annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Filmografie e registi a confronto: la classifica di Badtaste

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • ANDREY ZVYAGINTSEV

    Il ritorno (Vozvrashchenie) (2003) 7
    Leviathan (Leviafan) (2014) 5,5
    Loveless (Nelyubov) (2017) 7,5

    Leviathan è stata una delusione. Un drammone abbastanza prevedibile, con una critica verso il potere e le istituzioni tutto sommato semplicistica. Il prete pare un villain alla 007, mah.
    Per quanto riguarda German, Hard to be a God è un capolavoro, ma voglio capire se riesco a recuperare qualcos'altro prima di postare i voti.
    https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

    "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

    Commenta


    • ALEKSEY GERMAN

      Moy drug Ivan Lapshin (1985) 8
      Khrustalyov, mashinu! (Khrustalyov) (1998) 8
      È difficile essere un dio (Trudno byt bogom) (2013) 10

      ANDREY ZVYAGINTSEV

      Il ritorno (Vozvrashchenie) (2003) 8
      The banishment (Izgnanie) (2007) 6
      Elena (2011) 8
      Leviathan (Leviafan) (2014) 8.5
      Loveless (Nelyubov) (2017) 9

      "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


      Votazione Registi: link

      Commenta


      • Chi sono questi registi? Dai nomi impronunciabili, ma curiosi?

        Commenta


        • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
          Chi sono questi registi? Dai nomi impronunciabili, ma curiosi?
          Esiste una cosa che si chiama internet, apri un motore di ricerca e scrivi i loro nomi (non contemporaneamente). Vedrai che molto probabilmente ti apparirà un sito che si chiama Wikipedia, dove potrai ottenere informazioni importanti su di essi, come biografia, filmografia e riconoscimenti.
          A parte gli scherzi, Aleksej German qui in Italia non è praticamente stato distribuito, però E' difficile essere un dio lo puoi trovare su RaiPlay ed è un capolavoro. Dagli almeno un'occhiata, se non lo fai adesso non lo fai più.
          Zvyangintsev invece lo dovresti conoscere, se segui Cannes e Venezia. Il ritorno vinse il Leone d'Oro, Leviathan il premio per la sceneggiatura a Cannes, Loveless il premio della giuria (sempre a Cannes). Secondo me è un tantinello sopravvalutato, però anche qui sul forum pare piacere molto.
          https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

          "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

          Commenta


          • Con Leviathan e Loveless ha ottenuto anche la candidatura all'Oscar in lingua straniera (il primo ha vinto il Golden Globe).

            Commenta


            • ALEKSEY GERMAN

              Khrustalyov, mashinu! (Khrustalyov) (1998) 8
              È difficile essere un dio (Trudno byt bogom) (2013) 10L
              https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

              "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

              Commenta


              • ALEKSEY GERMAN

                È difficile essere un dio (Trudno byt bogom) (2013) 10L

                ANDREY ZVYAGINTSEV

                Il ritorno (Vozvrashchenie) (2003) 7.5
                Leviathan (Leviafan) (2014) 8

                Propongo la coppia Julie Taymor-Alice Rorhwacher

                Commenta


                • va bene tutto .... mi farò una ragione di Bond "stupratore", Bond in gonnella o magari Bond transgender ... chissà ... di questi tempi tutto è possibile!

                  ma Hard to be a God (quasi) "miglior film di tutti i tempi" anche no ... quasi quasi faccio il tifo per l'arrivo del buon aldo.raine89 che arrivi a sistemare le cose con uno dei suoi mitici 6.5

                  ecco la lista aggiornata dei prossimi

                  David.Bowman -- Gianni Amelio - Mario Martone
                  Medeis -- Alberto Lattuada - Yorgos Lanthimos
                  Noodles -- Lindsay Anderson - Elaine May
                  aldo.raine89 -- Joseph L. Mankiewicz - Atom Egoyan
                  Shosanna Dreyfus -- Joe Wright - Ang Lee
                  Bone Machine -- Julie Taymor - Alice Rohrwacher
                  Ultima modifica di David.Bowman; 25 settembre 21, 22:14.
                  "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                  Votazione Registi: link

                  Commenta


                  • Io al massimo potrei ritirare la lode (ero indeciso se darla o meno) ma sarebbe la prima volta che metterei un voto pensando alla classifica.
                    https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

                    "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da David.Bowman Visualizza il messaggio
                      va bene tutto .... mi farò una ragione di Bond "stupratore", Bond in gonnella o magari Bond transgender ... chissà ... di questi tempi tutto è possibile!

                      ma Hard to be a God (quasi) "miglior film di tutti i tempi" anche no ... quasi quasi faccio il tifo per l'arrivo del buon aldo.raine89 che arrivi a sistemare le cose con uno dei suoi mitici 6.5
                      Premettendo che anche a "studiarlo" a fondo rivedendolo ipoteticamente altre cinque o sei volte non credo che arriverei mai a dargli 9 o 10, ora come ora al più mi nasconderei dietro a un s.v. piuttosto che a un voto senza infamia e senza lode...
                      Nonostante mi ritenga allenato con il cinema d'autore anche più estremo avevo commentato il film qualche mese fa dichiarando espressamente di non averci capito nulla, a livello di trama e di contenuti ad ogni scena già dimenticavo praticamente quella precedente... ciò che invece rimane impresso, anche a distanza di tempo, è l'incredibile capacità del film di portarti nel suo mondo, farti sentire completamente la fame, il freddo, la pioggia, la puzza e il dolore che vivono i personaggi, cosa che ho riscontrato in poche altre opere... questo lo riconosco ma non mi è bastato a sbilanciarmi verso un vero apprezzamento, posso comprendere tuttavia che per altri, magari sono entrati anche in sintonia con il contenuto, possa essere una ragione e forse la principale per dare un voto altissimo.

                      ANDREY ZVYAGINTSEV

                      Il ritorno (Vozvrashchenie) (2003) 8
                      Leviathan (Leviafan) (2014) 7,5
                      Loveless (Nelyubov) (2017) 7,5

                      Li ho visti tutti una sola volta, per cui mi tengo prudente, The return mi pare che fosse più notevole di quelli più recenti. Ad ogni modo ha sicuramente il suo stile e guardando altri film russi o est-europei degli ultimi vent'anni si può notare come molti si rifanno a lui.



                      Commenta


                      • ANDREY ZVYAGINTSEV

                        Leviathan (Leviafan) (2014) 7
                        'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                        Commenta


                        • Propongo una coppia rischiosa:

                          Shohei Imamura - Jonathan Glazer

                          Rischiosa perché di Imamura al momento ho visto un solo film, però è un autore che mi sono promesso di approfondire. Ci riuscirò entro la mia settimana?
                          https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

                          "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Gidan 89 Visualizza il messaggio
                            Io al massimo potrei ritirare la lode (ero indeciso se darla o meno) ma sarebbe la prima volta che metterei un voto pensando alla classifica.
                            ma assolutamente no e ci mancherebbe altro, io "scherzavo" (un po' e un po' per chi mi conosce) ma cambiare un voto per un mio pensiero, assolutamente no!

                            Originariamente inviato da aldo.raine89 Visualizza il messaggio

                            Premettendo che anche a "studiarlo" a fondo rivedendolo ipoteticamente altre cinque o sei volte non credo che arriverei mai a dargli 9 o 10, ora come ora al più mi nasconderei dietro a un s.v. piuttosto che a un voto senza infamia e senza lode...
                            ecco! quindi non lo voti se ho capito bene .... quindi addio! eri la mia "ultima speranza" tipo Obi-Wan Kenobi

                            Originariamente inviato da aldo.raine89 Visualizza il messaggio
                            ciò che invece rimane impresso, anche a distanza di tempo, è l'incredibile capacità del film di portarti nel suo mondo, farti sentire completamente la fame, il freddo, la pioggia, la puzza e il dolore che vivono i personaggi, cosa che ho riscontrato in poche altre opere...
                            ecco, e quanti altri film possono provocare questo? davvero pochi. Per me già solo questo fatto, al di là del gusto personale, dell'eventuale "comprensione", identificazione, sintonia e affinità emotiva-culturale-ideologica con il film (tutti fattori che possono avvenire oppure no a seconda della persona), dovrebbe far "drizzare le antenne" e capire che trattasi di capolavoro, di roba grossa, di vera arte, che non si vede di certo tutti i giorni. Perchè quel "mondo" di cui parli è stato creato dalla forza delle immagini e dei suoni del film. Creare mondi che poi ti restano dentro non è roba che si vede tutti i giorni.

                            ecco la lista aggiornata:

                            David.Bowman -- Gianni Amelio - Mario Martone
                            Medeis -- Alberto Lattuada - Yorgos Lanthimos
                            Noodles -- Lindsay Anderson - Elaine May
                            aldo.raine89 -- Joseph L. Mankiewicz - Atom Egoyan
                            Shosanna Dreyfus -- Joe Wright - Ang Lee
                            Bone Machine -- Julie Taymor - Alice Rohrwacher
                            Gidan 89 -- Shohei Imamura - Jonathan Glazer


                            Originariamente inviato da Gidan 89 Visualizza il messaggio
                            Rischiosa perché di Imamura al momento ho visto un solo film, però è un autore che mi sono promesso di approfondire. Ci riuscirò entro la mia settimana?
                            che inizia il 9/11 quindi hai tempo, o no?

                            Ultima modifica di David.Bowman; 26 settembre 21, 17:55.
                            "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                            Votazione Registi: link

                            Commenta


                            • Passavo di qui (quanto tempo!) e ho visto due 10L per Aleksey German mai visto il film, premetto. Però non credo, da che abbia memoria, di aver mai visto Gidan con un 10 e lode se non proprio nei casi dalle parti di un vero e proprio "capolavoro".

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da sherry Visualizza il messaggio
                                Passavo di qui (quanto tempo!) e ho visto due 10L per Aleksey German mai visto il film, premetto. Però non credo, da che abbia memoria, di aver mai visto Gidan con un 10 e lode se non proprio nei casi dalle parti di un vero e proprio "capolavoro".
                                occhio però che il caro Gidan 89 ha dato finora "ben" 20 "10 e lode" e si trova più in meno alla metà di questa particolare classifica. Ci sono diversi utenti che ne hanno dati molti meno di lui e parlo anche di quelli che votano abitualmente. Forse è il caso di dire che il nostro amico ha una "brutta nomea" (che poi non merita) ?
                                "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                                Votazione Registi: link

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X