annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Thor - Love and Thunder

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • In teoria quella di "dio" nell'universo Marvel è una denominazione data a specifiche razze superiori che vengono spesso venerate sui vari pianeti.
    Il più famoso arco narrativo della run di Aaron si basava proprio su un villain che era uno sterminatore di dei e se ne andava in giro per l'universo a fare piazza pulita.

    Poi nel concreto non so cosa cambi, ci sono personaggi che nei fatti sono praticamente più dei di Thor ma non sono definiti tali.

    Nei film la questione è ancora più vaga, ma io la intepreto semplicemente come razze molto resilienti e dotate di tecnologie che sembrano magia.

    Non mi ci starei a fare grosse pippe, comunque.
    Luminous beings are we, not this crude matter.

    Commenta


    • Comunque guardato il primo Thor. Ho preferito Ragnarok.

      Commenta


      • nel primo Thor , trovavano un libro sulle divinità norrene e Loki era un traditore ancor prima di diventarlo ...
        cmq almeno nell'universo cinematografico , gli asgardiani erano chiaramente una razza aliena , che abitava uno dei nove mondi .
        Hanno cmq sorvolato parecchio sulla questione...

        Commenta


        • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
          In teoria quella di "dio" nell'universo Marvel è una denominazione data a specifiche razze superiori che vengono spesso venerate sui vari pianeti.
          Il più famoso arco narrativo della run di Aaron si basava proprio su un villain che era uno sterminatore di dei e se ne andava in giro per l'universo a fare piazza pulita.

          Poi nel concreto non so cosa cambi, ci sono personaggi che nei fatti sono praticamente più dei di Thor ma non sono definiti tali.

          Nei film la questione è ancora più vaga, ma io la intepreto semplicemente come razze molto resilienti e dotate di tecnologie che sembrano magia.

          Non mi ci starei a fare grosse pippe, comunque.
          Sì, è una minuzia, ma diventa rilevante nel momento in cui si criticano certi passaggi poco affini a una divinità (mi riferisco ai film). Per questo non prenderei alla lettera quell’etichetta e lo considero un extraterrestre, sarebbe come mettere sullo stesso piano Jury Chechi e Sauron.
          'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

          Commenta


          • Originariamente inviato da HULK SPACCA 70 Visualizza il messaggio
            Fin qui i detrattori si sono appellati solo a pregiudizi personali....Thor con la prostatite, con la demenza senile, anoressico, Portman inadeguada perché troppo esile, Waititi buffoncello con stile televisivo, colpevole di aver trasfigurato Thor....
            Waititi a Thor ha tagliato i capelli e lo ha privato del martello, ma gli ha dato forza pari a quella di HULK, potere e consapevolezza.... vogliamo parlare anche di HULK?
            Ebbene ne ha fatto un combattente indomito, in via di evoluzione, non uno scimmione ma un essere eretto e impavido, al punto da gettarsi tra le fiamme di Surthur, e anche se questo, al massimo della sua potenza che Thanos levati, se lo scrolla di dosso come un moscerino lui non demorde e se non fosse per Thor che lo blocca si ributterebbe ancora sul gigante di fuoco.
            Chi li ha sfigurati e sminuiti sono semmai i Russo, fino a Ragnarok erano ancora al massimo della loro potenza, poi serviva mettere in risalto Cap America, Cap Marvel, Ironman....e Thor e HULK ne hanno pagato le conseguenze, altro che Waititi che semmai ha avuto la colpa di infarcire il suo film di troppi suparietti ridicoli, depurato da quelli è un omaggio all'iconografia marvelliana.
            Beh in effetti è vero. In Ragnarok c'è il miglior Thor di tutto MCU ma Hulk per me l'ha azzeccato solo il testone nel suo primo Avengers, tutti gli altri hanno solo aggiunto qualcosa per peggiorarlo ed arrivare alla versione merdosa vista in Endgame

            purtroppo in Ragnarok me lo ricordo perhé sbatte con la faccia sul ponte, stile looney tunes.

            Sicuramente i Russo hanno fatto peggio, violentando tantissimi personaggi, tutti quelli con i superpoteri per intenderci. Sminuiti ad minchiam come se non ci fosse un domani. Quello che ne ha subito totalmente le conseguenze è stato Visione, ridotto ad un mcguffin.

            hulkdog il look di Beta è particolarissimo ma in un universo dove ci hanno presentato un procione parlante e un albero, non mi farrei troppi problemi. i tempi sono abbastanza maturi per esplorare anche personaggi particolari come Beta Ray Bill.

            Tom Doniphon ma è un po' tutta l'operazione a non ispirarmi e a non convincermi, non solo perché si segue la moda di inserire la protagonista femminile. la Portman potrebbe anche cavarsela bene, il problema è che raccontare di lei che diventa il nuovo Thor, significa limitarsi alla solita ambientazione terrestre per metà del film, un po' come con Cap Marvel si è dovuti parlare delle origini del personaggio in ambito terrestre, quando la storia di questi film, ormai è chiaro che il meglio lo da quando ci si sposta nello spazio. Non è quindi la cosa in se, quanto quello che porta.. e considerando che in casa Marvel al momento non mi piace proprio come stanno organizzando la centralizzazione delle loro eroine (vedi la scena insulsa in Endgame o il filmetto di Cap Marvel), non ho tutte ste grandi aspettative e comincio a stancarmi di vedere film con protagoniste che non rendono assolutamente giustizia agli intenti che una scelta genere meriterebbe.
            "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
            And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
            That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


            # I am one with the Force and the Force is with me #

            -= If You Seek His Monument Look Around You =-

            Commenta


            • Originariamente inviato da p t r l s Visualizza il messaggio

              Sì, è una minuzia, ma diventa rilevante nel momento in cui si criticano certi passaggi poco affini a una divinità (mi riferisco ai film). Per questo non prenderei alla lettera quell’etichetta e lo considero un extraterrestre, sarebbe come mettere sullo stesso piano Jury Chechi e Sauron.
              Se vogliamo parlare di teologia e religione in riferimento al MCU...direi che dovremmo andare oltre lo status di presunta o reale divinità che riguarda Thor.
              Thor rispetto alla terra è sicuramente un alieno, ma nella fattispecie è anche il figlio di Odino, che a prescindere da quanto ne sappiano i terrestri su Asgard è considerata la massima divinità, ma se anche questa cosa dovesse essere annunciata su tutti i telegiornali del mondo che peso dovrebbe avere per i terrestri?
              Hanno già dovuto prendere atto dell'esistenza di uomini e donne con capacità straordinarie, di alieni titanici, animaleschi e vegetali, di manufatti ancestrali che sovraintendono all'esistenza stessa dell'universo, che si può morire e tornare indietro dalla morte....e l'esistenza di un ragazzone vecchio di qualche migliaia di anni capace di scatenare fulmini e saette dovrebbe far vacillare la fede in un dio unico e solo?
              Beh, direi che in un simile scenario lo status di Thor è davvero l'ultimo dei problemi, e che se nel mondo raffigurato nell'MCU esistono religioni di varia natura sono state già belle che messe in discussione.
              Che poi non mi viene in mente nessun riferimento teologico, in nessuno dei 20/21 film di tutta la saga dell'Infinito, tranne la frase pronunciata da Cap sul quinjet nel primo Avengers: "esiste un solo dio e non va in giro vestito così", riferendosi proprio a Thor e Loki, ma sembra più un modo per sottolineare la natura un po' bacchettona e bigotta di Steeve, piuttosto che un vero riferimento religioso.

              Commenta


              • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio

                Beh in effetti è vero. In Ragnarok c'è il miglior Thor di tutto MCU ma Hulk per me l'ha azzeccato solo il testone nel suo primo Avengers, tutti gli altri hanno solo aggiunto qualcosa per peggiorarlo ed arrivare alla versione merdosa vista in Endgame
                Direi che fino ad Infinity War abbiamo visto un Thor con grandissime capacità, sicuramente al limite del divino.

                Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
                purtroppo in Ragnarok me lo ricordo perhé sbatte con la faccia sul ponte, stile looney tunes.
                Se rifletti bene quella scena è un dejavu, o almeno una citazione de "L'incredibile HULK" di Le Terrier, Bruce ha già avuto la stessa esperienza gettandosi dall'elicottero di Ross, il problema è che il Bifrost è probabilmente più duro dell'asfalto terrestre, quindi nel primo lo schianto non si vede, nel secondo si....anche se con effetto comico decisamente dissacrante.
                Ultima modifica di HULK SPACCA 70; 25 novembre 20, 22:44.

                Commenta


                • un procione parlante e un albero, non mi farrei troppi problem
                  eeeh ok ok ...ma non è uguale eh ...e poi abbiamo già lui

                  1445858619_bojack_wired2-600x335.jpg
                  non lo so , vedo meglio uno squalo con due gambe , che una testa di cavallo su un corpo da uomo.

                  bacchettona e bigotta di Steeve, piuttosto che un vero riferimento religioso.
                  Americano anni 50 ...bacchettone bigotta e molto religioso .

                  Ultima modifica di hulkdog; 26 novembre 20, 20:31.

                  Commenta


                  • i film in cui Thor è molto valorizzato per me sono Ragnarok e IW. Endgame diventa una barzelletta.
                    Per Hulk invece il primo Avengers, è l'unica cosa davvero figa del film, ossia come è costruita la tensione su Hulk.

                    Commenta


                    • Se rifletti bene quella scena è un dejavu, o almeno una citazione de "L'incredibile HULK" di Le Terrier, Bruce ha già avuto la stessa esperienza gettandosi dall'elicottero di Ross, il problema è che il Bifrost è probabilmente più duro dell'asfalto terrestre, quindi nel primo lo schianto non si vede, nel secondo si....anche se con effetto comico decisamente dissacrante.
                      ma certo.....scena di the incredible hulk, forse una delle poche decenti , e che si ispirava alla magnifica entrata in scena dell'hulk carnivoro di Mark Millar in Ultimates
                      Dissacrante e comica sono i i termini giusti ...elementi che non inficiano assolutamente sulla scena d'azione che ne consegue.
                      Come l'urlo di giubilo del dio nordico alla vista del mostro verde nell'arena insieme al "è un mio collega di lavoro..." ...dissacrante (pensando pure che il dialogo è stato tutto improvvisato)stile Waititi ...ma ciò non toglie che lo scontro è più che riuscito , i colpi sono pesanti , la cgi è ottima.

                      Ma che vuoi farci ?
                      Looney tunes ....
                      un po' come la scena dello sbattimento di Loki da parte del gigante di giada (anche quella qui ottimamente omaggiata), che era tipica dello stile di combattimento del nostro , ma da queste parti etichettata come cartone animato anni 80 .
                      Ed il pubblico ignorante si diverte ....
                      Ultima modifica di hulkdog; 26 novembre 20, 13:05.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da HULK SPACCA 70 Visualizza il messaggio

                        Se vogliamo parlare di teologia e religione in riferimento al MCU...direi che dovremmo andare oltre lo status di presunta o reale divinità che riguarda Thor.
                        Thor rispetto alla terra è sicuramente un alieno, ma nella fattispecie è anche il figlio di Odino, che a prescindere da quanto ne sappiano i terrestri su Asgard è considerata la massima divinità, ma se anche questa cosa dovesse essere annunciata su tutti i telegiornali del mondo che peso dovrebbe avere per i terrestri?
                        Hanno già dovuto prendere atto dell'esistenza di uomini e donne con capacità straordinarie, di alieni titanici, animaleschi e vegetali, di manufatti ancestrali che sovraintendono all'esistenza stessa dell'universo, che si può morire e tornare indietro dalla morte....e l'esistenza di un ragazzone vecchio di qualche migliaia di anni capace di scatenare fulmini e saette dovrebbe far vacillare la fede in un dio unico e solo?
                        Beh, direi che in un simile scenario lo status di Thor è davvero l'ultimo dei problemi, e che se nel mondo raffigurato nell'MCU esistono religioni di varia natura sono state già belle che messe in discussione.
                        Che poi non mi viene in mente nessun riferimento teologico, in nessuno dei 20/21 film di tutta la saga dell'Infinito, tranne la frase pronunciata da Cap sul quinjet nel primo Avengers: "esiste un solo dio e non va in giro vestito così", riferendosi proprio a Thor e Loki, ma sembra più un modo per sottolineare la natura un po' bacchettona e bigotta di Steeve, piuttosto che un vero riferimento religioso.
                        Proprio perché la fede non vacilla dico che ha poco senso criticare un alieno che ingrassa e che fa cose che non si addicono ad una divinità.
                        Proprio in questi giorni è mancato un altro “dios” e gli faranno un... funerale in chiesa con dei credenti. Dico solo che vedo Thor come una persona extraterrestre con capacità fuori dal normale, un eroe... super!
                        'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da p t r l s Visualizza il messaggio

                          Proprio perché la fede non vacilla dico che ha poco senso criticare un alieno che ingrassa e che fa cose che non si addicono ad una divinità.
                          Proprio in questi giorni è mancato un altro “dios” e gli faranno un... funerale in chiesa con dei credenti. Dico solo che vedo Thor come una persona extraterrestre con capacità fuori dal normale, un eroe... super!
                          nei primi numeri di ultimates di Millar era un barbone ,ecologista .
                          Certo che così messo ,come in endgame nei fumetti ,non l 'ho mai visto .
                          Almeno finché li ho letti io.
                          L'intento era dare un imput palese al pubblico sulle condizioni psicofisiche del biondone (almeno stavolta al cinema si sono evitati i mugugni libidinosi di certe ragazzette),perché non era solo la panza , il problema del dio asgardiano.
                          Aveva perso gran parte del suo popolo , dopo averlo salvato , e non ha mirato alla testa quando poteva.
                          Mi trovo d'accordo comunque con chi ha criticato la scena /spot commerciale con Fortnite ...si poteva evitare, in quel contesto.
                          Anche se alla fine è un innocua caduta in un blockbuster pressoché perfetto .
                          Ultima modifica di hulkdog; 26 novembre 20, 21:07.

                          Commenta


                          • Ho visto The Lego Movie circa due anni dopo la sua uscita, perché la canzone di Pitbull inserita nel trailer mi faceva pensare a una roba passeggera.
                            Penso la stessa cosa sull’inserimento di Fortnite in Avengers: Endgame, piccola caduta di stile in un film veramente forte nei primi due atti.
                            'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                            Commenta


                            • Mi chiedo come uno che insulti un bimbetto pe una partita online, sia degno di brandire il martello...

                              Commenta


                              • Comunque la presunta umanità della divinità non è una cosa che salta fuori dal nulla eh. L'idea del dio onnisciente e superiore a tutto è roba da religioni abramitiche (e anche lì, se ti vai a leggere il Vecchio Testamente, non è che il vecchio barbuto fosse proprio l'atarassia fatta divinità). Sia nei miti greci che in quelli norreni ad esempio, le divinità assumono chiaramente connotazioni umanissime, perché altro non sono che espressione ed interpretazione della realtà da parte di società non ancora iper-sviluppate dal punto di vista scientifico e del pensiero razionale.

                                Quindi, tra tutte le critiche che si possono fare al personaggio, quella alla sua umanità secondo me non sussiste proprio.
                                Al massimo, se si volesse proprio andare a fare le pulci e ragionare su psicologie realistiche, ci si potrebbe chiedere come un essere millenario così intrinsecamente umano sia ancora così emotivamente fragile ed ingenuo e non invece un sociopatico freddo, duro, disilluso e pure saggio magari. Però è una robetta fantasy che si prende poco sul serio e allora bona lì
                                Ultima modifica di The Fool; 26 novembre 20, 22:41.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X