annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Box Office italiano: incassi e pronostici

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il covid-19 ha senza dubbio allungato la vita in sala di Tenet ma non credo che abbia anche favorito i suoi incassi, in molti al cinema non ci vanno per precauzione.
    In tempi normali avrebbe fatto in più.

    Commenta


    • No ma quello si, ne facevo più che altro una questione di tenuta...in tempo normale avrebbe aperto presumo più alto e magari avrebbe chiuso più in alto ma comunque con un moltiplicatore minore.

      Commenta


      • Sì in tempi normali avrebbe avuto un primo weekend da quattro milioni invece che da due.

        Commenta


        • Un po' a sorpresa è il Russel Crowe pilota assassino a guidare la classifica delle nuove uscite.
          Johnny Depp conferma il suo star power sugli spettatori italiani, Padrenostro dovrebbe crescere molto fra sabato e domenica (come tutti i film italiani).

          1. IL GIORNO SBAGLIATO – € 49.332 (8.121) 337 copie / 146 media – Tot. € 49.332 (8.121)

          2. TENET – € 45.268 (6.653) 357/127 – Tot. € 5.723.835 (812.582)

          3. WAITING FOR THE BARBARIANS – € 34.963 (6.872) 100/350 – Tot. € 34.963 (6.872)

          4. PADRE NOSTRO – € 31.488 (5.449) 387/81 – Tot. € 32.254 (5.551)

          5. ENDLESS – € 29.151 (4.741) 349/84 – Tot. € 63.084 (10.408)

          6. MISS MARX – € 13.108 (2.230) 187/70 – Tot. € 176.954 (29.206)

          7. AFTER 2 – € 9.804 (1.470) 188/52 – Tot. € 3.997.659 (582.835)

          8. JACK IN THE BOX – € 7.557 (1.193) 134/56 – Tot. € 171.584 (26.675)

          9. IL MEGLIO DEVE ANCORA VENIRE – € 6.949 (1.237) 165/42 – Tot. € 244.143 (43.300)

          10. LE SORELLE MACALUSO – € 5.332 (893) 62/86 – Tot. € 259.085 (42.080)

          Commenta


          • Le nuove uscite danno un po' d'ossigeno, ma purtroppo non bastano quattro o neanche cinque film medi a far girare il mercato come un blockbuster.

            Commenta


            • Quello no ma forse bastano a non generare perdite agli esercizi che li propongono.
              In compenso nelle due settimane di Natale sono state concentrate le uscite di tutti i film italiani con velleità commerciali mai vista una simile ammucchiata.

              Commenta


              • In sala dal 29 ottobre, sarà il primo vero banco di prova della stagione per il cinema italiano.

                Commenta


                • Entro la fine dell'anno potrebbe uscire anche il film di Pif sul mondo dei rider.
                  Le riprese sono terminate a fine ottobre 2019. Probabilmente sarebbe già dovuto uscire in primavera
                  Ultima modifica di Sebastian Wilder; 25 September 20, 12:31.

                  Commenta


                  • Waiting for the barbarians lo regalano in tanti cinema italiani. Forse vado domani sera con la mia ragazza, gratis.
                    https://www.amazon.it/Dario-Argento-...+il+suo+doppio Il mio saggio sul cinema di Dario Argento.

                    "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                    Commenta


                    • Chi lo regala? Pagare cinque euro per passare una serata al cinema fa proprio schifo?

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                        Chi lo regala? Pagare cinque euro per passare una serata al cinema fa proprio schifo?

                        http://www.gaveli.it/index.php?optio...ans&Itemid=672
                        Questo è un multisala di Benevento, ma cercando online se ne trovano anche altri in giro per l'Italia. Visto che a cinema non va nessuno, lo fanno per una questione d'immagine evidentemente, riportando gente a cinema e sperando comunque di monetizzare almeno su popcorn e patatine. Non mi fa schifo pagare 5 euro per andare al cinema, ma non mi fa schifo nemmeno andare gratis, quelle poche rare volte che capita nella vita
                        https://www.amazon.it/Dario-Argento-...+il+suo+doppio Il mio saggio sul cinema di Dario Argento.

                        "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                        Commenta


                        • E' un genere di iniziativa che non mi ha mai convinto, quali vantaggi hanno gli operatori a disabituare il pubblico al pagamento (anche minimo come il costo di uno spettacolo cinematografico) di un servizio? Vedo che almeno sono biglietti limitati.
                          Repubblica pubblica in anteprima il trailer del film più chiacchierato del momento, Lockdown all' Italiana.

                          Due coppie stanno per separarsi, ma il lockdown le costringerà a vivere ancora a lungo sotto lo stesso tetto. C'è tutta la tradizione della nostra c

                          Commenta


                          • In casi normali attirare gente al cinema non facendo pagare non avrebbe senso, abbiamo visto già le iniziative 2-3 euro non è che portavano a grandi incrementi successivi.

                            In questo caso boh un suo senso ce l'ha, perché le persone così vanno in sala e vedono come funziona ora col virus..magari alcune persone son bloccate da questa cosa, dal non sapere come funziona, se è sicuro...con la scusa che è gratis hanno un incentivo a provare-rischiare...tentar visto la situazione non nuoce.

                            Commenta


                            • I cinema sono aperti da tre mesi, un' iniziativa tempestiva.



                              La chiamata alle armi di Paolo Del Brocco che insieme ai Lucisano ha deciso di anticipare di un mese l' uscita di Ritorno al Crimine in seguito alle defezioni annunciate dalla Disney l' altro ieri.

                              “Ci troviamo in un momento molto delicato per tutto il sistema cinema, il pubblico fatica a ritornare in sala e noi produttori e distributori dobbiamo mettere il massimo impegno perché riprenda l’abitudine ad andare al cinema in tutta tranquillità. Premesso che abbiamo già fatto tanto posizionando in questi mesi l’uscita di titoli di forte richiamo come quelli appena presentati al Festival di Venezia, “Notturno” di Gianfranco Rosi, “Miss Marx” di Susanna Nicchiarelli, “Le sorelle Macaluso” di Emma Dante, oltre a titoli più adatti al grande pubblico come “After 2” e “Il giorno sbagliato”, pensiamo sia un atto di responsabilità anticipare l’uscita di un film così importante nel nostro listino, come “Ritorno al crimine”. Il mercato intero e l’esercizio hanno bisogno di prodotto che invogli ogni tipologia di pubblico a tornare al cinema, del film d’autore come della commedia di grande richiamo, e come Rai Cinema sentiamo la forte responsabilità di fare di tutto per consentire al pubblico di mantenere l’abitudine ad andare in sala. Ringraziamo Fulvio e Federica Lucisano, oltre al nostro meraviglioso Max Bruno, per aver condiviso questa scelta che speriamo aiuti tutto il sistema a superare questo momento”.
                              Luigi Lonigro (Direttore 01 Distribution):

                              “Le ultime notizie di nuovi spostamenti delle date di uscita americane, e a caduta sul resto del mondo, di potenziali blockbuster precedentemente posizionati nel mese di ottobre ha notevolmente indebolito l’offerta di prodotto nel mese in questione” ha evidenziato Luigi Lonigro, Direttore 01 Distribution. “Ormai fino alle festività natalizie resta solo “No time to die” a rappresentare il grande cinema internazionale e questo problema avrà le stesse ricadute su tutti i principali territori europei. Sarà quindi ovunque la produzione nazionale a fare la differenza, in attesa che dagli Stati Uniti arrivino notizie più confortanti. Abbiamo pensato che fosse cosa giusta e necessaria fare la nostra parte ed abbiamo deciso di anticipare la data di uscita di uno dei nostri film più importanti, il divertentissimo “Ritorno al crimine” di Massimiliano Bruno, precedentemente posizionato al 26 novembre e che invece uscirà il 29 ottobre. Crediamo di aver dato un ulteriore segnale di vicinanza al mondo dell’esercizio e ringraziamo Fulvio e Federica Lucisano per aver subito abbracciato la nostra proposta. La fiducia dei nostri produttori ci riempie di orgoglio ma ci carica anche di responsabilità. Siamo inoltre convinti che non basta un solo titolo importante per sostenere il mercato in un momento del genere e per questo speriamo che altri titoli italiani di primaria importanza, e già pronti, possano andare ad occupare lo slot di fine novembre da noi liberato. Solo lavorando tutti insieme potremo superare questo terribile momento di crisi, speriamo unico e irripetibile”.
                              Ultima modifica di mr.fred; 25 September 20, 16:47.

                              Commenta


                              • "il mese di ottobre è ora vuoto"... "quindi mettiamo non ci resta che il crimine 2 il 29 ottobre" ​​​​​​

                                Diciamo che essendo il mese ora più scarso più comodo sfruttare il primo novembre. Se volevano pompare un po' il mese dovevano metterlo almeno a metà.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X