annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Dune - Denis Villeneuve

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • A parte le foto dal set le copertine di Empire le avete viste ? Potenziali futuri poster.
    1-2.jpg2-3.jpgempire-october-2020-subscriber.jpg
    tumblr_oc8g4uj7aK1sec0ywo1_1280.jpg

    Commenta


    • Originariamente inviato da MrCarrey Visualizza il messaggio
      Da Villeneuve mi aspetto un mondo polveroso e piuttosto asettico, ma anche una fantascienza tangibile e delle riflessioni mature. La fantascienza è uno dei migliori generi idonei a parlarci di noi. In questo unito a belle dinamiche politiche e intrighi di potere posso aspettarmi un buon lavoro dall'ingaggio di Villeneuve.
      Se siete in cerca di una fantascienza colorata, sfarzosa e divertita potete rivedere i 12 film di Star Wars.


      Ps. quoto Tom sul fatto che anche quelle di Empire siano chiaramente foto dal set come le restanti e non frame del film. (Nell'ultima si vede Berdem in possa che guarda perfino al centro dell'obiettivo)
      Sono d'accordo ma adottare un'estetica più colorata ed esuberante non preclude necessariamente l'utilizzo di un registro più serioso, crudo e maturo.

      Commenta


      • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio
        A me sembra onestamente che tutto questo discorso si basi su fondamenta solide come la sabbia.

        A parte il fatto di continuare a fare giudizi su quelle che sono chiaramente foto dal set, non mi pare proprio che il teaser mostri qualcosa di "smorto" e trovo ridicolo utilizzare questo aggettivo per l'estetica di Villeneuve, visto che trovo tutto tranne che smorto BR2049, Arrival o Sicario. Quindi boh.

        Il discorso sulla "visionarietà" dei costumi e delle ambientazioni anche questo mi sembra abbastanza campato in aria. Prima di tutto, non me ne faccio niente di costumi fantastici se il film poi fa comunque schifo. Quindi direi che, al netto di tutto, avere design ultra originali e ultra accattivanti possono essere elementi importanti, ma fino a un certo punto. L'importante in realtà è che il design sia coerente con il tipo di narrazione.

        In generale, portato all'estremo comunque questo discorso porterebbe alla conseguenza che, una volta che hai certi nomi nel desgin della produzione, allora siamo a cavallo. A questo punto allora Alien lo poteva dirigere, che so, anche un Coppola, uno Scorsese o perché no anche Irvin Kershner e il film sarebbe venuto bello lo stesso. E invece no. Perché non te ne fai nulla di un film con un design della madonna, se poi: a) regista e dop non sanno valorizzarlo; b) il film comunque non funziona, perché non funziona la narrazione, il montaggio, il cast o la musica. A sto punto allora potevano prendere dei visual designer di ultra grido, nomi di grandezza internazionale e dare il film a Snyder o a Waititi e il film ne sarebbe uscito comunque bene, no?
        Ho premesso che è comunque presto per giudicare, ma il mio discorso si limitava infatti alla componente visiva. Questa componente ovviamente non è la cosa più importante, ho letto anche il romanzo e so quali sono i temi di Dune, come già ho scritto in passato sono contento che al timone ci sia un regista che apprezzo. Il flop di Lynch e il progetto mai nato di Jodorowsky però hanno conferito a Dune quell'aura da trasposizione impossibile, e per questo mi aspetto molto da Villeneuve e spero che ogni aspetto sia al top. Lynch e Jodorowsky che tra l'altro sono le incarnazioni del concetto di "visionarietà", è inevitabile quindi ci sia un confronto con le loro interpretazioni visive di Dune.
        Per quanto riguarda l'estetica di Villeneuve, forse ho sbagliato aggettivo - tra quelli che hai citato l'unico con una fotografia "smorta" penso sia Arrival, ma era una fotografia che si adattava comunque bene al film. Lo stesso DOP ha poi curato la fotografia dello spin-off su Han Solo, ma lì il suo stile non c'entrava un fico secco. Aggettivi migliori sono "realistica", "cupa", "terrena". Qui se non sbaglio il DOP è Greig Fraser che ha curato l'estetica di film come Rogue One, Zero Dark Thirty e Vice.
        Non ho citato BR2049 perché sul versante visivo gli si può dire poco, è stato tra i migliori degli ultimi anni.

        Commenta


        • Originariamente inviato da MrCarrey Visualizza il messaggio
          Se siete in cerca di una fantascienza colorata, sfarzosa e divertita potete rivedere i 12 film di Star Wars.
          "Sfarzosa" per modo dire , il primo Star Wars ha un villaggetto mediorientale di 4 baracche nel deserto popolata da straccioni, una sfera gigante sospesa nel vuoto piena di tizi con divise di plastica bianca, e croci e sfere con le alette che si danno battaglia nello spazio, nel mezzo ci stanno gli accappatoi di Obi-Wan e Luke.

          Tolti i prequel, esteticamente SW è più vicino allo sci-fi spartano di Dune che all'horror vacui di Moebius/Jodorowsky, Blade Runner e compagnia. Poi certo ci sono i pupazzi.
          Ultima modifica di Sir Dan Fortesque; 02 September 20, 14:35.
          Luminous beings are we, not this crude matter.

          Commenta


          • Originariamente inviato da The Fool Visualizza il messaggio

            Sono d'accordo ma adottare un'estetica più colorata ed esuberante non preclude necessariamente l'utilizzo di un registro più serioso, crudo e maturo.

            No so, sicuramente un mondo colorato e sfarzoso comincia a mandare delle vibes che vendono al pubblico un concept di base più leggero (e ingannevole) perchè più gradevole alla vista, potrebbe porsi in netto contrasto con l'intenzione del regista nel momento in cui le ambizioni da un punto di vista teorico sbattono gravemente su un design che racconta altro.
            Villeneuve so che avrà uno sguardo serioso e un approccio anticonvenzionale, più compassato e meno avvezzo al folklore e ai ritmi forsennati di un blockbuster odierno.

            Non è il kolossal per il pubblico medio forse ma potrebbe essere il kolossal che fa per me. Sinceramente dei guadagni me ne fotto se c'è dietro della qualità, mi cibo di arte cinematografica, invece non me ne torna in tasca niente del bottino al box office (purtroppo).
            Ultima modifica di MrCarrey; 02 September 20, 14:55.
            tumblr_oc8g4uj7aK1sec0ywo1_1280.jpg

            Commenta


            • Originariamente inviato da MrCarrey Visualizza il messaggio


              No so, sicuramente un mondo colorato e sfarzoso comincia a mandare delle vibes che vende al pubblico un concept di base più leggero perchè più gradevole alla vista, potrebbe porsi in netto contrasto con l'intenzione del regista e le ambizioni da un punto di vista teorico sbattono gravemente su un design che racconta altro.
              Villeneuve so che avrà uno sguardo serioso e un approccio anticonvenzionale, più compassato e meno avvezzo al folklore e ai ritmi forsennati di un blockbuster odierno.

              Non è il kolossal per il pubblico medio forse ma potrebbe essere il kolossal che fa per me. Sinceramente dei guadagni me ne fotto se c'è dietro della qualità, mi cibo di arte cinematografica, invece non me ne torna in tasca niente del bottino al box office (purtroppo).
              Ah ma siamo sulla stessa lunghezza d'onda. Nella mia vita voglio più roba come BR 2049 e meno (molta meno) roba come The rise of skywalker o Endgame.
              L'unica cosa è che secondo me dal punto di vista estetico si possono fare lavori più ricercati senza per questo venir meno all'esigenza di raccontare storie più mature. Chiaro che non sto parlando di una roba alla Aquaman per intenderci, quello che invece mi torna in mente ad esempio è il lavoro che hanno fatto su GoT. Hanno mantenuto un taglio maturo e realistico ma sono stati bravi a dare "colore" a quel mondo con dei bellissimi costumi e differenziando le varie casate in maniera coerente con il tono e l'impostazione generale. Un po' come fece PJ con Lotr, rivoluzionando la rappresentazione del fantasy sul grande schermo.

              Con tutto che a me il taglio minimalistico e asettico non dispiace affatto. D'altronde quello è lo stile e il gusto di Villeneuve. Speriamo solo che il risultato finale non sembri così generico come sembrerebbe trasparire dalle foto rilasciate.

              A me l'unica cosa che importa dei guadagni riguarda eventuali seguiti. Se troncano anche questa saga per flop al botteghino mi bevo un litro di candeggina.
              Ultima modifica di The Fool; 02 September 20, 15:00.

              Commenta


              • Sono tanto curioso di vedere Garland alle prese con un blockbuster di fantascienza. So che ha le capacità espressive ma temo debba ancora fare un pò di gavetta prima di avere il giusto polso consono a gestire una macchina così grossa, dove è una attimo perderne il controllo.
                tumblr_oc8g4uj7aK1sec0ywo1_1280.jpg

                Commenta


                • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio

                  "Sfarzosa" per modo dire , il primo Star Wars ha un villaggetto mediorientale di 4 baracche nel deserto popolata da straccioni, una sfera gigante sospesa nel vuoto piena di tizi con divise di plastica bianca, e croci e sfere con le alette che si danno battaglia nello spazio, nel mezzo ci stanno gli accappatoi di Obi-Wan e Luke.

                  Tolti i prequel, esteticamente SW è più vicino allo sci-fi spartano di Dune che all'horror vacui di Moebius/Jodorowsky, Blade Runner e compagnia. Poi certo ci sono i pupazzi.
                  Non a caso ha parlato di 12 film, pisquano

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio
                    Non a caso ha parlato di 12 film, pisquano
                    E io ho scritto "tolti i prequel", perché a parte quelli non c'è mai stata tutta questa sfarzosità negli altri.
                    Ho citato solo il primo come esempio ma non è che le 4 ruote di metallo infossate in mezzo al nulla innevato di ep. V siano esattamente Tim Burton

                    E se adesso mi scrivi "sì, ma stai calmo", ti mando a cagare seriamente
                    Ultima modifica di Sir Dan Fortesque; 02 September 20, 15:12.
                    Luminous beings are we, not this crude matter.

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio

                      E io ho scritto "tolti i prequel", perché a parte quelli non c'è mai stata tutta questa sfarzosità negli altri.
                      Ho citato solo il primo come esempio ma non è che le mezze ruote di metallo infossate in mezzo al nulla innevato di ep. V siano esattamente Tim Burton

                      E se adesso mi scrivi "sì, ma stai calmo", ti mando a cagare seriamente
                      Ma ho messo le emoticon apposta per farti capire che era un commento scherzoso, pisquano

                      Comunque sono d'accordo, soprattutto ep. IV è stato un film "nuovo" e avveniristico anche in tal senso, nel proporre un design "usato" con colori neutri.

                      Commenta


                      • A questo proposito, è che non ha lo spessore per affrontare da zero un soggetto simile ma come regista sarei curioso di vedere Kosinski in questo contesto, non tanto in un film quanto su uno degli episodi della serie che stanno preparando (oppure in The Mandalorian, visto che si è citato Star Wars). Anche Proyas dei tempi andati.
                        Luminous beings are we, not this crude matter.

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da MrCarrey Visualizza il messaggio
                          Sono tanto curioso di vedere Garland alle prese con un blockbuster di fantascienza. So che ha le capacità espressive ma temo debba ancora fare un pò di gavetta prima di avere il giusto polso consono a gestire una macchina così grossa, dove è una attimo perderne il controllo.
                          Garland sarebbe molto interessante ma sono d'accordo con te. Tra l'altro mi dà l'idea di essere un tipo che farebbe molta fatica ad interfacciarsi con le persone chiamate a supervisionare una produzione da 100 mil in su.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
                            Ho premesso che è comunque presto per giudicare, ma il mio discorso si limitava infatti alla componente visiva. Questa componente ovviamente non è la cosa più importante, ho letto anche il romanzo e so quali sono i temi di Dune, come già ho scritto in passato sono contento che al timone ci sia un regista che apprezzo. Il flop di Lynch e il progetto mai nato di Jodorowsky però hanno conferito a Dune quell'aura da trasposizione impossibile, e per questo mi aspetto molto da Villeneuve e spero che ogni aspetto sia al top. Lynch e Jodorowsky che tra l'altro sono le incarnazioni del concetto di "visionarietà", è inevitabile quindi ci sia un confronto con le loro interpretazioni visive di Dune.
                            Per quanto riguarda l'estetica di Villeneuve, forse ho sbagliato aggettivo - tra quelli che hai citato l'unico con una fotografia "smorta" penso sia Arrival, ma era una fotografia che si adattava comunque bene al film. Lo stesso DOP ha poi curato la fotografia dello spin-off su Han Solo, ma lì il suo stile non c'entrava un fico secco. Aggettivi migliori sono "realistica", "cupa", "terrena". Qui se non sbaglio il DOP è Greig Fraser che ha curato l'estetica di film come Rogue One, Zero Dark Thirty e Vice.
                            Non ho citato BR2049 perché sul versante visivo gli si può dire poco, è stato tra i migliori degli ultimi anni.
                            Capisco assolutamente il tuo punto di vista

                            Proprio la malriuscita del Dune di Lynch per me setta le priorità di questo Dune su livelli diversi rispetto a quelle di una visionarietà sgargiante: in primis per me è fondamentale il registro della narrazione e la valorizzazione del cast. In questo, onestamente, non credo che Villeneuve possa deluderci e soprattutto non credo si debba partire prevenuti. Un secondo aspetto importante è che, indipendentemente dallo stile di design (che immagino sarà molto minimalista), mi aspetto la capacità di valorizzare con un uso sapiente dei campi le varie location, con uno sguardo anche ad una certa grandeur della messa in scena. E credo che in tal senso Villeneuve, con Arrival e BR2049, abbia dimostrato di saperci fare.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da The Fool Visualizza il messaggio
                              quello che invece mi torna in mente ad esempio è il lavoro che hanno fatto su GoT. Hanno mantenuto un taglio maturo e realistico ma sono stati bravi a dare "colore" a quel mondo con dei bellissimi costumi e differenziando le varie casate in maniera coerente con il tono e l'impostazione generale. Un po' come fece PJ con Lotr, rivoluzionando la rappresentazione del fantasy sul grande schermo.
                              E' proprio questo il punto.
                              Ogni poster che esce non fa che confermare a livello di costumi quanto pigro sia stato il lavoro (da quello che si è visto fin'ora) rispetto altre opere da te citate. Poi il film può anche uscire un capolavoro eh.

                              Commenta


                              • Mi pare si sia andati un po' fuori strada sul discorso visivo.
                                Il punto non è certo il volere un look "colorato e sgargiante", e lo stesso mai-nato Dune di Jodo, con il design iper-cromatico di Moebius, sfoggiava pure le tavole di Giger che tutto era fuorché allegramente sgargiante.

                                Il punto è aspettarsi, soprattutto da un soggetto del genere, qualcosa di più sorprendente e visionario di quello che al momento sembra più una trasposizione teatrale dell'opera di Herbert, e magari anche qualcosa di più originale e spiazzante, che insomma non sappia di già visto altre cento volte.

                                Tanto per capirci, hanno appena rilasciato un'altra immagine del Dune di Villeneuve in cui si vedono i Fremen con i vestiti freschi di tintoria:


                                Ah no, scusate, avevo letto "Morgan Fremen", questo era Oblivion.
                                Chiaro no?

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X