annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Mulan - live action - Disney

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il remake live-action di Mulan in arrivo venerdì su Disney+ è stato promosso dalla critica internazionale: ecco le recensioni
    "Austria, Polonia, Ungheria vi prendete i migranti? No. Ci pagate per mandare via quelli senza permesso di soggiorno? Sempre No. Fantastico! Eccovi dei fondi europei". cit. Alessandro Masala

    Commenta


    • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
      Per Niola un vero e proprio disastro, la pessima versione americana di un Wuxiapan.
      Chi avrà ragione?

      Niola sembra un fan dei Wuxiapian da quel che dice ma non azzecca la scrittura corretta manco per sbaglio...

      Commenta


      • Lo vedo a dicembre, spendere 21€ in aggiunta al già abbonamento non mi va, mi fa piacere sia bello, ma se è bello come si dice è un peccato, in sala sarei andato subito.

        Commenta


        • In una nuova intervista con l'USA Today, Niki Caro è tornata a parlare dell'assenza di Mushu dal suo Mulan, da oggi disponibile su Disney+
          "Austria, Polonia, Ungheria vi prendete i migranti? No. Ci pagate per mandare via quelli senza permesso di soggiorno? Sempre No. Fantastico! Eccovi dei fondi europei". cit. Alessandro Masala

          Commenta


          • Come era prevedibile, l'uscita di Mulan si è trasformata in una gatta da pelare per la Disney viste le posizioni politiche delle star del film
            "Austria, Polonia, Ungheria vi prendete i migranti? No. Ci pagate per mandare via quelli senza permesso di soggiorno? Sempre No. Fantastico! Eccovi dei fondi europei". cit. Alessandro Masala

            Commenta


            • Giuro che se non leggevo i titoli di coda, non avrei mai capito che era Jet Li.

              4e57cc51b36f783ef75538db159bfd11.jpg
              "Austria, Polonia, Ungheria vi prendete i migranti? No. Ci pagate per mandare via quelli senza permesso di soggiorno? Sempre No. Fantastico! Eccovi dei fondi europei". cit. Alessandro Masala

              Commenta


              • Io l'ho trovato proprio brutto.
                I cambiamenti dal film originale non mi interessano (quindi assenza animaletti comici e canzoncine) ma l'ho trovato probabilmente il live action più freddo e noioso.

                Il film d'animazione (di cui non ero già grande fan, secondo me ha una bellissima parte iniziale e finale e gira parecchio a vuoto a metà) ha dei personaggi di cui ti affezioni. Mulan è una ragazza impacciata, timida ed è bello vederla crescere, addestrarsi, allenarsi fino a diventare forte, una forza che comunque sta sempre più nel cervello e nell'anima che non nelle braccia.

                Chi è Mulan in questo film?. Una che tira di spada già da bambina, già dalla prima scena è la Mulan che nel film d'animazione è la Mulan finale. Non c'è crescita, non c'è evoluzione. Siamo dalle parti di Rey di star wars Insomma una storia piattissima e tutte le robe nuove in aggiunta al plot originale non fanno ne caldo ne freddo.

                Mi è sembrato un film fatto solo per la Cina. Magari a loro piace.
                In Cina tempo fa avevo letto che c'è stata una revisione di alcuni fatti storici e che a scuola non si studia più tutta la vicenda degli Unni, che riuscirono a rifilare qualche sconfitta al potente impero cinese. Mi sembrava una cosa esagerata ma considerando le grandi metafore e giri di parole che fanno in questo film per chiamare gli invasori in tutti i modi tranne che Unni mi sa che deve essere vero. Un vero film di propaganda della cina, dei suoi valori come tutti i grandi kolossal di quelle parti pare decisamente approved dalle autorità.

                Non che per me sia un grande problema questo, per decenni e in parte ancora oggi, ci siam bevuti tanta di quella roba americana che è pura propaganda americana, mi interessa sottolinearlo per dire che è un film fatto pensando prima al pubblico cinese, poi a quello occidentale. E la Disney che fa un film da 250 milioni di dollari pensando prima ad un pubblico non americano-europeo di per sè è una notizia cinematografica "grossa"


                PS: Che il film sembri fatto per essere rilasciato direttamente in VOD non è affatto vero. Chiaramente la qualità visiva dei film che non escono più al cinema ma direttamente in VOD si alza sempre di più e il confine si fa più labile ma mi pare esagerato dire che questo è un film pensato per la televisione. Il respiro cinematografico c'è.
                Ultima modifica di Sebastian Wilder; 06 September 20, 08:27.

                Commenta


                • Niki Caro come Leni Riefenstahl ma senza talento. Avanti così.



                  Dopo averlo visto sei ancora convinto che avrebbe fatto faville al botteghino?

                  Commenta


                  • Uno spottone di propaganda cinese fatto dagli americani? Che triste fine. La Disney ovviamente non lo fa per spirito umanitario, ma solo per arruffianarsi ancora di più il mercato cinese.

                    Commenta


                    • I critici americani hanno pure abboccato, a loro basta vedere una protagonista guerriera che fa il culo a tutti i comprimari per bagnarsi le mutande.
                      Se poi a dirigere è una donna e la sceneggiatura è firmata da una donna meglio ancora.

                      Ultima modifica di mr.fred; 06 September 20, 11:48.

                      Commenta


                      • Questa storia del femminismo è un chiodo fisso che sta facendo parecchi danni.
                        Mulan che tira di spada già da bambina è la spiegazione alla sua propensione al combattimento. La sua abilità speciale non è diversa da quella che possono avere altri eroi (per esempio Neo). Le similitudini con Star Wars sono una gigantesca baggianata; ho visto più vicinanze con Soldato Jane, che potremmo definire ‘come sarebbe stato questo film se Mulan si fosse presentata da subito come donna e fosse stata ammessa nell’esercito’, senza quella famosa scena trash (ma con qualche scena non riuscita).
                        La donna brava nel combattimento la vediamo in svariati film con Michelle Yeoh, Zhang Ziyi e altre attrici con queste qualità. La crescita - ci sono pure le didascalie a renderlo chiaro - non sta nel diventare più forte a combattere, ma riguarda il superamento del pregiudizio, o se vogliamo tradizione, e l’accettazione di sè, che detta così pare anche una cosa banale, ma non lo è se questo potrebbe implicare il rinnegare le proprie origini: a Mulan, la cui madre all’inizio si preoccupa che possa essere vista in futuro come strega, viene contrapposta una... strega, che per essere accettata si è unita a un gruppo che l’ha presa con sè solo perché fa loro comodo; c’è un momento preciso in cui Mulan può fare la stessa scelta e sceglie l’integrità (aprendo, in seguito, gli occhi alla strega), per l’impero (anche a me in alcuni punti è sembrato di propaganda), per i compagni (a proposito di crescita, lei arriva rispondendo a un gesto di cortesia di un compagno sguainando la spada e più avanti si integra nel gruppo e diventa amica di tutti) e per la famiglia (dalla quale alla fine torna).
                        Ma anche restando su una crescita sul piano fisico, nel corso del film viene disarmata diverse volte (compreso nel finale) e in cima alla montagna ci arriva solo quando quel peso che si porta dietro inizia a starle stretto.

                        Alla fine è un buon film che però non mi ha convinto, un wuxia con il freno a mano tirato che si prenderà diverse critiche dai fan di Mushu & co.
                        Il duello con il suo compagno mi è piaciuto, la protagonista in generale è elegante nelle movenze ma, tolto questo duello, il resto non è valorizzato: le inquadrature sono troppo strette e il finale in cui salta (e vola) sui tetti è tagliuzzato in modo da nascondere il fatto che stia volando (laddove, invece, La tigre e il dragone lasciava questa meraviglia).
                        Non mi è piaciuto in una scena il suo cavallo, che si improvvisa prima auto sportiva e poi fuoristrada.
                        La sensazione comunque è di un’avventura umile, ma di certo il film brutto non è.

                        Nota a margine: questa metafora insistita della fenice poteva essere tolta, non c’è una costruzione delle scene che la renda coerente con ciò che si vede e, anche togliendola, gli avvenimenti non cambierebbero.
                        Ultima modifica di p t r l s; 06 September 20, 11:29.
                        'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                          Niki Caro come Leni Riefenstahl ma senza talento. Avanti così.



                          Dopo averlo visto sei ancora convinto che avrebbe fatto faville al botteghino?
                          No non avrebbe avuto una grande tenuta, per i bambini è palloso secondo me.

                          Commenta


                          • A me è piaciuto...si forse la fenice che spunta a caso e non fa niente se non svolazzare di qua e di la potevano risparmiasela ..non ho sentito tutta questa mancanza di mushu!!!
                            Jet Li era l'imperatore?? non l'ho riconosciuto
                            In compenso, anche se non subito, ho riconosciuto "bruce lee" nei panni del cattivo, complimenti per trucco e parrucco..faceva la sua figura!!
                            dite quello che volete ma secondo me al cinema sarebbe andato bene!!!
                            "Non ero destinato ad una vita umana, ma ad essere l'essenza di memorie future. La fratellanza d'armi è stato un breve inizio, un bel momento, che non può essere dimenticato. E poiché esso non sarà dimenticato, quel bel momento potrà ripetersi."

                            Commenta


                            • Il produttore Jason Reed racconta a Deadline il processo decisionale che ha portato alla scelta di distribuire Mulan sulla piattaforma Disney+
                              "Austria, Polonia, Ungheria vi prendete i migranti? No. Ci pagate per mandare via quelli senza permesso di soggiorno? Sempre No. Fantastico! Eccovi dei fondi europei". cit. Alessandro Masala

                              Commenta


                              • Maddux Donner Si o no?

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X