annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Cannes 2022

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ho dato un'occhiata alla filmografia di Tarik Saleh, sembrerebbe alternare cose alimentari, tipo episodi di serie tv o questo film di cui dicevate, ad altre più personali con protagonisti maghrebini. Boh. Mi guardo Omicidio al Cairo e poi vi dico.

    PS: comunque, i film più commerciali che passano ai festival sono quelli che poi hanno più successo in sala e agli Oscar, come dimostrano i trionfi recenti di Les Miserables o The Worst Person in the World.

    Commenta


    • Quel primo film di Prime è un fallito tentativo di approcciarsi con una produzione più grande americana. Fosse il primo straniero a fallire nell'impresa, abbiamo visto registi ben più scafati. Tipo un coreano e un giapponese che sono anch'essi in concorso quest'anno quando sono uscita dall'industria asiatica anche loro diciamo che non hanno prodotto robe accolte con tanto giubilo .


      Per far contento Fred possiamo dire che non tutti possono andare da film indie canadesi, a film sperimentali arty, da thriller di provincia a sci fi da 200 milioni ricevendo sempre una grande accoglienza. Non tutti si chiamano Denise Villenueve


      Ormai le serie tv, comunque di un certo livello produttivo, sono un terreno con cui cominciano molti registi. All'inizio di questa discussione parlavamo del fatto che anche Ali Abbassi dirigerà degli episodi di The Last of us. Sempre per Hbo.
      Ultima modifica di Sebastian Wilder; 14 aprile 22, 20:00.

      Commenta



      • Ormai produzioni medie che "stanno nel mezzo" ne producono sempre meno. Quindi anziché come una volta far dirigere loro un Spartacus in cambio di finanziamenti per i film che vogliono fare gli chiedono di dirigere qualche episodio di serie tv

        Commenta


        • Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio

          e presentano quindi tutte le puntate?.
          Penso solo le prime due

          A Venezia fanno così con le serie

          Commenta


          • In pratica la svedese di origini egiziane è un regista televisivo, ma ci sta che in un concorso ci sia -letteralmente- di tutto.

            Noto che ci sono solo tre donne in concorso.
            Se ne aggiungeranno altre?

            Commenta


            • Non mi sembra, ha girato 5 film con quello che vedremo a Cannes, un sesto in pre produzione e un paio di episodi di una serie tv. ​​​​​​

              Omicidio al Cairo comunque è stato nominato ai Cesar come miglior film straniero e ha vinto ai premi del cinema svedese tutti i premi principali compreso quello al film.

              Commenta


              • Siccome si parla di selezione "underwhelming" provo a fare il punto sugli esclusi: quelli che sono stati rifiutati (perché sappiamo che i loro film erano stati proposti - perlomeno, secondo quello che si leggeva su internet - e non figurano nella selezione) e quelli che invece non ci sono perché non hanno mostrato niente ai selezionatori. Tenendo presente che non abbiamo visto i film, quindi non ne conosciamo la qualità, a me pare che non ci fosse molto di più a cui attingere, a parte forse due-tre nomi (nello specifico: quelli in cima alla lista). In ogni caso, la tabella dovrebbe essere questa:

                Rifiutati: Disappointment Blvd (Ari Aster), Les cinq diables (Lea Mysius), Bora Bora (Albert Serra), The Eternal Daughter (Johanna Hogg), L'envol (Pietro Marcello), Revoir Paris (Alice Winocour), Women Talking (Sarah Polley), Chronique d'une liaison passagère (Emmanuel Mouret), Une Femme de Notre Temps (Jean-Paul Civeyrac), Les enfants des autres (Rebecca Zlotowski), Don Juan (Serge Bozon), Bones and All (Luca Guadagnino).

                A questi si aggiunge L'immensità di Crialese, cui però diamo ancora qualche giorno di tempo, per via della questione Presidente di Giuria che potrebbe averlo bloccato.

                Forse rifiutati, forse non pronti: The Whale (Darren Aronofksy), Passengers (Ira Sachs), Un beau matin (Mia Hansen-Love), Sparta (Ullrich Seidl)

                Non presentati: On Barren Winds (Ceylan), The Way of the Wind (Malick), White People (Robin Campillo), Bardo (Inarritu)
                Ultima modifica di Fish_seeks_water; 14 aprile 22, 22:28.

                Commenta


                • Non ci saranno grandi nomi nelle aggiunte dei prossimi giorni, probabilmente solo qualche altro film francese - tra concorso (al momento ce ne sono 3, di solito sono 4 o 5) e altre sezioni - più qualche film da aree geografiche poco coperte:

                  DEADLINE: There will be a few additions next week, right?

                  FRÉMAUX: Yes, especially French cinema because some things were late, as always. It’s good to be able to deliver the majority and then to work all weekend and re-look at things and give them another appraisal…

                  DEADLINE: Any big names to be added?

                  FRÉMAUX: No. … We’re not waiting for a ghost movie from David Lynch [laughs]. I used to talk to David quite often and he has never mentioned anything like that.

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Fish_seeks_water Visualizza il messaggio
                    Siccome si parla di selezione "underwhelming" provo a fare il punto sugli esclusi: quelli che sono stati rifiutati (perché sappiamo che i loro film erano stati proposti - perlomeno, secondo quello che si leggeva su internet - e non figurano nella selezione) e quelli che invece non ci sono perché non hanno mostrato niente ai selezionatori. Tenendo presente che non abbiamo visto i film, quindi non ne conosciamo la qualità, a me pare che non ci fosse molto di più a cui attingere, a parte forse due-tre nomi (nello specifico: quelli in cima alla lista). In ogni caso, la tabella dovrebbe essere questa:

                    Rifiutati: Disappointment Blvd (Ari Aster), Les cinq diables (Lea Mysius), Bora Bora (Albert Serra), The Eternal Daughter (Johanna Hogg), L'envol (Pietro Marcello), Revoir Paris (Alice Winocour), Women Talking (Sarah Polley), Chronique d'une liaison passagère (Emmanuel Mouret), Une Femme de Notre Temps (Jean-Paul Civeyrac), Les enfants des autres (Rebecca Zlotowski), Don Juan (Serge Bozon), Bones and All (Luca Guadagnino).

                    A questi si aggiunge L'immensità di Crialese, cui però diamo ancora qualche giorno di tempo, per via della questione Presidente di Giuria che potrebbe averlo bloccato.

                    Forse rifiutati, forse non pronti: The Whale (Darren Aronofksy), Passengers (Ira Sachs), Un beau matin (Mia Hansen-Love), Sparta (Ullrich Seidl)

                    Non presentati: On Barren Winds (Ceylan), The Way of the Wind (Malick), White People (Robin Campillo), Bardo (Inarritu)
                    Eh certo Disappointment Blvd rifiutato ahahah
                    Come mai dovrebbe essere tra i rifiutati e non tra i "non pronti"?

                    Commenta


                    • Fremaux sui selezionati italiani (e non)

                      Mario Martone è un grande cineasta e un grande uomo di teatro”, ha commentato la scelta Fremaux. “Viene in concorso per la prima volta da quando sono direttore. Sono contento perché è anche un omaggio, la volontà e il piacere di accoglierlo perché il suo lavoro lo merita. In tutti questi anni non è mai successo, questa volta parla oltretutto della sua vita e di Napoli, grande città di cinema"

                      È appassionante come Bellocchio più invecchia più realizza delle opere straordinarie”, ha aggiunto il direttore artistico di Cannes. “Io stesso mi ricordo di Aldo Moro e del 1978, ma è interessante la maniera con cui ci porta a riflettere di nuovo sulla follia e allo stesso tempo la ragione di quell’epoca. È una storia crudele, straordinaria quella del destino di Aldo Moro e il modo in cui Marco Bellocchio ha cercato di comprendere tutti, anche quelli che hanno partecipato in una maniera o nell’altra alla conclusione con l’assassinio. Vedere Bellocchio tornare sugli anni di piombo a 81 anni è molto appassionante.”

                      "Non parlo dei film che non ho visto", ci ha risposto alla domanda sull'assenza del film di Pietro Marcello, L'Envol, salvo poi aggiungere che non è pronto, così come L'immensità di Emanuele Crialese, con protagonista Penelope Cruz.

                      https://www.comingsoon.it/cinema/new...emaux/n138548/

                      Commenta


                      • Si sa perché Guadagnino respinto ?

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio

                          Omicidio al Cairo l'ho visto ma ho appena scoperto con mia somma sorpresa che è anche il regista dell'ultimo action/thriller con Chris Pine, uscito da poco.
                          E io che pensavo che stessi schernendo Branagh... invece c'è davvero un film che si chiama così.
                          'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                          Commenta


                          • Ma non ho capito, com'è questo Omicio al Cairo, val la pena recuperarlo secondo chi l'ha visto qua dentro? Nell'internet leggo recensioni contrastanti.

                            Commenta


                            • In italia le recensioni mi ricordo furono generalmente buone.
                              Mi stupisce lo abbiano visto così pochi o che non abbiate neanche sentito parlare.


                              Vale la pena vederlo?. Considerando che tu guardi tanti film direi proprio di si. Che dubbio c'è?
                              Un film d'autore sui livelli della metà che ci stanno ogni anno a Venezia. Quell'anno le giurie lo hanno notato (oltre ai già citati vinse anche il premio al miglior film internazionale al Sundance) perché è un film che tramite il genere noir affronta la questione della primavera araba, che ai tempi era fenomeno più recente.
                              Ultima modifica di Sebastian Wilder; 15 aprile 22, 11:59.

                              Commenta


                              • Il film di Guadagnino uscirà in autunno inoltrato. Non penso proprio che c'era intenzione di presentarlo a Cannes. Andrà a Venezia al massimo.

                                Idem Lanthimos è chiaramente un film che uscirà a novembre - dicembre. Non lo vanno a presentare 6-7 mesi prima secondo me, non credo che sia tra i film mancanti che verranno annunciati.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X