annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Halloween - la notte delle streghe (saga)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Come stiamo messi con la violenza? Mi aspetto un film abbastanza soft da questo punto di vista.
    https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

    "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

    Commenta


    • Ai livelli del primo film, non esageratamente splatter. Myers il solito, o accoltella o inizia a sbatterti la testa contro qualcosa. Diciamo che la sua caratteristica essendo semplicemente pure evil senza alcuna personalità è colpire ed uccidere subito con il massimo impeto di violenza. Non gode a provocare sofferenza, non c'è sadismo. È solo puro istinto omicida. Come dicevo si torna a quel Myers del primo film senza tentativi anche velati di umanizzazioni o cose simili.
      Ultima modifica di Sebastian Wilder; 26 ottobre 18, 17:34.

      Commenta


      • dovrei vederlo mercoledi sera.....di certo in Usa sta avendo un successo davvero clamoroso.Forse merito anche del ritorno di Jamie Lee Cartis nel "suo ruolo"
        "Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza"

        Commenta


        • è un film molto istruttivo, ti fa capire che per essere un serial killer con una carriera di 40 anni di successi non basta essere solo bravi nel proprio lavoro
          ci vuole anche una notevole dose di culo, quella che in tutte le situazioni nelle quali sei a terra, i tuoi avversari ti hanno in pugno, chiunque ti scaricherebbe addosso un caricatore di revolver e 4-5 colpi di shotgun in faccia a colpo sicuro ... ecco che puntualmente in quei momenti i tuoi avversari invece di completare l'opera si mettono a fare altro, se ne vanno sicuri che sei morto, cazzeggiano da idioti, e così ti danno tutto il tempo di recuperare ...
          In qualche strana maniera noi svalutiamo le cose appena le pronunciamo. Crediamo di esserci immersi nel più profondo dell'abisso, e invece quando torniamo alla superficie la goccia d'acqua sulle punte delle nostre dita pallide non somiglia più al mare donde veniamo. Crediamo di aver scoperto una caverna di meravigliosi tesori e quando risaliamo alla luce non abbiamo che pietre false e frammenti di vetro; e tuttavia nelle tenebre il tesoro seguita a brillare immutato. (Maeterlinck)

          Commenta


          • Vabè ma quella è la base di questo genere di film, prendere o lasciare. Una cosa che mi è sembrata proprio una stronzata è che lei ha tutto l'armamentario di sicurezza con le telecamere etc... e poi la casa ha dei vetri che Myers spacca tranquillamente. Ok che è un bestione e tutto però insomma una scena in cui lui perde qualche minuto a spaccare un vetro con una mazza da baseball me la devi far vedere a quel punto.

            Commenta


            • Sarà che sono partito senza molto aspettative e senza neanche troppa voglia, ma non mi è dispiaciuto affatto. Nulla di eccezionale sia chiaro, ma una sufficienza piena se la merita.
              Dopo quella porcheria di The Nun questo m'è sembrato quasi un film d'autore. David Gordon Green non è il primo mestierante che passa (Corin Hardy .. coff coff!) e si vede. La regia è buona, gioca in modo intelligente e divertente con l'originale del 1978, rende efficaci le varie uccisioni nonostante graficamente non siano particolarmente spinte. Bella la scelta di Haluk Bilinginer nei panni del nuovo psichiatra, scelta davvero da cinefilo navigato. Di veri jumpscare ce ne saranno un paio in tutto, è un film molto anni '80 senza scadere mai nel moda insopportabile degli ultimi anni.
              Per il resto, la sceneggiatura è buona. Si ok, ci sono le solite forzature un po' stupide tipiche degli horror e degli slasher, ma se si sta al gioco il tutto non solo funziona, ma regala anche un paio di momenti inaspettati.
              Sala gremita (piena di ragazzini) e molto partecipe.
              https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

              "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

              Commenta


              • Come slasher generico va anche bene, il suo lo fa, se lo si inquadra però come sequel diretto del primo che con fare presuntuoso fa tabula rasa di tutti gli altri film e’ debole... a partire dalla protagonista la cui evoluzione non ha ne capo ne coda, se non fosse per il periodo storico dove viviamo dove gli uomini sono tutti zozzoni e scemi e le donne tutte paladine della giustizia, l’unico colpo di scena e’ talmente na cazzata che al livello di alcune trovate dei sequel più trash, hanno poi riciclato tante scene dei vari sequel e ribaltato diverse sequenze del originale.

                "Il cinema è un arte soggettiva, quanto la musica, belli i 5 alti bello sentire pareri discordanti ai propri, ma alla fine sono io, uno schermo e tutto quello che ci passa di mezzo."

                "Le barbarie sono lo stato naturale dell'umanità, la civiltà è solo un capriccio dell'evoluzione e delle circostanze". cit.


                ~FREE BIRD~

                Commenta


                • Questo nuovo Halloween è abbastanza deludente. Molto molto molto horror standard di questi anni, poco violento e soprattutto poco divertente, si basa sulla continua strizzatina d'occhio ai fan dell'originale di Carpenter con sequenze prese pari pari e un paio di momenti dove bisogna veramente mettersi d'impegno per accettare il comportamento assurdo dei personaggi.
                  Certo, ci sono un paio di momenti che non fanno rimpiangere la visione, ma così come è finito ce lo siamo già dimenticato.

                  Commenta


                  • Commenta


                    • il finale di Halloween 2018 assomiglia un po' troppo al finale del secondo episodio (mamma mia che confusione numerica, mi riferisco all' Halloween 2 originale degli anni 80 non all' Halloween 2 di Rob Zombie e poi anche questo e' un Halloween 2) ma a differenza dei vari sequel qui sono stati furbi a giocare sul puo' morire-non puo' morire, viene ferito ma mai mortalmente mentre negli altri film lo accoltellavi, lo bruciavi, gli sparavi in testa gli iniettavi l' acido e dopo due minuti era in piedi ed era diventato una specie di Jason di Venerdi 13 (ovviamente so perfettamente che e' Jason che e' stato.. diciamo... ispirato-copiato da Micheal e non il contrario ma il livello qualitativo dei sequel di Halloween e' similare ad un Venerdi 13 qualsiasi ) invece di uno psicopatico in carne ed ossa come nel capostipite e quindi piu' realistico e credibile (per modo di dire) di un killer immortale comunque film carino ma lontano anni luce dal film del 78 ma sicuramente il miglior seguito

                      Commenta


                      • L’operazione è simile a quella di Jigsaw: donare a un franchise del passato un capitolo dalla veste più moderna. Se in quel caso l’operazione poteva dirsi riuscita perché l’impostazione a enigmi tipica di Saw risulta tutt’ora accattivante, permettendo una corrispondenza tra (re)styling e contenuto, questo Halloween appare invece assai modesto. Non c’è nulla di veramente interessante, a partire da un Michael Myers totalmente privo di carisma per arrivare a una Curtis stereotipata, dall’arco narrativo inesistente, passando per tutti gli altri inutili personaggi. Verso la fine mi sarei aspettato qualcosa di significativo dalla casa-trappola, ci speravo, la Curtis si era preparata da una vita ma poi tutto si riduce a due serrande abbassate. Insomma, un film che si dimentica presto nonostante la confezione superiore ai filmacci degli ‘80 e dei ‘90, una delusione.
                        Ultima modifica di Massi; 11 febbraio 19, 17:18.

                        Commenta


                        • Il produttore Jason Blum ha parlato del suo desiderio di realizzare più di un sequel del nuovo Halloween

                          Commenta


                          • Il produttore Jason Blum sta discutendo del sequel di Halloween con Jamie Lee Curtis? ecco l'ultimo scatto diffuso online da Blum

                            Commenta



                            • Everybody Lies...

                              Commenta


                              • Uh, pensavo che l'ultimo si chiamasse "Halloween Kills In Space", peccato.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X