annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Alien: Covenant - Ridley Scott

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ho riguardato il primo, cerchiamo di ricapitolare.
    Gli Ingegneri sono stati uccisi tutti meno che uno, e ciò che li ha uccisi è stato il liquido nero: devono averne perso il controllo. Qualche corpo è stato trovato dal biologo e dal geologo con il ventre sfondato, per cui presumo c'entrino gli Xenomorfi: in pratica qualcuno deve aver spanto il liquido che ha infettato poi quei vermiciattoli che hanno poi attaccato gli Ingegneri, alcuni dei quali sono stati infettati e hanno dato vita agli xenomorfi che probabilmente hanno concluso l'opera di sterminio. Certi sono riusciti a sopravvivere e si sono messi in criostasi, uno è sopravvissuto ed è quello che è stato risvegliato da David. Mi domando come mai non partire subito per la terra mettendosi prima in criostasi per 2000 anni: forse per attendere che morissero tutti gli xenomorfi rimasti all'esterno? Il liquido nero è quindi un liquido diverso da quello visto ad inizio film, perchè quello che vediamo nella stiva è l'arma di distruzione di massa utilizzata dagli Ingegneri in quel pianeta come prova.

    Commenta


    • Forse gli ingegneri si sono messi in criostasi convinti che sarebbero venuti altri a recuperarli ma così non è stato, 3 su 4 erano stati contaminati e sono morti durante il sonno. Gli xenomorfi probabilmente dopo aver esaurito il loro ciclo e consumato tutte le forme di vita sul pianeta muoiono tanto che non c'è nessuna traccia di xenomorfi su LV-223 e su LV-426 (le uova nella stiva del relitto erano in stasi).
      Per quel che riguarda il liquido nero se ci fai caso quello nelle urne è immerso in un altro liquido trasparente/verdastro. Forse la parte trasparente è qualcosa di legato al dna dello xenomorfo che mischiato al liquido nero della vita da origine all'arma biologica.

      :twisted: LA VOSTRA SERENITA' E' UN BUON SINTOMO... ALLEVIA LA TENSIONE E LA PAURA DI MORIRE. :twisted:

      Commenta


      • Quindi in pratica l'arma biologica non è altro che il mezzo di creazione degli xenomorfi. Certi hanno diverso processo di sviluppo di altri ma il risultato finale è comunque lo xenomorfo: Fifield prima o dopo avrebbe potuto raggiungere lo stadio di Xenomorfo. Gli ingegneri sono arrivati sul pianeta per sperimentare questa nuova arma e ne hanno perso il controllo. La cosa sembra quadrare, mi sembra l'unica spiegazione plausibile. Sarà interessante vedere come (e se lo faranno) collegheranno la nave trovata sul pianeta del primo Alien (con le uova e con l'Ingegnere alla guida) con ciò che è stato visto in Prometheus o che mostreranno nei successivi.
        Comunque questo film mi piace sempre di più ogni volta che lo vedo. Ho guardato una volta pure la Director's Cut ed è ancora migliore: non so perchè abbiano tagliato le scene in più perchè sono interessantissime, e non occupano un tempo così lungo (13-15 minuti circa).

        Commenta


        • Nei rumor di qualche pagina fa si parlava di collegamenti tra Lv-223 e Lv-426 dunque credo che almeno in teoria verrà spiegata la presenza del derelitto nel pianeta del primo film. Secondo me le uova nella stiva potrebbero essere la materia prima per creare l'arma oppure un prodotto secondario del processo di sperimentazione. Resta da capire in che situazione il pilota del derelitto è stato contaminato... potrebbe anche essere stato un ingegnere che ha tentato la fuga dall'avamposto e si è poi schiantato su LV-426.
          :twisted: LA VOSTRA SERENITA' E' UN BUON SINTOMO... ALLEVIA LA TENSIONE E LA PAURA DI MORIRE. :twisted:

          Commenta


          • L'importante è che colleghino bene senza incoerenze perchè di carne al fuoco ce n'è davvero tanta e si potrebbe rischiare di far confusione. D'altra parte spero che liquidino in fretta i collegamenti per dar spazio alla trama vera e propria della saga, perchè la trovo interessantissima e filosofica alla base, seppur molto cinica.

            Commenta


            • La butto lì, giusto per fare qualche speculazione che Lindelof avrà provveduto sicuramente ad escludere: odio quel tizio che getta un vitello intero sul fuoco e a cottura finita ti offre un trancio di pizza..

              1) Non è detto che il pianeta inseminato all'inizio di Prometheus sia la Terra. Magari ci è stata mostrata solo una delle tante cerimonie che gli ingegneri svolgono per creare la vita in giro per la galassia. Il percolato Nero non è altro che un potente agente mutageno che disgrega le catene proteiche degli ingegneri ma crea aberrazioni se ad esserne contaminati sono altre specie.

              La cosa dovrebbe suggerirci che questo liquido possa essere estratto dagli Xenomorfi, i soli capaci di mutare ed adattare il proprio DNA ed aspetto a seconda dell'ospite e delle condizioni del luogo. Un grande potere genetico che renderebbe gli ingegneri creatori della vita in qualsiasi ambiente, anche il più estremo. Gli Ingegneri sembrano essere gli unici a poterlo manipolare, senza dare origine ad esseri molto vicini alla matrice dello xenomorfo. Infatti i vermetti contaminati dal liquido nero su LV 426, diventano una specie di Facehuger, con sangue acido, mentre gli umani mutano in forme bizzarre, anch'essi alquanto acidi.. (ma non diventano Xenomorfi)

              Cosa abbia potuto attaccare gli Ingegneri su LV-426 non si sa, ma di sicuro qualcosa con una bavetta appiccicosa che ben conosciamo (David la rinviene vicino ad un'iscrizione). I Corpi ammassati mostrano chiari segni di classici ChestBusters: Fori all'altezza del petto, e non gli Squarci del DEACON.

              2) Gli Ingegneri venerano il potere dello Xeno, e ne approntano anche un tempietto con tanto di bassorilievo che lo raffigura, e con tanto di ciclo riproduttivo descritto (gli xeno nascono solo solo con l'intervento un Facehugger ed un organismo ospite!!!) A pro di ciò c'è anche l'affresco michelangiolesco sulla volta interna della cupola, raffigurante un ingegnere che sembra domare un essere simile ma non uguale ad uno xeno (che sia questa la terza specie che Scott ha anticipato?).

              3) La civiltà degli Ingegneri sembra attingere molto dalla biologia degli xenomorfi, le loro stesse tute biomeccaniche sembrano composte dalla sostanza resinosa degli xeno. In tutti i film di Alien i luoghi vengono ricoperti delle medesime Gigeriane secrezioni, dando un aspetto molto caratteristico e ben identificabile.

              4) Il DEACON è un incidente di percorso, unico, sarà interessante come si evolverà e che ruolo ricoprirà...per il momento se ne rimane buono buono su LV-426.

              5) L'ostilità degli ingegneri nei confronti degli umani potrebbe derivare da:

              a) Una delusione riguardo un esperimento malriuscito.
              b) Un tentativo di cancellare un errore e o un'eresia di qualche setta che ha utilizzato in passato il percolato per fini diversi da quelli a cui era destinato, creare vita e nuova intelligenza, insomma Prometeo che ruba il potere agli Dei.

              Commenta


              • Originariamente inviato da Kain Visualizza il messaggio
                4) Il DEACON è un incidente di percorso, unico, sarà interessante come si evolverà e che ruolo ricoprirà...per il momento se ne rimane buono buono su LV-426.
                Non lo vedo come un incidente... piuttosto come il risultato finale della contaminazione liquido + umanoide. Il diacono era conosciuto dagli ingegneri, quello del bassorilievo si avvicina ad esso più che ad uno xenomorfo 'classico'. PS: è rimasto isolato su LV-223.
                :twisted: LA VOSTRA SERENITA' E' UN BUON SINTOMO... ALLEVIA LA TENSIONE E LA PAURA DI MORIRE. :twisted:

                Commenta


                • Il percolato Nero non è altro che un potente agente mutageno che disgrega le catene proteiche degli ingegneri ma crea aberrazioni se ad esserne contaminati sono altre specie.
                  Ma chi dice che il percolato nero visto ad inizio film sia lo stesso liquido che ingurgita il protagonista? A giudicare dalla quantità di liquido (c'è la stiva piena di vasi) direi che si possa trattare di una vera e propria arma di distruzione di massa come ha detto il nero pilota del Prometheus.

                  Cosa abbia potuto attaccare gli Ingegneri su LV-426 non si sa, ma di sicuro qualcosa con una bavetta appiccicosa che ben conosciamo
                  E' molto probabilmente legato al liquido nero. Devono essersi creati degli Xenomorfi in qualche modo. Ma come se, come dici tu, gli Ingegneri ne sono immuni? E' per quello che penso che il liquido nero sia diverso dal liquido iniziale. E' quello uno dei maggiori anelli mancanti.

                  4) Il DEACON è un incidente di percorso, unico, sarà interessante come si evolverà e che ruolo ricoprirà...per il momento se ne rimane buono buono su LV-426.
                  Anche secondo me: ha un ciclo troppo singolare per esser stato ripetuto un'altra volta. Prima il protagonista (umano) viene infettato, poi trasmette l'infezione con un rapporto sessuale, successivamente ciò che ne nasce attacca l'ingegnere e solo dopo nasce il diacono: son 4 fasi difficilmente ripetibili, è un qualcosa di molto diverso e singolare, un "errore"/"casualità" di percorso, e spero possa ricomparire nel secondo per aver chiarezza su cosa sia, e spero abbia anche un ruolo attivo, se no che lo metti a fare a fine film.

                  Commenta


                  • Il risultato finale non cambia... sempre uno xenomorfo si ottiene. Lo sperma contaminato di Holloway riesce a fecondare Shaw dando vita ad un mezzo (il trilobite) che fa le veci del facehugger. Uno spermaozoo mutante e gigante che come la sua controparte ha le finalità di fecondare, un istinto di riproduzione esasperato... tanto che la prima cosa che fa è quella di trovare un ospite da fecondare così da dar vita al diacono. Shaw se vogliamo in tutto questo non fa altro che le veci dell'uovo dello xenomorfo.

                    Il liquido/arma fa agli ingegneri quello che fa a noi, li muta o da comunque origine a xenomorfi...cosa che il liquido bevuto all'inizio del film non fa all'ingegnere. Quello semplicemente distrugge l'organismo e tramite processi di mutazione predefiniti da origine (a seconda delle condizioni e probabilmente in tempi diversi) a organismi simili a quello originale (noi).
                    :twisted: LA VOSTRA SERENITA' E' UN BUON SINTOMO... ALLEVIA LA TENSIONE E LA PAURA DI MORIRE. :twisted:

                    Commenta


                    • Infatti son dell'idea che il liquido che beve all'inizio sia un altro liquido. L'unica cosa che mi ferma è che sarebbe incoerente (ma forse anche no) mostrare due liquidi diversi perchè incasinerebbe la trama ancora di più, ma d'altra parte non è un pnsiro esagerato, dopotutto ciò che vediamo all'inizio è abbastanza singolare rispetto il resto.
                      Quindi (a parer tuo) l'agente mutageno (liquido) trasforma tutti in xenomorfi, ed è per quello che sono stati tutti sterminati: secondo me è vero in parte. Non sono tutte creature identiche gli xenomorfi o diaconi che ne derivano: a seconda del corpo infettato e a seconda del processo di sviluppo ognuno si sviluppa in qualcosa di diverso, è per questo che Fiefild diventa quel mostro che vediamo, è per questo che certi ingegneri morti hanno la pancia sventrata e altri no, mentre il diacono che vediamo a fine film è un qualcosa di singolare nato dall'insieme di processi da cui ne deriva. Qui le ipotesi si moltiplicano.
                      Comunque non so com si faccia a definire un film del genere banale: a mio avviso la sceneggiatura è intricata, e molto, ma non è stata scritta con i piedi, ci sono delle soluzioni che portano alla quadratura del cerchio. Non lo vedo per niente commerciale, anzi lo vedo come un film molto meno commerciale di altri. Al contrario di (per esempio) Interstellar, che ha temi portanti commerciali e fatti per richiamare il pubblico al cinema (come l'amore e la dolcezza gratuita), io questo lo vedo con temi portanti molto più difficili e ambiziosi da cogliere, un po' come lo è la saga di Matrix, non so se mi spiego, è un film molto più di nicchia.

                      Commenta


                      • Meglio spostarsi nella sede giusta per parlare di Prometeus: http://www.badtaste.it/forum/showthr...-Scott/page481

                        Comunque condivido il tuo pensiero...
                        :twisted: LA VOSTRA SERENITA' E' UN BUON SINTOMO... ALLEVIA LA TENSIONE E LA PAURA DI MORIRE. :twisted:

                        Commenta


                        • Nonostante quanto sia stato bersagliato il primo e da amante della saga di Alien (i primi due almeno, e anche un po' il quarto), a me non è dispiaciuto affatto, sicuramente molte similitudini col plot di Alien, ma ha una sua anima e una simbologia definita, lo spermato-mostro l'ho adorato asd
                          Mi spiace che ci mettano così tanto a fare il seguito, ha molte potenzialità!

                          Commenta


                          • Probabilmente (spero) se la stanno studiando bene... spero esca presto qualche concept...
                            :twisted: LA VOSTRA SERENITA' E' UN BUON SINTOMO... ALLEVIA LA TENSIONE E LA PAURA DI MORIRE. :twisted:

                            Commenta


                            • Quale creatura sessualmente ispirata inventeranno stavolta? Testicoli? Ano? Ovulo?

                              Commenta


                              • Lo dico, lo posso dire? Attendo abbastanza questo sequel e dirò di più: mi dispiace che non ci sia più Lindelof alla sceneggiatura, a meno che non abbiano comunque proseguito la stessa storia che avevano in mente all'inizio. Il primo capitolo è stato molto criticato ed alcune critiche erano effettivamente fondate (c'è una parte centrale del film dove sembra che la storia metta la quinta per forza di cose, accumulando colpi di scena frettolosamente), ma io l'ho visto più come un'interessante premessa ad una storia affascinante. La regia di Scott è stata ottima così come gli interpreti, su tutti un Fassbender in stato di grazie (come spesso gli succede).
                                Sono molto curioso di scoprire dove vogliano andare a parare.
                                https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

                                "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X