annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Joker

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio

    perché ho appurato personalmente che molti di loro vanno a seconda di come tira il vento.

    uno di questi ricordo ancora che parlò benissimo di The Last Jedi quando uscì, poi quando nel web tirava aria di odio verso quella pellicola, ha cambiato il tiro.

    oppure ci sono quelli che devono fare il contrario, se un prodotto è spernacchiato da tutti, loro fanno gli alternativi.

    non li reputo dei recensori migliori di chi ad esempio frequenta questo forum, per dire.
    Niente di diverso da quel che succede su forum come questo.
    Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
    ok, sentirli.. anche a me capita ogni tanto di passarci sul tubo a sentire cosa dicono, ma prenderli come un "punto di riferimento" tipo "se lo dice lui allora è vero", ce ne passa.
    Ma quello sta un po' al singolo come comportarsi, che si abbia di fronte un professionista come alò o un appassionato come "inserire nome che più ritieni opportuno". Il punto è sempre quello di generare discussione, dibattito, sentire altre idee, anche aliene alle proprie. Inevitabilmente, è succede per qualsiasi cosa, una volta che conosciamo, più o meno, i gusti di determinate persone che, in un modo o nell'altro, gli attribuiamo un valore, è chiaro che se tizio X dice che film Y è bellissimo, siamo più propensi a dedicare del tempo a tale prodotto in più di quanto avremmo fatto normalmente. Io stesso, non lo nascondo, ho visto doctor sleep al cinema dopo aver recepito opinioni forti da persone di cui conoscevo gusti e "mi sono fidato". Non so perché c'è sto anatema che tutto ciò che viene da video sulla rete viene preso così male.
    "Vabbè camerata, beviti un po' quello che ti pare e torna su VKontakte a scrivere di come vorresti sparare ai politici e di quanto la Meloni sia la tua waifu, va benissimo". cit.

    Commenta


    • ‘La gente prega in banca il suo Gesù’ (Marco Masini, ‘Il giorno dei perdenti’)

      ‘Cause this fine old world it keeps spinning around’ (Frank Sinatra, ‘That’s life’)


      ……………..




      Joker
      America [1929 o] 2019 [il risultato non cambia:] - Sterminateli senza pietà


      Più che un film… una dolente barzelletta ‘bunueliana’ (‘c’era un malato di mente che smise di prendere farmaci e poi… sai che fine ha fatto? E’ diventato un capopolo’) che sarebbe stata perfetta per la filmografia del ‘pio’ Scorsese (che per l’ennesima volta si è dimostrato un tonto non facendo suo il film)…

      La vita è un gioco che non è un gioco, tragedia e commedia - suicidio e omicidio - vanno a braccetto: a ognuno capitano in mano le sue carte, quale che sia la partita non c’è mai sosta… e sempre c’è una carta esclusa dal mazzo, dimenticata da tutti, inutile… quel jolly la cui risata è il sintomo… di tutto ciò che manca a un mondo che è tutto preso a barattare l’essere con… le sue fish.

      ‘Chi è più pazzo: il pazzo o il pazzo che lo INsegue?’ Già in ‘The master’ P.T. Anderson aveva risposto a suo modo al quesito, il suo discepolo Phoenix era già lì quello più dotato di sense of humour rispetto al maestro, ergo… il meno pazzo dei due.

      Questo ‘Joker’ - col suo protagonista che parte come inseguitore, e finisce... 'manicomialmente' inseguito - continua su quel filo sottile: per cogliere l’ironia del tutto, per ridere… bisognerebbe prima empatizzare, o per lo meno saper intelligentemente cogliere l’irrazionalità del tutto… ma il mondo di Gotham è decisamente malato da questo punto di vista, non ci mette né cuore né testa, è solo intento a giocare la sua partita con 40 carte, a produrre ricchezza, vincendo il più possibile e/o - ‘la vita è fatta a scale…’ - perdendo il meno possibile…

      Ironia… del destino, un Joker riporterà l’amarissima verità a galla; ‘bringing out the dead’, sarà infine lui - lo ‘zorro etero’ innatamente portato a considerare sorridendo la condizione umana e la vita, anche quando quella vita ti crolla esteriormente e interiormente tutta - a risorgere: il villan è il reo… ma qui è anche il reo confesso… che lancia il suo j’accuse verso chi non si confessa mai (e anzi, nella sua follia, si crede pure nel giusto)…

      E, ’ride bene chi ride ultimo’… sarà proprio lui a farsi una catartica risata in&di un mondo che ride ormai ‘come se’ (… come se l’unica cosa importante - giganti miliardari o nani che timbrano il loro cartellino - fosse se il proprio ‘piatto piange’)…

      Certo, e lì sta il tragico… è una risata che - auto reclusosi in un frigo o altrettanto emblematicamente, infine, rinchiuso in un manicomio - si farà da solo, finanche resistendo a una ennesima scorsesiana ‘ultima tentazione’… da comico, alias raccontare una barzelletta.
      E così, ironia tragica da mascherato teatro greco, il jolly rientra in gioco quale ‘deus ex machina (della polizia)’ che chiude l’intera partita/rappresentazione filmica, con una ‘battuta’ che mette il dito nella piaga, pietra tombale su un mondo immerso nella sua ‘vitale’ routine esistenziale (mors tua vita mea: ’That’s life’!), ‘morti che seppelliscono i morti’ (… per non farne sentire la puzza) compresi:
      ‘Sarebbe inutile’…
      Il mondo non riderebbe (tutt’altro, semmai… continuerà a inseguirlo!)… Non capirebbe…
      … Perché… ‘non c’è peggior sordo… …’
      … di chi una barzelletta del Joker non la vuole neanche sentire…

      ‘That’s life! That’s life… …?’



      Firmato:
      [‘EVERYTHING MUST GO!!’]
      Go Away


      Voto: 41/2/5 ('Leone... di bronzo'); dopo il Joker artista di Burton e quello filosofo di Nolan arriva quello sociologico(-religioso); scritturalmente scorsesiano fin nel midollo (forse fin troppo anche per lui… ? ‘Silence'…), estremo (spietatamente ‘veterotestamentario’, 'apocalittico') nei contenuti… ma non altrettanto nella sua forma, che Phillips - nascondendosi pur con mestiere… ma dietro a un dito - lascia compassata, sommessa, rassicurantemente fruibile… seppur con momenti che resteranno comunque memorabili.

      P.s.: Una barzelletta per il Joker (della serie: invece della pistola, la prossima volta... ...prova un paio di scarpe numero 27!): https://www.youtube.com/watch?v=5eaX4bEOX4I



      ……………


      ‘Vieni qui, guarda che il mondo da quassù non è più tondo…’ (Renato Zero, ‘Il jolly’)
      https://www.youtube.com/watch?v=mqFMyIZ1NEk
      “Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato, abbiamo cantato un lamento e non avete pianto!” (Lc 7, 32)
      Ultima modifica di ericrap; 25 maggio 20, 21:45.
      "E' la vita mia: mille occhi, una foresta, una giostra di periferia"

      Commenta


      • Originariamente inviato da ericrap Visualizza il messaggio
        ‘La gente prega in banca il suo Gesù’ (Marco Masini, ‘Il giorno dei perdenti’)

        ‘Cause this fine old world it keeps spinning around’ (Frank Sinatra, ‘That’s life’)


        ……………..




        Joker
        America [1929 o] 2019 [il risultato non cambia] - Sterminateli senza pietà


        Più che un film… una dolente barzelletta ‘bunueliana’ (‘c’era un malato di mente che smise di prendere farmaci e poi… sai che fine ha fatto? E’ diventato un capopolo’) che sarebbe stata perfetta per la filmografia del ‘pio’ Scorsese (che per l’ennesima volta si è dimostrato un tonto non facendo suo il film)…

        La vita è un gioco che non è un gioco, tragedia e commedia - suicidio e omicidio - vanno a braccetto: a ognuno capitano in mano le sue carte, quale che sia la partita non c’è mai sosta… e sempre c’è una carta esclusa dal mazzo, dimenticata da tutti, inutile… quel jolly la cui risata è il sintomo… di tutto ciò che manca a un mondo che è tutto preso a barattare l’essere con… le sue fish.

        ‘Chi è più pazzo: il pazzo o il pazzo che lo INsegue?’ Già in ‘The master’ P.T. Anderson aveva risposto a suo modo al quesito, il suo discepolo Phoenix era già lì quello più dotato di sense of humour rispetto al maestro, ergo… il meno pazzo dei due.

        Questo ‘Joker’ continua su quel filo sottile: per cogliere l’ironia del tutto, per ridere… bisognerebbe prima empatizzare, o per lo meno saper intelligentemente cogliere l’irrazionalità del tutto… ma il mondo di Gotham è decisamente malato da questo punto di vista, non ci mette né cuore né testa, è solo intento a giocare la sua partita con 40 carte, a produrre ricchezza, vincendo il più possibile e/o - ‘la vita è fatta a scale…’ - perdendo il meno possibile…

        Ironia… del destino, un Joker riporterà l’amarissima verità a galla; ‘bringing out the dead’, sarà infine lui - lo ‘zorro etero’ innatamente portato a considerare sorridendo la condizione umana e la vita, anche quando quella vita ti crolla esteriormente e interiormente tutta - a risorgere: il villan è il reo… ma qui è anche il reo confesso… che lancia il suo j’accuse verso chi non si confessa mai (e anzi, nella sua follia, si crede pure nel giusto)…

        E, ’ride bene chi ride ultimo’… sarà proprio lui a farsi una catartica risata in&di un mondo che ride ormai ‘come se’ (… come se l’unica cosa importante - giganti miliardari o nani che timbrano il loro cartellino - fosse se il proprio ‘piatto piange’)…

        Certo, e lì sta il tragico… è una risata che - auto reclusosi in un frigo o altrettanto emblematicamente, infine, rinchiuso in un manicomio - si farà da solo, finanche resistendo a una ennesima scorsesiana ‘ultima tentazione’… da comico, alias raccontare una barzelletta.
        E così, ironia tragica da mascherato teatro greco, il jolly rientra in gioco quale ‘deus ex machina (della polizia)’ che chiude l’intera partita/rappresentazione filmica, con una ‘battuta’ che mette il dito nella piaga, pietra tombale su un mondo immerso nella sua ‘vitale’ routine esistenziale (mors tua vita mea: ’That’s life’!), ‘morti che seppelliscono i morti’ (… per non farne sentire la puzza) compresi:
        ‘Sarebbe inutile’…
        Il mondo non riderebbe (tutt’altro, semmai… continuerà a inseguirlo!)… Non capirebbe…
        … Perché… ‘non c’è peggior sordo… …’
        … di chi una barzelletta del Joker non la vuole neanche sentire…

        ‘That’s life! That’s life… …?’



        Firmato:
        Go away


        Voto: 41/2/5; dopo il Joker artista di Burton e quello filosofo di Nolan arriva quello sociologico(-religioso); scritturalmente scorsesiano fin nel midollo (forse fin troppo anche per lui… ? ‘Silence'…), estremo (spietatamente ‘veterotestamentario’, 'apocalittico') nei contenuti… ma non altrettanto nella sua forma, che Phillips - nascondendosi pur con mestiere… ma dietro a un dito - lascia compassata, sommessa, rassicurantemente fruibile… seppur con momenti che resteranno comunque memorabili.

        P.s.: Una barzelletta per il Joker (della serie: invece della pistola, la prossima volta... ...prova un paio di scarpe numero 27!): https://www.youtube.com/watch?v=5eaX4bEOX4I



        ……………


        ‘Vieni qui, guarda che il mondo da quassù non è più tondo…’ (Renato Zero, ‘Il jolly’)
        https://www.youtube.com/watch?v=mqFMyIZ1NEk
        “Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato, abbiamo cantato un lamento e non avete pianto!” (Lc 7, 32)
        Questo è materiale per "il cinefilo nell'era dell'internet"

        Commenta


        • Buongiorno,appena iscritta Amo il cinema di qualità,non sono un esperta ma un appassionata .Ho visto Joker il 4 Ottobre 2019,appena uscito nelle sale ed è stato il miglior film visto nell'anno passato.Bellissima l'idea di descrivere la nascita del personaggio dal punto di vista sociologico.Innovativo ,pur rimanendo a tutti gli effetti un cinecomic.Un unicum che spero non abbia un seguito,perchè perfetto così.La discesa agli inferi di un emarginato in una città cupa,inquietante resa benissimo dalla scenografia.E poi Phoenix! Non ha interpretato Joker,lo era! magnetico,spettacolare,disturbante,perfetto Si è meritato tutti i premi ricevuti.
          Si è capito che mi ha entusiasmata ?
          Comunque con calma leggerò i vostri commenti e i giudizi negativi,per avere altri punti di vista.....

          Commenta


          • ciao e benvenuta

            Commenta


            • La discesa agli inferi di un emarginato
              ciao , benvenuta .....più che discesa io la vedo più come un ascesa .
              Il joker è la liberazione , l'emarginato che diviene l'idolo delle folle , il punto focale di una rivoluzione.
              Se poi tutto quello che racconta fosse solo frutto dell'immaginazione alla fine il risultato non cambierebbe , perché con l'omicidio della psicologa ,il percorso intrapreso con il suo epilogo sarebbero stati identici.

              E' per questo che il seguito non avrebbe senso ...
              Se non per i quattrini .....ma un joker già divenuto avrebbe lo stesso fascino per lo spettatore?

              Commenta


              • Ma per me un sequel sarebbe pure figo, ma deve esser un sequel di Joker senza sfociare nell'universo condiviso, magari un sequel con più azione e ancora più cruenza. Solo che in questo universo il Joker non è un genio del crimine, solo un pazzo .che uccide un po a caso. Di certo non può diventare il Joker di Nolan per intenderci, perché quello aveva unamente sopraffina, questo no.

                Commenta


                • Io per un sequel punterei su di un joker fatto e finito. Cinico cattivo violento che vada a contrastare l'empatia generale provata per il personaggio del primo film
                  http://img7.imageshack.us/img7/4629/batmanvsbane.jpg
                  http://jhonillustratore.altervista.org/
                  "Anche in questo mondo piove, quando il tuo cuore è turbato il cielo si rannuvola, quando sei triste la pioggia si mette subito a scendere...per me è straziante... chissà se anche tu lo sai quant'è terrificante venire colpiti dalla pioggia in un mondo solitario come questo" Zangetsu


                  ***FIRMA MODIFICATA DAL MODERATORE***

                  Commenta


                  • solo un pazzo .che uccide un po a caso
                    non ricordo che ne ci sia stato uno che lui abbia ucciso per caso......
                    Cinico cattivo violento che vada a contrastare l'empatia generale provata per il personaggio del primo film
                    un tipo che si veste da pagliaccio , magari con la sua banda di adepti , che terrorizza gotham??
                    Se fai questo dovresti metterci anche la contrapposizione , il contrasto che darebbe forza al villain .ma andresti a svilire completamente il significato del primo film .
                    Giocchino non lo farebbe mai




                    Commenta


                    • Finalmente recuperato. Se ne parlava strabene e confermo che si tratta di un filmone.
                      Non so se potrebbe mai convivere con altri personaggi di Gotham soprattutto con Batman e ora che ne hanno mostrato la nascita, si riuscirà a portarlo ai livelli del criminale che si vede in Dark Knight o è un'impresa impossibile? Secondo voi questo Joker ha le carte per diventare quel tipo di personaggio?

                      Ovviamente non ha senso fare paragoni tra questo e quello di Ledger, potrei dire di tendere verso uno dei due ma non è così. Peccato solo per il rating del batman di Nolan, questo joker senza la stessa violenza visiva non avrebbe fatto sicuramente lo stesso effetto.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da hulkdog Visualizza il messaggio

                        non ricordo che ne ci sia stato uno che lui abbia ucciso per caso......


                        un tipo che si veste da pagliaccio , magari con la sua banda di adepti , che terrorizza gotham??
                        Se fai questo dovresti metterci anche la contrapposizione , il contrasto che darebbe forza al villain .ma andresti a svilire completamente il significato del primo film .
                        Giocchino non lo farebbe mai



                        Senza contare che la pazzia non è quasi mai condivisa soprattutto da persone normali... il Joker di Ledger è meno folle di quanto sembri, ha dei piani pur sempre folli ma li ha, il Joker di Phoenix è istintivo dovrebbe mutare in qualcos'altro per arrivare fino a quel punto, forse con una qualche guida che lo spinge a intraprendere una determinata strada altrimenti continuerà ad agire in solitaria.

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da *Jyn* Visualizza il messaggio
                          A parte che io Batman inteso come uomo pipistrello che va a menare criminali, non ce lo vedo in un contesto così realistico. Si perderebbe poi continuità con il film precedente in quanto diventerebbe il solito cinecomic classico. E anche basta col terzo Batman di fila...
                          Un seguito ha due possibili strade per me:
                          -Appoggiarsi ad un altro villain insieme a Joker. Io avevo pensato alla dinamica psichiatra-paziente con la dottoressa Quinzel, mantenendo il thriller psicologico e mostrando la caduta della proto Harley per mano del Joker.
                          -Un altro tema sociale, appoggiandosi magari ad un personaggio positivo contrapposto a Joker (Gordon?). Una fuga da Arkham che porta ad una scia di crimini alla Assassini Nati, che parli dei media e della violenza.
                          Potrebbe essere un Batman totalmente diverso, un vigilante notturno in qualche modo mascherato (giacca lunga, giubbotto antiproiettile, protezioni varie) ma molto lontano da quello con il classico costume, direi quindi più vicino a The Punisher. Realisticamente nessun vendicatore moderno potrebbe andare in giro in costume senza suscitare ilarità. Persino uno conciato come Darkman è più plausibile che incontri questo Joker rispetto a Batman.

                          Commenta


                          • Secondo il report annuale della British Board of Film Classification Joker è il film che ha ricevuto più lamentele nel 2019
                            "Vabbè camerata, beviti un po' quello che ti pare e torna su VKontakte a scrivere di come vorresti sparare ai politici e di quanto la Meloni sia la tua waifu, va benissimo". cit.

                            Commenta

                            In esecuzione...
                            X