annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Filmografie e registi a confronto: la classifica di Badtaste

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Casablanca l'ho difeso in tutti i modi con il risultato di beccarmi insulti ed essere etichettato come boomer, finto-antisistema etc... con tanto di messa in ignore list da parte di un utente nei mesi confronti, per quella causa mi sono battuto bene credo.

    Su Saw dobbiamo concentrarci sul primo film, valutarlo alla luce dei sequel non mi sembra giusto. Tobin Bell finalmente svolta la carriera a 50 anni, con un serial killer interessante, che nonostante la morbosità e la truculenza dei suoi giochi, comunque confida nelle possibilità di successo delle sue vittime, che dalla disperazione in cui si trovano, riescano ad uscirne vincitori. Una logica con una sua morale malata, ma di sicuro più interessante, il colpo di scena finale l'ho trovato ben costruito, teatrale ok, ma colpisce nel segno. L'orrore risiede nello spreco della vita che fanno le vittime dei suoi giochi.

    Commenta


    • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
      un serial killer interessante, che nonostante la morbosità e la truculenza dei suoi giochi, comunque confida nelle possibilità di successo delle sue vittime, che dalla disperazione in cui si trovano, riescano ad uscirne vincitori. Una logica con una sua morale malata, ma di sicuro più interessante.... L'orrore risiede nello spreco della vita che fanno le vittime dei suoi giochi.
      conosci i thriller italiani degli anni '70 che ebbero una nefasta (in molti casi) proliferazione sulla scia del successo di Dario Argento? Ebbene la "credibilità" dell'assunto, le "artificiose" motivazioni del killer e la loro incredibile messa in opera sono più o meno le stesse. Si sfiora il ridicolo involontario, per quanto mi riguarda. Sarà che io ci sono cresciuto con quelle cose e quindi ne avevo già da tempo le scatole piene nell'anno 2004, sarà che io ormai in un horror cerco ben altro, sarà quel che sarà .... ma mi ha fatto cagare anche il primo film. Dei seguiti è inutile parlare, va proprio steso un velo pietoso su quelli, almeno per come la vedo io.
      "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


      Votazione Registi: link

      Commenta


      • Sono passati diversi anni da quando ho visto Saw l'ultima volta ma mi pare di ricordare che si distinguesse per un approccio molto minimale, con una regia tipica del cinema indie americano di quegli anni applicata a un genere che di per sé è tra i più mainstream.

        Al di là del contenuto trovo che sia un film particolare anche per questo. Ovviamente i seguiti, con una regia e un montaggio che sarebbero stati inappropriati anche nella peggiore serie TV di fine anni '90/inizio 2000, non c'entrano nulla.
        Contribuisci anche tu a definire i migliori film di ogni decennio secondo il forum di BadTaste. Entra in questo topic.

        Qui trovi il riepilogo dei decenni già votati e la situazione attuale del decennio in corso di votazione.

        Commenta


        • Originariamente inviato da David.Bowman Visualizza il messaggio
          cioè ... tu ti scandalizzi per un filmetto truce come SAW dopo quanto si è letto poco tempo fa su Casablanca ????? eddai!!!!

          per me è un filmetto gore di bassa lega, totalmente forzato, inverosimile, grossolano e tutto costruito su 2 fattori: le atmosfere morbose per gli amanti dello splatter ed il caricamento del finale che è sì a sorpresa ma che rende il tutto ancora più inverosimile.
          Questa descrizione si applica ai seguiti. Il primo film di gore ha si e no due scene (la trappola della tossicodipendente, la morte dei detective). Pure di jump.scare mi pare ce ne fossero due in croce.
          Infatti laddove i seguiti sono degli horror gore/torture porn ecc. il primo è molto più un thriller che un horror, ed è focalizzato sulla costruzione della tensione, sulla risoluzione degli enigmi e sull'indagine. Di horror e di torture porn c'è poco.
          Tant'è che come genere il primo Saw è più simile a Se7en che ai suoi seguiti.
          Ultima modifica di Cooper96; 03 marzo 22, 20:26.
          Spoiler! Mostra

          Commenta


          • per me tra Se7en e Saw ci passa il mare .... la differenza tra un grande regista e un mestierante, per non parlare poi degli attori, della fotografia, della messa in scena, della città senza nome dove piove (quasi) sempre, della capacità di gestire la suspense, delle atmosfere, .....

            non scherziamo! non scherziamo proprio!
            "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


            Votazione Registi: link

            Commenta


            • Si certo, è lampante che Fincher c'ha una eleganza e una raffinatezza che Saw 1 è lontano anni luce. Parlavo del genere: etichettare il primo Saw come "torture porn/gore" è sbagliato. Non lo è.
              E pure sulle "motivazioni risibili e forzate" della narrazione non è molto lontano da un Se7en (adesso non rispondermi che la differenza la fa la messinscena eh ).
              Ultima modifica di Cooper96; 03 marzo 22, 20:37.
              Spoiler! Mostra

              Commenta


              • Dei seguiti di Saw frega zero assoluto, ci importa del primo film, l'unico diretto da Wan tra l'altro il primo film è un thriller-psicologico, non un vero e proprio horror e ne' un giallo (chi sia Saw ad un certo punto frega nulla a nessuno, tanto che sei preso dalle prove e dal gioco in cui sono i due protagonisti).

                Seven è superiore come film, ma non mi sembra sia motivo valido per squalificarlo come film, tra l'altro Seven a dirla tutta ha un finale sballato molto più di Saw a livello di scrittura, nonchè un Pitt cane che fa la figura del fesso accanto a tutti.
                Un serial killer che progetta trappole mortali puntando però alla salvezza delle vittime, perchélui non può salvarsi causa cancro, non credo si sia mai visto. Ha anche delle motivazioni etiche alla base delle sue azioni distorte. La regia di Wan poi è molto cupa e sporca, pur essendo per la maggior parte del film un thriller da camera.

                Ultima modifica di Sensei; 03 marzo 22, 20:37.

                Commenta


                • Originariamente inviato da Cooper96 Visualizza il messaggio
                  etichettare il primo Saw come "torture porn/gore" è sbagliato. Non lo è.
                  per molti è nato "tutto" da questo film, insomma ne ha fatti di "danni"

                  Originariamente inviato da Cooper96 Visualizza il messaggio
                  E pure sulle "motivazioni risibili e forzate" della narrazione non è molto lontano da un Se7en (adesso non rispondermi che la differenza la fa tutta la messinscena eh ).
                  eh si, la messa in scena fa tanto, così come la capacità di colui che sta dietro alla mdp. E poi ovviamente anche gli attori, la loro recitazione, lo sviluppo dei personaggi. Convengo che anche Se7en abbia alla base un impianto motivazionale artificioso, come la maggior parte dei film sui serial killer. Ma lo stile fa tanto e rende il tutto più bello e accettabile. Fincher è Fincher, mica cotica!

                  E ripeto: non parlo dei seguiti ma proprio del primo film di Jigsaw.

                  Poi il buon aldo.raine89 ha parlato di "regia minimalista" ... ma anche no, secondo me non te lo ricordi bene ... pare una roba da videoclip!!!! Molta frenesia, molta enfasi, molta spettacolarizzazione di tutta la carica malvagia, per tendere al massimo la corda dell'arco in ottica del "finalone"
                  "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                  Votazione Registi: link

                  Commenta


                  • Il videoclip se c'è, sta giusto nel finale quando scopri l'identità di Saw, ma siamo più alla costruzione da tessere del puzzle che vanno apposto, che a videoclip vero e proprio suvvia.

                    Commenta


                    • La regia videoclippara è vero, purtroppo c'è, montaggi iper-frenetici nelle scene delle trappole che pure a me non piacciono.

                      Comunque, una differenza importante fra il primo Saw e i seguiti sono proprio i moventi. Nei seguiti le trappole sono solo di tipo "punitivo" verso le vittime, che han fatto cattive azione in passato. Nel primo ci sono anche le trappole al fine di impartire "lezioni di vita" (il medico che trascura la famiglia, la tossicodipendente che riscopre "il valore della vita"). Tant'è che c'è la frase "Most people are so ungrateful to be alive, but not you, not anymore" detta ai sopravvissuti, un po' meno banale dei soliti moventi che girano nel genere.

                      Comunque amichevolmente la fermo qui, capisco che ci sono distanze incolmabili fra i due punti di vista
                      Ultima modifica di Cooper96; 03 marzo 22, 20:54.
                      Spoiler! Mostra

                      Commenta


                      • Si ma c'è videoclip e videoclip, Wan costruisce un senso estetico con il montaggio, non butta immagini a casaccio e ne' fa il guappo con tale stile.
                        Chiaramente i seguiti sono solo una mattanza per vedere le trappole in azione, con intento da legge del contrappasso, perdendo tutto l'intento etico alla base del primo film. Inoltre le trappole diventano di fatto insuperabili o mera scusa per mostrare sangue e mattanza, nel primo film era tutta roba grossomodo superarabile, dottore ed Adam a parte.

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                          Si ma c'è videoclip e videoclip, Wan costruisce un senso estetico con il montaggio, non butta immagini a casaccio e ne' fa il guappo con tale stile.
                          non fa il guappo con lo stile videoclip???? allora che ti devo dire ... abbiamo un concetto diverso di "guapparia"

                          "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                          Votazione Registi: link

                          Commenta


                          • JAMES WAN

                            Saw - L'enigmista (Saw) (2004) 7.5
                            Dead Silence (2007) 6
                            Death Sentence (2007) 8
                            Insidious (2010) 6.5
                            L'evocazione - The Conjuring (The Conjuring) (2013) 7.5
                            Oltre i confini del male - Insidious 2 (Insidious: Chapter 2) (2013) 5.5
                            Fast & Furious 7 (2015) 5.5
                            The Conjuring - Il caso Enfield (The Conjuring 2) (2016) 6
                            Aquaman (2018) 6.5
                            Malignant (2021) 6


                            F. GARY GRAY

                            Il negoziatore (The Negotiator) (1998) 5.5
                            Il risolutore (A Man Apart) (2003) 4
                            The Italian Job (2003) 6.5
                            Be Cool (2005) 5.5
                            Giustizia privata (Law Abiding Citizen) (2009) 6
                            Straight Outta Compton (2015) 7
                            Fast & Furious 8 (The Fate of the Furious) (2017) 5
                            Men in Black: International (2019) 4

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                              Si ma c'è videoclip e videoclip, Wan costruisce un senso estetico con il montaggio, non butta immagini a casaccio e ne' fa il guappo con tale stile.
                              Chiaramente i seguiti sono solo una mattanza per vedere le trappole in azione, con intento da legge del contrappasso, perdendo tutto l'intento etico alla base del primo film. Inoltre le trappole diventano di fatto insuperabili o mera scusa per mostrare sangue e mattanza, nel primo film era tutta roba grossomodo superarabile, dottore ed Adam a parte.
                              Anche no. Amanda, per liberarsi della trappola per orsi, deve sventrare un uomo (che ha sprecato la sua vita ecc. ecc.). Primo, che ci sarebbe di etico in questo? E secondo, l'uomo immobilizzato che non può fare nulla se non soffrire, che possibilità ha di salvarsi?

                              I Saw vivono di trappole e colpi di scena; la saga è nata così ed è per questo che ne hanno fatti una marea peraltro prodotti dallo stesso Wan, che evidentemente se ne fregava dell'intento etico.
                              'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                              Commenta


                              • JAMES WAN

                                Saw - L'enigmista (Saw) (2004) 7,5
                                Dead Silence (2007) 7,5
                                Death Sentence (2007) 6
                                Insidious (2010) 7,5
                                L'evocazione - The Conjuring (The Conjuring) (2013) 8
                                Oltre i confini del male - Insidious 2 (Insidious: Chapter 2) (2013) 8
                                Fast & Furious 7 (2015) 7
                                The Conjuring - Il caso Enfield (The Conjuring 2) (2016) 8
                                Aquaman (2018) 5,5
                                Malignant (2021) 7


                                F. GARY GRAY

                                Giustizia privata (Law Abiding Citizen) (2009) 6
                                Straight Outta Compton (2015) 6
                                Fast & Furious 8 (The Fate of the Furious) (2017) 5
                                'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X