annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il cinema di animazione (ieri, oggi e domani) - No Disney, no Pixar, no Miyazaki

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il cinema di animazione (ieri, oggi e domani) - No Disney, no Pixar, no Miyazaki

    Salve a tutti, apro questo topic con l'obbettivo di coinvolgere più utenti possibile attorno ad un interessante tema. Quello del cinema di animazione, di ieri, oggi e domani. Al solo scopo di parlarne, confrontarsi su singoli titoli, sulla tenica e sopratutto far conoscere un sacco di capolavori e ciofeche (eh si, è utile parlare anche di quello!) che meritano di essere citate. Ovviamente in questo topic non si parlerà di Disney, Pixar o Miyazaki (immagino degli altri cartoni Studio Ghibli si, visto che c'è tutto un universo di autori al suo interno che meritano di essere citati). Visto che il topic comunque aspirerebbe ad essere qualcosa di più come dire "artistico", si prega di evitare film come quelli di Naruto, One Piece, Bleach, Dragon Ball e similaria (almeno per quanto riguarda l'animazione giapponese).

    Inauguro il topic ponendovi un quesito. Posto che l'animazione è una tecnica/stile e non un genere, perché molti registi magari non prendono coraggio e si cimentano nel produrre un film del genere? Potrebbe essere interessante, secondo me ci sono storie che possono essere quasi raccontante solo in animazione...

    Ora sto scrivendo la recensione di "Memories", un film d'animazione episodico uscito nel 1995 nelle sale giapponesi ed uscito in Italiano in DVD grazie alla Columbia Pictures / Sony

    Questa è la copertina:



    Se volete posso assemblare una specie di minilista di film di animazione imprescindibili proveninenti un po' da tutte le parti!

  • #2
    La minilista sarebbe ben accetta

    A proposito di Otomo, Akira ovviamente è un must, anche se in confronto al fumetto è un aborto. Ho adorato i due Ghost in the shell di Oshii.

    Commenta


    • #3
      devo vedermi sia Akira che Ghost in the shell, mannaggia..
      Sono una persona semplice, guardo film e non rompo il cazzo.

      Commenta


      • #4
        Grande Kashim!
        In mattinata guardo Paprika e posto il mio giudizio.

        Sarà comunque un topic interessante dove trovare tanti bei titoli da recuperare; intanto questo Memories mi attira non poco.
        Vediamo se riesco a recuperare anche questo :P
        [img width=420 height=50]http://i53.tinypic.com/33yqj3k.jpg[/img]"Nel giorno più splendente, nella notte più profondanessun malvagio sfugga alla mia ronda.Colui che nel male si perdesi guardi dal mio potere, la luce di Lanterna Verde. "

        Commenta


        • #5
          Ho ri-visto l'altro giorno su rai4 La Ragazza che saltava nel tempo...molto molto bello :sisisi:

          Commenta


          • #6
            E' del 1986 un gioiellino praticamente dimenticato in Italia... il bellissimo e struggente "Quando Soffia il Vento" (When the Wind Blows).
            Meriterebbe una edizione in dvd, ma temo sia utopia. :nono:

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da outis81
              La minilista sarebbe ben accetta

              A proposito di Otomo, Akira ovviamente è un must, anche se in confronto al fumetto è un aborto. Ho adorato i due Ghost in the shell di Oshii.
              Mi ci metto subito a lavoro

              Su Akira c'è anche na cosa da tenere a mente. Il doppiaggio italiano si basa sulla vecchia versione della Streamline Pictures, tale doppiaggio è inventato al 95 %. La nuova versione che uscì (Pionner sborsò ben 1 milione di dollari per la rimasterizzazione della pellicola) aveva un nuovo doppiaggio in Inglese e la cosa che mi stupì è che il film era meno inutilmente contorto e molto più chiaro. E ovviamente con la rimasterizzazione ci ha guadagnato ulteriormente a livello visivo. Secondo la mia modesta opinione Akira è stato ed è l'apice dell'animazione analogica giapponese.

              Spero che la Dynit lo abbia ridoppiato, dato che ha annunciato il Bluray di Akira in Italia!

              Originariamente inviato da NiKeS
              Ho ri-visto l'altro giorno su rai4 La Ragazza che saltava nel tempo...molto molto bello :sisisi:
              Purtroppo mi manca E' che sto aspettando di trovare la limited edition della Kaze ad un prezzo decente. Da quando ho sentito però, la versione italiana ha un adattamento un po' "ballerino".

              Originariamente inviato da Galamouse
              E' del 1986 un gioiellino praticamente dimenticato in Italia... il bellissimo e struggente "Quando Soffia il Vento" (When the Wind Blows).
              Meriterebbe una edizione in dvd, ma temo sia utopia. :nono:

              Bellissimo "When the wind blows"! Lo inserii in una piccola rassegna del cinema d'animazione per la pace che realizzai all'interno di una manifestazione che si tenne a Firenze all'Accademia delle Belle Arti. Effettivamente visto il tema e come viene raccontato non solo questo film dovrebbe essere re-importato in Italia (il film uscì o in videocassetta o al cinema, insomma per fortuna esiste con il doppiaggio in Italiano), ma una eventuale versione DVD dovrebbe essere spedita gratuitamente alle scuole con un opuscolo di integrazione culturale, come fecero i francesi con il "Diario Di Anne Frank", un film di animazione giapponese del 1995 (qui il trailer in francese http://www.youtube.com/watch?v=Kk2u3...eature=related ) che commercializzarono in una versione appositamente realizzata per le scuole, al cui interno possedeva un opuscolo di integrazione culturale.

              Mi metto ora al lavoro sulla minilista. Prenderò in esame una decina di titoli per ora.

              Commenta


              • #8


                Visto EL SUPER BEASTO di Rob Zombie. Bah, m'aspettavo di meglio, cioè ti fai due risate ed i disegni sono fantastici, ma dopo un po' inizi ad annoiarti e l' eccessivo lato porno dopo un po' stanca proprio...

                Speravo di meglio

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Slask
                  devo vedermi sia Akira che Ghost in the shell, mannaggia..
                  Su Akira dico dopo. I due Ghost in the shell te li consiglio caldamente.

                  Il primo è un capolavoro di cyberpunk. Una bella storia, ricca e profonda, belle scene di animazione, una bella tecnica e una splendida colonna sonora.
                  Questa è la "sigla" del film, stupenda. È senza spoiler, tranquilli.

                  http://www.youtube.com/watch?v=SaYPH...eature=related

                  Il secondo ha meno azione del primo e punta più sui risvolti filosofici del cyberpunk. Molto contorto, ma estremamente affascinante, con una tecnica splendida.

                  Originariamente inviato da Kashim
                  Su Akira c'è anche na cosa da tenere a mente. Il doppiaggio italiano si basa sulla vecchia versione della Streamline Pictures, tale doppiaggio è inventato al 95 %. La nuova versione che uscì (Pionner sborsò ben 1 milione di dollari per la rimasterizzazione della pellicola) aveva un nuovo doppiaggio in Inglese e la cosa che mi stupì è che il film era meno inutilmente contorto e molto più chiaro. E ovviamente con la rimasterizzazione ci ha guadagnato ulteriormente a livello visivo. Secondo la mia modesta opinione Akira è stato ed è l'apice dell'animazione analogica giapponese.
                  Akira è sicuramente una pietra miliare dell'animazione analogica. La tecnica è stupefacente, ha una colonna sonora ispiratissima e certo il soggetto è molto maturo. Ma dopo avere letto il fumetto, non si può non ammettere che a livello di sceneggiatura è un po' un pasticcio. L'impressione che si ha è che nella prima ora si siano presi tutto il tempo per narrare la storia, mentre nella seconda ora abbiano condensato 10 albi di fumetto, con dei cambiamenti abbastanza incomprensibili. E mi rendo conto, a posteriori, che per chi non ha letto il fumetto, il film è molto ostico. Tra l'altro, la scelta di mostrare Akira solo alla fine toglie forse uno degli elementi più belli del fumetto, il rapporto tra Tetsuo e Akira.

                  Comunque, ripeto, il cartone è sicuramente una pietra miliare, e va assolutamente visto.

                  Un altro cartone che mi è piaciuto molto è l'OAV di Macross Plus, veramente ispirato, con una splendida colonna sonora.

                  Linko anche in questo caso l'opening, anche questo senza spoiler.

                  http://www.youtube.com/watch?v=QOc5_...eature=related






                  Commenta


                  • #10
                    Butto giù alcuni titoli veloci che mi ricordo e che mi hanno positivamente impressionato:

                    Paprika: sognando un sogno - davvero molto onirico e bello. Direi che di questo cartone mi è piaciuto tutto.

                    Akira - Un must per chi si deve approcciare all'animazione nipponica. Davvero ben fatto, ma le sue pecche le conosciamo tutti (violenza gratuita e eccessiva cervelloticità nella narrazione). Ovviamente trasporre quell'opera in un unico film non era per niente un compito semplice.

                    Tokio godfathers - non sapevo praticamente nulla di questo titolo finchè non l'ho visto. Mi sono divertito davvero un mondo e per me rappresenta benissimo un esempio di come un film di animazione non abbia bisogno per forza di gente che vola, esplosioni o altro per avere senso. Inoltre la storia è molto delicata ma mai melensa.

                    Una tomba per le lucciole - Lo considero semplicemente un capolavoro. Una storia che ti tocca e che riguarda una tragedia tutta giapponese (le bombe nucleari) facendone vedere gli effetti sulla vita dei sopravvissuti. Uno spaccato crudo della vita sociale di quel popolo in quel periodo in cui l'estrema povertà metteva tutti contro tutti. Il tutto raccontato in un modo che solo i nipponici potevano permettersi, ovvero l'animazione.

                    Persepolis - Un tipo di animazione atipica per una protagonista atipica. La vita della protagonista narrata attraverso gli occhi della stessa. Sullo sfondo, la sua famiglia e i cambiamenti socio politici della sua travagliata nazione natale. Altamente consigliato a tutti.

                    Waltzer con Bashir - La guerra Libano-Israeliana narrata attraverso gli incubi di uno dei protagonisti alla ricerca di un ricordo che sembra abbia rimosso dalla sua coscienza. Un'opera di un regista israeliano che vuole riportare un pò di giustizia nei confronti di coloro che perdono ogni guerra: le persone normali. Un finale perfetto giusto per far capire allo spettatore che l'animazione usata per la narrazione era solo un espediente, ma le cose narrate erano assolutamente vere.

                    Questi quelli che mi sono ricordato sul momento e a cui sono + affezionato. Appena mi ricordo di altri li aggiungo.
                    I manifestanti se la prendono con una statua della Madonna. Tutta invidia per l’assunzione.

                    http://www.spinoza.it/2011/10/17/back-to-black/

                    Commenta


                    • #11
                      Credo che questo thread caschi tristemente a fagiolo: è morto a 47 anni Satoshi Kon, regista di Tokyo Godfathers, Paprika e pochi altri(purtroppo) capolavori.

                      Commenta


                      • #12
                        non ci posso credere....

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da Elikrotupos
                          Credo che questo thread caschi tristemente a fagiolo: è morto a 47 anni Satoshi Kon, regista di Tokyo Godfathers, Paprika e pochi altri(purtroppo) capolavori.
                          Dimmi che è uno scherzo di cattivissimo gusto, ti prego!
                          I manifestanti se la prendono con una statua della Madonna. Tutta invidia per l’assunzione.

                          http://www.spinoza.it/2011/10/17/back-to-black/

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da Gian
                            Originariamente inviato da Elikrotupos
                            Credo che questo thread caschi tristemente a fagiolo: è morto a 47 anni Satoshi Kon, regista di Tokyo Godfathers, Paprika e pochi altri(purtroppo) capolavori.
                            Dimmi che è uno scherzo di cattivissimo gusto, ti prego!
                            leggi in home :'(

                            Commenta


                            • #15
                              Si ho letto ora.


                              E che cacchio....

                              Mi dispiace davvero molto, mi piaceva come realizzava le sue opere. Anche paranoia agent è stato molto interessante. Ero proprio curioso di vedere quali altri capolavori avrebbe sfornato.
                              I manifestanti se la prendono con una statua della Madonna. Tutta invidia per l’assunzione.

                              http://www.spinoza.it/2011/10/17/back-to-black/

                              Commenta

                              In esecuzione...
                              X