annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Filmografie e registi a confronto: la classifica di Badtaste

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Stavolta il mio punto di vista e quello di Medeis sono abbastanza vicini. Prima o poi recupererò anche La recita. Intanto, vi ufficializzo la mia prossima coppia:

    Massimo Ceccherini - Joao Cesar Monteiro
    https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

    "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

    Commenta


    • MATT REEVES

      Cloverfield (2008) 7
      Blood Story (Let Me In) (2010) 6.5
      Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie (Dawn of the Planet of the Apes) (2014) 7,5
      The War - Il pianeta delle scimmie (War for the Planet of the Apes) (2017) 8
      The Batman (2022) 7

      Commenta


      • MATT REEVES

        The Batman (2022) 5


        THEODOROS ANGELOPOULOS

        La recita (O thiasos) (1975) 10



        Scarpone Vs Genio. Scelta scontata.

        Commenta


        • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
          MATT REEVES

          The Batman (2022) 5


          THEODOROS ANGELOPOULOS

          La recita (O thiasos) (1975) 10



          Scarpone Vs Genio. Scelta scontata.
          Hai visto solo un film a testa dei registi, ovviamente "genio" perché La recita è considerato un capolavoro dai cinefili ufficiali. Prova a guardarti gli altri film di Angelopoulos e ne riparliamo. Per dire, L'eternità e un giorno, oltre ad essere un discreto martellamento sullo scroto, è quasi imbarazzante nella ricerca sfrenata di un lirismo e sentimentalismo quasi patetici.

          Giusto per fare un confronto (che in questo caso ha senso) con un regista che fa del piano sequenza un elemento imprescindibile, ogni paragone tra un Angelopoulos e un Tarkvoskij risulterà devastante verso il regista greco, anche perché Tarkovskij un genio lo è, e non perché fa figo tra i cinefili.

          Cioè. poi non hai visto una minchia di Reeves e frantumavi lo stesso i collioni nel topic di The Batman su quanto fosse mestierante un regista che manco conosci, e che dovevi delegittimare perché ha peccato di lesa maestà nei confronti del solo e unico Nolan-coso.

          Ma va a cagher, mona d'un mona...
          Ultima modifica di Tom Doniphon; 02 giugno 22, 14:59.

          Commenta


          • Di tutto il commento, la cosa che mi interessa maggiormente adesso, è conoscere il significato di tale espressione dialettale, specie la seconda parte, quella in grassetto :


            Ma va a cagher, mona d'un mona...
            Ma volendo dire qualcosa sul resto del tuo commento, di Reeves ho visto parzialmente anche Cloverfield e Apes of Revolution, ma ovviamente essendo visioni incomplete non ho espresso voti numerici apposta. Angelopoulos ha sbagliato un film a quanto dici e pazienza (anche se David.Bowman gli da un 8, quindi sicuro che non sia solamente un problema tuo? Cosa legittima comunque), anche Tarkovskji con Nostalghia girò una discreta cagata, può capitare anche a quelli bravi.

            Reeves ha fatto un film di Batman colmo di deja vu, dalla durata spropositata ed ammuffito nelle idee alla distanza, Nolan coso ha fatto infinitamente meglio, tanto che legittimamente al termine della visione, ci si chiede se fosse necessario un ennesimo Batman al cinema (al di là della questione monetaria), io una risposta me la sono data, te non so.
            Ultima modifica di Sensei; 02 giugno 22, 15:46.

            Commenta


            • Originariamente inviato da Gidan 89 Visualizza il messaggio
              Eccomi qua. I due registi non ci azzeccano nulla l'uno con l'altro, anzi, volendo sono proprio opposti. Ho utilizzato il semplice binomio nome popolare/nome di nicchia, anche se Angelopoulos - quantomeno come fama - dovrebbe essere molto più famoso di Matt Reeves, ma tant'è.
              Mi dispiace di non aver visto quello che viene considerato il capolavoro del regista greco, ovvero La recita. Devo dire però che questi suoi film che ho recuperato, al di là dei voti che ho messo (non bassi in base al mio criterio) non mi hanno affatto entusiasmato e non mi hanno invogliato - al momento - a recuperare altro. A parte Il volo, ho fatto una grossa fatica a finire gli altri. E voglio dire, sono abbastanza abituato a vedere "mattoni" essendo fan di registi che fanno della lentezza la loro caratteristica principale. Il problema qui non è solo la lentezza, ma proprio lo stile del regista, sia di scrittura (con lo zampino di Tonino Guerra) che di messa in scena. Probabilmente i film migliori di Angelopoulos sono tutti quelli precedenti a Viaggio a Citera, ma questi che ho visto sono tutti un voler cercare disperatamente la poesia, tramite accumulo di scene madri e metafore, senza che veramente a te spettatore importi quello che stai vedendo (almeno per quanto mi riguarda). Nelle intenzioni mi piace quasi tutto (l'utilizzo del pianosequenza, la fotografia non patinata) ma nella pratica ... troppo lirismo, troppe "pose d'autore" e tanta, tanta ripetitività.


              MATT REEVES

              Cloverfield (2008) 9
              Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie (Dawn of the Planet of the Apes) (2014) 6,5
              The War - Il pianeta delle scimmie (War for the Planet of the Apes) (2017) 7,5
              The Batman (2022) 6


              THEODOROS ANGELOPOULOS

              Viaggio a Citera (Taxidi sta Kythira) (1984) 5
              Il volo (O melissokomos) (1986) 7,5
              Paesaggio nella nebbia (Topio stin omihli) (1988) 7
              Il passo sospeso della cicogna (To meteoro vima tou pelargou) (1991) 6
              L'eternità è un giorno (Mia aioniotita kai mia mera) (1998) 6,5
              Come mai un voto così alto a Cloverfield? Piace anche a me, eh, però volevo capire: ritieni sia un film importante nel cinema d'inizio secolo, nell'ambito genere del monster movie? o per la questione del found footage, quindi dell'estetica cinematografica che ha?

              Commenta


              • Originariamente inviato da Mr. Babeido Visualizza il messaggio

                Come mai un voto così alto a Cloverfield? Piace anche a me, eh, però volevo capire: ritieni sia un film importante nel cinema d'inizio secolo, nell'ambito genere del monster movie? o per la questione del found footage, quindi dell'estetica cinematografica che ha?
                Per me è un film emblematico di inizio secolo. Cercandolo appositamente o meno (penso di si), credo che Cloverfield sia riuscito a registrare l'umore del tempo, sia per quanto riguarda la paranoia post 11 settembre, sia per la scelta stilistica adottata dal regista. Tra i tanti horror del nuovo millennio, lo ritengo tra i più rappresentativi ed originali. Al di là di tutto, all'epoca mi suggestionò parecchio e ancora oggi, quando mi capita di rivederlo, riesce ad inchiodarmi allo schermo. Un sacco di sequenze mi sono rimaste impresse (ad esempio, l'apparizione fugace del cavallo bianco), voglio o non voglio è un film che mi torna spesso alla mente.
                https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

                "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                Commenta


                • MATT REEVES

                  Cloverfield (2008) 6
                  Blood Story (Let Me In) (2010) 8
                  Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie (Dawn of the Planet of the Apes) (2014) 8,5
                  The War - Il pianeta delle scimmie (War for the Planet of the Apes) (2017) 8,5

                  Preferisco 10 Cloverfield Lane e propongo una nuova coppia: Alexandre Aja -- Renny Harlin
                  Ultima modifica di p t r l s; 02 giugno 22, 17:25.
                  'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                  Commenta


                  • aggiorno elenco delle prossime coppie:

                    David.Bowman -- Otto Preminger - George Miller
                    nicky.santoro -- Curtis Hanson - Luc Besson
                    Medeis -- Mel Brooks - John Waters
                    Noodles -- Ryûsuke Hamaguchi - Joachim Trier
                    bartvanzetti -- King Vidor - Roger Spottiswoode
                    aldo.raine89 -- Joel Schumacher - Bruno Dumont
                    Gidan 89 -- Massimo Ceccherini - Joao Cesar Monteiro
                    p t r l s -- Alexandre Aja -- Renny Harlin
                    "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                    Votazione Registi: link

                    Commenta


                    • MATT REEVES

                      Cloverfield (2008) 6
                      Blood Story (Let Me In) (2010) 7
                      Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie (Dawn of the Planet of the Apes) (2014) 6.5
                      The Batman (2022) 6.5

                      Commenta


                      • MATT REEVES

                        The Batman (2022) 7,5


                        THEODOROS ANGELOPOULOS

                        Viaggio a Citera (Taxidi sta Kythira) (1984) 7,5
                        Paesaggio nella nebbia (Topio stin omihli) (1988) 9
                        L'eternità è un giorno (Mia aioniotita kai mia mera) (1998) 7

                        Commenta


                        • MATT REEVES

                          Cloverfield (2008) 7
                          Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie (Dawn of the Planet of the Apes) (2014) 7
                          The War - Il pianeta delle scimmie (War for the Planet of the Apes) (2017) 6
                          The Batman (2022) 6

                          Commenta


                          • Povero Reeves che voti bassi si sta beccando



                            MATT REEVES

                            Cloverfield (2008) 8.5
                            Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie (Dawn of the Planet of the Apes) (2014) 8
                            The War - Il pianeta delle scimmie (War for the Planet of the Apes) (2017) 7
                            The Batman (2022) 7.5
                            Spoiler! Mostra

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio

                              Giusto per fare un confronto (che in questo caso ha senso) con un regista che fa del piano sequenza un elemento imprescindibile, ogni paragone tra un Angelopoulos e un Tarkvoskij risulterà devastante verso il regista greco, anche perché Tarkovskij un genio lo è, e non perché fa figo tra i cinefili.
                              Però entrambi hanno un forte punto in comune: nei loro peggiori esisti artistici c'è sempre lo zampino alla sceneggiatura di Tonino Guerra!

                              Commenta


                              • MATT REEVES

                                Cloverfield (2008) 7.5
                                Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie (Dawn of the Planet of the Apes) (2014) 7
                                The War - Il pianeta delle scimmie (War for the Planet of the Apes) (2017) 7.5
                                The Batman (2022) 7.5

                                Circa The Batman sono d'accordo con critiche rivoltegli anche importanti, tutta la parte investigativa non è persuasiva, l'equivoco su rata alada pare quasi una presa per il culo, e il citazionismo a tratti sconfina nel rifacimento parassitario, però al cinema mi sono grandemente goduto, ci sono pezzi di bravura elettrizzanti (e tocchi sapidi, come il pinguino con i piedi legati che avanza a balzelloni), e il senso di tetra quasi morbosa alienazione, la presenza disorientante al limite del cringe che emana il protagonista è ben espressa nella sua prima apparizione di spalle mentre si fa spazio tra i poliziotti in quel corridoio di luce giallognola, e anche la musica di Giacchino, il cui inciso di quattro note ripetute a mò di goccia cinese mi aveva lasciato interdetto per la pochezza di invenzione, nel film è immersiva e gestita con un artigianato benvenuto: il fatto che tanto dell'orchestrazione, tipo la scaletta discendente del clarinetto basso in principio di Can't Fight City Halloween, poi vada in gran parte dissipata nella congerie sonora del missaggio finale non è colpa sua. E bellissimi sono il tema di Catwoman, e buona come un panino al prosciutto crudo e caprino è la Kravitz, e la melodia "dei buoni sentimenti", con la cadenza di "aggiustamento" al maggiore di fidente tenerezza, che si insinua alla perfezione nelle inquadrature finali con Selina e Bruce che si rincorrono in moto, unico momento di distensione per due ragazzi che facendo a gara scherzosamente col brum brum tentano di recuprare un pezzo di quell'infanzia brutalmente segata via.
                                Sono tornato a vederlo su grande schermo (in quest'annata è toccato a Dune, The Batman, Licorice Pizza e The Northman, quest'ultimo ha confermato per quel che mi riguarda un apprezzamento tutto di superficie, ahimé).

                                THEODOROS ANGELOPULOS

                                La recita (O thiasos) (1975) 10L
                                Lo sguardo di Ulisse (To vlemma tou Odyssea) (1995) 8.5
                                L'eternità è un giorno (Mia aioniotita kai mia mera) (1998) 7

                                (Di solito non voto film visti decenni fa, e de La recita non ricordo quasi nulla se non la trama di base, ma mi è rimasta dentro la possanza di una visione mesmerizzante che riusciva pure ad alterare il ritmo del respiro. E forse a farmi emettere suoni gutturali sempre più protratti e cavernosi al limite del ringhio, cos'era? Boh.)

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X