annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Scene di morte memorabili

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Originariamente inviato da GiampaIronman
    Hai - Riki-oh:The Story of Ricky
    http://www.youtube.com/watch?v=8vMKN1tYknE
    xD xD xD xD xD xD xD xD xD xD xD xD periodico....

    Commenta


    • #17
      Quoto tutte le bellissime scene che avete elencato, in particolare quelle di Kill Bill e Hot Fuzz, ma avete elencato tutte belle scene comunque....

      Aggiungo alcune delle mie preferite:

      Commando: http://www.youtube.com/watch?v=8HJs4Ztm28Q "I LIED"...la miglior battuta della storia del cinema :musino:
      Il buono, il brutto e il cattivo: http://www.youtube.com/watch?v=USjzS9aYnZ8 Il mio film preferito ed una delle scene migliori, soprattutto la battuta seguente!
      Aggiungo senza il link praticamente tutte quelle di Leone, dovrei elencare una miriade di link sennò...

      Quando ho più tempo ne aggiungo molte altre, c'è Old Boy, Apocalypse Now, Il padrino,Jackie Brown, Pulp Fiction, La trilogia del Mariachi, Planet Terror e tanti, tanti, tanti, tanti altri che ora non mi vengono in mente ;D

      Commenta


      • #18
        La morte dei genitori di O- ren (Kill Bill) dal minuto 1.25 al 3.53:
        http://www.youtube.com/watch?v=RW_uz3YrPvY
        Ma comunque tutte le scene che ha fatto Tarantino sono tutte moooolto belle...

        La morte di Sam, in Ghost -Fantasma, dal min 1.25 al 4.05:
        http://www.youtube.com/watch?v=yCIWwr0GCTk

        Jack in Titanic, ucciso dal gelo dell'acqua...
        http://www.youtube.com/watch?v=OGhK4014JNE

        Le uccisioni in Scary Movie, il primo film asd

        Le più brutte ora non saprei...

        Per ora mi vengono solo queste ^^

        PS: hai ragione ericrap, un tantinello sadico... xD

        Commenta


        • #19
          Topic impossibile per me. Gran topic comunque, lo seguirò.
          [img width=420 height=160]http://i54.tinypic.com/23r77m9.jpg[/img]

          Commenta


          • #20
            dai, come si fa a non amare un film del genere?? :

            http://www.youtube.com/watch?v=7jt2f-Zpe80

            xD xD xD xD
            fedele seguace del team Apatow

            Commenta


            • #21
              Originariamente inviato da Silente
              dai, come si fa a non amare un film del genere?? :

              http://www.youtube.com/watch?v=7jt2f-Zpe80

              xD xD xD xD

              la scena nella sua interezza non è male, nella clip manca quando il protagonista
              Spoiler! Mostra


              il primo Final Destination devo ammettere che mi è piaciuto, la sequenza iniziale
              Spoiler! Mostra

              è davvero notevole e l'idea iniziale abbastanza originale
              ovviamente annacquatissima nei troppi inutili sequel (anche se il dvd del 3° è assolutamente geniale!!!)


              p.s. direi che il numero nel titolo del topic non serva a molto. in fondo si può postare tranquillamente sia citando sia 5 che 15 uccisioni

              Commenta


              • #22
                Vogliamo parlare di Marvin che si becca un pallottola in testa da uno sbadato Vincent? asd

                Commenta


                • #23
                  Oppure il finto omicidio di aldo? xD xD

                  http://www.youtube.com/watch?v=aC2JSzNpQ1A

                  Commenta


                  • #24
                    Originariamente inviato da Davide
                    Oppure il finto omicidio di aldo? xD xD

                    http://www.youtube.com/watch?v=aC2JSzNpQ1A
                    Ahahahahah xD
                    "Andata e ritorno di Bilbo Baggins"






                    Commenta


                    • #25
                      Scusate se rispondo adesso, ma ho notato questo topic solo di recente.
                      Non so come la intendi Davide, ma dal titolo si parla di uccisioni, quindi persone che muoiono uccise da qualcuno. Quindi non credo che la saga di Final destination valga, lì i protagonisti muoino in incidenti non vengono proprio "uccise". (scusate la pignoleria ^^')

                      Per quanto riguarda le mie uccisioni preferite potrei dire:

                      - quelle nei film di Tarantino. Nessuno escluso.
                      - quelle nei film di Robert Rodriguez.
                      - nella saga di Saw (anche se John Kramer non si è mai definito un assassino. In quel caso gli assassini sono le vittime stesse delle trappole)


                      Per ora queste.
                      Non importa che poteri hai. Ma come li userai.La mente e lo spirito devono essere più forti del corpo che li contiene.

                      Commenta


                      • #26
                        La saga di F.Destination vale... xD

                        I protagonisti vengono uccisi dalla......Mmmorte!!
                        asd

                        Mica sono incidenti normali eh... xD

                        EDIT:
                        Infatti ecco la fusione di Pulp Fiction e così è la vita asd :
                        http://www.youtube.com/watch?v=Fnylujmou08

                        Commenta


                        • #27
                          Magari sarò strano io, ma credo che a volte il modo di trattare la violenza di alcuni registi vada oltre, talmente oltre da farmi dubitare della sanità mentale degli stessi.

                          Per quanto mi riguarda è il caso di Steven Spielberg. Cercherò di essere breve; sono cresciuto guardando film, film di ogni genere, e quindi spesso e volentieri per una serata tra amici si è optato per horror/slasher. Tutto questo mi ha provocato negli anni una desensibilizzazione, pian piano, alla violenza. In effetti mi chiedo come sia possibile che sia in possesso di piene facoltà mentali quando fin da piccolo mi facevano guardare Robocop tranquillamente, magari credendo fosse un film per bambini.
                          Sta di fatto che mi accorgevo, guardando film con altre persone, di rimanere assolutamente impassibile a sequenze splatter che facevano distogliere lo sguardo dallo schermo agli altri. Il motivo è che mi sembra sempre tutto così finto e costruito, poco realistico, che mi era impossibile provare disgusto o sentirmi disturbato.
                          Credevo di essere strano forte e mi sono sentito quindi enormemente sollevato quando per poco svenni vedendo un video al TG di un'esecuzione reale, e quando poco dopo svenni sul serio guardando il video di un ragazzo caduto dallo skateboard con il braccio spezzato.

                          A questo punto era palese che, essendo anche un patito di SFX e trucco sin da bambino, il motivo di tale indifferenza durante i film era dovuto alla realizzazione di queste scene, false, costruite, mai abbastanza realistiche da farmi tentennare.

                          Poi, in età semi-adulta e quindi lontano dalle distraenti visioni obbligate a scuola, mi approcciai ad un'opera quale Schindler's List.
                          Adesso in quel film non vedevo più scene di morte costruite, recitate e messe in scena. Vedevo scene di morte vere, con persone che reagiscono in modo vero, che vogliono veramente sopravvivere e si comportano da persone che vogliono vivere, il tutto in scene che ti fanno provare paura vera per la sorte di queste. Ma com'è possibile?
                          Uomini squartati, scene di persone divorate vive da lupi mannari, omicidi brutali di ogni maniera non mi provocano nessuna emozione, e mi vado a crollare totalmente per una donna che viene sparata in testa? C'era qualcosa che non andava in quel film, la violenza era particolare, viscerale, molto diversa da qualsiasi cosa avessi mai visto. E diamine, di film ne ho visti talmente tanti...

                          Qualche anno dopo, Salvate il Soldato Ryan mi fece nuovamente scattare qualcosa durante parecchie scene di morte, per farmi definitivamente sentire male durante la scena di morte di Wade. Mi sono sentito talmente male che dovetti interrompere la visione.
                          Il tutto in quella scena è troppo reale, dalla recitazione di Ribisi, alla lunghezza della scena, alle parole di ogni singolo soldato intorno a lui, agli effetti, al montaggio, alle inquadrature.
                          Vederlo a terra tremante sforzarsi per dire degli strozzati: "Put my legs up", "I was shot in the spine" o ancora "I don't wanna die.. i don't wanna die" o "Mama... mama.. i wanna go home... i wanna go home" tutte frasi pronunciate rantolando e piangendo mentre dal petto continua ad uscire sangue, che viene forsennatamente asciugato da Mellish, ma che continua ad uscire.
                          Altri disturbi più avanti, durante le morti nella battaglia finale.

                          Però nulla di strano infondo, Spielberg è un regista tecnico e molto visivo, ed è quindi comprensibile che tratti in modo molto realistico film in cui è richiesta violenza, magari (sicuramente) documentandosi su reali morti.

                          Convinzione crollata quando ho visto Munich.

                          Dopo aver visto questo film, non posso fare altro che dubitare seriamente della sanità mentale di quest'uomo. C'è qualcosa che non va in lui, ed è palese in questo film. C'è troppa realtà, troppa intimità, troppa poca recitazione e costruzione, troppa sofferta umanità nella violenza di questo film per farti credere che sia frutto di sola immaginazione. Tralasciando il fatto che è di gran lunga il film più violento che abbia mai visto in vita mia, solo una persona profondamente disturbata (o dalla profonda conoscenza degli istinti di sopravvivenza e dell'oscurità nell'animo umano) può inscenare alcune sequenze in questo film.
                          Non voglio Spoilerare a chi ancora non ha visto questa pellicola, ma uno sparo in faccia che perfora una guancia e lascia la vittima viva e cosciente con metà faccia andata, un coltello che rimane conficcato nel cranio di una persona non sono mai stata rappresentate in questa maniera nel cinema.
                          Ma la scena che si posiziona di gran lunga al primo posto come "most shocking scene evah", è quella di un'esecuzione di una donna. Chi ha visto il film, sa di cosa parlo.

                          Lei è a petto scoperto per tentare di evitare la propria esecuzione; due colpi, uno in petto, l'altro poco sopra la giuntura della clavicole. Ma non si tratta di colpi di pistola, e la donna resta inaspettatamente viva, in stato di shock. Inizia a camminare verso Bana e Craig, quest'ultimo la afferra per un braccio e le dice delicatamente di stare ferma, mentre entrambi caricano velocemente le armi per finirla, "Another one, another one!" chiaramente agitati perchè non erano pronti a questa situazione.
                          La donna continua a camminare lentamente, va in cucina, chiaramente annebbiata, tenta prendere in braccio il proprio gatto ma non ha forze, e si siede quindi. Respira a fatica, il tipico fischio asmatico lo lascia intendere, mentre dal foro di proiettile in gola inizia a zampillare sangue ad ogni espirazione. La donna inspira e il foro di chiude, espira e fuoriesce sangue in quantità. Fino al definitivo colpo in fronte.
                          Ovviamente il tutto girato con regia di Spielberg, fotografia di Kaminski ed effetti visivi del sangue della ILM, il che si traduce in "fottutamente reale".

                          Adesso, se voi pensate che questa sia il modo normale di gestire una scena di morte fatemelo sapere, perchè io sto male anche solo al pensiero. Come si può creare una cosa del genere senza essere disturbati? Il concetto della sequenza è disturbante, troppo poco romanzato, troppo viscerale, troppo oltre. Si crea un'intimità ed un'empatia verso la donna che è qualcosa di troppo potente per lasciare impassibile... si è in stato di shock assieme a lei, ci si sente senza forze.

                          Quindi io sono convinto davvero che Spielberg sia un autentico genio (vabbè, ho scoperto l'acqua calda) perchè una persona normale, con un'infanzia normale ed esperienze normali (e badate che il mio "normale" è comprensivo di tutte le sofferenze di prassi che ognuno di noi vive) NON PUO' essere tanto viscerale nel girare i film, non può, perchè non può rappresentare in modo tanto realistico la paura, la sofferenza e lo stato di shock che provoca una morte, non può. E dopo averlo capito, mi sono accorto che è così (in maniera minore ovviamente) per praticamente ogni suo film, da Lo Squalo a Jurassic Park.

                          Voi che ne pensate? Anche per voi vale lo stesso o sono altre le pellicole ad avervi scosso profondamente? Fatemelo sapere, voglio pensare di non essere l'unico tanto impassibile verso alcune scene quando troppo sensibile in quelle trattate in modo ultra-realistico. :uhhm:

                          P.S. Azz, meno male che dovevo essere breve. ^^' asd

                          Commenta


                          • #28
                            10 euro che entro 5 post la discussione si sposterà da Spielberg a Cannibal Holocaust

                            Commenta


                            • #29
                              Originariamente inviato da Slevin Kelevra Visualizza il messaggio
                              10 euro che entro 5 post la discussione si sposterà da Spielberg a Cannibal Holocaust
                              Maddai, nel mio caso assolutamente no, non mi ha mai impressionato né ho mai creduto che fosse un reale snuff movie. Mi è sembrato troppo poco maturo come film, nella messa in scena, poco convincente. Mi disturba molto più la visione di violenza nella mente di Spielberg.

                              Però per carità, ad ognuno può aver impressionato e lo capisco benissimo.

                              Commenta


                              • #30
                                Originariamente inviato da Vick S. Bateman Visualizza il messaggio
                                Quindi io sono convinto davvero che Spielberg sia un autentico genio (vabbè, ho scoperto l'acqua calda) perchè una persona normale, con un'infanzia normale ed esperienze normali (e badate che il mio "normale" è comprensivo di tutte le sofferenze di prassi che ognuno di noi vive) NON PUO' essere tanto viscerale nel girare i film, non può, perchè non può rappresentare in modo tanto realistico la paura, la sofferenza e lo stato di shock che provoca una morte, non può. E dopo averlo capito, mi sono accorto che è così (in maniera minore ovviamente) per praticamente ogni suo film, da Lo Squalo a Jurassic Park.
                                Guarda, io di Spielberg ho visto quasi tutto. Penso sia un genio, un regista straordinario, un visionario e tutto il resto... tuttavia Munich mi manca, quindi non posso darti un'opinione sul film. Al momento posso solo dirti che la violenza nei film mi lascia abbastanza impassibile, non perché io sia freddo ma perché in vita mia non ho mai travalicato il limite di sopportazione. Al massimo, davanti a reali scene di violenza efferata contro persone e (soprattutto) animali mi viene rabbia, tuttavia non ho alcuna difficoltà a continuare nella visione. Nel caso del cinema, in particolare nei film film come Schindler's List, è tutta una questione di come viene trattata la violenza. Non è tanto il realismo degli effetti speciali a giocare un ruolo fondamentale nella messa in scena ma piuttosto sono la serietà e la verosimiglianza delle dinamiche a conferire un forte impatto alla violenza. Per questo motivo una persona sensibile non sarà mai tanto urtata davanti a un Non Aprite Quella Porta quanto davanti a un Gomorra, nonostante è più probabile che sostenga la sguardo più con il secondo film che non con il primo.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X