annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il cinema italiano di oggi: pregi e difetti

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Lui sembra la statua di cera di Pattinson

    Commenta


    • Non ho capito chi lo produce, Netflix?

      Commenta


      • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
        Andrea De Sica (Baby) adatterà per il cinema Non Mi Uccidere, primo capitolo di una trilogia gotica per ragazzini scritto da Chiara Palazzolo e nota come "il Twilight italiano".
        Protagonisti Alice Pagano (Baby) e Rocco Fasano (Skam Italia).
        Si gira in Alto Adige (la Puglia del nord lol).


        Sembra l'incrocio tra Pattinson che ha fatto un frontale e una carpa. Che autolesionisti... meritiamo di scomparire dal mercato.

        Commenta


        • Andrea De Sica la nuova promettente leva del cinema italiano.

          Commenta


          • Oddio il trucco sembra quello che si faceva Willwosh o come si chiamava nelle parodie di Twilight su youtube

            Commenta


            • A quanto dicono il vero talento di famiglia è Brando.
              Che aspetta a fare un lungo? Non è più un bambino, ha trentasette anni. Vero che in Italia si comincia tardi rispetto al resto del mondo ma lui non dovrebbe avere problemi a trovare un finanziatore.



              Non produce Netflix ma Warner Bros quindi puntano a una distribuzione cinematografica.
              Va beh, da seguire con interesse quanto meno dal punto di vista economico: i romanzi sono popolari? Farà il botto? Se ne vedono pochi di film italiani indirizzati al pubblico dei teenager.

              Ultima modifica di mr.fred; 19 agosto 20, 19:04.

              Commenta


              • Ma ci sono tanti altri lavori, non è che per forza anche uno tra i figli, nipoti e pronipoti ce le devono ammorbare.
                Ultima modifica di Sebastian Wilder; 19 agosto 20, 19:41.

                Commenta


                • Dici? Intanto Castellitto Junior batte i De Sica Boys sullo stesso terreno con un film selezionato a Venezia a soli 28 anni.



                  Riflettevo: il cannibalismo non è romantico quanto il vampirismo.
                  Cosa si inventeranno? Chi conosce la storia sa dirmi dove andremo a parare?

                  Commenta


                  • Ma anche il trend dei vampiri (o meglio il trend di storie teen con vampiri) mi pare tramontato. Diciamo che 10 anni fa andava particolarmente forte perché si legava bene ad un movimento--subcultura o come la vogliamo chiamare tipico di quel periodo tra molti adolescenti e giovani, e cioè l'Emo. Era una cosa a 360 gradi che copriva moda, musica, cinema, letteratura..

                    Commenta


                    • Infatti il primo romanzo è del 2005 (proprio come Twilight!), chi lo ha letto a quindici anni oggi ne ha trenta.

                      Commenta


                      • Si ma infatti so già finiti in tendenza sui social per le troppe prese per il culo. Non se lo cagherà nessuno dai...

                        Commenta


                        • Addirittura? Magari i romanzi hanno una loro solida fanbase.


                          Commenta


                          • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio



                            Non produce Netflix ma Warner Bros quindi puntano a una distribuzione cinematografica.
                            Va beh, da seguire con interesse quanto meno dal punto di vista economico: i romanzi sono popolari? Farà il botto? Se ne vedono pochi di film italiani indirizzati al pubblico dei teenager.

                            Netflix Italia ha rubato a RAI fiction la bravissima Eleonora (Tinni) Andreatta come direttrice del reparto produzioni italiane.
                            La Andreatta negli ultimi 10 anni, per quanto ovviamente sempre nei canoni della serialità televisiva italiana, ha modernizzato tantissimo la fiction della RAI facendola passare da quei prodotti osceni tipo incantesimo e fiction con i santi a tanti prodotti apprezzati e venduti anche all'estero.

                            Quindi netflix, che sicuramente può permettersi se vuole di sperimentare ancora di più della RAI, con questa mossa credo voglia decisamente cambiare rotta dopo l'insuccesso obbiettivo sia di pubblico e critica di qualsiasi prodotto italiano han tentato di realizzare fin ora, criticati soprattutto per troppe tematiche teen. Quindi non credo che la Andreatta arrivi a netflix e tra le prime cose esce fuori come nuovo progetto una cosa del genere

                            Commenta


                            • Baby è inverecondo, la terza stagione sarà anche l' ultima?
                              E brava la Warner che si è ridotta a raccattare gli scarti di Netflix.

                              Commenta


                              • Si sarà l'ultima. Anche suburra chiuderà con la terza. Altre due serie bruttissime luna nera, summertime e quell'altra fantasy di cui non ricordo il nome. Brr..

                                La Andreatta ha portato la rai a collaborare con hbo, l'eccellenza televisiva mondiale, per l'amica geniale e il suo lascito più importante alla RAI sarà la prossima serie su Leonardo di vinci coprodotta con bbc dai creatori e sceneggiatori di serie di prestigio come Sherlock e Doctor who. In onda nel 2021.

                                Immagino che i prossimo progetti netflix potrebbero essere finalmente interessanti e di caratura internazionale, anche come cast. La Andreatta è riuscita a portare in una fiction di Raiuno anche dustin hoffman e Richard madden.
                                ​​

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X