annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Dune - Denis Villeneuve

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Atlantide Visualizza il messaggio

    Quindi lui è così introverso anche nella vita vera? In che occasione lo hai visto?
    No, ho specificato che interpreta sempre una versione intristita di se stesso. Lui è più o meno un qualunque ragazzo della sua età che pensa alle canne e alla figa, un poco (comprensibilmente) montato dal successo. L'ho conosciuto quando han girato qui a Crema CMBYN, un mio amico gli faceva lezioni di chitarra durante le riprese e una mia amica è l'assistente di Guadagnino.

    Commenta


    • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
      E Aronofsky lo avrebbe preferito qualcuno a Villeneuve?
      È una battuta, vero?

      Aronosky che ha ampliamente esaurito tutto il suo talento, che se ne è uscito con due film disastrosi, che ha decisamente mostrato che non sa gestire un film ad alto budget e che è la prova empirica che non basta essere "visionari" per fare un buon film?

      A sto punto perché no, potevano darlo a Shyamalan, a Tim Burton o a Sam Raimi.

      Commenta


      • Ricordiamoci invece che prima di Villneuve a questo film avevano lavorato Peter Berg (brrr) e Pierre Morel (bbbbrrrrrrrrrrrrrr)
        Un regista ideale per me sarebbe stato Verbinski

        Commenta


        • Per me si continua a non centrare il punto, ossia che non esiste uno "stile visivo ideale" avulso dal registro narrativo che si vuol dare al film. Continuate a fare nomi che in un modo o nell'altro, sì, hanno un gusto per la costruzione visiva "visionaria" o molto estetizzante (come Verbinski), che ben si adatta al tono generale che vogliono dare ai loro film. Come si può sul serio prescindere l'immagine dalla narrazione? Allora perché no, anche Zack Snyder potrebbe andare bene, o James Gunn: sono entrambi decisamente visionari.


          È la stessa dinamica di quando era uscito Interstellar, i detrattori accusavano Nolan di essere poco visionario, quando in realtà l'impianto visivo di quel film è eccellente e coerente con il registro generale di Nolan.

          Commenta


          • Ad Aronofsky per quella orrenda ruffianata di The Wrestler già gli avrei dato i domiciliari, con i giganti transformers di roccia in Noah poi, babbabìa.
            Meglio non dire niente di π, da matematico avrei voluto prendere a capocciate lo schermo.

            No ecco, teniamoci stretto stretto Villeneuve se quelle sono le alternative "visionarie".

            Commenta


            • Taika Waititi?

              Commenta


              • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                Taika Waititi?
                tra poco me lo trovo anche nei cereali alla mattina

                Commenta


                • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio
                  È una battuta, vero?
                  No, una domanda
                  Luminous beings are we, not this crude matter.

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio
                    Per me si continua a non centrare il punto, ossia che non esiste uno "stile visivo ideale" avulso dal registro narrativo che si vuol dare al film. Continuate a fare nomi che in un modo o nell'altro, sì, hanno un gusto per la costruzione visiva "visionaria" o molto estetizzante (come Verbinski), che ben si adatta al tono generale che vogliono dare ai loro film. Come si può sul serio prescindere l'immagine dalla narrazione? Allora perché no, anche Zack Snyder potrebbe andare bene, o James Gunn: sono entrambi decisamente visionari.


                    È la stessa dinamica di quando era uscito Interstellar, i detrattori accusavano Nolan di essere poco visionario, quando in realtà l'impianto visivo di quel film è eccellente e coerente con il registro generale di Nolan.
                    Aspetta vediamo se ho capito il tuo discorso: in pratica stai dicendo che quelli finora menzionati siano bravi registi a livello visivo, ma che non sono bravi a rendere coesa una storia. Mentre Villneuve riesce a creare immagini magnifiche che accompagnano una narrazione fatta come dio comanda, giusto?

                    Commenta


                    • Wonder (mica tanto) Woman spostato a natale 2020. Ergo slitterà. Dal momento che Godzilla esce a maggio, questo potrebbe uscire a marzo. Date oltre maggio 2021 non voglio nemmeno prenderle in considerazione

                      Commenta


                      • Aronofsky ha esaurito tutto il suo talento... invece i Russo ed i Waititi sono il nuovo in ascesa.

                        Noah vale 1000 Endgame e Natale ad Asgard, solo che non gli si perdona l'essere tratto da un episodio della Bibbia.
                        È un peccato non vederlo alla regia di Dune e purtroppo vedere ovunque questa gente.
                        Ultima modifica di Sensei; 11 September 20, 18:19.

                        Commenta


                        • Natale 2021.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Atlantide Visualizza il messaggio

                            Aspetta vediamo se ho capito il tuo discorso: in pratica stai dicendo che quelli finora menzionati siano bravi registi a livello visivo, ma che non sono bravi a rendere coesa una storia. Mentre Villneuve riesce a creare immagini magnifiche che accompagnano una narrazione fatta come dio comanda, giusto?
                            Ma no intendevo che non ha nessun senso scindere lo stile visivo di un regista dal suo stile narrativo e che le due cose sono inseparabili. Se il punto è avere registi "visionari" ce ne sono a bizzeffe che hanno più estro di Villeneuve, ma che senso ha questa considerazione rispetto alla storia e allo script di Dune? Miller è un portento (in-un-film-uno della sua filmografia), ma chi ci garantisce che quello stile andrebbe bene per quello script? E se il punto è avere un design accattivante, allora davvero, perché non un Gunn? Ho recuperato da poco Gotg 2, ci sono elementi di design davvero accattivanti. Allora appunto, perché non Burton o Raimi?

                            Che ne sappiamo del tono che Villeneuve vuole dare al film? E che senso ha scindere le due cose? Quale registro visivo ez più adatto al tipo di narrazione che vuole dare? Non ce le ha, come non ce l'aveva quando si criticava Interstellar di essere poco visionario (come se questa fosse l'unica caratteristica da chiedere ad un film).

                            Fermo restando, appunto, che i nomi proposti finora sono salvo rare eccezioni registi bolliti o gente che di potenziale ne deve dimostrare ancora a iosa.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                              Aronofsky ha esaurito tutto il suo talento... in effetti Russo sono il nuovo in ascesa.

                              Noah vale 1000 Endgame, solo che non gli si perdona l'essere tratto da un episodio della Bibbia.
                              È un peccato non vederlo alla regia di Dune.
                              Noah fa schifo al cazzo, punto e basta. Puoi anche smetterla con ste frecciatine su Endgame, se sei così idiota da non capire il mio giudizio su Avengers almeno non rompermi le balle.

                              Commenta


                              • Noah fa schifo (punto e basta perché ipse dixit, già che ci siamo sbattiamo anche i piedi), Endgame il nuovo che avanza e gli asini volano.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X