annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Batman V Superman - Dawn of Justice

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • C'è un dettaglio di quella scena che a me fa riderissimo. Affleck, mentre è lì che urla "perché hai detto quel nome!?", guarda per un attimo da un'altra parte e io mi sono sempre immaginato quello sguardo rivolto alla crew e a Snyder in particolare. Quasi a voler dire "rega ma siamo sicuri sicuri?? me pare un po' una strunzata".

    Commenta


    • Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
      Non sono d'accordo, anche perché sarebbe bastato un film in più (non mille), curiosamente ieri hanno pubblicato qui su BadTaste questo articolo con l'opinione del regista di Kong vs. Godzilla su questo. Per me, dal momento che decidi di mettere in piedi un universo condiviso, non ha senso non fare prima un film su Batman, così da rendere un evento il film in cui i due eroi di riferimento si "scontrano", ancora di più se nella stessa pellicola introduci dal nulla pure Wonder Woman e fai fare un cameo ad altri personaggi come set-up per la Justice League. Per me è evidente come alla Warner abbiano voluto rincorrere la Marvel facendo un pastrocchio con le tempistiche e con la progettualità. Comunque questo è un problema alla base ma non è l'unico di questi film, che devo ammettere di non ricordare nemmeno più così bene dato che non avendoli apprezzati li ho visti una sola volta, nei prossimi giorni se mi viene la voglia magari me li rivedo così posso essere più specifico.
      Un sequel diretto di MoS in cui Batman reagisce all'avvento così epocale di Supes sulla Terra ha invece perfettamente senso. L'opinione di Wingard è superficiale, in quanto avere un film di mezzo su Batman solista avrebbe depotenziato l'elemento fondante e veramente interessante dietro il film, ossia come il nostro mondo e i personaggi DC che lo abitano reagirebbero a un simile scisma. Potevano fare un prequel, ma sarebbe stato farraginoso, eravamo appena usciti dalla trilogia di Nolan e i tempi si sarebbero allungati troppo. Sono comunque convinto che un film solista avrebbe cambiato poco. Bruce ti conquista già nei primi secondi e bisogna dire a Wingard che del suo giocattolone tra due mesi nessuno parlerà più.
      La profonda mancanza di spiritualità di colui che non percepisce, ma giudica l’arte, il suo rifiuto e la sua mancanza di disponibilità a riflettere sul significato e sullo scopo della propria esistenza nel significato più alto del termine, assai sovente vengono mascherate con l’esclamazione primitiva fino alla volgarità: "Non mi piace!", "Non mi interessa!". Il bello è celato a coloro che non cercano la verità.

      Commenta


      • Originariamente inviato da Dwight Visualizza il messaggio

        Un sequel diretto di MoS in cui Batman reagisce all'avvento così epocale di Supes sulla Terra ha invece perfettamente senso. L'opinione di Wingard è superficiale, in quanto avere un film di mezzo su Batman solista avrebbe depotenziato l'elemento fondante e veramente interessante dietro il film, ossia come il nostro mondo e i personaggi DC che lo abitano reagirebbero a un simile scisma. Potevano fare un prequel, ma sarebbe stato farraginoso, eravamo appena usciti dalla trilogia di Nolan e i tempi si sarebbero allungati troppo. Sono comunque convinto che un film solista avrebbe cambiato poco. Bruce ti conquista già nei primi secondi e bisogna dire a Wingard che del suo giocattolone tra due mesi nessuno parlerà più.
        Sei troppo impietoso con Wingard, ed io trovo invece che il suo commento sia appropriato...si è passati da un Batman pseudo realistico (che non mi è mai piaciuto) ad un ipertrofico vigilante (assolutamente più nelle mie corde) che deve vedersela con alieni e semidei, un passaggio non da poco.
        Poi non credo che a livello di mitologia e di affezione due icone cinematografiche come Godzilla e King Kong, per quanto non possano interessare a te, siano da ritenersi di serie B rispetto ai supereroi di origine cartacea....lo so che non hai detto così, ma ho l'impressione che il senso sia quello.
        Sicuramente Wingard ancora ha tutto da dimostrare riguardo al suo lavoro sui due titani, ma dare per scontato che il suo film sarà dimenticato presto suona piuttosto snob come commento.
        ​​​​​​

        Commenta


        • Originariamente inviato da HULK SPACCA 70 Visualizza il messaggio
          Tutta quella cosa di "Salva Martha" è e rimane una carta giocata malissimo.
          Il dialogo si poteva benissimo impostare con un semplice:
          S - "salva mia madre"
          B - "tu non hai una madre sulla terra"
          S - "si...si chiama Martha...salvala"
          B - "..........."
          o qualcosa del genere che non implicasse dire subito il nome da parte di Superman, e avrebbe comunque risvegliato Batman dalla sua furia omicida, e non ne avremmo discusso per anni.
          io invece non ho mai capito perché è un problema se Clark dice subito Martha. Quella non è assolutamente una scena dove poter imbastire un dialogo così lungo e articolato.

          Clark passa tutto il tempo a fare ricerche su Batman/Bruce, sa perfettamente la sua storia, anche perché la conoscono tutti, si trovava in un momento di totale difficoltà e sa che quel nome è l'unica cosa che può sbloccarlo e farlo rinsavire. E' un input immediato, che difatti funziona.

          La potenza scenica del nome è impattante ed era questo che doveva generare sia in Bruce che nello spettatore. Io la prima cosa che ho pensato è stata "porca vacca.. mica c'avevo pensato che le madri avessero lo stesso nome! " e mi sono sentito stupido.

          Al contrario, ho sempre trovato più disturbante il dialogo dopo. Ovvero quello dove Bats in due secondi si cambia vestito, parte a salvare Martha e poi dice "mi manda suo figlio, sono un suo amico.." questo è un dialogo non sense, e li poteva anche dire "mi manda suo figlio" e la battuta sul mantello avrebbe funzionato lo stesso.
          "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
          And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
          That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


          # I am one with the Force and the Force is with me #

          -= If You Seek His Monument Look Around You =-

          Commenta


          • Io invece sono dell'idea che usare il nome Martha avrebbe avuto senso in un contesto in cui i due avevano già un bel trascorso alle spalle e si conoscevano bene (e Bruce conosceva di persona Martha). Che poi è un po' il discorso di Wingard e anche il motivo per cui ad esempio TDKR di Miller funziona alla grandissima e questo film molto meno.
            Messa così invece è una battuta forzata fatta unicamente per giocare sull'omonimia e far dire allo spettatore "oooh è vero che hanno lo stesso nome!", quasi come colpo di scena. Fa, sinceramente, abbastanza cacare.

            Commenta


            • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio

              io invece non ho mai capito perché è un problema se Clark dice subito Martha. Quella non è assolutamente una scena dove poter imbastire un dialogo così lungo e articolato.
              Non mi pare un dialogo lungo e articolato...sono giusto tre o quattro secondi secchi, e non avrebbe perso nulla a livello di impatto.

              Commenta


              • Se avessero avuto un trascorso, non avresti avuto nessun Bruce alienato che cambia metodi, impazzisce e riversa tutti i suoi problemi in Kal-El, vedendolo come una minaccia per il Mondo e per tutti coloro a cui tiene. Come un "alieno" privo di affetti e problemi "terrestri".

                Davvero per una frasetta del genere, avreste voluto vedere un film totalmente rivoluzionato? Non è solo per il colpo di scena (ovvio che serviva anche a quello) che esiste quella scena ma, a livello psicologico, sono proprio certe frasi o parole che "sbloccano" una persona. Se si accetta la filastrocca per Winter Soldier (metodi comunque esistenti), si può tranquillamente accettare anche questa (metodi altrettanto esistenti in terapie di riabilitazione).

                Luthor li mette contro, ognuno pensa qualcosa di male dell'altro, proprio perché non si conoscono. La Ultimate Edition, amplia molto la parte dove Clark fa ricerche su Bats/Bruce, nella cinematografica si perdeva un po' questo passaggio, ma con l'estesa è ben chiaro il misunderstanding che si genera tra loro.
                "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                # I am one with the Force and the Force is with me #

                -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                Commenta


                • Ma se la gente non capisce che questo è un altro universo rispetto quello di Nolan son problemi loro mica di Snyder.

                  Comunque non è solo MArtha il problema, ma tutto lo scontro tra Batman e Superman è macchinoso che più non si può, non c'è un rapporto causa conseguenza in modo realistico, Supes continua a dire che potrebbe ucciderlo quando vuole, Batman viene sballottato qui e la e poi casualmente si trova al posto giusto nel momento giusto dove c'è l'arpione. Volevi uccidere supes? Fai una pallottola alla cryptonite, inventati qualcosa di meno macchinoso e più realistico. Si vede lontano un km che vogliono portarla avanti per lo scontro con Doomsday e così non va bene. Supes la mamma poteva salvarla quando voleva, ci riesce pure Batman. E' una porcheria dai.
                  Per me il film funziona alla grande nei primi 30-35 minuti. Poi quando Luthor comincia a fare piani troppo elaborati (la cosa nel deserto ci stava) il film perde di credibilità, e poi quando rapisce Martha collassa proprio dal punto di vista logico.

                  Comunque nulla toglie i meriti visivi, i sottotesti Dio uomo, ecc.

                  Commenta


                  • Naihir No chiaro avrebbe avuto tutta un'altra valenza. Ma infatti io semplicemente avrei usato "madre" al posto di "Martha". E magari infilato un flashback in mezzo al film con un'interazione tra Martha Wayne e il piccolo Bruce per rafforzare il concetto del legame materno.

                    Commenta


                    • esce anche qui in Italia la nuova versione rimasterizzata?

                      Commenta


                      • fatalità l'ho visto per la prima volta l'altro ieri (giusto per non arrivare impreparato a JL) in versione Ultimate Cut (? può essere?)

                        pur essendo godibilissimo ed abbia apprezzato gli sforzi già citati da Stefano non posso esimermi dall'essere stato un po deluso da più di qualche difetto, lo metto decisamente dietro MOS

                        se però lo rapportiamo con la media dei cinecomics direi che si salva benissimo e la sufficienza è piena

                        il Batman in questo caso mi è piaciuto poco, ho letto ovunque che è fedele a quello del fumetto ma personalmente è proprio un problema di scrittura, lo scontro è stata una mezza delusione, vedere Batman usare fucili e bombette e mezzucci sporchi mi ha fatto non poca sensazione, si percepiva come una sorta di villain infame salvo poi ritrattare tutto su un nome

                        che poi, visto che se ne parla, quella scena di Martha non mi ha trasmesso molto, l'ho solo percepita po povera come trovata per far ricredere Batman su Superman e Luthor, ma non l'ho trovata fastidiosa

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da A.Crowley Visualizza il messaggio
                          se però lo rapportiamo con la media dei cinecomics direi che si salva benissimo
                          Bè se la media è quella dell'MCU senza dubbio. Anche se secondo me nel confronto singolo con CW ne esce perdente, quello è un film molto più riuscito sotto vari punti di vista.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Dwight Visualizza il messaggio

                            Un sequel diretto di MoS in cui Batman reagisce all'avvento così epocale di Supes sulla Terra ha invece perfettamente senso. L'opinione di Wingard è superficiale, in quanto avere un film di mezzo su Batman solista avrebbe depotenziato l'elemento fondante e veramente interessante dietro il film, ossia come il nostro mondo e i personaggi DC che lo abitano reagirebbero a un simile scisma. Potevano fare un prequel, ma sarebbe stato farraginoso, eravamo appena usciti dalla trilogia di Nolan e i tempi si sarebbero allungati troppo. Sono comunque convinto che un film solista avrebbe cambiato poco. Bruce ti conquista già nei primi secondi e bisogna dire a Wingard che del suo giocattolone tra due mesi nessuno parlerà più.
                            Te ragioni da nerd di cinema, lo spettatore medio che non sa un pippolo e non capisce nemmeno che Batman e Superman sono delle stessa casa editrice si vede solo Batman che spunta dal nulla già vecchio e formato senza avere una vera idea di come questo Batman sia diverso dai precedenti.
                            Quel ragionamento che fai è valido per un film di nicchia che può sopravvivere al botteghino se visto da relativamente poche persone ma non con un costoso blockbuster, il problema è che uno come Snyder o Nolan difficilmente starà attaccato per anni a un progetto così a lungo termine quindi ha preso e fatto direttamente il minestrone senza perdere il tempo a tagliuzzare le verdure.
                            "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
                            "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da A.Crowley Visualizza il messaggio
                              si percepiva come una sorta di villain infame...
                              Perché nel contesto del film lo è. Per quello parlo anche di redenzione

                              Commenta


                              • Clark passa tutto il tempo a fare ricerche su Batman/Bruce, sa perfettamente la sua storia, anche perché la conoscono tutti, si trovava in un momento di totale difficoltà e sa che quel nome è l'unica cosa che può sbloccarlo e farlo rinsavire. E' un input immediato, che difatti funziona.
                                su questo son d'accordo e l'ho ripetuto più volte.
                                è un input che poteva far rinsavire , e si lega abbastanza bene con la scelta di far vedere l'omicidio dei genitori di Bruce , all'inizio del film.
                                Il focus , in quella scena era sulla madre, e il nome della madre era stato messo in qualche modo in evidenza.
                                Non lo vedo poi così diverso dall'input che scatena la furia omicida di Tony stark , quando scopre che è Bucky che ha ucciso i suoi genitori.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X