annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il cinema di animazione (ieri, oggi e domani) - No Disney, no Pixar, no Miyazaki

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da StranaIndividua Visualizza il messaggio
    Vedi Belle di Hosoda e i film d'animazione 2021 candidati all'Oscar (con l'eccezione dei Mitchell) svaniscono. Superbo, originale, visivamente toglie il fiato, un mix eccellente di animazione tradizionale e 3D. Consiglio di recuperarlo assolutamente al cinema, per quanto forse già sia difficile da trovare...
    Per me Mamoru Hosoda è il peggior regista di animazione in assoluto. Ho odiato tutti i suoi film, dal primo all'ultimo, anzi non credo di esser riuscito a finirne uno. L'animazione è impeccabile, per carità, ma mica basta solo quello... conta anche la narrazione (e come la costruisci) e Hosoda è uno storyteller ATROCE.

    PS: Belle non l'ho visto e non ho nessun interesse a vederlo. Oltretutto quando era uscita la prima immagine del film mi era sembrata una roba tipo Perfect Blue (del genio, lui sì, Satoshi Kon), invece no, è un adattamento de La bella e la bestia.
    Ultima modifica di Fish_seeks_water; 31 marzo 22, 13:03.

    Commenta


    • Originariamente inviato da Fish_seeks_water Visualizza il messaggio
      Per me Mamoru Hosoda è il peggior regista di animazione in assoluto. Ho odiato tutti i suoi film, dal primo all'ultimo, anzi non credo di esser riuscito a finirne uno. L'animazione è impeccabile, per carità, ma mica basta solo quello... conta anche la narrazione (e come la costruisci) e Hosoda è uno storyteller ATROCE
      Mi sa che leggi troppi messaggi di Fortunato Baldanza
      Luminous beings are we, not this crude matter.

      Commenta


      • Non ho mai visto nessun lungometraggio di Hosoda ma leggo che erano suoi i corti che componevano il film dei Digimon, solo per questo gli voglio bene.
        A proposito di Satoshi Kon, Paranoia Agent la consigliereste?

        Commenta


        • Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
          A proposito di Satoshi Kon, Paranoia Agent la consigliereste?
          SI!
          Ma aspettati un prodotto surreale fino al midollo.

          Commenta


          • Paranoia Agent prima volta visto da ragazzino non c'ho capito un piffero, rivisto 10 anni dopo lo assorbito meglio. Uno di quei anime che visti più volte lo si capisce meglio e lo si apprezza sempre di più.
            L'episodio dei suicidi visto una seconda volta da un impressione totalmente diversa.

            Commenta


            • Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
              A proposito di Satoshi Kon, Paranoia Agent la consigliereste?
              Assolutamente sì, opera summa del suo cinema.

              Luminous beings are we, not this crude matter.

              Commenta


              • Originariamente inviato da Maddux Donner Visualizza il messaggio

                SI!
                Ma aspettati un prodotto surreale fino al midollo.
                I suoi film li ho visti quindi penso di essere preparato (anche se paradossalmente Tokyo Godfathers è quello che di primo acchito ho preferito, il meno surreale)

                Commenta


                • Originariamente inviato da ReXe Visualizza il messaggio
                  Paranoia Agent prima volta visto da ragazzino non c'ho capito un piffero, rivisto 10 anni dopo lo assorbito meglio. Uno di quei anime che visti più volte lo si capisce meglio e lo si apprezza sempre di più.
                  L'episodio dei suicidi visto una seconda volta da un impressione totalmente diversa.
                  Quando lo vidi la prima volta secoli fa compresi solo la "macro trama" per così dire. Rivedendolo recentemente dopo averlo preso in Blu-ray ho apprezzato ancora di più le varie storie e molti sottotetti che prima non mi arrivavano.

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
                    I suoi film li ho visti quindi penso di essere preparato (anche se paradossalmente Tokyo Godfathers è quello che di primo acchito ho preferito, il meno surreale)
                    È una mid season, quindi si finisce velocemente. Siamo più dalle parti di paprika comunque, volendo semplificare.

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da StranaIndividua Visualizza il messaggio
                      Vedi Belle di Hosoda e i film d'animazione 2021 candidati all'Oscar (con l'eccezione dei Mitchell) svaniscono. Superbo, originale, visivamente toglie il fiato, un mix eccellente di animazione tradizionale e 3D. Consiglio di recuperarlo assolutamente al cinema, per quanto forse già sia difficile da trovare...
                      Concordo. L'ho visto qualche giorno fa e mi sto ritrovando a pensarci spesso in questi ultimi giorni, mi ha piacevolmente colpita oltre le mie (già buone) aspettative.

                      Originariamente inviato da Fish_seeks_water Visualizza il messaggio
                      Per me Mamoru Hosoda è il peggior regista di animazione in assoluto. Ho odiato tutti i suoi film, dal primo all'ultimo, anzi non credo di esser riuscito a finirne uno. L'animazione è impeccabile, per carità, ma mica basta solo quello... conta anche la narrazione (e come la costruisci) e Hosoda è uno storyteller ATROCE.

                      PS: Belle non l'ho visto e non ho nessun interesse a vederlo. Oltretutto quando era uscita la prima immagine del film mi era sembrata una roba tipo Perfect Blue (del genio, lui sì, Satoshi Kon), invece no, è un adattamento de La bella e la bestia.
                      E' il primo film di Hosoda che ho visto, ma io invece l'ho trovato molto curato anche sul piano della scrittura.
                      La storia è molto semplice e lo svolgimento in alcuni suoi snodi risolutivi può apparire fin troppo facilone e sbrigativo, ma in realtà ci sono diversi elementi (che di primo acchito potrebbero sfuggire a un occhio superficiale) che denotano una certa eleganza e attenzione nella scrittura
                      Spoiler! Mostra

                      E' vero che la storia è già nota, ma ho apprezzato moltissimo la rilettura che ne viene data.
                      Inoltre l'ho trovato molto ben sviluppato sul piano tematico, approfondito attraverso i vari conflitti sia interni che esterni che relazionali (che vengono portati avanti in modo meno banale di quanto mi aspettassi), e in cui la dinamica musicale si inserisce in modo coerente e non forzato.

                      Originariamente inviato da Maddux Donner Visualizza il messaggio

                      SI!
                      Ma aspettati un prodotto surreale fino al midollo.
                      Per "surreale fino al midollo" intendi appunto come Paprika che hai citato, o ci spingiamo dalle parti di Ikuhara?

                      Commenta


                      • Sono contento di aver acceso una discussione su Satoshi Kon, uno dei registi più saccheggiati in assoluto, senza che mai venga citato (poverino). Su Nolan che ha ripreso le idee centrali di Inception da Paprika è risaputo, ma anche Kore-eda ha vinto una Palma d'oro riproponendo la famiglia di barboni di Tokyo Godfathers (che però era anche più radicale, perché lì la madre era un travestito) e per tornare a Perfect Blue, il finale con la protagonista che si trascina di notte, con un cacciavite nella pancia, appoggiandosi alle serrande chiuse dei negozi, è ripreso pari pari da Lynch in Inland Empire.

                        Che grande Satoshi Kon, devo trovare il tempo di fare un rewatch completo dei suoi film.

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Fish_seeks_water Visualizza il messaggio
                          Sono contento di aver acceso una discussione su Satoshi Kon, uno dei registi più saccheggiati in assoluto, senza che mai venga citato (poverino). Su Nolan che ha ripreso le idee centrali di Inception da Paprika è risaputo, ma anche Kore-eda ha vinto una Palma d'oro riproponendo la famiglia di barboni di Tokyo Godfathers (che però era anche più radicale, perché lì la madre era un travestito) e per tornare a Perfect Blue, il finale con la protagonista che si trascina di notte, con un cacciavite nella pancia, appoggiandosi alle serrande chiuse dei negozi, è ripreso pari pari da Lynch in Inland Empire.

                          Che grande Satoshi Kon, devo trovare il tempo di fare un rewatch completo dei suoi film.
                          In Twin Peaks - The Return Candy e le altre ragazze del Casinò hanno un vestito che ricorda quello delle idol di Perfect Blue, ma per me questo e quello che hai citato tu sono dei casi, Lynch secondo me non ha mai visto un anime in vita sua. Casomai è Arononsky o come si scrive che ci si è ispirato per Il Cigno Nero, senza riconoscerlo.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio



                            Per "surreale fino al midollo" intendi appunto come Paprika che hai citato, o ci spingiamo dalle parti di Ikuhara?
                            Mhm... Ikuhara forse no, almeno non con quello stile. Paprika si però, ovviamente stesso autore, siamo su quel filone lì diciamo.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
                              Per "surreale fino al midollo" intendi appunto come Paprika?
                              Paprika è molto più lineare, molto meno labirintico, e, soprattutto, più "spiegato".

                              Ma in entrambi c'è uno sforamento sempre più invadente di un mondo altro nel nostro.

                              Cmq per me PA è il suo capolavoro.
                              Ammetto però che Paprika dei suoi è quello che mi ha colpito di meno.
                              Luminous beings are we, not this crude matter.

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
                                In Twin Peaks - The Return Candy e le altre ragazze del Casinò hanno un vestito che ricorda quello delle idol di Perfect Blue, ma per me questo e quello che hai citato tu sono dei casi, Lynch secondo me non ha mai visto un anime in vita sua.
                                Vero vero, a posteriori l'avevo notato anche io.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X