annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Dune - Denis Villeneuve

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da The Fool Visualizza il messaggio


    Miller l'ho nominato perché con Fury Road (ma già con Road Warrior in realtà) ha dato prova secondo me di essere un visionario vero nella costruzione e caratterizzazione di mondi vividi, brutali e allo stesso tempo stravaganti. E credo che un occhio come il suo prestato all'immaginario di Dune avrebbe potuto partorire qualcosa di davvero memorabile.

    Del Toro invece è un regista che ha una cultura dell'immagine (e non solo) mastodontica e con gli anni ha dimostrato di poter gestire bene produzioni enormi. Il suo occhio per l'horror e il fantastico avrebbe potuto offrire prospettive interessanti e pennellare un universo un po' meno anonimo rispetto a quanto visto con Villeneuve.

    Sono discorsi ovviamente che riguardano principalmente la componente visiva (che è comunque importante, visto che parliamo di cinema). Sicuramente con uno di questi registi in cabina di regia avremmo avuto film diversi anche sotto un aspetto narrativo.

    E comunque ci tengo a precisare che queste considerazioni le ho fatte per amore di discussione ma anche io sono convinto che Villeneuve farà un bel lavoro. Non voleva essere un attacco nei suoi confronti.
    Ma ci mancherebbe, sembra che risponda in modo secco ma è solo perché sto facendo altre cose e mi dimentico di mettere le emoticon

    Volendo parlare in termini di toto nomi, qualcuno ha nominato Matt Reeves e devo dire che la cosa mi avrebbe incuriosito. Un nome che a me sarebbe piaciuto molto è James Gray (vero che Ad Astra ha molti problemi, ma ce li ha soprattutto in fase di scrittura e montaggio: chissà cosa avrebbe potuto fare con del materiale letterario come questo?).

    Commenta


    • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio

      Ma ci mancherebbe, sembra che risponda in modo secco ma è solo perché sto facendo altre cose e mi dimentico di mettere le emoticon

      Volendo parlare in termini di toto nomi, qualcuno ha nominato Matt Reeves e devo dire che la cosa mi avrebbe incuriosito. Un nome che a me sarebbe piaciuto molto è James Gray (vero che Ad Astra ha molti problemi, ma ce li ha soprattutto in fase di scrittura e montaggio: chissà cosa avrebbe potuto fare con del materiale letterario come questo?).
      Ah no vai tra, non ho percepito un tono secco/aggressivo

      Io Reeves sinceramente sto ancora cercando di inquadrarlo come regista, non so come mai ma pur avendo visto tutta la sua filmografia non ho un'idea precisa del suo lavoro. Magari con il Batmanaccio si scioglieranno i dubbi. Sicuramente però la sensibilità per fare un bel lavoro ce l'ha.

      Commenta


      • Originariamente inviato da Maddux Donner Visualizza il messaggio

        Ma più che altro pare fatto di gomma.
        Ci si augura che quel frame contestualizzato nel film abbia una valida giustificazione.
        Non posso non chiedere a chi a montato il trailer: come hai potuto non accorgerti di quanto sia ridicolo?

        Commenta


        • Originariamente inviato da MrCarrey Visualizza il messaggio
          Ditemi quale autore vorreste vedere alle prese con il lancio di questa nuova saga fantascientifica ?​​​​​​
          Mi sa che era già saltato fuori questo discorso (proprio col teaser trailer).

          Dipende da come esce Green Knight e direi David Lowery.
          O forse Robert Eggers.
          O la Ducournau
          Luminous beings are we, not this crude matter.

          Commenta


          • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
            O la Ducournau


            Sei sempre il solito

            Toh dai, diciamo Chlóe Zhao post-esperienza Eternals.

            Commenta


            • Da un punto di vista meramente estetico, non ho visto nulla che mi sembrasse pregno di quell'afflato da "Il Signore degli Anelli" in salsa fantascientifica così frequentemente attribuito al romanzo (che non ho letto, eh - e sul cui potenziale visionario, di conseguenza, potrei essermi lasciata condurre fuori strada dalle recensioni entusiastiche sbirciate qua e là... ?), però mi pare che, a questo giro, ci si sia quantomeno sforzati di proporre al pubblico una trama comprensibile/intuibile, al posto di una semplice carrellata d'inquadrature su poetici scorci desertici e stanze buie. Anche quelle poche pennellate di caratterizzazione conferite ad alcuni personaggi sembrano promettere benino, nell'ottica di una storia il cui punto di forza non rimanga circoscritto, appunto, all'avvenenza dei suoi interpreti incorniciata da scenari esotici.
              Detto ciò, finora Chalamet mi ha convinta in un po' tutti i ruoli in cui ho avuto modo di vederlo all'opera, per cui intendo concedergli almeno il beneficio del dubbio. Di Zendaya mi fido a prescindere. Momoa, boh... a meno che non gli venga richiesto qualcosa in più rispetto a quello che sa fare meglio, cioè straripare di carisma e presenza scenica, non dovrebbe rappresentare un problema :V

              Commenta


              • Sarà così


                “DUNE is by far the best movie I’ve ever made. My team and I devoted more than three years of our lives to make it a unique big screen experience. Our movie’s image and sound were meticulously designed to be seen in theaters.” - Denis Villeneuve


                Comunque accoglienza della massah nei social per il trailer stra positiva. Del resto coi film che vanno a vedere di solito vorrei vedere


                "Uno dei migliori trailer di tutti i tempi" secondo Conor


                https://twitter.com/Condawgger/statu...621174278?s=20

                E654RtkWYAAMcbO.jpg
                Ultima modifica di SebastianWilder; 22 luglio 21, 18:50.

                Commenta


                • Originariamente inviato da SebastianWilder Visualizza il messaggio
                  Sarà così


                  “DUNE is by far the best movie I’ve ever made. My team and I devoted more than three years of our lives to make it a unique big screen experience. Our movie’s image and sound were meticulously designed to be seen in theaters.” - Denis Villeneuve


                  Comunque accoglienza della massah nei social per il trailer stra positiva. Del resto coi film che vanno a vedere di solito vorrei vedere


                  E654RtkWYAAMcbO.jpg
                  Sappi che ti lovvo

                  Commenta


                  • No comunque scherzi a parte facendo una ricerca veloce leggo in quasi tutti i commenti trailer epico, spettacolare, non vedo l'ora.

                    Ovviamente l' innovazione estetica o altro non viene presa granchè in considerazione. Che di per sè può anche non essere una cosa positiva, però così è

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio
                      Non ce ne facciamo nulla però della "visionarietà" se l'impianto narrativo e drammaturgico però lasciano a desiderare (..)

                      Sembra che un film debba essere bello perché è "visionario".
                      Per carità, sono d'accordo.

                      Ma spero possiamo tutti concordare che in un film che è un kolossal di fantascienza/fantasy, la "" visionarietà "" è una componente con un peso specifico alto, molto alto. Questo Dune è carente in questo reparto, per limiti propri o per scelta non lo so, ma è carente. E ciò va a detrimento del suo appeal (non solo verso "le masse").
                      Ultima modifica di Cooper96; 22 luglio 21, 19:20.
                      Spoiler! Mostra

                      Commenta


                      • Dipende cosa si intende per visionarietà. Un kolossal per quel che mi riguarda deve mostrare i mezzi, farmi vedere che dietro c'è una grande produzione, farmi respirare l'aria di impianto audiovisivo di prim'ordine.

                        Non credo per nulla però che la fantascienza debba essere per forza declinata in un tipo di visionarietà che ricalca il surrealismo e il gusto per l'immagine surreale, barocca e ipersatura tipica deli eighties.

                        L'esempio di Interstellar non l'ho tirato fuori a caso. È un film magniloquente e mi fa respirare l'aria da grande kolossal in un modo che Del Toro non saprà mai fare, nonostante il secondo abbia più il gusto per un certo tipo di immaginario rispetto al primo.

                        Commenta


                        • Il popolo di Twitter ha visto i suoi idoli Zendy e Timy amoreggiare col pensiero ed ha già decretato la sua sentenza: masterpiece, best trailer ever! Avanti così.



                          Alla fine potrebbe avere successo per i motivi sbagliati, di sicuro chi ha scelto i due incantevoli piccioncini fra migliaia di altre giovani promesse l' ha vista lunga.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                            Il popolo di Twitter ha visto i suoi idoli Zendy e Timy amoreggiare col pensiero ed ha già decretato la sua sentenza: masterpiece, best trailer ever! Avanti così.



                            Alla fine potrebbe avere successo per i motivi sbagliati, di sicuro chi ha scelto i due incantevoli piccioncini fra migliaia di altre giovani promesse l' ha vista lunga.



                            no comunque quelli non li ho presi proprio in considerazione, parlo di reazione più generiche, del pubblico generalista che va a vedere i film.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio
                              Dipende cosa si intende per visionarietà. Un kolossal per quel che mi riguarda deve mostrare i mezzi, farmi vedere che dietro c'è una grande produzione, farmi respirare l'aria di impianto audiovisivo di prim'ordine.

                              Non credo per nulla però che la fantascienza debba essere per forza declinata in un tipo di visionarietà che ricalca il surrealismo e il gusto per l'immagine surreale, barocca e ipersatura tipica deli eighties.

                              L'esempio di Interstellar non l'ho tirato fuori a caso. È un film magniloquente e mi fa respirare l'aria da grande kolossal in un modo che Del Toro non saprà mai fare, nonostante il secondo abbia più il gusto per un certo tipo di immaginario rispetto al primo.
                              Pure per me Interstellar ha un afflato epico, però lì c'erano: un'astronave figa, un robot figo, varie inquadrature extra-lusso dei pianeti, "they are not mountains"...già nel trailer.
                              Fin qui, dal solo trailer, in questo Dune ci sono: battaglione che non mi hanno impressionato, gente che si "ologramma" (qualcuno può spiegarmi questa cosa?) quando si picchia...e un vermone in mezzo al deserto.

                              Poi magari sono i gusti miei ad essere difficili eh...
                              Spero compensi col resto.
                              Ultima modifica di Cooper96; 22 luglio 21, 19:41.
                              Spoiler! Mostra

                              Commenta


                              • Ma si, speriamo che il pubblico accorra numeroso e soprattutto che a settembre non richiudiano tutto.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X