annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Diabolik - Manetti Bros.

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
    Scusate ma si sa già chi curerà le musiche? Per me saranno fondamentali per delineare l'ambientazione.

    Così di primo acchitto mi vengono in mente le colonne sonore dei vecchi film anni '70 poliziotteschi, per un film su Diabolik
    Franco Micalizzi ?

    "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


    Votazione Registi: link

    Commenta


    • Originariamente inviato da nite owl Visualizza il messaggio
      Ho letto ora che la colonna sonora è composta da Pivio e Aldo De Scalzi, molto bene.
      Delle musiche ne parlavo qui sopra i Manetti hanno chiesto ai compositori una colonna sonora "in stile jazz d'antan" (che vuol dire tutto e niente)

      Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
      Pare pari pari alla Pantera Rosa di Blake Edwards leggendo la sinossi
      Premesso che devo rivedere la Pantera Rosa perché saranno almeno 15/16 anni che non lo vedo, ma ti assicuro che le similitudini si fermano a questa sinossi di due righe

      Vi lascio alcune chicche che ho trovato spulciando le varie interviste e le varie chiacchierate social con persone più o meno coinvolte

      1) Il finale del film non rispecchia quello dell'albo originale: è stato modificato appositamente dagli autori del soggetto

      2) Mario Gomboli, direttore di Astorina e a tutti gli effetti erede delle sorelle Giussani (nonchè massimo esperto vivente di Diabolik) avrà un cameo stile Stan Lee nel film

      3) Lo stesso Gomboli ha avuto l'ultima parola su ogni decisione presa a livello di soggetto del film, pretendendo la fedeltà assoluta allo spirito del fumetto: chiaramente ci saranno dei cambiamenti per adattarsi al cinema, ma le caratteristiche chiave dei personaggi sono quelle del fumetto e non si scappa

      4) Gomboli ha visto il film e ha lodato in particolare la performance di Miriam Leone, che a suo dire è una Eva Kant davvero perfetta
      Ultima modifica di nite owl; 01 July 20, 09:18.

      Commenta


      • Ripeto per la terza volta, era per dire che la sinossi presenta un soggetto stra-classico ho scelto quel paragone perchè avevo rivisto il film di recente ed ha oltre 50 anni, quindi il film dovrà necessariamente puntare su altro per essere attrattivo per le nuove generazioni. Magari anche sull'efferatezza del personaggio, che Mario Bava non potè mostrare appieno per via delle imposizioni produttive di De Laurentis.

        Commenta


        • Originariamente inviato da David.Bowman Visualizza il messaggio
          Franco Micalizzi ?
          Yep!


          nite owl ah ecco.. thanks per la info. jazz d'antan? mmm boh sentiremo. i Manetti c'hanno sempre idee stravaganti (nel bene o -quasi sempre- nel male)
          "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
          And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
          That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


          # I am one with the Force and the Force is with me #

          -= If You Seek His Monument Look Around You =-

          Commenta


          • Considerando l'ambientazione direi che qualcosa sul jazz ci possa stare, penso ad esempio alle colonne sonore dei film di Kriminal e Satanik firmate da Pregadio e Mussolini. Però quelli erano film che si discostavano molto dalle atmosfere grottesche dei fumetti per inseguire il canone Bond/avventuroso del periodo (almeno i due Kriminal; Satanik resta al momento, paradossalmente, il film più fedele tratto da un fumetto nero, almeno per quel po' che ricordo di quel film comunque molto brutto), mentre da Diabolik mi aspetto qualcosa di meno scanzonato nei toni e quindi con una musica un po' più "sofisticata" di un semplice motivetto allegro

            Commenta


            • Si, vista l'ambientazione di primi anni '60 o fai qualcosa di jazzato o fai una colonna sonora in stile 007, robe come le colonne sonore dei polizieschi anni '70 alla Micalizzi o Ciprani li vedo un pò fuori contesto, se il film ha un successo tale da garantire una serie di sequel e magari quest eventuali sequel sono ambientati negli anni '70, allora una ost alla Micalizzi ci sta alla grande (e in quel caso chiamerei i Calibro 35 alla colonna sonora).

              Commenta


              • Ah non sapevo che l'ambientazione fosse anni '60. Immaginavo più una cosa fine anni '60 e inizio '70. Per quello ci vedevo bene una colonna sonora di quello stampo.

                Il jazz ci sta.. ma jazz d'antan vuol dire roba un po' particolare (forse quasi grottesca?) rispetto al classico jazz. Poi non so di preciso cosa vogliono intendere loro, ad ogni modo per me le musiche in film del genere sono importantissime, fanno un buon 40% del prodotto (per rimanere umili), ti aiutano ad entrare nell'ambientazione e vanno a braccietto con le scenografie, costumi e fotografia.
                "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                # I am one with the Force and the Force is with me #

                -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                Commenta


                • Il fatto che abbiano i loro collaboratori musicali storici (che hanno sempre mostrato grande versatilità) mi fa ben sperare.

                  Comunque Diabolik è uno degli esempi migliori che si possano fare per riflettere sulla soggettività: tutti lo conosciamo, siamo tutti in grado di capire al volo se un adattamento è fedele o meno ai canoni, eppure sono pronto a scommettere che ognuno di noi ha un'idea diversa riguardo le musiche che dovrebbe avere (io ad esempio per il tema dedicato a Diabolik vedrei bene un bel giro di basso di quelli che ti entrano in testa al volo), o anche solo delle voci che dovrebbero avere i tre protagonisti.
                  E' questa secondo me la cosa che minaccerà maggiormente il film e i Manetti ne sono ben consapevoli (ne parlavano in un'intervista tempo fa): loro cercano di mantenersi il più fedeli possibile al fumetto, ma alla fine devono prendere per forza certe decisioni importanti basandosi solo sulla loro personale interpretazione del personaggio e sulla loro sensibilità cinematografica.

                  Questo da un lato mi rassicura però, perché sentendoli ragionare mi rendo conto di avere tantissime idee in comune con questi due registi

                  Commenta


                  • Accontentare a tutti i costi la varietà di pubblico, soprattutto quel tipo di pubblico che in un'opera cartacea respira un po' quel che vuole, è difficile e chi facendone un film si approccia con l'idea di dover fare un qualcosa "per tutti", di solito se ne esce con una ciofeca che osa poco.

                    Delle volte è meglio osare. Alla fine anche PJ, con Tolkien che è qualcosa di ancora più soggettivo per i lettori, ha scelto per il dare vita alla sua interpretazione, conscio che tolti 2-3 punti cardine su cui si poteva essere fedeli alla fonte (palesemente scopiazzati a Bakshi), i ritmi dei tre film avevano bisogno di una interpretazione personale. Gli ha detto bene e nonostante qualche polemica (già messa in conto) qua e la, sono usciti tre capisaldi del cinema contemporaneo.

                    I Manetti che sono ancora più aiutoriali (e amatoriali) non mi meraviglia se si approcceranno a Diabolik, con gusto e tocco personale, l'importante è che non si incastrino troppo nella fedeltà del fumetto, perché il linguaggio cinematografico ha bisogno di alcune dinamiche che se prese pari a un fumetto, non so quanto possano rendere.

                    In tal caso, l'ingenuità del Diabolik che esce dalla fogna, per quanto a me piace nel contesto del teaser poster, può destare sospetti che all'interno della pellicola, risulti grottesco; che si scelgano elementi caratteristici del fumetto "perché sì", senza dargli forma e sostanza.

                    Diabolik ha potenzialità e poco importa se hanno scelto un attore che fisicamente poco ci prende, è comunque uno dei pochi attori italiani che sa realmente recitare, quindi meglio lui che un modello belloccio che magari avrebbe avuto solo la caratteristica dell'occhietto uguale a Diabolik.

                    A me continua a preoccupare un po' il budget, non vorrei che la cosa si notasse in pellicola
                    "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                    And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                    That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                    # I am one with the Force and the Force is with me #

                    -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                    Commenta


                    • E tra l'altro nell'ultimo numero del fumetto c'è pure un tombino lasciato aperto, ma è un diversivo; oltre ad un gioco meta-fumettistico?
                      Il paradosso estetico per cui DK gira realisticamente in calzamaglia blu notte per ragioni mimetiche è disatteso dal fumetto come credo daun film che non si potrà permettere inquadrature troppo scure ed indistinte...Perciò i registi gliela faranno "scontare"reinventando altri dettagli , tanto per far vedere che sono anch'essi Autori e non esecutori?
                      "...perché senza amore non possiamo che essere stranieri in paradiso"

                      Commenta


                      • Non sarebbe l' ora di un teaser trailer?
                        Accontentiamoci.

                        Commenta


                        • Ma che è sta cafonata

                          Commenta


                          • Molto meglio il primo poster secondo me

                            Commenta


                            • Più finto di una banconota da due euro

                              Commenta


                              • Oddio la calza maglia che si modella in modo millimetrico sul corpo tanto da far sembrare le orecchie nude come nei fumetti... dai su, in live sta roba è impossibile a meno di non essere in realtà tutto dipinto di nero.
                                "Austria, Polonia, Ungheria vi prendete i migranti? No. Ci pagate per mandare via quelli senza permesso di soggiorno? Sempre No. Fantastico! Eccovi dei fondi europei". cit. Alessandro Masala

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X