueen...
    Ricordo che Hunger e Shame sono stati tra i primi film che ho visto nella mia ‘vita cinefila’; in particolare il secondo, al pari di altri come Drive e Inception mi ha colpito al punto di rivederlo diverse volte. Trovo che in entrambi i casi il regista sia molto bravo a rendere sofferenze e bisogni del protagonista, al punto che mi sono rimaste impresse anche cose sciocche come la ‘presa in giro’ della fossetta dell’uomo di Neanderthal. La cosa che mi ha sempre affascinato è l’idea di questo regista nuovo che riesce a reggere il peso di un nome così grosso, al punto che praticamente da quando ha iniziato ci si riferisce a lui come ‘Steve McQueen’ e non ‘lo Steve McQueen regista’.
    Guardando oltre, di Widows ricordo soprattutto la scena di Cynthia Erivo che attraversa la città di corsa: fa venire una gran voglia di fare attività fisica e, pensandoci bene, è la seconda volta che si concede una scena simile, dopo Michael Fassbender in Shame.
    Mi interessa molto Small Axe. Si sa qualcosa sulla distribuzione italiana? E questi 5 episodi si possono considerare come film?
    'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

    Commenta


    • Classifiche finali:

      STEVE MCQUEEN

      Shame ----------------------------------------------------------------------------------------------- 8,29 <-> 8,25 (12 voti)
      Hunger ---------------------------------------------------------------------------------------------- 8 <-> 8 (10 voti)
      12 anni schiavo (12 Years a Slave) ------------------------------------------------------------------ 7,05 <-> 7 (11 voti)
      Widows - Eredità criminale (Widows) ----------------------------------------------------------------- 7 <-> 7 (6 voti)

      ALEJANDRO JODOROWSKY

      La montagna sacra (La montaña sagrada) -------------------------------------------------------------- 8,25 <-> 8 (6 voti)
      Il paese incantato (Fando y Lis) -------------------------------------------------------------------- 7,67 <-> 7,5 (3 voti)
      El Topo --------------------------------------------------------------------------------------------- 7,43 <-> 7,5 (7 voti)
      La danza della realtà (La Danza de la Realidad) ----------------------------------------------------- 7,33 <-> 7,5 (3 voti)
      Santa Sangre - Sangue Santo (Santa Sangre) ---------------------------------------------------------- 6,5 <-> 6,5 (4 voti)
      Poesia senza fine (Poesía Sin Fin) ------------------------------------------------------------------ 6,33 <-> 6,5 (3 voti)
      Il ladro dell'arcobaleno (The Rainbow Thief) -------------------------------------------------------- 6 <-> 6 (2 voti)


      ed ecco la nuova coppia proposta da Medeis


      NICHOLAS RAY

      La donna del bandito (They Live by Night) (1948)
      Hai sempre mentito (A Woman's Secret) (1949)
      I bassifondi di San Francisco (Knock on Any Door) (1949)
      Rosanna (l'odio e l'amore) (Roseanna McCoy) codiretto con Irving Reis (1949)
      Il diritto di uccidere (In a Lonely Place) (1950)
      La seduttrice (Born to Be Bad) (1950)
      I diavoli alati (Flying Leathernecks) (1951)
      La gang (The Racket) codiretto con John Cromwell , Mel Ferrer , Tay Garnett , Sherman Todd (1951)
      Neve rossa (On Dangerous Ground) codiretto con Ida Lupino (1951)
      L'avventuriero di Macao (Macao) codiretto con Josef von Sternberg , Mel Ferrer , Robert Stevenson (1952)
      Il temerario (The Lusty Men) codiretto con Robert Parrish (1952)
      Androclo e il leone (Androcles and the Lion) codiretto con Chester Erskine (1952)
      Johnny Guitar (1954)
      All'ombra del patibolo (Run for Cover) (1955)
      Gioventù bruciata (Rebel Without a Cause) (1955)
      La donna venduta (Hot Blood) (1956)
      Dietro lo specchio (Bigger Than Life) (1956)
      La vera storia di Jess il bandito (The True Story of Jesse James) (1957)
      Vittoria amara (Bitter Victory) (1957)
      Il paradiso dei barbari (Wind Across the Everglades) codiretto con Budd Schulberg (1958)
      Il dominatore di Chicago (Party Girl) (1958)
      Ombre bianche (The Savage Innocents) (1960)
      Il re dei re (King of Kings) (1961)
      55 giorni a Pechino (55 Days at Peking) codiretto con Guy Green (1963)
      Non possiamo tornare a casa (We Can't Go Home Again) (1973)
      Wet dreams - Sogni bagnati (segmento "The Janitor") (Wet Dreams) (1974)


      PAUL SCHRADER

      Tuta blu (Blue Collar) (1978)
      Hardcore (1979)
      American Gigolo (1980)
      Il bacio della pantera (Cat People) (1982)
      Mishima: Una vita in quattro capitoli (Mishima: A Life in Four Chapters) (1985)
      La luce del giorno (Light of Day) (1987)
      Patty, la vera storia di Patricia Hearst (Patty Hearst) (1988)
      Cortesie per gli ospiti (The Comfort of Strangers) (1990)
      Lo spacciatore (Light Sleeper) (1992)
      Touch (1997)
      Affliction (1997)
      Le due verità - Forever mine (Forever Mine) (1999)
      Auto Focus (2002)
      Dominion: Prequel to the Exorcist (2005)
      The Walker (2007)
      Adam Resurrected (2008)
      The Canyons (2013)
      Il nemico invisibile (Dying of the Light) (2014)
      Cane mangia cane (Dog Eat Dog) (2016)
      First Reformed - La creazione a rischio (First Reformed) (2017)
      Dark (2017)



      "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


      Votazione Registi: link

      Commenta


      • NICHOLAS RAY

        Il diritto di uccidere (In a Lonely Place) (1950) 8,5
        Gioventù bruciata (Rebel Without a Cause) (1955) 8,5


        PAUL SCHRADER

        The Canyons (2013) 5,5
        First Reformed - La creazione a rischio (First Reformed) (2017) 7
        'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

        Commenta


        • PAUL SCHRADER

          American Gigolo (1980) 6,5
          Mishima: Una vita in quattro capitoli (Mishima: A Life in Four Chapters) (1985) 8
          First Reformed - La creazione a rischio (First Reformed) (2017) 6,5

          Mishima è tra i recuperi più importanti che ho in lista, aldilà del forum. Dopo La montagna incantata non faccio più promesse se riesco lo recupero in settimana, la testa in questo periodo è dirottata troppo su altre cose.
          Ultima modifica di Gidan 89; 19 aprile 21, 22:32.
          https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

          "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

          Commenta


          • NICHOLAS RAY

            La donna del bandito (They Live by Night) (1948) 8,5
            I bassifondi di San Francisco (Knock on Any Door) (1949) 8
            Il diritto di uccidere (In a Lonely Place) (1950) 9
            I diavoli alati (Flying Leathernecks) (1951) 6
            La gang (The Racket) codiretto con John Cromwell , Mel Ferrer , Tay Garnett , Sherman Todd (1951) 8
            Neve rossa (On Dangerous Ground) codiretto con Ida Lupino (1951) 8
            L'avventuriero di Macao (Macao) codiretto con Josef von Sternberg , Mel Ferrer , Robert Stevenson (1952) 8
            Il temerario (The Lusty Men) codiretto con Robert Parrish (1952) 8,5
            Johnny Guitar (1954) 10L
            All'ombra del patibolo (Run for Cover) (1955) 8
            Gioventù bruciata (Rebel Without a Cause) (1955) 10
            La donna venduta (Hot Blood) (1956) 5,5
            Dietro lo specchio (Bigger Than Life) (1956) 8,5
            La vera storia di Jess il bandito (The True Story of Jesse James) (1957) 8
            Vittoria amara (Bitter Victory) (1957) 6,5
            Il dominatore di Chicago (Party Girl) (1958) 8,5
            Ombre bianche (The Savage Innocents) (1960) 6
            Il re dei re (King of Kings) (1961) 6
            55 giorni a Pechino (55 Days at Peking) codiretto con Guy Green (1963) 6,5
            Non possiamo tornare a casa (We Can't Go Home Again) (1973) ? [Non saprei dargli un voto quindi passo]
            Wet dreams - Sogni bagnati (segmento "The Janitor") (Wet Dreams) (1974) 6


            PAUL SCHRADER

            Tuta blu (Blue Collar) (1978) 9
            Hardcore (1979) 8,5
            American Gigolo (1980) 7
            Il bacio della pantera (Cat People) (1982) 7
            Mishima: Una vita in quattro capitoli (Mishima: A Life in Four Chapters) (1985) 9
            La luce del giorno (Light of Day) (1987) 6,5
            Cortesie per gli ospiti (The Comfort of Strangers) (1990) 5
            Lo spacciatore (Light Sleeper) (1992) 7,5
            Affliction (1997) 8,5
            Le due verità - Forever mine (Forever Mine) (1999) 6,5
            Auto Focus (2002) 8
            Dominion: Prequel to the Exorcist (2005) 5,5
            The Walker (2007) 7
            Adam Resurrected (2008) 6,5
            The Canyons (2013) 5,5
            Il nemico invisibile (Dying of the Light) (2014) 4,5
            Cane mangia cane (Dog Eat Dog) (2016) 7
            First Reformed - La creazione a rischio (First Reformed) (2017) 8

            Scelgo anche la prossima coppia

            Jacques Becker -- Francois Ozon

            Commenta


            • NICHOLAS RAY

              Il diritto di uccidere (In a Lonely Place) (1950) 8
              Johnny Guitar (1954) 8
              Gioventù bruciata (Rebel Without a Cause) (1955) 9


              PAUL SCHRADER

              American Gigolo (1980) 6,5
              The Canyons (2013) 5
              First Reformed - La creazione a rischio (First Reformed) (2017) 7

              Commenta


              • Medeis una preview su Francois Ozon...
                Di Swimming Pool consigli la visione?
                E di Giovane e bella, che sembra essere uno dei film preferiti delle modelle ignude di Instagram?
                'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                Commenta


                • NICHOLAS RAY

                  Johnny Guitar (1954) 9,5
                  Gioventù bruciata (Rebel Without a Cause) (1955) 8

                  James Dean yoyo sono giovane e dannato non si regge però.

                  PAUL SCHRADER

                  American Gigolo (1980) 7

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da p t r l s Visualizza il messaggio
                    Medeis una preview su Francois Ozon...
                    Di Swimming Pool consigli la visione?
                    E di Giovane e bella, che sembra essere uno dei film preferiti delle modelle ignude di Instagram?
                    non hai chiesto a me e quindi poi Medeis ti dirà la sua

                    a me dell'ultimo Ozon è piaciuto molto Frantz, di cui però non parla quasi nessuno. Sicuramente lo preferisco ai due che hai citato, ben più famosi

                    leggendo di Jacques Becker mi viene in mente una vecchia discussione che facemmo qui dentro, molti anni fa, in cui si parlava del miglior film carcerario, ed io mi dicevo incapace di decidere se assegnare la prima posizione a Forza Bruta di Dassin o, per l'appunto, a Il buco di Becker

                    Sensei lascia stare Jimmy Dean (, Jimmy Dean) .... nemmeno i miti rispetti adesso!
                    Ultima modifica di David.Bowman; 14 aprile 21, 21:04.
                    "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                    Votazione Registi: link

                    Commenta


                    • Gli anni 50 sono finiti, basta con sto mito di James Dean. E' ora di andare oltre, anche se purtroppo ha avuto un'influenza enorme con una marea di cloni al cinema in tutto il mondo, molto meglio gli "emuli" che sono riusciti però subito a distaccarsi da lui che l'originale per il quale non ho mai provato chissà che timore reverenziale, la stessa Natalie Wood diceva che non era niente di trascendentale. Poi più che Gioventù Bruciata, James Dean il meglio lo ha dato nel film La Valle dell'Eden, nei due film successivi era diventato una mezza caricatura di sè stesso, con la sua aria costruita da finto-ribelle dannato.

                      Commenta


                      • Imho, di Ozon è molto ben riuscito anche Doppio Amore (2017) che trovate su Prime e che a Cannes fu spernacchiato un po' da tutti. È un autore che mi piace quasi sempre.

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da David.Bowman Visualizza il messaggio

                          non hai chiesto a me e quindi poi Medeis ti dirà la sua

                          a me dell'ultimo Ozon è piaciuto molto Frantz, di cui però non parla quasi nessuno. Sicuramente lo preferisco ai due che hai citato, ben più famosi

                          leggendo di Jacques Becker mi viene in mente una vecchia discussione che facemmo qui dentro, molti anni fa, in cui si parlava del miglior film carcerario, ed io mi dicevo incapace di decidere se assegnare la prima posizione a Forza Bruta di Dassin o, per l'appunto, a Il buco di Becker
                          Ho chiesto a lui perché l’ha proposto, ma altri consigli sono ben accetti, ci mancherebbe!

                          E poi, giusto perché tu lo sappia, indirettamente me ne hai consigliati due di Becker: cercando delle opinioni sui film di Melville, ho trovato un tuo commento che diceva più o meno “belli i suoi polar, ma le vette del genere sono Grisbì, Rififi e Il buco”. Su uno, forse due, di questi tre ti dò ragione.
                          'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da p t r l s Visualizza il messaggio
                            Medeis una preview su Francois Ozon...
                            Di Swimming Pool consigli la visione?
                            E di Giovane e bella, che sembra essere uno dei film preferiti delle modelle ignude di Instagram?
                            Giovane e bella merita sicuramente, è il film che ha lanciato Marine Vacht.
                            Swimming Pool secondo me non è un granché, ma Ludvine Sagnier offre il meglio di sé. In tutti i sensi.

                            Mediamente Ozon ha girato film di livello medio-buono, per cui puoi trarre una visione piacevole da (quasi) tutti, ma il suo meglio in assoluto secondo me sono i corti, davvero deliziosi.

                            Commenta


                            • Cercherò di procurarmi Giovane e bella allora.
                              'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                                Imho, di Ozon è molto ben riuscito anche Doppio Amore (2017) che trovate su Prime e che a Cannes fu spernacchiato un po' da tutti. È un autore che mi piace quasi sempre.
                                Sicuro che sia ancora su Prime?
                                'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X