annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

The Last Stand - L'ultima sfida

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • amazon cerca di spingerlo come idea regalo per il father's day

    Commenta


    • Strano per me, ma mi ha divertito abbastanza, la battaglia finale in città è qualcosa di epico. :mrgreen:
      Non sapevo niente del film, mi aspettavo qualcosa tipo Codice Magnum e invece pur mostrando parecchio sangue, i toni rimangono piuttosto soft.

      La parte automobilistica non l'ho digerita tanto, a tratti sembrava di guardare un capitolo di FaF.. tutta la parte che riguarda l'FBI inutile e stupida. La finta ostaggio sembra messa lì solo per ingannare il pubblico (non l'ho capita, gestita male).

      Sarebbe stata un'altra cosa con lo sceriffo protagonista fin da subito senza mettere di mezzo altri personaggi, magari qualcosa di interno come nei vecchi western.

      ps. continuo ad avere più di qualche dubbio su arnold nei panni di un nuovo terminator.. :uhhm:

      --- Aggiornamento ---

      Originariamente inviato da NiKeS Visualizza il messaggio
      Non ho ancora visto il film ma è possibile che Arnold abbia comunque perso un po' di smalto negli anni, il carisma e la presenza scenica li ha sempre avuti e penso li avrà sempre. Poi chi lo critica perchè è scarso in generale penso lo faccia perchè non riesce a capire la differenza tra i ruoli (se giudichi con lo stesso metro di giudizio un Arnold e un...chessò, Daniel Day Lewis, è chiaro che non ci hai capito molto di cinema, stesso discorso per i film).
      È visibilmente appesantito, nel corpo a corpo sembra spesso fuori posto, non credo sia facile gestire la sua fisicità per l'età che ha. Se si lasciasse un po andare, potrebbe iniziare a interpretare ruoli più consoni ad un 70enne. Guardate il vecchio Clint. Potrebbe limitarsi ad usare solo armi, niente voli o lotta greco romana. Se cambia stile potrebbe esserci una seconda vita per lui. :seseh:

      --- Aggiornamento ---

      Originariamente inviato da Lenny Visualizza il messaggio
      Sly e Willis sanno anche recitare e ti dirò, forse Sly ha qualcosa in più di Willis a livello di interpretazioni (o forse è più bravo a cucirsi addosso i personaggi, quando non se li scrive apposta). in ogni caso personalmente non mi sognerei mai di metterli sullo stesso piano di Arnold che è un'icona, un personaggione, ha fatto una marea di film 'storici' ma resta sempre un fisicato che si cimenta nella recitazione.
      per dire: nè Willis nè Arnold mi hanno mai commosso in alcun film, Sly sì e pure in tanti.

      Detto ciò ho visto finalmente il film e pur in generale avendolo apprezzato (il tempo vola, ti diverti e c'è la giusta dose di sboronaggine che esalta gli australopitechi come me) l'ho trovato carente in quei mille particolari che l'avrebbero potuto rendere un futuro cult, mentre così com'è, imho, è solo un filmetto divertente abbastanza ben fatto.
      Entrando nel merito la cosa che mi ha 'urtato' di più è il non presentare come si deve i personaggi, giocando molto sugli stereotipi e sul fatto che lo spettatore li riconosca da solo.
      Cioè, anche in Commando i personaggi erano meglio stilizzati, dal protagonista all'ultimo dei cattivi c'era sempre quella linea di dialogo che centrava il personaggio e ti permetteva di inquadrarlo al volo, mentre qui è tutto come dicevo lasciato allo stereotipo cinematografico (il vice panciuto e poco coraggioso che supera la paura per bontà, l'ex militare non reintegrato in società figo e problematico, lo scemo del villaggio col colbacco a 40° all'ombra che potenzialmente è un pericolo pubblico ma che in fondo è talmente scemo da essere innocuo anche se vive in una santabarbara, il cattivissimo fighissimo elegantissimo raffinatissimo, il cattivo 'street' viscido ma un po' sfigato che strappa un sorriso, l'assistente ingenuotto pieno di sogni che crepa come un cane per rendere il tutto più drammatico, i cittadini talmente indolenti da ridere davanti alla morte... la vecchietta e quell'assurda scena con lo scambio di battute con Arnold!!).
      Arnold è Arnold, se non ci fosse lui il film non avrebbe senso, si regge proprio sul fatto che uno vede Arnold e SA già di cosa può essere capace quel personaggio, senza spiegare troppo (la storia della sua unità a LA ad un certo punto è quasi 'appiccicata' e in fin dei conti inutile).
      Pure i collegamenti tra i camionisti, il contadino morto e il narcotrafficante che Arnie fa in tre secondi sono un po' forzati... insomma, dettagli che con un minimo di cura avrebbero fatto la differenza e che invece lasciati lì si stratificano e lasciano quel senso di incuria e di superficialità (della serie 'tanto c'è Arnold').
      Certi dialgohi poi sono al limite dell'imbarazzante, m'è rimasto impresso lo scambio finale con Whitaker:
      "tu non ti arrendi mai?"
      "è la mia città"
      "incredibile... incredibile..."
      e fortuna che c'è Whitaker che riesce a essere sempre convincente.
      E in ultimo c'è la scena della prima fuga al posto di blocco (non quella con lo 'spalatore') che è montata in modo pessimo e non si capisce niente di cosa stia succedendo, di quante macchine stia sorpassando, di quale direzione abbia preso ecc ecc

      Detto ciò (bis) ho praticamente elencato tutto quello che non m'ha convinto, ciononostante il film m'è piaciuto, come dicevo timidamente all'inizio tra tanti 'ma'.
      Sono scemo? probabile, ma c'è Arnold che fa il vecchio senza essere ridicolo come Ford in Indiana Jones e tanto basta.
      Che dici? In T2 zio bob è da oscar :musino:

      Commenta


      • Originariamente inviato da TheDarkKnight Visualizza il messaggio
        Che dici? In T2 zio bob è da oscar :musino:
        "Ti ordino di non andare! Ti ordino di non andare!"
        "Ora capisco perché piangete, ma io non potrei mai farlo."


        Solo a ripensarci mi torna il magone :musino:

        Commenta


        • Commenta

          In esecuzione...
          X