annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Filmografie e registi a confronto: la classifica di Badtaste

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Bone Machine Visualizza il messaggio
    Non per farmi gli affaracci vostri, ma David.Bowman & Meides: come accidenti avete fatto a ficcarvi in carniere tutte queste visioni? Vi tocca per lavoro, non dormite la notte, avete installato in casa uno schermo triplo alla Gance ma con film diversi trasmessi in contemporanea? Credevo di averne visti un bel po' pure io (anche se ahimé scarseggio in memoria) ma il conteggio mio rispetto al vostro è come quello di uno stilita al confronto di Rocco Siffredi
    Io guardo un film al giorno mediamente - il che vuol dire che può capitare la volta che ne vedo 2 e la volta che ne vedo 0 - quindi il conto annuale è presto fatto E in ogni caso anche io ho parecchie lacune eh. Magari ho visto le più oscure pellicole italiane degli anni Settanta o i film giapponesi o di Hong Kong più reconditi perché ne sono appassionato, ma per dire non ho visto nessun film dell'ultima saga di Star Wars, avrò adocchiato si e no un paio di Fast and Furious in tv e mi mancano un sacco di cinecomic, tutta roba che qui dentro avranno visto tutti e a me se va bene la guardo quando la trasmettono in televisione se sto di buzzo buono. Ecco, credo che essere parte della generazione cresciuta con la televisione abbia aiutato molto, in un'epoca in cui i film occupavano una parte rilevante del palinsesto, e di ogni tipologia. Cmq conosco gente che ha visto molta più roba di me

    Commenta


    • KENNETH BRANAGH

      Enrico V (Henry V) (1989) 8,5
      L'altro delitto (Dead Again) (1991) 7,5
      Gli amici di Peter (Peter's Friends) (1992) 7
      Molto rumore per nulla (Much Ado About Nothing) (1993) 9
      Frankenstein di Mary Shelley (Frankenstein) (1994) 8
      Nel bel mezzo di un gelido inverno (In the Bleak Midwinter) (1995) 6,5
      Hamlet (1996) 10
      Pene d'amor perdute (Love's Labour's Lost) (2000) 5,5
      Come vi piace (As You Like It) (2006) 8
      Il flauto magico (The Magic Flute) (2006) 6
      Sleuth - Gli insospettabili (Sleuth) (2007) 5,5
      Thor (2011) 6,5
      Jack Ryan - L'iniziazione (Jack Ryan: Shadow Recruit) (2014) 5
      Cenerentola (Cinderella) (2015) 7
      Assassinio sull'Orient Express (Murder on the Orient Express) (2017) 6
      Casa Shakespeare (All Is True) (2018) 6,5
      Artemis Fowl (2020) 4,5


      TAKASHI MIIKE

      Shinjuku Triad Society (Shinjuku kuroshakai: Chaina mafia sensô) (1995) 7
      Gokudô sengokushi: Fudô (1996) 9
      Kishiwada shônen gurentai: Chikemuri junjô-hen (1997) 6
      Rainy Dog (Gokudô kuroshakai) (1997) 7,5
      Chûgoku no chôjin (1998) 7,5
      Andoromedia (1998) 4,5
      Blues Harp (1998) 7,5
      Kishiwada shônen gurentai: Bôkyô (1998) 7
      Ley Lines (Nihon kuroshakai) (1999) 7,5
      Audition (Ôdishon) (1999) 10
      Dead or Alive (Dead or Alive: Hanzaisha) (1999) 5
      Hyôryû-gai (2000) 7,5
      Dead or Alive 2: Birds (Dead or Alive 2: Tôbôsha) (2000) 6
      Visitor Q (Bijitâ Q) (2001) 6,5
      Ichi the Killer (Koroshiya 1) (2001) 6
      Agitator (Araburu tamashii-tachi) (2001) 7
      Katakuri-ke no kôfuku (2001) 7,5
      Dead or Alive 3 (Dead or Alive: Final) (2002) 5
      Graveyard of Honor (Shin Jingi no Hakaba) (2002) 6,5
      Shangry-La (Kin'yû hametsu Nippon: Tôgenkyô no hito-bito) (2002) 6,5
      Jitsuroku Andô Noboru kyôdô-den: Rekka (2002) 8
      Gozu (Gokudô kyôfu dai-gekijô: Gozu) (2003) 7,5
      The Call - Non rispondere (Chakushin ari) (2003) 9
      Zebraman (2004) 6
      Three... Extremes (segmento "Box") (Sam gang 2) (2004) 7
      Izo (2004) 6,5
      Big Bang Love, Juvenile A (46-okunen no koi) (2006) 8,5
      Taiyô no kizu (2006) 8
      Like a Dragon (Ryû ga gotoku: Gekijô-ban) (2007) 6
      Sukiyaki Western Django (2007) 4
      Tantei monogatari (2007) 5
      Crows Zero (Kurôzu zero) (2007) 7,5
      Kamisama no pazuru (2008) 6
      Yattaman - Il film (Yattâman) (2009) 6
      Crows Zero II (Kurôzu zero II) (2009) 7,5
      Zeburâman: Zebura Shiti no gyakushû (2010) 7
      13 assassini (Jûsan-nin no shikaku) (2010) 7,5
      Ichimei (2011) 8
      Shield of Straw - Proteggi l'assassino (Wara no tate) (2013) 5
      Mogura no uta: Sennyuu sousakan Reiji (2013) 7
      Yakuza Apocalypse (Gokudô daisenso) (2015) 7
      Terra Formars (2016) 5,5
      L'immortale (Mugen no jûnin) (2017) 7,5
      JoJo no kimyô na bôken: Daiyamondo wa kudakenai - dai-isshô (2017) 5,5

      Fuori classifica:
      Toppuu! Minipato tai - Aikyacchi Jankushon (1991) 5,5
      Redi hantaa: Koroshi no pureyuudo (1991) 6,5
      Bodigaado Kiba (1993) 7
      Full Metal gokudo (1997) 6,5
      Silver - shirubaa (1999) 5,5
      'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

      Commenta


      • Brevemente...

        Apprezzo Branagh soprattutto nella sua fase shakespeariana: nasce come attore teatrale, è cresciuto nei panni dei suoi personaggi e trovo sia molto naturale nella sua maestosità quando ne dirige gli adattamenti. Il canto del cigno di quest'era è l'ottimo (solo a mio avviso immagino) Come vi piace. L'ultimo decennio è stato all'insegna di un tipo di Cinema diverso, più votato all'intrattenimento di massa: sono contento che si sia dedicato ad altro, ma i vecchi fasti sono lontani e non mi ha mai convinto del tutto, eccetto Cenerentola. Come quest'ultimo, anche Poirot penso sia un soggetto nelle sue corde, ma ho trovato il primo adattamento altalenante, tra un discreto ritmo, degli esterni inguardabili, un protagonista troppo centrale che sembra doversi mangiare ogni scena e un'elaborazione del finale che dentro di me mi fa ancora discutere.

        La cosa più interessante di Miike è il numero di film diretti: ci sono anni con 4-5 film all'attivo e il bello è vedere come riesca a dare la sua impronta ad ogni film girando di getto. Mi piace poi che si sia cimentato in tutti i generi, diventando famoso come regista estremo ma sperimentando anche nel Cinema per bambini. Su alcuni film siamo agli antipodi (Ichi, Dead or Alive, The Call) ma me l'aspettavo.
        'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

        Commenta


        • Originariamente inviato da Bone Machine Visualizza il messaggio
          Non per farmi gli affaracci vostri, ma David.Bowman & Meides: come accidenti avete fatto a ficcarvi in carniere tutte queste visioni? Vi tocca per lavoro, non dormite la notte, avete installato in casa uno schermo triplo alla Gance ma con film diversi trasmessi in contemporanea? Credevo di averne visti un bel po' pure io (anche se ahimé scarseggio in memoria) ma il conteggio mio rispetto al vostro è come quello di uno stilita al confronto di Rocco Siffredi
          Mi unisco allo stupore ai complimenti, più che altro a volte mi chiedo quanto i vostri voti possano essere azzardati oppure riusciate ad esserne convinti nonostante siano film che non vedete da un bel po'.
          Personalmente la media del film al giorno no sono mai riuscito a tenerla per un lungo periodo, anche in questi mesi di chiusure non sono sempre riuscito a guardare un film ogni sera, nonostante non si potesse uscire, ho fatto il possibile per mantenermi vicino comunque. Anche nelle annate peggiori comunque sono riuscito a mantenermi non troppo sotto la media di un film ogni due giorni, considerando anche le revisioni. A proposito, se guardassi film solo per far numero ne avrei visti anche molto di più ma tendenzialmente tendo a inserire un rewatch ogni quattro/cinque/sei visioni di film nuovi con periodi in cui addirittura le revisioni prendono il sopravvento. Purtroppo ci sono troppi film, anche che mi sono piaciuti, che scordo pressoché completamente anche a distanza di breve tempo. Quanto senso ha fare indigestione di materiale nuovo se non si è ben assimilato quanto già visto?

          Ad ogni modo anch'io, come David, lo considero come se fosse un "lavoro" che faccio gratis ed è lo stesso approccio che ho con le altre mie passioni (poche ma a cui mi ci dedico completamente). Ho sicuramente l'obiettivo di vedere/rivedere più film possibili in base al tempo libero e a come riesco a organizzarmi ma allo stesso tempo non ho la motivazione e la spinta di studiarmi tutte le filmografie da cima a fondo se il regista non è nelle mie corde. Anche in questo caso spesso mi fermo comunque attorno a metà, a seconda anche della corposità dei film principali.
          Per me è importante conoscere un po' di tutto e ovviamente approfondire ciò che più piace e in parte ciò che è riconosciuto come importante all'unanimità.

          Di David e Medeis mi stupisce come si siano visti per intero filmografie a cui loro stessi hanno dato una sfilza di 4 e 5 e giusto un paio di 7 o 7,5 come voti più alti. In quei casi io al massimo mi fermo a quella manciata di film ritenuti ben più che sufficienti senza andare oltre.

          Commenta


          • Originariamente inviato da aldo.raine89 Visualizza il messaggio
            Mi unisco allo stupore ai complimenti, più che altro a volte mi chiedo quanto i vostri voti possano essere azzardati oppure riusciate ad esserne convinti nonostante siano film che non vedete da un bel po'.
            la memoria assoluta non è il mio forte, anche se di solito sulle cose che mi piacciono è migliore del solito.
            Io ho un dizionario-database-catalogo o come lo vogliamo chiamare dei film che ho visto. E dopo aver visto un nuovo film scrivo qualcosa, 2 righe, magari 10, magari solo un voto. Se del film mi ricordo poco il voto lo prendo da lì ovviamente. Poi è vero che i voti possono essere azzardati a volte, magari è roba che ho visto 20 anni fa e se lo rivedessi ora potrei dare un giudizio diverso

            Originariamente inviato da aldo.raine89 Visualizza il messaggio
            Di David e Medeis mi stupisce come si siano visti per intero filmografie a cui loro stessi hanno dato una sfilza di 4 e 5 e giusto un paio di 7 o 7,5 come voti più alti. In quei casi io al massimo mi fermo a quella manciata di film ritenuti ben più che sufficienti senza andare oltre.
            io sono un pazzo furioso quando ho iniziato mi posi l'obiettivo di vedere "tutti i film", dico proprio tutti. Ovviamente è impossibile, ma tendo a vedere tutto quello che posso, anche quello che non mi piace .... perchè? te l'ho detto .... sono un pazzo furioso
            "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


            Votazione Registi: link

            Commenta


            • I film che vedo poi li voto a caldo su IMDb, li tengo temporaneamente in una watchlist, faccio passare qualche settimana o 1-2 mesi e “cristallizzo” il voto. Per questo gioco mi è utile anche perché posso filtrare per ogni regista ciò che ho visto.
              Anche a me capita di votare film che ricordo poco o quasi per niente e che ora vedrei forse con un occhio diverso, ma la penso così: alcune volte è il me stesso di adesso che vota, altre il me stesso di 2-5-7-10 anni fa, alla fine sempre per uno conto e non giudico quelle “persone” meno dignitose di come sono ora.

              Anch’io comunque sto pensando di ridurre drasticamente le nuove visioni ed orientarmi verso i rewatch. Mi sono accorto che non c’è per forza un legame tra la qualità di un film e la sua capacità di restarmi impresso e a volte basta un mese perché io mi dimentichi quasi del tutto di un film (anche ottimo). Ho votato alla pari i due film visti di Nicholas Ray, quello che a prima vista avevo apprezzato di più (Il diritto di uccidere) ormai non so nemmeno di cosa parlasse (ricordo solo la cattiveria del protagonista), ho più memoria dell’altro nonostante siano passati dieci anni dall’unica visione.
              'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

              Commenta


              • KENNETH BRANAGH

                Thor (2011) 5,5
                Ultima modifica di Stefano Grandi; 30 aprile 21, 14:15.

                Commenta


                • Originariamente inviato da aldo.raine89 Visualizza il messaggio

                  Di David e Medeis mi stupisce come si siano visti per intero filmografie a cui loro stessi hanno dato una sfilza di 4 e 5 e giusto un paio di 7 o 7,5 come voti più alti. In quei casi io al massimo mi fermo a quella manciata di film ritenuti ben più che sufficienti senza andare oltre.
                  Si tratta del piacere stesso che mi da guardare un film. Un film lo posso trovare stupendo oppure orribile, ma a parte rarissimi casi non è mai un'esperienza inutile, in genere ci trovo sempre un momento in cui pensare "Ehi questa cosa non è male", "Se avesse sviluppato questo aspetto sarebbe venuto meglio", ecc. Oppure spesso mi è capitato di vedere un film così brutto da diventare un'esperienza ipnotica, mesmerizzante. In una parola indimenticabile. Io sono come te sui libri, sono sempre stato un appassionato di lettura sin da ragazzino, ma non leggo tutto di tutto, sono più selettivo. Dipende dal grado di passione e interesse per una determinata cosa. Non leggerei mai un libro di Andrea Scanzi, ma paradossalmente se girasse un film al 90% prima o poi lo vedrei

                  Originariamente inviato da aldo.raine89 Visualizza il messaggio

                  più che altro a volte mi chiedo quanto i vostri voti possano essere azzardati oppure riusciate ad esserne convinti nonostante siano film che non vedete da un bel po'.
                  Penso di poter dire con buona sicurezza che nessuno possa ricordare a menadito ogni film visto. Quello che ti resta è la sensazione che ti ha lasciato, i singoli frammenti, oserei dire la maniera in cui sei entrato in consonanza con il regista attraverso la sua opera, e su quello ho una buona memoria certamente. Ovviamente la differenza sta se un film uno si limita a vederlo oppure lo guarda, certo se mentre sei lì inizi a giocare col telefonino, o pensi a cosa dovrei fare domani al lavoro o qualunque altra cosa, facile che poi non ti resti nulla. Per il resto ho già annoiato a morte i partecipanti al topic circa il dare un voto numerico a un film, per cui non ritornerò sul punto Immagino che ognuno avrà il suo metodo, io semplicemente faccio una classifica personale partendo dal film che considero migliore/i, in un mix tra valore intrinseco e piacere personale, e via via a scendere.



                  Commenta


                  • TAKASHI MIIKE

                    13 assassini (Jûsan-nin no shikaku) (2010) 7


                    Spoiler! Mostra

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Stefano Grandi Visualizza il messaggio
                      Di Branagh ho visto solo Thor: 5,5
                      per favore quando voti ricordati di fare copia e incolla dal mio post iniziale (riportando anche il nome del regista), poi lasci solo i film che vuoi votare e ci metti il voto alla fine (dopo l'anno), altrimenti non funzionano gli script che ho fatto per aggiornare tutto in automatico. Grazie mille
                      "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                      Votazione Registi: link

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da David.Bowman Visualizza il messaggio

                        per favore quando voti ricordati di fare copia e incolla dal mio post iniziale (riportando anche il nome del regista), poi lasci solo i film che vuoi votare e ci metti il voto alla fine (dopo l'anno), altrimenti non funzionano gli script che ho fatto per aggiornare tutto in automatico. Grazie mille
                        Ok, aggiorno
                        E' che di qua passo così poche volte che poi mi dimentico la procedura corretta

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Stefano Grandi Visualizza il messaggio
                          Ok, aggiorno
                          E' che di qua passo così poche volte che poi mi dimentico la procedura corretta
                          no problem! cmq parlavo per le prossime volte, adesso avevo già aggiornato io manualmente. Ma va bene anche così ... grazie

                          "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                          Votazione Registi: link

                          Commenta


                          • Mi aspettavo qualche voto in più per Branagh. Al di là dei top, vi consiglio L’altro delitto, un thriller davvero grazioso con una grande Emma Thompson. Non fidatevi dei voti miseri
                            Poi, lo dico: preferisco il suo Frankenstein a quello anni ‘30, apprezzo come De Niro si sia calato in un ruolo dal volto che nella cultura popolare è incontrovertibilmente Boris Karloff e ammiro il coraggio di Branagh di rendere visivamente la creatura ben diversa dall’altra versione. Per proseguire i confronti, lo preferisco anche al Dracula di Coppola.

                            Di Miike, Fudoh si fa ricordare sopratutto per la ragazza dalla vagina cerbottana. Di Deadly Outlaw Rekka ricordo delle gran belle sparatorie. Su DoA vedo voti alti, a me piacciono solo i primi dieci minuti.
                            'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                            Commenta


                            • Beh è normale che David.Bowman abbia un archivio dove appunta i voti e anche delle impressioni. Perché altrimenti sarebbe impossibile poter parlare con questa lucidità di film ,posso immaginare vista la mole di film, visti anche una sola volta 20 anni e forse più. E' già incredibile che abbia visto tutti questi film, pensa rivederli ogni tot. periodo .
                              Comunque secondo me deve essere qualcuno del mestiere se non un critico in incognito . Perché oltre alla questione del tempo materiale per vedere così tanti film, che non è già cosa da poco, specie fino a qualche anno fa (ma con certe rarità tutt'ora) reperire i film è già un lavoro a parte. Cioè cercarli, trovarli, ordinarli, riceverli è un lavoro impressionante che a parte ruba ancora ore ore e ore. Poi magari mi sbaglio

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da SebastianWilder Visualizza il messaggio
                                Beh è normale che David.Bowman abbia un archivio dove appunta i voti e anche delle impressioni. Perché altrimenti sarebbe impossibile poter parlare con questa lucidità di film ,posso immaginare vista la mole di film, visti anche una sola volta 20 anni e forse più. E' già incredibile che abbia visto tutti questi film, pensa rivederli ogni tot. periodo .
                                Comunque secondo me deve essere qualcuno del mestiere se non un critico in incognito . Perché oltre alla questione del tempo materiale per vedere così tanti film, che non è già cosa da poco, specie fino a qualche anno fa (ma con certe rarità tutt'ora) reperire i film è già un lavoro a parte. Cioè cercarli, trovarli, ordinarli, riceverli è un lavoro impressionante che a parte ruba ancora ore ore e ore. Poi magari mi sbaglio
                                hai ragione! però non vi dirò mai chi sono veramente ....

                                Spoiler! Mostra

                                "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                                Votazione Registi: link

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X