annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Lanterna Verde

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Dando un commento più dilungato dico che il peggior errore che hanno fatto è stata tagliare pesantemente alla fase del montaggio andando a snaturare tutto il tono e spezzando anche il ritmo del film.
    Per quanto riguarda le recitazioni siamo su livelli molto buoni e quelli che spiccano maggiormente sono Strong (sempre con grande carisma) e Reynold che inscena un buon Hal Jordan.
    Piccola sopresa per Blake Lively che si dimostra molto coerente nel portare su schermo il personaggio cartaceo di carol ferris.
    Abbastanza irritante, invece, Sarsgaard con Hector Hammond moscio.. senza phatose e abbastanza secondaria persino nella sua ideologia (se cosi poi vogliamo chiamarla) e il fatto che Parallax si dimostri di non essere all'altezza del film lascia maggiormente marchiato un vuoto nel reparto villan dove, di conseguenza, va a mancarsi una vera minaccia da combattere quindi l'attenzione cala un pò.


    Da criticare anche certe scelte riguarda personaggi come Kilowog, Tomar Re e i Guardiani che, seppur rendano bene su schermo, sono scritti talmente male da risultare quasi fastidiosi (meno Tomar Re).
    I guardiani, specialmente, vengono raffigurati come dei poveri vecchi imbecilli in balia delle loro stesse creazioni (le lanterne) non essendo in grado di prendere decisioni serie.. e per fortuna che dovevano essere i responsabili della galassia.

    A parte questo ci sono delle buone cose, come il ritmo che porta tranquillamente alla fine.. frettolosamente, ma alla fine.
    Reynolds che si sente in parte e alcune sequenze veramente ben fatte, anche se si perdono nel marasma di errori.

    Insomma, un film che si dimentica il secondo dopo averlo finito di vedere ed è veramente un gran peccato per un personaggio del genere.

    Voto?
    Voto affettivo per il personaggio e per la gioia di vederlo su schermo 6.5.
    Voto distaccato un bel 4.5/5 non lo toglie nessuno.


    "Andata e ritorno di Bilbo Baggins"






    Commenta


    • Originariamente inviato da hulkdog Visualizza il messaggio
      L'Hulk di Lee aveva fatto 150 mln di doll solo per le mani.............ed il sequel?
      Da quanto ne so fu Ang Lee a tirarsi indietro e comunque Hulk con tutti giocattoli e gigiatine annesse era arrivato a guadagnare qualcosa come 900 mil. di dollari (se non ricordo male), tutti in tasca a Universal e in parte a Marvel. Il tempo passò e non si trovò un accordo per fare il sequel presumo, perché dopo 4 anni i diritti tornarono in casa Marvel.

      Il discorso con Lanterna Verde è differente, poiché appartiene a WB/DC Ent..
      «Perché ti sei dimenticato di me?»

      Commenta


      • Originariamente inviato da Alexian
        Da quanto ne so fu Ang Lee a tirarsi indietro e comunque Hulk con tutti giocattoli e gigiatine annesse era arrivato a guadagnare qualcosa come 900 mil. di dollari (se non ricordo male), tutti in tasca a Universal e in parte a Marvel. Il tempo passò e non si trovò un accordo per fare il sequel presumo, perché dopo 4 anni i diritti tornarono in casa Marvel.

        Il discorso con Lanterna Verde è differente, poiché appartiene a WB/DC Ent..
        Se il film avesse fatto il botto ,si sarebbe trovato l'accordo...il successo mette d'accordo tutti!!!
        Non ricordi male,pero' non è vero che i diritti passarono completamente in casa Marvel,lUniversal aveva ancora in parte qualcosa nella distribuzione ... e difatti cosi' e' avvenuto (TIH non è stato distribuito da Paramount....ma è stato BOICOTTATO dalla grande "U").
        Detto questo,io non so' se LV abbia la stessa penetrazione Merchandise del golia verde,ma di fatto con i risultati pessimi del cinema,dovra' essere esorbitante per convincere la WB a farne un sequel.....
        Sequel che con i 120 mln in sala ,non vedremo sicuramente ......

        Commenta


        • Non è vero che mettono d'accordo tutti, basta vedere cos'è successo a Terrence Howard per Iron-man 2 asd e hanno rischiato anche Samuel Jackson e Mickey Rourke e anche il regista era piuttosto lì lì...

          Dipende tutto da quanto la gente è interessata al progetto, Ang Lee a suo tempo fu chiaro di non voler girare seguiti, mentre gli attori avevano firmato un contratto per tornare eventualmente.

          Secondo me Lanterna Verde aveva un grandissimo potenziale che era lo sci-fi che dovevano sfruttare invece che aver paura di usarlo. Vediamo cosa succede a fine corsa, perché se fanno il sequel di G.I. Joe e non di Lanterna Verde, un po' mi inhazzo
          «Perché ti sei dimenticato di me?»

          Commenta


          • ma per g.i.joe e ci metto pure ghost rider con un pò di furbizia e i registi "operai" giusti riesci a risparmiare facendo comunque dei buoni prodotti,infatti è questa la strada intrapresa...per LV e il suo universo la vedo dura un taglio delle spese senza andare a discapito della qualità generale...

            "Il cinema è un arte soggettiva, quanto la musica, belli i 5 alti bello sentire pareri discordanti ai propri, ma alla fine sono io, uno schermo e tutto quello che ci passa di mezzo."

            "Le barbarie sono lo stato naturale dell'umanità, la civiltà è solo un capriccio dell'evoluzione e delle circostanze". cit.


            ~FREE BIRD~

            Commenta


            • Originariamente inviato da Alexian
              Non è vero che mettono d'accordo tutti, basta vedere cos'è successo a Terrence Howard per Iron-man 2 asd e hanno rischiato anche Samuel Jackson e Mickey Rourke e anche il regista era piuttosto lì lì...

              Dipende tutto da quanto la gente è interessata al progetto, Ang Lee a suo tempo fu chiaro di non voler girare seguiti, mentre gli attori avevano firmato un contratto per tornare eventualmente.

              Secondo me Lanterna Verde aveva un grandissimo potenziale che era lo sci-fi che dovevano sfruttare invece che aver paura di usarlo. Vediamo cosa succede a fine corsa, perché se fanno il sequel di G.I. Joe e non di Lanterna Verde, un po' mi inhazzo
              Quella dichiarazione di Ang Lee nn me l'ha ricordo...ma credo che siano piu' considerabili (e piu' veritiere,secondo me)quelle fatte post-produzione che quelle dopo.

              Pero' ,per quanto G.I J sia un film inconsistente,a conti fatti ha fatto piu' soldi di questo.......i sequel "veri"poi sono quelli fatti dopo max 2 anni,secondo me..........(TDK escluso).

              Commenta


              • Originariamente inviato da Rorschach Visualizza il messaggio
                Snyder ha diretto 300, che è diventato il cult assoluto di un'intera generazione internettiana. Direi che dargli una seconda possibilità fosse d'obbligo. Di certo non gliel'hanno data per via di supposti guadagni nascosti di Watchmen. Chiunque abbia seguito quel film sa che probabilmente è a causa sua se si sono ridimensionate molte produzioni di cinecomic, specialmente sul target.
                questo perchè purtroppo non era c+++o di Snyder fare un film serio come quello.. per colpa sua ora molti produttori si spaventano ad approcciarsi a certe graphic novel in maniera coerente..
                Sono una persona semplice, guardo film e non rompo il cazzo.

                Commenta


                • Originariamente inviato da Slask Visualizza il messaggio
                  questo perchè purtroppo non era c+++o di Snyder fare un film serio come quello.. per colpa sua ora molti produttori si spaventano ad approcciarsi a certe graphic novel in maniera coerente..
                  Non mi pronuncio sul film in sé, ma il fallimento di quel film ha deciso decisamente per quanto concerne il trend attuale.

                  Commenta


                  • Nolan e Singer quindi? Il problema non è da imputare al film di Snyder, ma all'approccio che la Marvel sta avendo con i suoi film.
                    «Perché ti sei dimenticato di me?»

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Alexian Visualizza il messaggio
                      Nolan e Singer quindi? Il problema non è da imputare al film di Snyder, ma all'approccio che la Marvel sta avendo con i suoi film.
                      Ti risulta che abbiano un rating restricted?

                      Commenta


                      • Perché un cinecomic per essere a tematiche serie e drammatiche deve avere per forza un rating R? O state basando il discorso sul livello di violenza contenuto? Perché a me è parso che si parlasse di tematiche e toni, non di violenza di cui Watchmen ne conteneva parecchia...
                        «Perché ti sei dimenticato di me?»

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Alexian Visualizza il messaggio
                          Perché un cinecomic per essere a tematiche serie e drammatiche deve avere per forza un rating R? O state basando il discorso sul livello di violenza contenuto? Perché a me è parso che si parlasse di tematiche e toni, non di violenza in cui Watchmen ne conteneva parecchia...
                          Per quanto riguarda me si parlava di Rating e toni. Una casa oggi ci pensa due volte prima di adattare un cinecomic usando l'atteggiamento di Watchmen. Difficilmente vedrai film con toni particolarmente maturi, e sinceramente mi sembra che il Prequel di X Man o The Dark Knight avessero come target tutti i ragazzi sopra i 13 anni.

                          Commenta


                          • Però è strano che nessuno citi The Punisher allora. Perché sarebbe più il caso di citare tale trasposizione, più che Watchmen, che al contrario ebbe comunque un certo riscontro nell'home-video ed è diventato un piccolo film di culto. Anche The Punisher con Tom Jane ebbe un rating R, ma nel complesso non credo che minò la volontà né di fare cinecomic "drammatici", né tanto meno osare fare altri film basati sulle graphics-novel (vedi Sin City e 300).

                            Snyder in questo discorso non c'entra proprio nulla mi sa.
                            «Perché ti sei dimenticato di me?»

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Alexian Visualizza il messaggio
                              Però è strano che nessuno citi The Punisher allora. Perché sarebbe più il caso di citare tale trasposizione, più che Watchmen, che al contrario ebbe comunque un certo riscontro nell'home-video ed è diventato un piccolo film di culto.
                              Non c'entra. The Punisher aveva scopi commerciali molto contenuti ed uscì prima di Watchmen, che segna appunto lo spartiacque (è questo il tema)

                              Originariamente inviato da Alexian Visualizza il messaggio
                              Anche The Punisher con Tom Jane ebbe un rating R, ma nel complesso non credo che minò la volontà né di fare cinecomic "drammatici", né tanto meno osare fare altri film basati sulle graphics-novel (vedi Sin City e 300)
                              Perchè avrebbe dovuto minare la voglia di fare nuovi film R, se è andato bene? (15 milioni di spesa contro 54 di incassi)
                              Inoltre, anche qui, il paragone non è calzante. Non si possono paragonare operazioni da decine di milioni con megaoperazioni da centinaia di milioni
                              Semplicemente, è difficile che trattino i cinecomic in modo maturo. E' troppo rischioso, non conviene.

                              Tornando all'argomento del topic. E' anche per queste motivazioni che con Lanterna Verde hanno esagerato, premendo troppo l'acceleratore sul kid factor...

                              Commenta


                              • Uhm... se The Punisher fosse stato un successo come dici tu, avrebbero fatto un ipotetico sequel, sequel che per fortuna mai arrivò, visto le batoste critiche che ricevette. Al contrario di Watchmen, che benché l'incasso moderato esordì benissimo, segno che c'era un forte interesse. Il problema è come fu presentato il film.

                                Direi che Watchmen non è stato proprio lo spartiacque di nulla, forse commercialmente parlando e per la tipologia di fumetto, dovuto ad un marketing completamente sbagliato, ma sarebbe ingiusto imputare al film di Snyder colpe che di fatto non ha. Trattare i cinefumetto di un certo tipo si può eccome, Sin City lo ha dimostrato, ma è come si presenta il prodotto che dev'essere considerato, non puoi presentare un film in un modo, quando questo è tutt'altro.

                                Ed è lo stesso errore che hanno fatto con Lanterna Verde tra l'altro. Hanno presentato un prodotto per qualcosa che poteva essere di più. Il fantasy-sci-fi stimola tutti, avrebbero dovuto presentare un teaser trailer - giusto per fare un esempio - che facesse intendere sin da subito la mitologia che ci sta dietro al Corpo delle Lanterne Verdi. Non puntare sulla figura di Ryan Raynolds che di fatto, a parte negli USA, per il resto del mondo è un completo sconosciuto che ha avuto ruoli solo marginali e un film mediocre (Buried).
                                «Perché ti sei dimenticato di me?»

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X