annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Nope (Jordan Peele)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • visto

    bah

    devo dire che ci sono delle parti veramente ben fatte, ben costruite, ben congegnate, con interessanti movimenti di macchina dal basso verso l'alto, gioca molto bene con le atmosfere...però non va da nessuna parte, la componente ironica è una delle cose più cringe che possa esistere, l'attrice che interpreta la sorella è uno peggiori personaggi scritti che abbia visto negli ultimi anni, incomprensibile dove voglia andare a parare quando questa inizia a parlare, si passa da un'atmosfera dei migliori film horror a demenzialità in stile una pallottola spuntata, troppa troppa incongruenza e non si riesce a capire come prendere realmente il film visto che si smonta da solo

    è un peccato perchè le atmosfere notturne, così come nel trailer, sono molto evocative, tutto rovinato da quella parte comica che va e viene fino alla fine

    non ho capito una cosa

    Spoiler! Mostra



    comunque di base ho preferito la prima parte, quando cercava di rimanere un film con una sua identità (anche se la componente comica fin da subito non centrava un cazzo)

    Commenta


    • Originariamente inviato da David.Bowman Visualizza il messaggio

      sono d'accordo! Mi pare che il nostro abbia l'ossessione del "messaggio" così come Shyamalan ha quella del twist-ending

      A me piace un approccio horror diverso, più colto, meno grossolano, più di atmosfera che di exploitation, più cerebrale che di pancia, in generale sono questi gli horror che mi piacciono.
      E allora di cosa ti lamenti adesso? mi direte voi

      Premesso che per me il "lamento" (inteso come spirito critico costruttivo) vuol dire essere vivi cerebralmente , e premesso pure che l'approccio di Peele come "Spike Lee horror" dei due film precedenti non mi è dispiaciuto (soprattutto in Noi), mi pare che in questo terzo film l'aspetto metaforico sia più vacuo, più pretenzioso, meno incisivo perchè troppo vago, troppo generico dal punto di vista filosofico e quindi meno calibrato. La pellicola ha dei momenti ottimi, questo è fuori discussione, ma nel complesso mi sembra poco amalgamata tra le sue parti.
      Spaventa pochissimo, ha un messaggio lacunoso perchè troppo fumoso, ha un uso dell'ironia e di alcuni personaggi-macchietta che ho trovato fuori luogo, insomma tirando le somme il risultato complessivo mi pare disomogeneo e poco denso. Sicuramente gli elogi all'eccesso ed i paragoni eccellenti che si leggono in giro li trovo del tutto assurdi ed esagerati. E' un buon film ma niente di che. Sicuramente Noi mi ha convinto di più e, al momento, è il mio preferito del regista. Ma anche per questo non userei superlativi
      concordo nel commento

      Commenta


      • Rivisto al cinema, da buon film, passo ad ottimo film nel giudizio. Il miglior film di Peele.

        Commenta


        • Altri filmone diretto da Peele.

          La regia di Peele ormai si sta sempre più definendo, ha movimenti di macchina riconoscibilissimi così come un certo uso dei piano-sequenza ed ho particolarmente apprezzato tutte le soluzioni registiche per creare tensione e atmosfera.
          Di fatto è un'idea semplice e di stampo "spielberghiana" cioè il mostro non sa dov'è la vittima di turno ma più individuarla tramite l'espediente di turno,se la vittima lo guarda in questo caso,e qui Peele è bravissimo a costruire ottime sequenze.
          Volendo questa meccanica potremmo definirla "l'anti jump-scare" e non è un caso che diversi registi stiano utilizzando questo espediente nei film horror.

          Chiaramente le letture socio-politiche ci sono e qui in più Peele esplora il rapporto uomo-natura con quest'ultima che può ribellarsi ed un umanità non più all'apice della catena evolutiva.

          Commenta


          • Al di là del giudizio sul film, ma esattamente il tema qual è? Qual è il metaforone a sto giro? Il rapporto degli animali con la macchina da presa? Il rapporto tra l'addestratore e l'animale? Forse sono lento io a non averlo capito.

            Commenta


            • Originariamente inviato da Maddux Donner Visualizza il messaggio
              Al di là del giudizio sul film, ma esattamente il tema qual è? Qual è il metaforone a sto giro? Il rapporto degli animali con la macchina da presa? Il rapporto tra l'addestratore e l'animale? Forse sono lento io a non averlo capito.
              Leggi le pagine precedenti

              Commenta


              • Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
                Leggi le pagine precedenti
                Zero sbatta: fai un riassunto.

                Commenta


                • Originariamente inviato da Maddux Donner Visualizza il messaggio

                  Zero sbatta: fai un riassunto.
                  Nope.


                  Spoiler! Mostra

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
                    Nope.


                    Spoiler! Mostra
                    Posso concordare con le tue affermazioni.

                    Commenta


                    • Il film ha vari piani di lettura ma il principale probabilmente è quello che riguarda lo sfruttamento, l'appropriazione e l'addomesticamento dell'immaginario (e l'ossessione che ne deriva).
                      Luminous beings are we, not this crude matter.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
                        Il film ha vari piani di lettura ma il principale probabilmente è quello che riguarda lo sfruttamento, l'appropriazione e l'addomesticamento dell'immaginario (e l'ossessione che ne deriva).
                        Si, capisco.

                        Commenta


                        • la Universal ha il suo trio di bestioni mangia uomini da diversi ambienti, ora per Nope mancano solo sequel di dubbia qualità
                          FYol-w6UcAM7ZHG.jpg

                          Commenta


                          • Nessun sequel, Nope deve rimanere un'opera unica.
                            https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

                            "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                            Commenta


                            • Si sono d'accordo, ma Peele aveva parlato anche di un sequel, quindi boh spiega le origini dell'essere mandando in fumo la cosa più interessante del film

                              Commenta


                              • Peele ha parlato di un nuovo film ambientato nello stesso universo narrativo e basato su un misterioso personaggio che è stato interamente tagliato dal montaggio finale del primo film.
                                Luminous beings are we, not this crude matter.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X