annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il Topic Generico sul Cinema

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Maddux Donner
    ha risposto
    Jeff Bridges ha annunciato di avere un linfoma: l'attore ci ha tenuto però a rassicurare tutti dicendo di essere in ottime mani

    Lascia un commento:


  • Maddux Donner
    ha risposto
    Da oggi alcuni film su Disney+ come Peter Pan, Dumbo e Fantasia riportano una nuova avvertenza per contenuti datati e offensivi

    Lascia un commento:


  • Cooper96
    ha risposto
    Si, comparavo quanto la Disney ricava dal box office vs quanto ricava dallo streaming di Disney+, visto che si parlava del suo annuncio recente di dare priorità ai contenuti streaming.

    Lascia un commento:


  • mr.fred
    ha risposto
    Ti riferivi ai soli incassi Disney? Io a tutti quanti.

    Lascia un commento:


  • Cooper96
    ha risposto
    Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio

    Ehm no, gli incassi mondiali della sala nel 2019 sono ammontati a 42,5 miliardi.
    11,2 miliardi erano solo quelli americani.
    Grazie soprattutto alla forte crescita cinese si era raggiunto uno storico record.
    Sicuro? La mia fonte era questa: https://variety.com/2020/film/box-of...19-1203453364/
    Non è che tu ti riferisci ai ricavi totali comprendenti anche l'extra box-office?

    Lascia un commento:


  • mr.fred
    ha risposto
    Originariamente inviato da Cooper96 Visualizza il messaggio
    ste_ Ho provato a fare una stima per curiosità. Disney+ ha sui 60 milioni di iscritti, ciascuno pagante tra i 6 e i 7 euro al mese. Stando pessimisti, in un anno la Disney alza 6*60*12=4,3 miliardi di euro l'anno, se il numero di iscritti rimane costante. Nel 2019 gli incassi mondiali dalla sala amontavano a 11.2 miliardi (di dollari, non euro). Dimezzandoli perchè nelle sue casse ne finisce meno del 50%, dalla sala ha guadagnato 5.5 miliardi (di dollari).
    Non saprei proprio come quantificare i costi di gestione della piattaforma Disney+ tra affitto server/spazio web, assistenza clienti, diritti sportivi e chissà che altro ma a sensazione mi pare un modello profittevole se il numero di iscritti continua ad aumentare...
    Ehm no, gli incassi mondiali della sala nel 2019 sono ammontati a 42,5 miliardi.
    11,2 miliardi erano solo quelli americani.
    Grazie soprattutto alla forte crescita cinese si era raggiunto uno storico record.



    ​​​​​​Per questo dubito che lasceranno morire un business così redditizio, ci sarà una rimodulazione ma la chiusura no dai.
    Ultima modifica di mr.fred; 13 October 20, 21:50.

    Lascia un commento:


  • ste_
    ha risposto
    Originariamente inviato da Cooper96 Visualizza il messaggio
    ste_ Ho provato a fare una stima per curiosità. Disney+ ha sui 60 milioni di iscritti, ciascuno pagante tra i 6 e i 7 euro al mese. Stando pessimisti, in un anno la Disney alza 6*60*12=4,3 miliardi di euro l'anno, se il numero di iscritti rimane costante. Nel 2019 gli incassi mondiali dalla sala amontavano a 11.2 miliardi (di dollari, non euro). Dimezzandoli perchè nelle sue casse ne finisce meno del 50%, dalla sala ha guadagnato 5.5 miliardi (di dollari).
    Non saprei proprio come quantificare i costi di gestione della piattaforma Disney+ tra affitto server/spazio web, assistenza clienti, diritti sportivi e chissà che altro ma a sensazione mi pare un modello profittevole se il numero di iscritti continua ad aumentare...
    Sisì il ragionamento fila. In ogni caso sarebbe triste vedere questo modello applicato a tutti i film. Idem se fosse che solo i grandi blockbuster andassero in sala, cosa che già in parte succede.

    Lascia un commento:


  • Cooper96
    ha risposto
    ste_ Ho provato a fare una stima per curiosità. Disney+ ha sui 60 milioni di iscritti, ciascuno pagante tra i 6 e i 7 euro al mese. Stando pessimisti, in un anno la Disney alza 6*60*12=4,3 miliardi di euro l'anno, se il numero di iscritti rimane costante. Nel 2019 gli incassi mondiali dalla sala amontavano a 11.2 miliardi (di dollari, non euro). Dimezzandoli perchè nelle sue casse ne finisce meno del 50%, dalla sala ha guadagnato 5.5 miliardi (di dollari).
    Non saprei proprio come quantificare i costi di gestione della piattaforma Disney+ tra affitto server/spazio web, assistenza clienti, diritti sportivi e chissà che altro ma a sensazione mi pare un modello profittevole se il numero di iscritti continua ad aumentare...

    Lascia un commento:


  • Medeis
    ha risposto
    Originariamente inviato da ste_ Visualizza il messaggio

    Scusatemi io non sono un economista ma dal momento che lanci la distribuzione streaming è ovvio che abbatti un bel po' di costi. Quello che mi chiedo è, in prospettiva, quanto i guadagni potrebbero essere? Nel senso, il modello streaming è così fruttifero? Perché ,ad esempio, ad un certo punto, gli abbonati potrebbero non più crescere oppure alcuni potrebbero togliere l'iscrizione. Alla fine non ci sono gli stessi alti e bassi che ci possono essere con una distribuzione classica? Con la differenza che la distribuzione classica comporta maggiori rischi ma anche possibili maggiori guadagni. Anche perchè anche altri modelli come la tv satellitare a pagamento che sembrava dovessero sostituire quella classica alla fine hanno avuto una contrazione. La distribuzione "classica" non mi sembra ancora un mercato così di nicchia come può essere l'home theatre casalingo. E poi comunque se in futuro la gente preferirà vedere nuovi film su tablet e smartphone siamo messi male... Perchè, alla fine, sono pochissimi gli appassionati che fanno il ragionamento di vedersi a casa il film perchè se lo godono meglio, perchè hanno un impianto superiore... La maggior parte della gente non ci va per una questione di pigrizia e costi ma non certamente per gli spettatori maleducati o per l'audio non eccelso. Poi ovviamente alcune grandissime catene di multisala hanno contribuito a questa idea di cinema "maltenuto"... E questo dà fastidio anche a me, ma solo perchè sono appassionato e sto attento a certe cose.
    Non è la prima volta che le majors mettono la sala in subordine, era già successo nei primi anni Ottanta con il boom della tv commerciale, dove per anni abbiamo assistito alla chiusura di sale, e quelle che resistevano proiettavano quiz e varietà... potrebbe accadere qualcosa di simile con le sale costrette a fare da contenitore di contenuti già usciti sulle piattaforme. Quelle che non abbasseranno le saracinesche per sempre.

    Lascia un commento:


  • ste_
    ha risposto
    Originariamente inviato da Medeis Visualizza il messaggio
    Qualcuno mesi fa sosteneva che io fossi troppo pessimista sulle sorti del cinema. I fatti purtroppo sembrano darmi ragione. Dio solo sa però quanto vorrei essere nel torto...

    https://www.comingsoon.it/cinema/new...ing-a/n112361/
    Scusatemi io non sono un economista ma dal momento che lanci la distribuzione streaming è ovvio che abbatti un bel po' di costi. Quello che mi chiedo è, in prospettiva, quanto i guadagni potrebbero essere? Nel senso, il modello streaming è così fruttifero? Perché ,ad esempio, ad un certo punto, gli abbonati potrebbero non più crescere oppure alcuni potrebbero togliere l'iscrizione. Alla fine non ci sono gli stessi alti e bassi che ci possono essere con una distribuzione classica? Con la differenza che la distribuzione classica comporta maggiori rischi ma anche possibili maggiori guadagni. Anche perchè anche altri modelli come la tv satellitare a pagamento che sembrava dovessero sostituire quella classica alla fine hanno avuto una contrazione. La distribuzione "classica" non mi sembra ancora un mercato così di nicchia come può essere l'home theatre casalingo. E poi comunque se in futuro la gente preferirà vedere nuovi film su tablet e smartphone siamo messi male... Perchè, alla fine, sono pochissimi gli appassionati che fanno il ragionamento di vedersi a casa il film perchè se lo godono meglio, perchè hanno un impianto superiore... La maggior parte della gente non ci va per una questione di pigrizia e costi ma non certamente per gli spettatori maleducati o per l'audio non eccelso. Poi ovviamente alcune grandissime catene di multisala hanno contribuito a questa idea di cinema "maltenuto"... E questo dà fastidio anche a me, ma solo perchè sono appassionato e sto attento a certe cose.

    Lascia un commento:


  • mr.fred
    ha risposto
    Disney merda, non una novità.

    Lascia un commento:


  • Medeis
    ha risposto
    Qualcuno mesi fa sosteneva che io fossi troppo pessimista sulle sorti del cinema. I fatti purtroppo sembrano darmi ragione. Dio solo sa però quanto vorrei essere nel torto...

    https://www.comingsoon.it/cinema/new...ing-a/n112361/

    Lascia un commento:


  • UomoCheRide
    ha risposto
    Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio

    Gabriele Niola fa il punto della situazione, studio per studio.
    Disney è quella messa peggio (incredibile a dirsi fino a pochi mesi fa).
    Che sia il karma?
    Chissà quanti posti di lavoro salteranno

    Lascia un commento:


  • mr.fred
    ha risposto
    Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
    Sale chiuse in America e Regno Unito. Cinema che rischiano il fallimento.
    Che ne pensate?
    https://cinema.fanpage.it/mondo-del-...e-regno-unito/

    Io temo una forte recessione su tutti i settori. Credo che la gente continuerà ad avere bisogno di andare al cinema per passare il tempo ma, al contempo, questa situazione porterà moltissime strutture a chiudere creando degrado urbano (grosse strutture abbandonate a se stesse) senza la sicurezza che possano riaprire in futuro
    Gabriele Niola fa il punto della situazione, studio per studio.
    Disney è quella messa peggio (incredibile a dirsi fino a pochi mesi fa).
    Che sia il karma?

    Molte sale non arriveranno alla primavera quando forse i blockbuster americani usciranno. O chiuderanno o qualcuno li comprerà. Ma chi?

    Lascia un commento:


  • mr.fred
    ha risposto
    Cirque du Soleil non è già fallito?

    Originariamente inviato da aldo.raine89 Visualizza il messaggio
    https://blog.screenweek.it/2020/10/f...ra-752705.php/

    Annunciato il programma della Festa del Cinema di Roma.
    Tra i film di cui si é parlato negli ultimi mesi e settimane ci saranno Ammonite, Druk, quello di Ozon e quello di Steve McQueen. Ci saranno anche in anteprima due episodi di Romolus.

    Io in quei giorni saró in viaggio nella capitale.
    A seconda della disponibilitá di biglietti e delle normative di sicurezza applicate conto di vedere qualche film e assistere a qualche evento.

    Se qualche utente romano o dei dintorni pensava di farsi un giro alla Festa si senta pure libero di contattarmi tramite messaggio privato così possiamo eventualmente organizzarci.
    C' è anche Soul.

    Lascia un commento:

In esecuzione...
X