annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Nope (Jordan Peele)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Atlantide
    ha risposto
    Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
    Vero, al terzo tentativo il MESSAGGIO non si mangia tutto il resto.
    Ho letto che non fa paura: ma dove!? Per la prima volta un film di Jordan Peele mi ha angosciato e fatto rizzare i peli delle braccia.
    Poi va beh è diretto benissimo, ha intuizioni geniali, un autentico godimento.
    Spero diventi un classico ma col pubblico di oggi chi lo sa.

    a memoria, non ricordo una scena più angosciante
    Spoiler! Mostra

    Lascia un commento:


  • terzappi
    ha risposto
    Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio

    gli uomini gonfiabili ondulanti (non so il nome specifico)
    Pupazzo gonfiabile che saluta come uno scemo.

    Onestamente non so cosa abbia di horror questo film. Non ho percepito alcun momento di tensione, eccezion fatta per la scena dei bambini travestiti.

    Lascia un commento:


  • mr.fred
    ha risposto
    Vero, al terzo tentativo il MESSAGGIO non si mangia tutto il resto.
    Ho letto che non fa paura: ma dove!? Per la prima volta un film di Jordan Peele mi ha angosciato e fatto rizzare i peli delle braccia.
    Poi va beh è diretto benissimo, ha intuizioni geniali, un autentico godimento.
    Spero diventi un classico ma col pubblico di oggi chi lo sa.

    Lascia un commento:


  • Sir Dan Fortesque
    ha risposto
    Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
    Il decennio è appena iniziato, non è un gran complimento!
    Al contrario, per me è così riuscito che posso già definirlo uno dei migliori horror di TUTTO il decennio. A memoria, credo sia il primo horror che ho visto da quando sono iniziati gli anni '20 di cui mi sento di dirlo.
    Confermo che è un film assolutamente da grande schermo.

    La metafora "woke" c'è (ed è giusto che ci sia) ma stavolta per me è meglio integrata con i vari piani di lettura ed è meno invadente degli altri due film.
    Insomma, tutta la componente sulla visione, sull'ossessione dello sguardo o il bisogno di distoglierlo, ben si sposa con quello della storia "occultata" della settima arte (in parte mi ha ricordato Death Proof del Taranta).
    Poi sicuramente a livello interpretativo può dare ulteriori spunti informarsi sulla storia da cui è presa la citazione biblica inziale.

    La cosa più riuscita per me è il modo in cui ha trasformato un film di UFO in Jaw, tanto che come sotto-genere per me è più
    Spoiler! Mostra


    C'è almeno tutta la lunga sequenza che va dalla scena dello spettacolo all'aperto (e non aggiungo altro) a tutta la parte notturna che è da antologia per gestione della tensione e creazione di un immaginario macabro molto distintivo. Penso, ad esempio

    Spoiler! Mostra


    Ma anche l'ultima parte, quando il genere si orienta più verso il western e l'avventura, è molto riuscita, anche grazie a un serie di trovate sceniche tanto semplici quanto funzionali e tematiche: gli uomini gonfiabili ondulanti (non so il nome specifico), la macchina da presa meccanica, il pozzo fotografico, il cowboy gonfiabile che alla fine omaggia esplicitamente Jaws.

    Queste sono proprio le cose mi erano mancate nei film precedenti dove idee di questo tipo c'erano ma erano poche. Però di nuovo devo rilevare la capacità di Peele di prendere delle singole immagini molto semplici e comuni (una poltrona, delle forbici, in questo caso una nuvola) e caricarle di una forza (potenzialmente) iconica che da sola ti permette d'indentificare il film.

    E poi tante belle immagini, sia horror che western, belle musiche ed effetti sonori, bella fotografia.

    C'è poi quella sezione che credo abbia dato e darà più grattacapi a critici e spettatori, ovvero la, chiamiamola "cornice tematica" della scimmia, che è una scelta che potrebbe lasciare interdetti o affascinati, dipende dalla persona.
    Per me regala una delle scene migliori del film, ma posso capire chi la taccerà di essere una scelta alternativa da autore "wannabe" o un errore di sceneggiatura, come un rimasuglio di qualche idea precedente in cui magari il protagonista era il proprietario del parco western o una delusione per chi pensava che
    Spoiler! Mostra
    Ultima modifica di Sir Dan Fortesque; 18 agosto 22, 12:30.

    Lascia un commento:


  • mr.fred
    ha risposto
    Il decennio è appena iniziato, non è un gran complimento!



    Bellissimo e in particolare la regia di Peele fa un sostanziale salto di qualità.
    Get Out e US non mi avevano lasciato granché ma questo è davvero una bomba e sul grande schermo è puro godimento.
    Andate a vederlo prima che lo tolgano.

    Lascia un commento:


  • Sir Dan Fortesque
    ha risposto
    Da assolutamente non peelentusiast per me questo non solo è il suo miglior film ma, salvo rivalutazioni future, è anche già tra i migliori horror del decennio.

    Lascia un commento:


  • fortunato_baldanza
    ha risposto
    Non può piacere alle masse. Una signora nella mia sala, ha esclamato appena finita la proiezione: brutto e noioso, gli do zero,zero,zero! Figuriamoci...

    Lascia un commento:


  • ste_
    ha risposto
    Secondo me si merita il successo critico che sta avendo. Alcuni commenti probabilmente sono esagerati ma é un ottimo film, a me é piaciuto anche più di Us. Non é un crowd pleaser e non é neanche un horror puro o un sci-fi vero e proprio.... É un bel mix di generi e piani interpretativi, classico film che difficilmente strappa gli applausi in sala secondo me. Però gran film, anche molto auto ironico. Il budget maggiore poi gli dà quel tocco da cinema escapista. Certo, il discorso sul cinema e sull'atto del guardare credo abbia sempre un bel appeal tra i critici/giornalisti ahaha peccato che in Italia farà 2 soldi come al solito...

    Lascia un commento:


  • fortunato_baldanza
    ha risposto
    Si, non male. Diretto con una certa maestria , anche se un tantinello pretenzioso e troppo desideroso di sembrare intelligente. A fine proiezione gli spettatori non mi sembravano soddisfatti, ho captato pareri negativi.

    Lascia un commento:


  • Bone Machine
    ha risposto
    Cioé, mi hai dato dell'italiota minus habens, mr. fred. Grazie.

    Lascia un commento:


  • Bone Machine
    ha risposto
    Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
    Per quello che riguarda il nostro paesello è un film della stagione cinematografica 2022/2023.
    Per tutto il resto del mondo è semplicemente un film del 2022.
    Pensa come stiamo messi.

    Eh lo so, ma ci casco in pieno. Da quando ho cominciato a segnarmi i film visti al cinema ho impiegato quella convenzione.

    Lascia un commento:


  • mr.fred
    ha risposto
    È convenzione che la stagione cinematografica italiana inizi il 1 agosto e termini il 31 luglio dell' anno successivo.

    Lascia un commento:


  • mr.fred
    ha risposto
    Per quello che riguarda il nostro paesello è un film della stagione cinematografica 2022/2023.
    Per tutto il resto del mondo è semplicemente un film del 2022.
    Pensa come stiamo messi.

    Lascia un commento:


  • Bone Machine
    ha risposto
    Secondo voi Nope è da considerarsi tra le prime uscite dell'annata 2022-23 o come ultimo colpo di coda dell'annata 2021-2022?

    Lascia un commento:


  • Massi
    ha risposto
    A me è piaciuto molto. Intendiamoci, il metaforone c’è d è anche bello grosso, ci sta che a qualcuno questo modo di fare cinema non stia bene. Però devo dire che funziona come cinema di genere molto più che in Us, stavolta i piani di lettura sono tutti molto curati. Non saremo ancora dalle parti di Carpenter (ma poi perché dovremmo esserlo? Peele è il primo a sottrarsi al paragone) ma non siamo neanche così lontani.

    Lascia un commento:

In esecuzione...
X