annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il cinema italiano di oggi: pregi e difetti

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Complimenti stra-meritati, dai ruoli degli esordi leggeri di Tutti i santi i giorni all'ambizioso Martin Eden passando per lo squallore di Non essere cattivo è sempre stato un valore aggiunto.
    Luminous beings are we, not this crude matter.

    Commenta


    • E' un videogioco d' azione? Spiace dirlo ma in The Old Guard il sempre ottimo Marinelli è un pesce fuor d' acqua.
      Con tutto il bene che gli si vuole meglio che si dedichi a film "seri" che non a ipotetici blockbuster tratti da videogame imbottiti di combattimenti e cgi diretti da non si sa chi (si parla del regista di King Kong: Skull Island... mamma mia lol).

      Commenta


      • Vogt-Roberts è uno che ci sa fare, e tecnicamente Skull Island è tanta roba.
        Ex utente Matt80 dall'autunno 2007

        Commenta


        • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
          E' un videogioco d' azione? Spiace dirlo ma in The Old Guard il sempre ottimo Marinelli è un pesce fuor d' acqua.
          Con tutto il bene che gli si vuole meglio che si dedichi a film "seri" che non a ipotetici blockbuster tratti da videogame imbottiti di combattimenti e cgi diretti da non si sa chi (si parla del regista di King Kong: Skull Island... mamma mia lol).

          gia nel trailer si vedeva che era spaesato

          Commenta


          • Ennesimo progetto americano per Guadagnino, andrà in porto?
            Sta diventando peggio di Guillermo Del Toro.



            Searchlight Pictures Sets Luca Guadagnino To Helm, Seth Rogen & Evan Goldberg Script 'Scotty Bowers And The Secret History Of Hollywood'

            Commenta


            • La famosa invasione degli orsi in Sicilia (2019)

              Produzione franco-italiana, tratto dal racconto di Buzzati ed esordio alla regia del fumettista Lorenzo Mattotti, è un gioiellino di ipnotica bellezza visiva intrisa di surrealismo e metafisica.

              Pur supportato anche da moderne tecnologie, è sorretto da un modo di pensare l'animazione d'altri tempi (il primo riferimento che mi viene in mente è Paul Grimault, di cui qualche anno fa era stato restaurato il bellissimo Le Roi et L’Oiseau) sempre capace di affascinare e sorprendere per la costante vena creativa.
              Le immagini sono così intrise di un senso altro che sfugge alla mente razionale e rimanda a un mondo più profondo e insondabile, vivo.

              Narrativamente si avvale si della semplice purezza del racconto fiabesco per far passare argomenti quali la perdita dell'innocenza primigena e la corruzione del potere. A quetso proposito è azzeccata la struttura bipartita con la prima metà, il racconto dal punto di vista degli uomini, che si chiude con un lieto fine conciliatorio mentre la seconda metà, il racconto degli orsi, che prosegue la storia e ne mostra i risvolti decadenti e contraddittori.

              Luminous beings are we, not this crude matter.

              Commenta


              • Sir Dan Fortesque cavoli l'animazione effettivamente sembra stupenda! Recuperato in rete o in home video?

                Commenta


                • Noleggiato su Chili

                  Luminous beings are we, not this crude matter.

                  Commenta


                  • Lotus Production lancia Lotus Factory, divisione che produrrà film e serie tv di genere con un respiro internazionale: ecco i primi progetti

                    Commenta


                    • Se ne è andata anche Franca Valeri.



                      Quante occasioni ha avuto il Festival di Venezia per insignirla di un riconoscimento alla carriera? Per fortuna almeno un David sono riusciti a darglielo, seppure avesse già un piede nella tomba.

                      Commenta


                      • il più grande di tutti, totò, non ha avuto ne il leone, ne il david, stendiamo un velo pietoso

                        Commenta


                        • Totò è morto cinquant'anni fa, altri tempi.
                          La sensibilità è cambiata, hanno avuto decenni per darle un qualche riconoscimento e invece niente.

                          Commenta


                          • Signori, questa è avanguardia
                            "Natale Su Marte sarà ‘violentissimo’ ma in senso comico, ovviamente" ha dichiarato De Sica. "Tutto è nato da uno scherzo con Gigi Proietti che mi disse: ‘Siete stati in India, in America, in Africa…e mo dove cavolo volete andare? Su Marte?’ E così è stato, l’abbiamo preso in parola. La storia si svolge tutta su Marte, ovviamente. Interpreterò Fabio Sinceri, che di sincero ha ben poco. Dirò tante fregnacce. Il film sarà diviso in due episodi, in cui Massimo Boldi ad un certo punto interpreterà mio figlio, risucchiato da un buco nero per poi tornare indietro con le fattezze di Massimo”.

                            Per quanto riguarda il paragone con The Mandalorian: “Siamo riusciti ad inventare Marte dentro Cinecittà, merito dei produttori Indiana e Cattleya, insieme alla Warner, i distributori. Grazie a loro, useremo il 360 Led Wall, un muro digitale che permette di recitare con una scenografia virtuale. Lo stesso usato in The Mandalorian. E qui in Italia sarà la prima volta”.

                            Commenta


                            • Se ne esce una parodia di Interstellar o qualcosa del genere avranno i miei otto euro.

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
                                Signori, questa è avanguardia
                                premessa fantastica

                                incredibile lasciarsi sfuggire un dettaglio così geniale come Boldi che torna indietro nel tempo, vuol dire che ne hanno altri del genere o ancora meglio!!

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X