annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Dune - Denis Villeneuve

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da omark Visualizza il messaggio
    Jodorowsky Reviews Villeneuve’s ‘Dune’ Trailer: ‘Very Well Done’ but ‘Everything Is Predictable’

    “I saw the trailer. It’s very well done,” Jodorowsky said. “We can see that it is industrial cinema, that there is a lot of money, and that it was very expensive. But if it was very expensive, it must pay in proportion. And that is the problem: There [are] no surprises. The form is identical to what is done everywhere. The lighting, the acting, everything is predictable.”

    Jodorowsky continued, “Industrial cinema is incompatible with auteur cinema. For the former, money comes before. For the second, it’s the opposite, whatever the quality of a director, whether my friend Nicolas Winding Refn or Denis Villeneuve. Industrial cinema promotes entertainment, it is a show that is not intended to change humanity or society.”



    https://www.yahoo.com/entertainment/...Ti0WU8M-a0YEEo
    Mah, un po' banale la disamina sulla dicotomia tra cinema d'intrattenimento e cinema d'autore... La solita solfa trita e ritrita dei soldi contro il cambiare la società. Come se Villeneuve non avesse davvero questa impronta autoriale (per quanto ovviamente avrà dovuto mediare qualcosa per un film di questa portata) o come se tutti i film d'autore si ponessero obiettivi umanitari, filantropici e di progresso socioculturale...
    Nolan fa esattamente quello che vuole (piaccia o non piaccia) e lavora con tanti soldi. E vende.
    Sull'analisi più tecnico/artistica di quanto si vede ha indubbiamente ragione da vendere. Ma ancora: quanto dipende da lacune di Villeneuve o suoi stilemi e quanto da imposizioni del business? DIfficile quantificarlo.

    Commenta


    • Il trailer mi ha lasciato ottime sensazioni, pur confermando le considerazioni fatte precedentemente su una certa mancanza di coraggio (o estro se vogliamo) nell'impostazione visiva del tutto. Anche a livello di fotografia ci sono cose che mi piacciono, altre meno. C'è questa sorta di patina grigia costante che cerca di restituire un feeling più realistico e meno colorato e cartoonesco ma secondo me appiattisce un po' il tutto (scena finale con vermone emblematica in tal senso)
      A parte questo comunque l'impatto generale non mi è dispiaciuto affatto. Cast eccezionale btw, probabilmente il selling point più importante del film. Peccato non aver sentito il lavoro di Zimmer.

      Commenta


      • Villeneuve sta facendo il film dei suoi sogni. Ha nel cassetto queste fantasie da quando è bambino. Ora finalmente può realizzarle, non dico gli abbiano dato completamente carta bianca ma è impossibile non notare l'entusiasmo con cui parla nelle interviste, a riprova che sta creando la sua personale versione di quel romanzo letto da bambino. Punto.
        La visione di un regista si può ben raccordare con quelli che sono gli obiettivi della grossa macchina produttiva hollywoodiana, magari ha un modo di lavorare e di gestire il materiale incline ai gusti di chi produce certa roba, ciò non significa che suddetto regista lavori esclusivamente per i soldi e in nome di un effimero intrattenimento, nel caso di Villeneuve i suoi film non sono delle giostre che rinunciano a qualsivoglia ambizione autoriale. Ne abbiamo chiari esempi nella sua filmografia passata e adesso questo trailer conferma la presenza di un marchio identificativo di chi sta seduto in cabina di pilotaggio. Un impronta stilistica che per carità può piacere come no. L'importante è notarla. Chi si sbilancia in certi parallelismi evidentemente non l'ha notata.
        Per il resto totalmente d'accordo con The Inquisitor.
        Ultima modifica di MrCarrey; 16 September 20, 12:42.
        tumblr_oc8g4uj7aK1sec0ywo1_1280.jpg

        Commenta


        • A me onestamente non interessa se il film ha un approccio autoriale o popolare. Mi interessa più quello che mi trasmette, le sensazioni che provoca... e queste cose, spesso esulano dall'etichetta.

          Il trailer per me ha fatto emergere due lati della medaglia.

          1) c'è un evidente messa in scena grandiosa, campi lunghi da mozzare il fiato e probabilmente una cura minuziosa sui personaggi e la trama

          2) c'è un evidente problema nell'aver dato questa impostazione così seria, scolorita e grigia alla pellicola, manca per me quello che una serie sci-fi dovrebbe avere il "sense of wonder" e quel tocco di personalità in più che, per una saga che potrebbe tranquillamente ambire alla grandezza di SW e ISDA, non può permettersi di non avere.

          ora il punto 1 è fondamentale per la riuscita di qualsiasi film ma, il punto 2 per me è anche più importante visto che parliamo di Dune e non di un pizza e fichi qualunque.
          "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
          And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
          That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


          # I am one with the Force and the Force is with me #

          -= If You Seek His Monument Look Around You =-

          Commenta


          • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
            A me onestamente non interessa se il film ha un approccio autoriale o popolare. Mi interessa più quello che mi trasmette, le sensazioni che provoca... e queste cose, spesso esulano dall'etichetta.

            Il trailer per me ha fatto emergere due lati della medaglia.

            1) c'è un evidente messa in scena grandiosa, campi lunghi da mozzare il fiato e probabilmente una cura minuziosa sui personaggi e la trama

            2) c'è un evidente problema nell'aver dato questa impostazione così seria, scolorita e grigia alla pellicola, manca per me quello che una serie sci-fi dovrebbe avere il "sense of wonder" e quel tocco di personalità in più che, per una saga che potrebbe tranquillamente ambire alla grandezza di SW e ISDA, non può permettersi di non avere.

            ora il punto 1 è fondamentale per la riuscita di qualsiasi film ma, il punto 2 per me è anche più importante visto che parliamo di Dune e non di un pizza e fichi qualunque.

            Per me è troppo presto trarre queste conclusioni. Il trailer ha tre difetti fondamentali: ha un montaggio molto banale che secondo me appiattisce la portata narrativa del prodotto finale; mostra veramente poco, soprattutto in termini di sense of wonder (le cose più interessanti sono dei frame di pochi secondi); invece di darci un assaggio della ost, hanno piazzato quell'orrenda cover.

            Villeneuve nel montaggio delle sequenze, nell'uso del sound design e della musica e nella creazione di atmosfere cariche di tensione ha mostrato di saperci fare parecchio.

            Si può dire quello che si vuole, ma queste sono ottime sequenze:







            Peraltro si vede uno stilema di costruzione narrativa audiovisiva della scena che è una sua caratteristica peculiare e che ritorna in BR2049.

            Insomma, ho parecchio da ridire su alcune scelte scellerate di costruzione del trailer, ma per me l'interesse non è calato minimamente e sono sicuro che vedremo qualcosa di molto più valido di quello che si può intravvedere.

            Commenta


            • Originariamente inviato da omark Visualizza il messaggio
              Jodorowsky Reviews Villeneuve’s ‘Dune’ Trailer: ‘Very Well Done’ but ‘Everything Is Predictable’

              “I saw the trailer. It’s very well done,” Jodorowsky said. “We can see that it is industrial cinema, that there is a lot of money, and that it was very expensive. But if it was very expensive, it must pay in proportion. And that is the problem: There [are] no surprises. The form is identical to what is done everywhere. The lighting, the acting, everything is predictable.”

              Jodorowsky continued, “Industrial cinema is incompatible with auteur cinema. For the former, money comes before. For the second, it’s the opposite, whatever the quality of a director, whether my friend Nicolas Winding Refn or Denis Villeneuve. Industrial cinema promotes entertainment, it is a show that is not intended to change humanity or society.”



              https://www.yahoo.com/entertainment/...Ti0WU8M-a0YEEo
              In pratica il solito concetto del "non è cinema", che noia.

              C'è il montaggio e un canovaccio = cinema (poi si può discutere l'ambizione)

              Presa diretta e non sai che può accadere = telegiornale

              Pensavo che ad una certa fosse chiaro a tutti.

              Commenta


              • Io metto un video tributo con tanta bella roba figa del buon Denis tanto sottovalutato da queste parti porello

                Tra le altre cose ha un feticismo per le mani che compete forte con Tarantino
                Ultima modifica di MrCarrey; 16 September 20, 18:39.
                tumblr_oc8g4uj7aK1sec0ywo1_1280.jpg

                Commenta




                • Non mi piace.

                  Commenta


                  • Vabbè ma mica è lo score di Zimmer. È quello che si sente nel trailer senza i dialoghi. Dopo il primo minuto parte pure la cover dei Pink Floyd.
                    tumblr_oc8g4uj7aK1sec0ywo1_1280.jpg

                    Commenta


                    • Non ricordo più ma l'immagine che si vede nel video fa parte del materiale promozionale del film? Perché la resa di quel deserto con il verme-duna che lo attraversa è fantastica. Mi sarebbe piaciuto vedere quei colori nel trailer.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio


                        Non mi piace.
                        Niente da fare! Io riesco a sentirci solo i "BAAM BUUM ZAAM"!

                        Mai capito perché sto compositore lavori tanto nei blockbuster. Ma ho apprezzato che lo abbiano preso per il culo pure in The Boys.

                        Commenta


                        • Da quel che ha detto MrCarrey non è lo score di Zimmer. E' solo quello che abbiamo sentito nel trailer e non credo proprio resterà nel film. Comunque parecchio bruttino come tema, soprattutto per un trailer.

                          Commenta


                          • in realtà siete stati tutti smentiti da questa recente dichiarazione:

                            "Il trailer di Dune propone una cover di Eclipse, un iconico brano dei Pink Floyd e Hans Zimmer ha svelato in che modo ha lavorato per creare la suggestiva musica che accompagna le prime sequenze del film diretto da Denis Villeneuve.
                            Nel video si può sentire il risultato finale dell'impegno del compositore che firmerà anche la colonna sonora dell'atteso lungometraggio in arrivo a dicembre.

                            Hans Zimmer ha raccontato che per incidere Eclipse, tratto dallo storico album del 1973 Dark Side of the Moon, ha collaborato con un coro, composto da 32 voci, di Los Angeles.
                            L'artista ha realizzato otto sessioni con quattro interpreti per volta pur di mantenere la distanza sociale resa necessaria dalla pandemia.
                            Il testo è stato interpretato da 12 cantanti, mentre altre 20 persone hanno inciso i cori.

                            Edie Lehmann Boddicker, che si è occupato dell'assunzione delle persone coinvolte, ha dichiarato: "Voleva rendere omaggio all'originale, con un sound molto specifico, in modo tale che le voci non sembrassero urgenti. C'è una certa gioia nel brano, molta speranza. Si tratta di qualcosa di molto pacifico e che non sembra di questo pianeta".
                            Boddicker aveva già collaborato con Hans Zimmer in occasione della colonna sonora del film Il Re Leone e ha aggiunto: "Abbiamo seguito tutti i protocolli COVID-19. Tutti hanno indossato delle maschere tranne quando erano nei rispettivi cubicoli, divisi dal vetro, tutti con i loro microfoni, e tutto veniva disinfettato tra le varie sessioni".

                            Zimmer non è mai andato nello studio, continuando a lavorare da casa e con le persone coinvolte usando FaceTime. Nel trailer non si può sentire il brano intero inciso per l'occasione in collaborazione con Steven Doar, la violoncellista Tina Guo, il bassista Juan Garcia-Herreros e il chitarrista Guthrie Govan.

                            Le vendite di Eclipse, grazie alla popolarità del trailer di Dune, sono cresciute online di ben l'1.750%."



                            e adesso?


                            comunque io Zimmer lo apprezzo, il lavoro fatto in BR2049 è criticato da chi non riesce a non sentire solo rumori lasciandosi sfuggire le sottigliezze, non ha fatto il theme riconoscibile quindi ovvio che molti si siano sentiti spaesati, per lui ho coniato un termine per descrivere i suoi lavori nei film: è un "atmosferista", in BR2049 più che mai, i suoni diventano organici con la scena stessa seguendo i movimenti di macchina alla vecchia maniera come fece prima di lui Vangelis

                            Ultima modifica di A.Crowley; 17 September 20, 17:14.

                            Commenta


                            • E' una cacata prodotta per il trailer e per omaggiare Jodo, nel film non la sentiremo.

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                                E' una cacata prodotta per il trailer e per omaggiare Jodo, nel film non la sentiremo.
                                si, però ci ha lavorato Zimmer

                                cosa che molti non davano per scontato (me stesso compreso)

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X