annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Box Office italiano: incassi e pronostici

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • The farewell considerando il numero di copie mai sopra le 50 non è andato malaccio. Certo è natale.

    Di Zalone molti miei amici insospettabili mi hanno detto "film bellissimo". Come ha scritto pure Aldo Grasso.
    Ma sia i miei amici che grasso dicono che non fa ridere.
    Quindi boh film per il pubblico radical? Se non fa ridere crolla? O il pubblico di zalone va o è andato comunque e potrebbero andare pure i fan di Albanese col passaparola?. Secondo me alla fine terrà alla grande e il calo se non fa ridere si avvertirà col prossimo.

    A sto giro comunque visto il tema e come è affrontato ci potrebbe scappare la agognata nomina al David Di Donatello, tanto nominano certa robaccia... Il bello è che se ne parlerà nell'aprile 2021 visto che non so se avete letto ma i david spostati ad aprile nel 2020-2021-2022. Gli conviene farli in autunno così premiano film usciti 2 anni prima
    Ultima modifica di Sebastian Wilder; 06 gennaio 20, 10:54.

    Commenta


    • L'ho visto ieri Tolo Tolo, sicuramente è il film meno divertente di Zalone ma la gente continuerà ad andare in sala per curiosità. L'aver affrontato l'argomento immigrazione sicuramente gli costerà un calo di popolarità, e su questo devo dire tanto di cappello perché non mi aspettavo che il comico più popolare (nel verso senso della parola) del paese andasse a fare un film del genere invece di sedersi sugli allori. E la trollata del trailer è stata magnifica.
      Comunque è un film "schierato" (co-scritto da Virzì), e non lo dico in senso negativo, non so come si faccia a considerarlo cerchiobottista o addirittura di destra quando il messaggio è così chiaro.

      Commenta


      • Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
        L'ho visto ieri Tolo Tolo, sicuramente è il film meno divertente di Zalone ma la gente continuerà ad andare in sala per curiosità. L'aver affrontato l'argomento immigrazione sicuramente gli costerà un calo di popolarità, e su questo devo dire tanto di cappello perché non mi aspettavo che il comico più popolare (nel verso senso della parola) del paese andasse a fare un film del genere invece di sedersi sugli allori. E la trollata del trailer è stata magnifica.
        Comunque è un film "schierato" (co-scritto da Virzì), e non lo dico in senso negativo, non so come si faccia a considerarlo cerchiobottista o addirittura di destra quando il messaggio è così chiaro.
        l'ho visto anche io.
        Il problema non è tanto se è schierato o meno: il problema ,mio modesto avviso,è che il film non decolla e rimane in quel limbo tra farsa e commedia.
        Tanto di cappello a Zalone per aver rischiato con un prodotto "diverso" e non essersi seduto sugli allori ma sinceramente mi aspettavo un salto di qualità in più,sopratutto a livello registico, cosa che non ho riscontrato( forse l'assenza di Nunziante non ha pagato).
        Ho letto addirittura recensioni che lo paragonano a "La Vita è bella" di Benigni: per favore tutto ma non paragoniamo un capolavoro del genere ad una commediola(e lo dico da fans storico di Zalone dal 2005 da quando partecipò a Zelig Off).
        "Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza"

        Commenta


        • Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
          L'ho visto ieri Tolo Tolo, sicuramente è il film meno divertente di Zalone ma la gente continuerà ad andare in sala per curiosità. L'aver affrontato l'argomento immigrazione sicuramente gli costerà un calo di popolarità, e su questo devo dire tanto di cappello perché non mi aspettavo che il comico più popolare (nel verso senso della parola) del paese andasse a fare un film del genere invece di sedersi sugli allori. E la trollata del trailer è stata magnifica.
          Comunque è un film "schierato" (co-scritto da Virzì), e non lo dico in senso negativo, non so come si faccia a considerarlo cerchiobottista o addirittura di destra quando il messaggio è così chiaro.
          Ma infatti i politici di destra hanno detto che è brutto, di sinisrea lo hanno difeso.
          Il film nasceva come una idea di Virzì con già una prima sceneggiatura, che l'ha proposto a Zalone e poi hanno apportato modifiche per costruirlo un po' sul suo personaggio come ovvio che sia. Date le premesse non stento a credere che possa essere decisamente diverso dai precedenti, e si senza dubbio ha avuto coraggio a proporre una cosadel genere, che sicuramente dal prossimo film lo potrebbe danneggiare. Si vede che era stanco del personaggio, delle troppe aspettative e ha voluto dare una sterzata, magari con una ridimensionata futura pure cercata.

          Commenta


          • Io non l'ho ancora visto però ho letto diverse critiche anche verso lo Zalone regista, non posso dare ovviamente ancora il mio giudizio, ma pensate che dal prossimo film Zalone tornerà a lavorare con un regista di professione ammettendo di non essere in grado di dirigere i suoi film?

            Commenta


            • Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio
              Ma infatti i politici di destra hanno detto che è brutto, di sinisrea lo hanno difeso.
              Lo so (e godo per l'ennesima figuraccia di Salvini, che ingannato dal trailer se ne era uscito con un "farei Zalone senatore a vita" ), mi riferivo ai commenti che si sono letti anche qui sul forum.
              Comunque non mi è sembrato un film troppo lontano dagli altri dal punto di vista della regia, al massimo direi che negli altri film i tempi comici di alcune battute erano sfruttati meglio ma qui c'è anche qualche ideuzza visiva ogni tanto (ma niente di che, parliamo sempre di una commedia italiana). La cosa peggiore è il mixing audio in alcuni punti, tant'è che le parole di alcune canzoni si capivano appena

              Commenta


              • È un po' che non vedo quelli vecchi ma sinceramente la regia non mi è dispiaciuta affatto o meglio si intravede qualche elemento di originalità che non ti aspetteresti in una commedia di Zalone. In generale questo film mi ha piacevolmente colpito sia come storia che per certe scelte di regia. Per me questa cosa è assolutamente un punto a favore , non me lo aspettavo. Non capisco come si fa a dire che è incapace come regista, tralasciando il fatto che sicuramente si sarà fatto aiutare. Anche la cosa del "si ride poco", mah... Magari non ci sono scenette memorabili ma in generale la solita ironia di Zalone è ben presente e funzionale.

                Commenta


                • Flette più del previsto Tolo Tolo (3,9 milioni il giorno dell' epifania, due in meno di Quo Vado?) che chiude le feste con 34 milioni in 6 giorni.
                  Dopo cinque giorni di crescita vertiginosa rispetto al 2019 il botteghino torna alla (quasi) normalità: +20% (mercoledì +60%, giovedì +114%, venerdì +91%, sabato +44%, tutto il weekend +75%).

                  1 – TOLO TOLO: 3.936.240 euro (554.161 spettatori) 1.187 schermi/3.316 media – Tot. 34.003.119

                  2 – JUMANJI: THE NEXT LEVEL: 460.434 euro (63.431 spettatori) 422/1.091 – Tot. 10.360.948

                  3 – PINOCCHIO: 417.914 euro (60.477 spettatori) 497/841 – Tot. 13.856.035

                  4 – 18 REGALI: 255.377 euro (35.578 spettatori) 233/1.096 – Tot. 1.061.399

                  5 – LA DEA FORTUNA: 255.071 euro (35.758 spettatori) 344/741 – Tot. 6.792.434

                  6 – IL PRIMO NATALE: 233.889 euro (34.449 spettatori) 360/650 – Tot. 14.912.231

                  7 – STAR WARS: L’ASCESA DI SKYWALKER: 189.071 euro (24.774 spettatori) 285/663 – Tot. 12.568.922

                  8 – SORRY WE MISSED YOU: 126.493 euro (19.070 spettatori) 96/1.318 – Tot. 557.442

                  9 – FROZEN 2 – IL SEGRETO DI ARENDELLE: 119.016 euro (17.427 spettatori) 208/572 – Tot. 18.745.846

                  10 – PLAYMOBIL – THE MOVIE: 71.009 euro (10.916 spettatori) 253/281 – Tot. 469.209
                  Ultima modifica di mr.fred; 07 gennaio 20, 07:06.

                  Commenta


                  • Cosa ne pensate del fatto che la nuova serie di Sorrentino andrà in sala ogni puntata una settimana dopo la messa in onda tv?

                    Commenta


                    • Esperimento interessante ma non so come funziona. Cioè una persona deve andare ogni settimana al cinema per 4-5 settimane e pagare un nuovo biglietto?.
                      Mi pare una cosa più che da estimatori da super fan accaniti e non so sorrentino quanti fan super accaniti di questo tipo, cioè una cosa livello accanimento per una rock pop star, possa avere.

                      Commenta


                      • Non ne ho la minima idea. Però è un'operazione cross-mediale curiosa, chissà come verrà accolta...

                        Commenta


                        • Io la leggo come una forma di piaggeria nei confronti del più potente e riconosciuto autore italiano in attività, credo che in pochi spenderanno 10 euro a settimana per avere il privilegio di vedere ognuno degli episodi del serial al cinema.
                          In compenso è una grande forma di pubblicità per lo show.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Medeis Visualizza il messaggio
                            Cosa ne pensate del fatto che la nuova serie di Sorrentino andrà in sala ogni puntata una settimana dopo la messa in onda tv?
                            Potrà incassare le prime settimane, poi ci sarà un notevole calo. E' interessante come operazione perchè è una cosa molto particolare, ma non darà i frutti che spera Sorrentino.
                            Ultima modifica di Jolly; 07 gennaio 20, 11:12.

                            Commenta


                            • Credo che nessuno si aspetti di guadagnarci i milioni, The New Pope non è Game of Thrones.
                              Trattasi di energico massaggio al proprio ego e di tanta pubblicità.

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da Jolly Visualizza il messaggio

                                Potrà incassare le prime settimane, poi ci sarà un notevole calo. E' interessante come operazione perchè è una cosa molto particolare, ma non darà i frutti che spera Sorrentino.
                                Ma il regista non conta nulla in queste faccende, si tratta di una scelta Sky Vision. Le scelte distributive e promozionali i registi le subiscono, volente o nolente

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X