annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Box Office italiano: incassi e pronostici

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Sarebbe veramente una tragedia per gli esercenti, Natale è veramente l'unico periodo forte dell'anno

    Commenta


    • Si parla di 2-2,5 milioni per Sorrentino.
      Esercenti che non possono dire di più affermano di avere avuto il migliore incasso dell' ultimo anno e mezzo, più di Bond, Dune e Eternals.
      Ci crediamo?

      Commenta


      • Io ci credo, in un mercato come quello italiano è quello più trasversale e comunque ci vuole poco a fare il primo weekend dell'anno. E' un film con: grande autore, titolo accattivante (maradona), fa molto ridere e commuove, premiato ai festival.

        Commenta


        • Diecimila euro di media per sala è tanta roba ma chi lo sa, tutto è possibile.
          Briciole per tutti gli altri con l' eccezione di Encanto.

          1 – ENCANTO: 1.661.608 euro (246.854 spettatori) 722 schermi/2.301 media – Tot. 1.789.910
          2 – GHOSTBUSTERS: LEGACY: 580.490 euro (83.916 spettatori) 556/1.044 – Tot. 1.832.345
          3 – ETERNALS: 343.555 euro (48.041 spettatori) 310/1.108 – Tot. 8.039.941
          4 – UNA FAMIGLIA MOSTRUOSA: 312.903 euro (48.502 spettatori) 363/862 – Tot. 312.903
          5 – RESIDENT EVIL: WELCOME TO RACCOON CITY: 271.891 euro (37.810 spettatori) 280/971 – Tot. 271.891
          6 – THE FRENCH DISPATCH: 213.089 euro (30.209 spettatori) 269/792 – Tot. 1.842.388
          7 – IO SONO BABBO NATALE: 108.697 euro (16.443 spettatori) 134/811 – Tot. 1.556.973
          8 – ZLATAN: 94.908 euro (13.394 spettatori) 177/536 – Tot. 1.593.740
          9 – FREAKS OUT: 79.472 euro (11.920 spettatori) 116/685 – Tot. 2.566.352
          10 – PER TUTTA LA VITA: 73.512 euro (11.091 spettatori) 144/511 – Tot. 898.351

          Commenta


          • Originariamente inviato da Dwight Visualizza il messaggio

            Io dico rispetto ad ora. Boh, non so, se sempre più regioni finiscono sistematicamente in zona gialla non lo escludo a priori...
            Negli ultimi giorni si colgono sempre più segnali negativi... Non mi stupirei se reintroducessero il distanziamento, che per il periodo natalizio sarebbe deleterio.
            Ricordiamo inoltre che quest'anno 3 festivi su 4 cadono nel weekend e che c'é già quindi un handicap di partenza.

            Commenta


            • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
              Si parla di 2-2,5 milioni per Sorrentino.
              Esercenti che non possono dire di più affermano di avere avuto il migliore incasso dell' ultimo anno e mezzo, più di Bond, Dune e Eternals.
              Ci crediamo?
              2,5 milioni da 300 sale? Mah, non penso sinceramente. Che alcuni esercenti possano aver avuto una migliore media per sala rispetto ai film sopra che stavano in 800-850 copie invece magari ci può stare.

              Commenta


              • Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio

                2,5 milioni da 300 sale? Mah, non penso sinceramente. Che alcuni esercenti possano aver avuto una migliore media per sala rispetto ai film sopra che stavano in 800-850 copie invece magari ci può stare.
                Ma poi perché non facciamo come negli US dove fanno la media per struttura non lo capisco

                Commenta


                • In che senso? Anche da noi c'è la media per sala.

                  Commenta


                  • Se non sbaglio negli US calcolano la media per struttura, cioè per cinema, qui invece facciamo per schermo e avevo sentito il direttore di Cinetel che parlava del fatto di passare ad un modello di rilevazione simile a quello americano. Ma forse mi sbaglio io eh

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Martin Scortese Visualizza il messaggio
                      Se non sbaglio negli US calcolano la media per struttura, cioè per cinema, qui invece facciamo per schermo e avevo sentito il direttore di Cinetel che parlava del fatto di passare ad un modello di rilevazione simile a quello americano. Ma forse mi sbaglio io eh
                      Avrebbe molto più senso visto che ormai, da quando c'é il digitale, il concetto di copia/schermo é sempre meno quantificabile con precisione.

                      Commenta


                      • Esatto il punto era quello

                        Commenta


                        • Allo stesso tempo due film potrebbero essere distribuiti in un numero di strutture simili (es. 400 contro 500) ma avere una disparità maggiore per quanto riguarda gli schermi.
                          Idealmente l'indicatore perfetto sarebbe la media per proiezione ma non credo si arriverà mai a quel livello di dettaglio, che forse possono avere solo gli abbonati Cinetel.

                          Commenta


                          • ieri incassi disastrosi, freaks out entra in top 10 con 5 mila euro e meno di 1000 spettatori. E' cominciata la psicosi per la nuova variante?.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio
                              ieri incassi disastrosi, freaks out entra in top 10 con 5 mila euro e meno di 1000 spettatori. E' cominciata la psicosi per la nuova variante?.
                              Secondo me in minima parte.
                              Il vero problema, ripeto, é che siamo a fine novembre ma c'é una programmazione che sembra quella di luglio.

                              Commenta


                              • Ieri sono andato a trovare un mio amico esercente per vedere un film al cineforum che organizzato: ore 17, sala da 400 posti di cui ad occhio non erano più di 50 quelli non occupati. Direi che i timori sono alquanto infondati, ad oggi. Tra l'altro la maggior parte delle sale campa letteralmente sui cineforum settimanali, quindi è un dato incoraggiante sulla ripresa. Non sono d'accordo nemmeno che la programmazione sia come quella estiva, c'è tantissima roba che un amante del cinema può vedere, escono 10 film a settimana, c'è solo l'imbarazzo della scelta.

                                La verità è che la crisi pandemica ha acuito una modalità che era già in atto da tempo: andare al cinema è sempre più una scelta dettata da quanto il film sia percepito come un evento, o la cornice in cui avviene sia percepito come un evento - non a caso io le sale più piene che mai le ho viste ieri e alla rassegna dei film veneziani che si è tenuta un mese fa qui da me. Sono pochi i film che hanno questa capacità di attirare il pubblico occasionale in sala, e il pubblico strutturale è comunque alle prese con varie variabili, dalla paura dei contagi ai minori soldi a disposizione.

                                Quindi si va al cinema se ne vale la pena (io non faccio testo, appartengo alla minoranza della minoranza), altrimenti si aspetta di vederlo comodamente a casa. Per Sorrentino si fa la fila fino a fuori al cinema perché la gente lo ha percepito come imperdibile, anche se fra 3 settimane lo si troverà ovunque. Il futuro sarà probabilmente dettato sempre più da film che stanno pochi giorni programmati, rassegne, cineforum, vecchi film restaurati, piccoli film d'autore dove ancora funzionano abbastanza e blockbuster, tutto il prodotto medio è destinato a non essere più visto e a sparire dalle sale, perché sono troppe le occasioni alternative per vederle e recuperarle in breve tempo.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X