annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Far east film - il cinema asiatico

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Far east film - il cinema asiatico

    Avete visto dei film prodotti in Cina o Giappone? C'è qualche appassionato?

    Che ne pensate? Che confronti fate?
    Non importa che poteri hai. Ma come li userai.La mente e lo spirito devono essere più forti del corpo che li contiene.

  • #2
    Non sono un appassionato, ma ho avuto modo di vedere alcuni film al Far est film festival di Udine, e devo dire che, nonostante fossero film molto vecchi, in bianco e nero, girati con due soldi, con gli attori che guardavano continuamente in camera, li ho apprezzati molto, hanno saputo coinvolgermi.

    Commenta


    • #3
      Quando si parla di cinema asiatico si tratta un argomento vastissimo.
      Il cinema asiatico ha trattato negli anni, e tratta tuttora, argomenti che potrebbero apparire bizzarri a noi occidentali, che spesso potremmo non afferrare il senso di un avvenimento o storcere il naso al suo svolgersi.
      Inoltre, in certi casi si tratta di un cinema con basi tecniche e artistiche differenti dalle nostre.
      Al cinema asiatico bisogna inizialmente, io credo, predisporsi innanzi con una certa apertura mentale, e guardare fino in fondo concentrati prima di giudicare.

      Commenta


      • #4
        il cinema asiatico potenzialmente (insieme a quello inglese) è quello che può fare molta concorrenza a prodotti americani intelligenti.
        Tra i miei film preferiti dell'ultimo decennio ci sono guarda caso quel capolavoro di Oldboy e la trilogia di Infernal Affairs.
        Sono una persona semplice, guardo film e non rompo il cazzo.

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da Slask
          il cinema asiatico potenzialmente (insieme a quello inglese) è quello che può fare molta concorrenza a prodotti americani intelligenti.
          Tra i miei film preferiti dell'ultimo decennio ci sono guarda caso quel capolavoro di Oldboy e la trilogia di Infernal Affairs.
          Non ho capito bene quella frase.
          Io ritengo che buon cinema migliore di quello che ci viene propinato in questo paese lo si faccia un pò dappertutto, anche in europa, e, ogni tanto, anche in italia.
          Il cinema asiatico mi pare sia il più produttivo in assoluto, a livello di quantità. Personalmente, anche il mio preferito. Un cinema intenso e pieno di idee che sforna ogni anno prodotti originali, almeno sino ad oggi.

          Commenta


          • #6
            Argomento vastissimo, se consideriamo le varie regioni asiatiche e i differenti registi, direi che troviamo dei generi piuttosto differenti. Sicuramente il cinema orientale mi ha sempre interessato...

            Anni fa ero parecchio interessata ai lavori di Zhang Yimou (cinese), diciamo la sua prima fase (Lanterne rosse, La storia di Qiu Ju) più che la successiva in stile "cappa e spada cinese" tipo La foreste dei pugnali volanti o Hero.

            Un altro regista cinese che si è occidentalizzato molto ma che ho apprezzato sin dagli esordi è Ang Lee (fra i suoi primi lavori suggerisco caldamente "il banchetto di nozze").

            Recentemente ho adorato invece il cinema coreano, in particolare quel folle di Kim ki Duk (Ferro 3, primavera estate autunno inverno e ancora primavera); mentre di altro tipo ma sicuramente molto interessante anche Park Chan-wook (quello della trilogia di old boy, per intenderci).

            Infine mi viene in mente un altro regista cinese che ha recentemente diretto delle ottime pellicole: Wong Kar Wai, di cui ho amato molto "un bacio romantico" e anche il particolare "in the mood for love".

            sicuramente sto dimenticando qualcuno...





            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Sussurro
              Non ho capito bene quella frase.
              Io ritengo che buon cinema migliore di quello che ci viene propinato in questo paese lo si faccia un pò dappertutto, anche in europa, e, ogni tanto, anche in italia.
              Il cinema asiatico mi pare sia il più produttivo in assoluto, a livello di quantità. Personalmente, anche il mio preferito. Un cinema intenso e pieno di idee che sforna ogni anno prodotti originali, almeno sino ad oggi.
              diciamo che, secondo me, i prodotti orientali più interessanti sono quelli indirizzati sui generi azione/wuxiapian/poliziesco/thriller, ecco perchè dico che sono una valida alternativa a quelli americani (in europa roba veramente notevole in questi ambiti non ne vedo molta sinceramente, se non forse dalla Spagna, avendo visto il bellissimo Los Cronocrimenes di due anni fa, e tenendo d'occhio l'imminente Buried che si preannuncia ugualmente intrigante..).
              Sono una persona semplice, guardo film e non rompo il cazzo.

              Commenta


              • #8
                A fishing-boat crew takes on a dangerous commission to smuggle a group of illegal immigrants from China to Korea.Director: Sung-bo ShimWriters: Sung-bo Shim,...

                Commenta


                • #9
                  Ironico e tragico, epico e domestico, Parasite è il miglior Bong Joon-ho che gira un film mirabolante e rigoroso su poveri e ricchi

                  Commenta


                  • #10
                    Arriva in italia in blu ray A TAXI DRIVER con Song Kang-ho https://www.amazon.it/Taxi-Driver-So...s=dvd&sr=1-179
                     

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Maddux Donner Visualizza il messaggio
                      Arriva in italia in blu ray A TAXI DRIVER con Song Kang-ho https://www.amazon.it/Taxi-Driver-So...s=dvd&sr=1-179
                      Appena visto. Un gran bel film, che riesce a mischiare la vena umoristica iniziale con il dramma vero che la corea del sud ha vissuto in quel periodo. Lo consiglio per il sempre monumentale Song Kang-ho, una garanzia come sempre, ma anche per la buona fattura di tutto il lavoro. Forse dovevano introdurre prima e meglio "l'antagonista" e renderlo più partecipe, in modo da dare un volto su cui il pubblico possa identificare come cattivo e un maggior confronto tra il tassista e il reporter. Mio parere, ma per il resto solo cose belle.

                      Commenta


                      • #12
                        Oltre a Wotakoi - Love is Hard for Otaku, scopriamo cosa ci riserverà la kermesse udinese in una nuova rivoluzionaria edizione

                        Commenta


                        • #13
                          Segnalo l'uscita italiana di "IL GANGSTER, IL POLIZIOTTO, IL DIAVOLO" di Won-Tae Lee in italiano. Non ho idea in che forma sia uscito o in quale servizio streaming, ma si trova per chi sa cercare.

                          Commenta


                          • #14
                            Quest'anno il Far East Film Festival ─ il festival del cinema dell'estremo oriente che ha sede per l'appunto in estremo oriente, cioè a Udine ─ si è tenuto online: un'occasione irripetibile per spararci un sacco di gran film senza alzare il culo dal divano!

                            Commenta


                            • #15
                              La rassegna udinese si è conclusa: ecco i nostri pareri sul film vincitore, ma anche su Wotakoi, il bizzarro I-WeirDO e molti altri

                              Commenta

                              In esecuzione...
                              X