annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Box Office italiano: incassi e pronostici

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • A breve ci saranno anche molte produzioni cinematografiche che verranno sospese. Nuova raffica di rinvii.
    Spoiler! Mostra

    Commenta


    • Originariamente inviato da Jolly Visualizza il messaggio

      Mi sa tanto di messaggio ironico questo...
      Nessuna ironia purtroppo. È la triste realtà

      Commenta


      • Al di là delle chiusure e dell' andamento dei contagi la vedo funesta per altri motivi. Questa seconda ondata ha dimostrato che, dopo mesi di aumento incrementale dei contagi, nel giro di pochi giorni l'aumento ha preso un andamento esponenziale. A giugno e luglio molte restrizioni sono rimaste in piedi per cautela. E a molti stavano antipatiche perché si erano illusi che era tutto finito, o tutto gonfiato. Poi se ad Aprile il problema era per la maggioranza in Lombardia così che uno poteva pensare "bè ma io non vivo in Lombardia", ora il problema è diffuso e ci si sente tutti più a rischio. A sto giro immagino le misure di cautela saranno pure più severe e prolungate, perché appunto c'è l'evidenza lampante che bastano pochi giorni perché la situazione sfugga di mano.
        Poi nel mio piccolo vedo che se da un lato c'è tanta insofferenza, comunque vi è un livello di paura superiore a quello che vedevo ad aprile, dove si contavano i minuti perché fosse legale andare fuori di casa. Anche se domani per assurdo rimuovessero tutti i divieti di colpo non so quanto la gente abbia voglia di circolare.

        I miei 2 centesimi
        In tutto questo la serie A e la champions league non si fermano
        Ultima modifica di Cooper96; 29 October 20, 12:50.
        Spoiler! Mostra

        Commenta


        • Originariamente inviato da Cooper96 Visualizza il messaggio
          Al di là delle chiusure e dell' andamento dei contagi la vedo funesta per altri motivi. Questa seconda ondata ha dimostrato che, dopo mesi di aumento incrementale dei contagi, nel giro di pochi giorni l'aumento ha preso un andamento esponenziale. A giugno e luglio molte restrizioni sono rimaste in piedi per cautela. E a molti stavano antipatiche perché si erano illusi che era tutto finito, o tutto gonfiato. Poi se ad Aprile il problema era per la maggioranza in Lombardia così che uno poteva pensare "bè ma io non vivo in Lombardia", ora il problema è diffuso e ci si sente tutti più a rischio. A sto giro immagino le misure di cautela saranno pure più severe e prolungate, perché appunto c'è l'evidenza lampante che bastano pochi giorni perché la situazione sfugga di mano.
          Poi nel mio piccolo vedo che se da un lato c'è tanta insofferenza, comunque vi è un livello di paura superiore a quello che vedevo ad aprile, dove si contavano i minuti perché fosse legale andare fuori di casa. Anche se domani per assurdo rimuovessero tutti i divieti di colpo non so quanto la gente abbia voglia di circolare.

          I miei 2 centesimi
          Da me (provincia di Milano) negli ultimi giorni è stato quasi l'opposto. Anche se i contagi stanno crescendo, la situazione in città, parchi, mezzi pubblici è abbastanza in linea con la tendenza della stagione; io faccio servizio d'ordine alle messe, e vi posso dire che settimana scorsa in una chiesa da 68 posti il 95% circa era occupato, e tra l'altro la maggior parte della platea era composta da over 75 (un buon 80%). La differenza essenziale -per quel che ho visto- è che adesso la gente tiene la mascherina e (solitamente) rispetta le distanze interpersonali. Poi dipende da come si evolverà, ma di paura al momento non ne vedo molta. Comunque per me faranno il possibile per salvaguardare l'economia durante la stagione natalizia (anche al cinema)
          In tutto questo la serie A e la champions league non si fermano
          Strano Certo è che per forza di cose nelle città in lockdown non si potranno giocare partite

          Commenta


          • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio

            per niente....se non ci mettiamo una pezza e rallentiamo la curva dei contagi, si potrebbe arrivare al punto che le risorse del nostro servizio sanitario non siano sufficienti....ergo molte persone verrebbero raggiunte in ritardo dall'ambulanza col rischio di morire, appunto, o a casa in attesa che l'ambulanza arrivi o durante il viaggio verso l'ospedale.
            La situazione è delicatissima, però il messaggio che ha scritto gybbyr mi sembrava un po' troppo esagerato, mi scuso con lui se l'ho interpretato male io ovviamente. Detto questo, concordo con StoneAngel, molte sale cinematografiche indipendenti purtroppo rischiano di non riaprire mai più.

            Commenta


            • Originariamente inviato da Cooper96 Visualizza il messaggio
              Al di là delle chiusure e dell' andamento dei contagi la vedo funesta per altri motivi. Questa seconda ondata ha dimostrato che, dopo mesi di aumento incrementale dei contagi, nel giro di pochi giorni l'aumento ha preso un andamento esponenziale. A giugno e luglio molte restrizioni sono rimaste in piedi per cautela. E a molti stavano antipatiche perché si erano illusi che era tutto finito, o tutto gonfiato. Poi se ad Aprile il problema era per la maggioranza in Lombardia così che uno poteva pensare "bè ma io non vivo in Lombardia", ora il problema è diffuso e ci si sente tutti più a rischio. A sto giro immagino le misure di cautela saranno pure più severe e prolungate, perché appunto c'è l'evidenza lampante che bastano pochi giorni perché la situazione sfugga di mano.
              Poi nel mio piccolo vedo che se da un lato c'è tanta insofferenza, comunque vi è un livello di paura superiore a quello che vedevo ad aprile, dove si contavano i minuti perché fosse legale andare fuori di casa. Anche se domani per assurdo rimuovessero tutti i divieti di colpo non so quanto la gente abbia voglia di circolare.

              I miei 2 centesimi
              In tutto questo la serie A e la champions league non si fermano
              In nessun paese europeo ad oggi hanno fermato il calcio, è un business troppo importante e il carrozzone vogliono portarlo avanti a tuti i costi. Probabilmente potrebbero arrivare a fare una "bolla" come in NBA.
              Ultima modifica di Jolly; 29 October 20, 14:51.

              Commenta


              • Per quanto riguarda i set invece possono andare avanti ancora? Credo che la produzione televisiva e cinematografica non sia stata fermata da nessuna parte così come il calcio.

                Commenta


                • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio

                  per niente....se non ci mettiamo una pezza e rallentiamo la curva dei contagi, si potrebbe arrivare al punto che le risorse del nostro servizio sanitario non siano sufficienti....ergo molte persone verrebbero raggiunte in ritardo dall'ambulanza col rischio di morire, appunto, o a casa in attesa che l'ambulanza arrivi o durante il viaggio verso l'ospedale.
                  Però se rallentiamo la curva dei contagi a novembre poi devono riaprire a dicembre. E magari richiudono nuovamente a gennaio...

                  Commenta


                  • Inevitabile.

                    Si vive una volta sola non è il solo film italiano che slitterà nel 2021: voci ci giungono, infatti, che Diabolik e Freaks Out verranno spostati molto in là nel nuovo anno, si parla addirittura di estate o autunno. Vi terremo aggiornati.
                    Magari passando da Cannes e/o Venezia.
                    Si vive una volta sola, il nuovo film di Carlo Verdone, slitta al 2021: il regista romano promette che la pellicola arriverà in sala
                    Ultima modifica di mr.fred; 09 November 20, 11:46.

                    Commenta


                    • Volevo condividere con voi una cattiva e una buona notizia, dolore e speranza allo stesso tempo:

                      Il cinema d'essai della mia cittá ha dichiarato apertamente sui social le sue difficoltá economiche e di conseguenza il rischio di non poter riaprire quando si potrá così come non di poter finanziare nessun altra attivitá legata al cinema o alla cultura, aprendo così contestualmente una campagna di crowdfunding, con l'obiettivo minimo di arrivare a 5.000 Euro per coprire le spese più incombenti.

                      Ebbene, in neanche 24 ore sono giá arrivati a quasi 3.000 Euro con poco meno di un centinaio di sostenitori.

                      Saremo pochi, ma mi fa piacere sapere che c'é chi crede nel cinema in sala ed é pronto a sostenerlo di tasca propria per il solo amore dello stesso.

                      Commenta


                      • 10 giorni con Babbo Natale, sequel del fortunato 10 giorni senza mamma, uscirà alla fine direttamente su Prime Video il 4 dic. I moschettieri del re 2 direttamente su sky cinema il 25 dicembre.
                        Ultima modifica di Sebastian Wilder; 01 December 20, 15:21.

                        Commenta

                        In esecuzione...
                        X