annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Bones and All, regia di Luca Guadagnino

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da MrCarrey Visualizza il messaggio

    Non ci credo. D'ora in poi ti vedremo girare per i supermercati sputando tra le corsie i semi degli acini di uva.
    Beh se fosse il supermercato di un limbo che ti scompagina la mente e i sentimenti come quello messo in scena nella miniserie, probabilmente lo farei! Francesca Scorsese sputa i semi non (solo) perché è un'adolescente che se ne sbatte il cazzo, ma perché non esclude che che quei semi potrebbero esploderle in bocca come minuscole mine e che l'esplosione del suo cranio possa essere freezata in un acquarello misto di biondo e sangue. Chi lo sa! Lei e i suoi amici vivono in questo scorcio di America tarocca, un punto che sta a metà tra l'immaginario prefabbricato della suburbia d'oltreoceano e la neghittosità di una provincia aliena costruita sulla sabbia, tra la vita irrigimentata di una base militare e la fluidità onnicomprensiva (e grazie a dio finalmente la sacrosanta presa di coscienza di un più vasto e complesso orizzonte della condizione umana non viene trattata come un percorso coatto privo di accidenti in nome di un progresso di aleatoria benevolenza ma come di una lenta, sbalestrante trasfigurazione che può causare in soggetti meno preposti fenomeni di rigetto o stramba interferenza), un non luogo dove non c'è soluzione di continuità tra le tentazioni di un'orgia alcolica e spettrale e l'essere catapultati dal margine dell'inquadratura verso l'inferno delle zone di guerra. Ovvio che tutti i personaggi ne escono problematici al limite della psicopatia. Anche i litigi tra figli e genitori si emancipano dai soliti, queruli e inconcludenti battibecchi e si trasformano in nevrotiche coreografie, quasi saggi di performing art. E il sonoro qua è un capolavoro, perfetto corrispettivo del senso di stratificazione e disorientamento, tra gli slogan delle esercitazioni, cani che abbaiano, litigi e canzonette e tuoni in lontananza e un dialetto veneziano che ci appare, e lo dico da veneto, più straniante dell'inglese. Guadagnino è un maestro nel riprodurre visivamente questa ambiguità irrequieta anche nella scelta della situazione climatica. Come in Suspiria, ricordo la prima lezione della Swinton, fuori il grigio plumbeo di una mattinata di pioggia e dentro il bianco del neon da sala autoptica, è giorno ma si è costretti ad accendere la luce. Oppure in Bones and All (imho bene ma non benissimo, affascinante nel suo vagabondare da ballata folk, e a questo punto hype per il film ispirato a Blood on the Tracks, ma a tratti fin troppo ciarliero), l'incontro di Maren con il bieco Sully, un notturno onirico che pare una fotografia di Gregory Crewdson, e non piove ancora, ma cadono grosse gocce, ancora individuabili nel loro precipitare, parrebbe pure facile schivarle balzandogli intorno, ma lo scroscio fiòi è immininente: SCAPPA!!

    Commenta


    • Originariamente inviato da Bone Machine Visualizza il messaggio
      Ho ripreso da capo We Are Who We Are, sono a metà e la sto ADORANDO!!
      Non l'avevi mai vista?
      Luminous beings are we, not this crude matter.

      Commenta


      • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio

        Non l'avevi mai vista?
        L'avevo iniziata tempo fa. Ma mi ero fermato ad una scena, a un quarto d'ora dall'inizio, dove la burrosa Britney chiacchiera con un coetaneo tra corsie di un discount sputando in giro vinaccioli d'uva. Lì mi è salito il nazismo da umarell. Poco prima si erano sentite le note iniziali di I Was Looking at the Ceiling and Then I Saw the Sky di John Adams. Ora ho ripreso la serie, e c'è un episodio che ricorda lo stile di Kechiche. O no? Lo conosci John Adams? È un compositore che Guadagnino utilizza spesso, ma non in Bones and All dove imperversa una cazzo di chitarrina (Trent, che ti è successo Trent, dio cicisbeo?!).
        Comunque, benvenuto nel forum!
        ​​​

        Commenta


        • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
          Sai leggere?



          Come dicevo l'indiziato numero uno è Scarface che ha già ricevuto il taxi credit.

          ​​
          Dakota Johnson o Chloe Sevigny nel ruolo di Tony Montana?

          Commenta


          • Mi unisco ai vostri commenti positivi sul film. Aggiungo due cose che mi pare non siano state dette.
            La prima è che curiosamente torna l'estate come tempo della vicenda amorosa dopo Chiamami col tuo nome, con gli eventi che vanno, se ricordo bene, da maggio ad agosto.
            La seconda è che poco dopo che è comparso il personaggio di Sully mi sono chiesto "ma a livello di casting qui non sarebbe stato perfetto la buonanima di Harry Dean Stanton?". Mi ha dato quelle sensazioni lungo il film, non so a voi.

            Commenta


            • Originariamente inviato da Mr. Babeido Visualizza il messaggio
              Mi unisco ai vostri commenti positivi sul film. Aggiungo due cose che mi pare non siano state dette.
              La prima è che curiosamente torna l'estate come tempo della vicenda amorosa dopo Chiamami col tuo nome, con gli eventi che vanno, se ricordo bene, da maggio ad agosto.
              La seconda è che poco dopo che è comparso il personaggio di Sully mi sono chiesto "ma a livello di casting qui non sarebbe stato perfetto la buonanima di Harry Dean Stanton?". Mi ha dato quelle sensazioni lungo il film, non so a voi.
              Mark Rylance altro livello, uno dei migliori attori del mondo se non il migliore come dimostrano i tre Tony Awards vinti. E credo abbia vinto anche qualche Lawrence Olivier award. Il buon Stanton seppur bravo sarebbe stato un paio di categorie sotto Rylance.



              ​​​​​​

              Commenta


              • La gente che sputa i semini comunque schifo dai tempi di Harry ti presento Sally.

                Commenta


                • Secondo me, fosse stato girato nel contesto della New Hollywood, al posto di Rylance sarebbe andato alla grande un pur più giovane Nicholson. Ma Rylance è comunque un grande.

                  Commenta


                  • Lo scorcio in soggettiva di Rylance appecorato a terra col culo ossuto puntato in alto e malcelato dalla famigerata mutanda bianca e lasca mentre lui proteso in avanti mastica la vecchia rimarrà impresso a fuoco nella mia mente, salvo futura lobotomia, eventualmente.

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Bone Machine Visualizza il messaggio
                      Lo scorcio in soggettiva di Rylance appecorato a terra col culo ossuto puntato in alto e malcelato dalla famigerata mutanda bianca e lasca mentre lui proteso in avanti mastica la vecchia rimarrà impresso a fuoco nella mia mente, salvo futura lobotomia, eventualmente.
                      E quello sguardo a pazzo furioso che riesce a tenere ad ogni inquadratura, anche nei momenti di assoluta calma é devastante. Un grandissimo.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da ReynoldsWoodcock Visualizza il messaggio

                        Dakota Johnson o Chloe Sevigny nel ruolo di Tony Montana?
                        In realtà si vocifera di Pietro Castellitto.
                        Pare che Luchino se ne sia innamorato e lo voglia fare emergere al di là dell'oceano.

                        Commenta


                        • Spero solo che De Palma, Stone e Pacino gli tirino una macumba che manco quella che tirò Abel Ferrara a Herzog.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da ReynoldsWoodcock Visualizza il messaggio

                            Dakota Johnson o Chloe Sevigny nel ruolo di Tony Montana?
                            Tilda Swinton

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da PierPeter Visualizza il messaggio
                              Spero solo che De Palma, Stone e Pacino gli tirino una macumba che manco quella che tirò Abel Ferrara a Herzog.
                              De Palma verrà perseguitato di notte dal fantasma di Howard Hawks?

                              Commenta


                              • Comunque ragazzi è follia pensare che Lucone nostro sia in procinto di girare uno Scarface sceneggiato dai Coen. Impossibile che gli facciano fare una cosa del genere, se è vero che torna sul set a Marzo secondo me è per il sequel di Chiamami Col Tuo Nome perché sarebbe un'operazione commerciale necessaria a risollevare le sorti del botteghino pessimo dei suoi ultimi film.
                                Oppure il biopic su Audrey Hepburn che con due centesimi di euro lo giri.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X