annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il cinema italiano di oggi: pregi e difetti

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Tralasciando la qualità generale schifosissima del film italiano che ho visto ieri "Il signor Diavolo" di Pupi Avati, mi vorrei soffermare sulla discutibile recitazione degli attori che pare no sappiano più parlare, non sanno scandire le parole e biascicano tutti i dialoghi facendo comprendere a stento il 50% di questi. Ora non so se sia un problema tecnico di come hanno girato il film ma mi sono accorto che è un problema che colpisce più o meno gravemente diverse produzioni italiane. Ma se vedono che il film fa schifo da questo punto di vista perchè non si prendono la briga di doppiarlo?
    :twisted: LA VOSTRA SERENITA' E' UN BUON SINTOMO... ALLEVIA LA TENSIONE E LA PAURA DI MORIRE. :twisted:

    Commenta


    • Originariamente inviato da Lord Freezer Visualizza il messaggio
      Tralasciando la qualità generale schifosissima del film italiano che ho visto ieri "Il signor Diavolo" di Pupi Avati, mi vorrei soffermare sulla discutibile recitazione degli attori che pare no sappiano più parlare, non sanno scandire le parole e biascicano tutti i dialoghi facendo comprendere a stento il 50% di questi. Ora non so se sia un problema tecnico di come hanno girato il film ma mi sono accorto che è un problema che colpisce più o meno gravemente diverse produzioni italiane. Ma se vedono che il film fa schifo da questo punto di vista perchè non si prendono la briga di doppiarlo?
      Già, bisogna ammettere che nei film italiani di questi ultimi 5-7 anni, l'unico vero problema rimasto (in questo lasso di tempo ne abbiamo risolti diversi) sembra proprio quello ... in film anche di alto livello, si sentono ancora troppi attori con una parlata così "impostata", che probabilmente potrei risultare più credibile io e/o il 70% degli utenti di Badtaste.

      Bisogna guardare in faccia la realtà: a livello recitativo siamo abbastanza penosi in generale, e se vogliamo fare il definitivo "salto di qualità" (come detto, su altri aspetti abbiamo già fatto ottimi miglioramenti, parlo ad esempio di fotografia, tipo di riprese ed effetti speciali), bisogna assolutamente migliorare su questo.
      Ex utente Matt80 dall'autunno 2007

      Commenta


      • E aggiungo che mia madre oggi ha visto lo stesso film e (senza che io dicessi nulla) si stava lamentando della stessa cosa... dunque non sono io ad essere sordo
        :twisted: LA VOSTRA SERENITA' E' UN BUON SINTOMO... ALLEVIA LA TENSIONE E LA PAURA DI MORIRE. :twisted:

        Commenta


        • Boh io non prenderei proprio quel film come esempio di cattivo cast... perlomeno la Caselli e Cavina son più che buoni e se c'è una cosa che Avati sa fare davvero bene è dirigere gli attori (persino chi attore certo non è). Sul discorso in generale invece non si può che concordare.

          Cmq trovo l'ultimo Avati troppo massacrato qui da quel che ricordo... (tranne forse da aldo.raine89 e Gidan 89 )... non è niente che si discosti troppo dalla sufficienza come molti dei suoi film... però è stata una visione piacevole che si inserisce perfettamente nella poetica nostalgica del regista che è sempre innegabilmente riuscita. Per fortuna la critica italiana è stata giustamente più magnanima.

          Commenta

          In esecuzione...
          X