annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Scarface - Terzo Adattamento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #61
    Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio
    Sarà anche una cosa ovvia, ma non è interessante in quanto spunto "critico", ma in quanto sottende un approccio di messa in scena che non guarda in modo reverenziale il film di De Palma, come del resto De Palma non guardava certo con reverenza ad Hawks.
    ma questo me lo aspetto, in fondo Guadagnino lo ha già fatto con Suspiria e non ho dubbi che, anche in questo caso, utilizzerà un approccio simile. Altrimenti io non vedo proprio il senso di fare il remake di un remake-capolavoro di un capolavoro. Alla fine, per quanto mi riguarda, sono scettico .... sia perchè lo sono sui remake in generale e sia perchè, fondamentalmente, Guadagnino non mi fa impazzire come regista. Quindi ho più perplessità che aspettative in merito.

    "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


    Votazione Registi: link

    Commenta


    • #62
      Poi che notizia sarebbe l' intenzione di fare un rated-R?
      Lo dico perché Niola lo spaccia per "scoop internazionale" e Guadagnino ne parla come se fosse chissà quale conquista.

      Commenta


      • #63
        a me invece "preoccupa" la sceneggiatura dei Coen. Nel senso che le loro sceneggiature, si sposano perfettamente con la loro idea di regia. Quando la regia è affidata a terzi, non riesce a essere fresca come quella dei due fratelli

        Commenta


        • #64
          Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
          Poi che notizia sarebbe l' intenzione di fare un rated-R?
          Lo dico perché Niola lo spaccia per "scoop internazionale" e Guadagnino ne parla come se fosse chissà quale conquista.
          guarda ... invece a me questa è l'unica "notizia" che ha accesso un po' d'interesse. Se fosse davvero così, dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) essere la "garanzia" di non vedere una roba "all'acqua di rose" (un remake "hollywoodiano" per intenderci), ma un film rude e violento come dovrebbe essere. Poi c'è anche da dire che i tempi sono molto cambiati rispetto al 1983 e la percezione della violenza sullo schermo, specie da parte dei giovani, è totalmente differente. Con tutte queste serie tv su criminali, narcos e compagnia cantando si è abituati a vedere di tutto di più in fatto di violenza, quindi anche il discorso del rated-R potrebbe essere "fumo negli occhi".

          "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


          Votazione Registi: link

          Commenta


          • #65
            Il cinema come tutte le arti visive si presta ad essere fatto e rifatto. Non capisco come arrivati nell'era del cinema post post post (a quanti post stiamo?) moderno ormai ci si possa fare problemi che venga fatto un remake di qualsiasi cosa sia o che possa esistere qualcosa considerato intoccabile. Come qualcuno che si sconvolga entrando in un museo di arte moderna (per l'appunto moderna) nel trovare qualcuno che riprende una cosa di Leonardo o di un qualsiasi vattelapesca venuto prima di lui.

            Commenta


            • #66
              Originariamente inviato da David.Bowman Visualizza il messaggio
              guarda ... invece a me questa è l'unica "notizia" che ha accesso un po' d'interesse. Se fosse davvero così, dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) essere la "garanzia" di non vedere una roba "all'acqua di rose" (un remake "hollywoodiano" per intenderci), ma un film rude e violento come dovrebbe essere. Poi c'è anche da dire che i tempi sono molto cambiati rispetto al 1983 e la percezione della violenza sullo schermo, specie da parte dei giovani, è totalmente differente. Con tutte queste serie tv su criminali, narcos e compagnia cantando si è abituati a vedere di tutto di più in fatto di violenza, quindi anche il discorso del rated-R potrebbe essere "fumo negli occhi".
              Guarda che il rated-R è assolutamente all' ordine del giorno a Hollywood, non parliamo di un cinecomic o di un generico blockbuster quattro quadranti ma del rifacimento di Scarface.
              Coen, Fincher, Scorsese, P.T. Anderson, Tarantino, Mann, Del Toro, Cuaron, Inarritu, Eastwood, Villeneuve, Scott e via dicendo hanno sempre fatto tutto quello che volevano nel limite del possibile.
              L' unico taboo che resiste, in america, è il sesso. Lì si può rischiare il rated NC-17 (Shogirls e La Vita di Adele insegnano).

              Ultima modifica di mr.fred; 07 September 20, 17:14.

              Commenta


              • #67
                Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                Poi che notizia sarebbe l' intenzione di fare un rated-R?
                Lo dico perché Niola lo spaccia per "scoop internazionale" e Guadagnino ne parla come se fosse chissà quale conquista.

                Eh come erano belli i tempi in cui il divieto ai minori era una medaglia da appuntarsi al petto invece che un problema... Poi ci si lamenta che ad Hollywood fanno film solo per bambocci con un'età mentale da tredicenni

                Io personalmente non ho nulla da ridire sull'idea di rifare Scarface, in fondo si tratta di una storia archetipica di ascesa e caduta, più che la trama conta l'occhio, e Guadagnino ha già dimostrato di averlo, oltre che un'idea personale di cinema che, piaccia o no, rende i suoi rifacimenti comunque personali e degni di vita autonoma. Tuttavia vorrei rovesciare la ruvida provocazione di Tom Doniphon - e non perché mi sento chiamato in causa perché io sono per sempre giovane - e mi chiedo invece se il pubblico di oggi non abbia invece una mentalità "ristretta", tanto da esaltarsi solo alle notizie di rifacimenti di film già fatti... Ma se invece di Scarface lo chiami in un altro modo e ci fai il tuo bel film davvero cambia qualcosa? Non vi sentite lievemente presi in giro da un'industria che deve vendervi il prodotto bello e pronto secondo i dettami del marketing moderno? Perché un progetto nuovo mediamente vi interessa meno della notizia del rifacimento di questo o quel film?

                Proprio che oggi non si inventa più nulla (ma in fondo nemmeno ieri, i remake si sono sempre fatti...) sarebbe forse il caso di sforzarsi di uscire da questa pigrizia mentale che mi pare coinvolga tutti, professionisti e pubblico. Alla fine cambi quel che devi cambiare e fai il tuo film, ma davvero se si chiama Scarface la cosa vi fa eccitare più del dovuto?

                Detto questo io mi aspetto un film sicuramente personale come gli altri rifacimenti by Guadagnino. Magari avremo un Tony Montana gay che sarà geloso del suo braccio destro invece che della sorella... fino a compiere una strage

                rated-R è assolutamente all' ordine del giorno a Hollywood
                Insomma mica tanto. Si tratta di un numero molto ristretto di film rispetto alla stragrande maggioranza della media produttiva, soprattutto i blockbuster non possono permettersi di perdere fasce di pubblico. E poi come dici stesso tu il sesso è proprio un tabù assoluto o quasi...Ora con il Covid hanno pure la scusa pronta che non possono farle certe scene
                Ultima modifica di Medeis; 07 September 20, 17:00.

                Commenta


                • #68
                  Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                  Guarda che il rated-R è assolutamente all' ordine del giorno a Hollywood, non parliamo di un cinecomic o di un generico blockbuster quattro quadranti ma del rifacimento di Scarface.
                  Coen, Fincher, Scorsese, P.T. Anderson, Tarantino, Mann e via dicendo hanno sempre fatto tutto quello che volevano.
                  bah, insomma ... stai citando comunque una minoranza (e di grande eccellenza) rispetto alla grande (come numerosità) produzione hollywoodiana. E poi avrei anche da ridire sul fatto che gli Autori che hai citato con Hollywood c'entrano poco o nulla, se non per dipendenze economiche dalle major.
                  E aggiungo ... magari venisse fuori un film con la violenza "alla Scorsese" !!!

                  Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio
                  Il cinema come tutte le arti visive si presta ad essere fatto e rifatto. Non capisco come arrivati nell'era del cinema post post post (a quanti post stiamo?) moderno ormai ci si possa fare problemi che venga fatto un remake di qualsiasi cosa sia o che possa esistere qualcosa considerato intoccabile.
                  ma non è un discorso dogmatico, quanto piuttosto di qualità e di idee.

                  1) oggi l'industria USA sforna un sacco di remake. Quanti di questi sono effettivamente validi e giustificano la loro realizzazione? Il 5% ? forse di meno ?
                  2) investire in nuovi progetti no, vero?

                  Ultima modifica di David.Bowman; 07 September 20, 17:08.
                  "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                  Votazione Registi: link

                  Commenta


                  • #69
                    Mica è vero, praticamente tutti i film per adulti (non parlo dei porno lol) sono rated-R.
                    Il problema si pone solo per quelli a alto e altissimo budget (non questo caso, dubito ci spendano più di una cinquantina di milioni).
                    Ultima modifica di mr.fred; 07 September 20, 17:08.

                    Commenta


                    • #70
                      Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                      Mica è vero, praticamente tutti i film per adulti (non parlo dei porno lol) sono rated-R.
                      Il problema si pone solo per quelli a alto e altissimo budget (non questo caso, dubito ci spendano più di una cinquantina di milioni).
                      lungi da me volermi lanciare in una diatriba su questo, alla fine i tempi sono troppo cambiati così come la sensibilità del pubblico rispetto a certe cose.
                      Il concetto di "VM18" degli anni '70 e '80 oggi corrisponde a "NC-17" e quindi io di questo stavo parlando. Il rated-R è una cosa più "all'acqua di rose" e quindi non esprime appieno il concetto che volevo intendere io. Non di meno resta il fatto che oggi il pubblico è troppo cambiato e, probabilmente, tanti giovanissimi riderebbero della scena della motosega che, nel 1983, fece inorridire gran parte del pubblico in tutto il mondo.
                      "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                      Votazione Registi: link

                      Commenta


                      • #71
                        Infatti è una non notizia, una assoluta ovvietà che il rifacimento di Scarface scritto dai Coen e diretto da Guadagnino sarà un rated-R.
                        Mi fa ridere il tentativo di vederlo come uno scoop da parte del giornalista e di una decisione coraggiosa da parte di Guadagnino.
                        In america basta dire due parolacce per beccarsi quel divieto (celebre il caso The King's Speech lol, ricordate? Weinstein distribuì una copia PG-13 epurata di qualche parolaccia per incassare qualche soldo in più).

                        Ultima modifica di mr.fred; 07 September 20, 17:24.

                        Commenta


                        • #72
                          Sebastian Wilder Io qualche dogma sui remake ce l'avrei. Tipo un remake della trilogia classica di Star Wars mi pare un sacrilegio.
                          Spoiler! Mostra

                          Commenta


                          • #73
                            Si però bisogna anche interpretarle le parole di Guadagnino e non fissarsi troppo sul rated R. Lui ha detto letteralmente che vuole fare un film sconvolgente, ergo mi aspetto un film bello violento, senza compromessi.
                            https://www.amazon.it/Dario-Argento-...+il+suo+doppio Il mio saggio sul cinema di Dario Argento.

                            "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                            Commenta


                            • #74
                              Ma è certo che la sceneggiatura sia quella dei Cohen? Comunque Guadagnino deve levarselo 'sto palo dal culo, eh....

                              Commenta

                              In esecuzione...
                              X