annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Venom 2 - Let There Be Carnage

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Maddux Donner Visualizza il messaggio
    Sony, non Warner Bros.
    Si, hai ragione! scusate mi ero confuso

    Commenta


    • Nei film Marvel, quelli del MCU, ho sempre percepito un discorso di fondo, un significato un po’ più profondo capace di andare oltre il semplice racconto: in tutte le storie che hanno composto il grande affresco della “saga dell’infinito” c’era un tema che si generava a partire dal protagonista, e che finiva coll’indirizzare la storia del singolo. Ognuno dei molti eroi della serie è nello stesso tempo “super”, ma anche simbolo di qualcosa d’altro, di un valore che si espande nella trama dei singoli film e finisce per diventare il senso vero e proprio della storia.

      Iron Man trova la sua “umanità” uscendo dalla caverna, come un primate, poi evolve man mano nei film a seguire ritrovando il rapporto con la famiglia, con la gente, con sé stesso come persona di carne ed ossa, col suo amico, con l’idea di paternità e infine, quando si scopre completamente “ricostruito”, con sé stesso, il suo ruolo nel mondo, e così si sacrifica perché non può evolvere oltre.

      Cap è il simbolo dell’uomo “diviso”: è diviso tra due mondi, quello del passato e quello del presente, ma è anche spaccato intimamente, perché da un lato è il simbolo dell’eroe che si mette al servizio, la recluta, il soldato, il militare… dall’altro è l’emblema dell’uomo che non si piega, che non accetta di servire ciecamente, che non si fa usare o controllare, e che in qualche modo ambirebbe ad essere libero, a vivere una propria vita… provare ad essere egoista, una volta tanto. Ecco allora che i tre film che lo riguardano affrontano, in modi diversi e sempre più complessi, il tema dell’arruolamento, del farsi servitore – o meno – della patria (anche per contrasto, vedasi l’intrecciarsi delle sue storie con quella di Vedova Nera, Falcon e Soldato d’Inverno, tutti a loro modo soldati, tutti reduci da una militanza comunque sofferta e dolorosa).
      Proseguendo, vedrete che ogni singolo personaggio incarna il tema del proprio film: il reietto Ant.man, circondato da eroi improbabili e invisibili quanto lui, trova la sua grandezza nella piccolezza; Cap Marvel è il simbolo dell’emancipazione femminile, della figura che abbatte le differenze (e i pregiudizi) di genere; Thor narra la storia del figlio d’arte, costretto suo malgrado a ripercorrere le orme del padre senza la libertà di trovare la propria strada, incastrato in un ruolo non suo…

      Insomma, potrei andare avanti, ma comunque spero che mi abbiate capito. Per quanto semplicistici, buffoneschi e parodistici, i personaggi dei film Marvel hanno saputo trovare una propria dimensione, una riconoscibilità, in questo connubio molto ben architettato tra la “genetica” del personaggio, il suo senso d’esistere, e lo sviluppo del racconto di cui finiva per fare parte. L’idea del personaggio ha sempre informato la storia che lo vedeva agire.

      Tutto questo in Venom non l’ho trovato, non si è visto. Era più Venom, più autentico e “giusto”, paradossalmente, quello improvvisato di Raimi, per quanto inviso dai fans. In quel film, il fotografo era una sorta di “parassita” per Parker, gli rubava il posto di lavoro, il ruolo, praticamente lo oscurava. Il vestito-alieno diventava il simbolo stesso del furto di identità, dell’imitazione, della contraffazione, della sofisticazione, dell’invidia da “tifoso”, che ama e odia al contempo.

      Il Venom di Hardy non ha senso, non glielo riesco a trovare un senso... e questa mancanza di significato non riesco a colmarla con l’interesse. Insomma… che cosa volevano raccontarci con questo Venom? È proprio il caso di dirlo: sotto il vestito (del viscido simbionte) niente…

      Commenta


      • Ma potevano farlo e renderlo interessante pure senza Spiderman. Pure questo film ha delle potenzialità grandiose, ma la gente che c'è dietro mi preoccupa, soprattutto in fase di sceneggiatura, perchè diciamocelo è quella la cosa principalmente schifosa del primo film. I dialoghi, i personaggi e la storia.

        Commenta


        • Originariamente inviato da Gryzor Visualizza il messaggio
          Nei film Marvel, quelli del MCU, ho sempre percepito un discorso di fondo, un significato un po’ più profondo capace di andare oltre il semplice racconto: in tutte le storie che hanno composto il grande affresco della “saga dell’infinito” c’era un tema che si generava a partire dal protagonista, e che finiva coll’indirizzare la storia del singolo. Ognuno dei molti eroi della serie è nello stesso tempo “super”, ma anche simbolo di qualcosa d’altro, di un valore che si espande nella trama dei singoli film e finisce per diventare il senso vero e proprio della storia.

          Iron Man trova la sua “umanità” uscendo dalla caverna, come un primate, poi evolve man mano nei film a seguire ritrovando il rapporto con la famiglia, con la gente, con sé stesso come persona di carne ed ossa, col suo amico, con l’idea di paternità e infine, quando si scopre completamente “ricostruito”, con sé stesso, il suo ruolo nel mondo, e così si sacrifica perché non può evolvere oltre.

          Cap è il simbolo dell’uomo “diviso”: è diviso tra due mondi, quello del passato e quello del presente, ma è anche spaccato intimamente, perché da un lato è il simbolo dell’eroe che si mette al servizio, la recluta, il soldato, il militare… dall’altro è l’emblema dell’uomo che non si piega, che non accetta di servire ciecamente, che non si fa usare o controllare, e che in qualche modo ambirebbe ad essere libero, a vivere una propria vita… provare ad essere egoista, una volta tanto. Ecco allora che i tre film che lo riguardano affrontano, in modi diversi e sempre più complessi, il tema dell’arruolamento, del farsi servitore – o meno – della patria (anche per contrasto, vedasi l’intrecciarsi delle sue storie con quella di Vedova Nera, Falcon e Soldato d’Inverno, tutti a loro modo soldati, tutti reduci da una militanza comunque sofferta e dolorosa).
          Proseguendo, vedrete che ogni singolo personaggio incarna il tema del proprio film: il reietto Ant.man, circondato da eroi improbabili e invisibili quanto lui, trova la sua grandezza nella piccolezza; Cap Marvel è il simbolo dell’emancipazione femminile, della figura che abbatte le differenze (e i pregiudizi) di genere; Thor narra la storia del figlio d’arte, costretto suo malgrado a ripercorrere le orme del padre senza la libertà di trovare la propria strada, incastrato in un ruolo non suo…

          Insomma, potrei andare avanti, ma comunque spero che mi abbiate capito. Per quanto semplicistici, buffoneschi e parodistici, i personaggi dei film Marvel hanno saputo trovare una propria dimensione, una riconoscibilità, in questo connubio molto ben architettato tra la “genetica” del personaggio, il suo senso d’esistere, e lo sviluppo del racconto di cui finiva per fare parte. L’idea del personaggio ha sempre informato la storia che lo vedeva agire.

          Tutto questo in Venom non l’ho trovato, non si è visto. Era più Venom, più autentico e “giusto”, paradossalmente, quello improvvisato di Raimi, per quanto inviso dai fans. In quel film, il fotografo era una sorta di “parassita” per Parker, gli rubava il posto di lavoro, il ruolo, praticamente lo oscurava. Il vestito-alieno diventava il simbolo stesso del furto di identità, dell’imitazione, della contraffazione, della sofisticazione, dell’invidia da “tifoso”, che ama e odia al contempo.

          Il Venom di Hardy non ha senso, non glielo riesco a trovare un senso... e questa mancanza di significato non riesco a colmarla con l’interesse. Insomma… che cosa volevano raccontarci con questo Venom? È proprio il caso di dirlo: sotto il vestito (del viscido simbionte) niente…
          TVB


          Il film era veramente un vuoto completo ...

          Ma certo che la qualità si cerca su altri fronti, ma il punto è che alla Sony erano ben consapevoli di non voler creare un bel film, ma un brand macinasoldi.
          se lo avessero fatto di merda apposta , ma per me non è cosi' che ragionano , allora possiamo ritenerli moolto fortunati.
          In genere i film di merda cosi' fanno flop.

          Poi altri filmacci dello stesso livello come Ghost Rider e Catwoman non hanno funzionato perché, per loro sfortuna, non c'erano ancora i MS che comunque, nel bene e nel male, hanno sdoganato il genere al grande pubblico
          avrebbero floppato anche in questo periodo , stanne certo ......
          Perché anche i film di super floppano , negli ultimi tempi Xmen ha fatto il buco dell'anno , Harley Quinn è andato malaccio , Hellboy a picco , tanto per citarne alcuni e tra questi non ne vedo uno cosi' tanto inferiore a Venom.

          Commenta


          • Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
            Ma potevano farlo e renderlo interessante pure senza Spiderman. Pure questo film ha delle potenzialità grandiose, ma la gente che c'è dietro mi preoccupa, soprattutto in fase di sceneggiatura, perchè diciamocelo è quella la cosa principalmente schifosa del primo film. I dialoghi, i personaggi e la storia.
            Forse se il personaggio di Venom fosse stato scritto con un minimo di senso logico (come anche la storia) poteva uscire qualcosa di interessante. Però prendo spunto da quello che aveva scritto The Inquisitor qualche pagina fa, un universo di Venom senza il personaggio di Spiderman ha senso di esistere? forse se il primo film dedicato a Venom fosse stato impostato in un modo totalmente diverso, con una sceneggiatura e con dei personaggi scritti in modo decente forse sì, ma dal mio punto di vista un'operazione già difficile di per se l'hanno mandata completamente in vacca fin da subito.

            Commenta


            • Più che altro se ci fossero nomi diversi avrei aspettative anche se il primo è stato una ciofeca. L'unica cosa che si salva son gli attori protagonisti ma da soli non possono fare miracoli.
              Mi avessero messo dietro, che ne so, un Drew Goddard o un Sheridan alla sceneggiatura sarei molto più ottimista.

              Commenta


              • Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
                Più che altro se ci fossero nomi diversi avrei aspettative anche se il primo è stato una ciofeca. L'unica cosa che si salva son gli attori protagonisti ma da soli non possono fare miracoli.
                Mi avessero messo dietro, che ne so, un Drew Goddard o un Sheridan alla sceneggiatura sarei molto più ottimista.
                Secondo me non si salvano neanche gli attori protagonisti, anche lo stesso Hardy affonda in un film così mediocre. Onestamente riguardo Venom faccio fatica a salvare qualcosa.

                Commenta


                • Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
                  Per me Dark Phoenix è oro colato rispetto a questo.
                  Mai visto ma ne sono sicuro...

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da The Inquisitor Visualizza il messaggio

                    Mai visto ma ne sono sicuro...
                    E' ottimo per dormire.
                    "Vabbè camerata, beviti un po' quello che ti pare e torna su VKontakte a scrivere di come vorresti sparare ai politici e di quanto la Meloni sia la tua waifu, va benissimo". cit.

                    Commenta


                    • Dark Phoenix ha almeno un impianto tecnico di tutto rispetto e degli attori comunque rodati per i ruoli. E' stata una delusione rispetto le aspettative? Certo, ma almeno è cinema. Quello che manca in DP è una mezz'ora buona perchè il montaggio è fatto col culo e poi si vede hanno cambiato i piani in corso d'opera.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
                        Dark Phoenix ha almeno un impianto tecnico di tutto rispetto e degli attori comunque rodati per i ruoli. E' stata una delusione rispetto le aspettative? Certo, ma almeno è cinema. Quello che manca in DP è una mezz'ora buona perchè il montaggio è fatto col culo e poi si vede hanno cambiato i piani in corso d'opera.
                        Se devo essere sincero, al netto dei pregi e dei difetti di film come Venom o DP, ammetto di preferire film insulsi e senza pretese come il primo piuttosto di occasioni mancate come il secondo.
                        "Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi: navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione...E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser...E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia... E' tempo di morire"

                        Commenta


                        • per me meglio venom...entrambi hanno avuto lavorazioni a dir poco travagliate e tutto ciò che ne consegue, ma almeno venom non ha pretese, è una cazzata di film cosi come la vedi, e non ci prova minimamente ad essere altro...dark phoenix ha la spocchia di voler fare le pigiamate d'autore, con discorsoni e sguardi intensi e alla fine è molto peggio di conflitto finale di ratner...

                          "Il cinema è un arte soggettiva, quanto la musica, belli i 5 alti bello sentire pareri discordanti ai propri, ma alla fine sono io, uno schermo e tutto quello che ci passa di mezzo."

                          "Le barbarie sono lo stato naturale dell'umanità, la civiltà è solo un capriccio dell'evoluzione e delle circostanze". cit.


                          ~FREE BIRD~

                          Commenta


                          • Ampiamente d'accordo con entrambi. Film schifoso per film schifoso, che sia almeno di intrattenimento leggero e veloce.
                            "Vabbè camerata, beviti un po' quello che ti pare e torna su VKontakte a scrivere di come vorresti sparare ai politici e di quanto la Meloni sia la tua waifu, va benissimo". cit.

                            Commenta


                            • è una cazzata di film cosi come la vedi, e non ci prova minimamente ad essere altro..
                              che è un aggravante , secondo me ....
                              Entrambi avevano grandi personaggi e grandi storie da poter inscenare , gli xmen ci hanno provato ma è ne è uscito un film asettico e noioso , ma che comunque aveva delle basi solide con cui partire, l'altro è un progetto che si è tarpato le ali ancor prima di essere mostrato.
                              Venom senza Spidey, senza le sue origini da villain legate al ragnetto , perde quasi tutta la sua potenzialità .
                              E purtroppo lo hanno bruciato per almeno altri 10 anni....
                              Ultima modifica di hulkdog; 13 maggio 20, 22:31.

                              Commenta


                              • Eddai almeno Dark Phoenix è cinema fatto bene a livello tecnico, qualcosa si salva. Venom proprio niente.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X