annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Marvel Movies: topic generico sulle trasposizioni Marvel Comics

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ho sentito delle notiziacce su Jeremy Renner, ci siamo giocati pure lui?

    Commenta


    • Originariamente inviato da Lorath Visualizza il messaggio
      Ho sentito delle notiziacce su Jeremy Renner, ci siamo giocati pure lui?
      Mah...pare che non sia nemmeno un episodio isolato.

      Commenta


      • Che ha fatto?

        Commenta


        • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
          Che ha fatto?
          Da Best Movie:
          Sonni Pacheco ha mosso delle sconcertanti accuse nei confronti di Jeremy Renner nelle ultime ore. Stando a quanto riporta TMZ, l’ex moglie della star dell’Universo Marvel ha rivelato – attraverso numerosi documenti depositati in tribunale – che in passato l’attore avrebbe minacciato di ucciderla e di volersi suicidare, il tutto mentre si era infilato una pistola in bocca.

          Secondo quanto dichiarato dalla modella ed attrice canadese, nel novembre del 2018 – mentre si trovava in un locale ed era sotto l’effetto di stupefacenti ed alcool – l’ex marito avrebbe ammesso di fronte a diversi testimoni di “non avere più intenzione di occuparsi di lei, ma di volere solamente vederla sparire”. Ma questo sarebbe solo l’inizio, perché stando alle parole della donna, una sera Renner avrebbe persino minacciato di ucciderla con una pistola, arrivando ad infilarsela in bocca sostenendo di volersi suicidare. In quell’occasione avrebbe anche sparato un colpo sul soffitto della loro abitazione, il tutto mentre la loro figlia Ava, di 6 anni, stava dormendo nella stanza adiacente.


          In un altro episodio, l’Occhio di Falco dell’UCM avrebbe messo in pericolo la piccola lasciando della cocaina su un mobile del bagno, in un punto che – spiega la donna – era facilmente raggiungibile anche dalla bambina. Sonni afferma che l’attore avrebbe una lunga storia di dipendenza dalle droghe – tanto da essere stato sotto il loro effetto anche mentre si trovava con la figlia – ma anche di numerosi abusi verbali ed emotivi.

          Il sito ha inoltre diffuso alcune pagine – provenienti dai documenti legali – che riportano uno scambio di sms avuto dai due, in cui sembra che l’ex marito avesse preso “in ostaggio” il passaporto e gli altri documenti della donna e della bambina, così da non permettere alle due di viaggiare per far visita alla famiglia dell’attrice. Nei messaggi la donna minaccia di denunciarlo alla polizia.

          Jeremy Renner e Sonni Pacheco si sono sposati nel 2014, per poi divorziare dopo appena 10 mesi. Da quel momento l’ex coppia è impegnata in un’aspra battaglia legale per la custodia di Ava, di cui la donna – ritenendo l’attore pericoloso a causa della sua tossicodipendenza – vorrebbe ottenere l’affidamento esclusivo, permettendo a Renner di vederla solo sotto stretta sorveglianza.

          Dopo che TMZ ha diffuso la notizia, l’interprete di Clint Barton ha fatto sapere – tramite il suo legale – di negare totalmente le accuse, sostenendo che Sonni abbia inventato tutto e stia cercando di metterlo in cattiva luce perché delusa dalla fine della loro relazione ed in cerca di soldi.

          L’attore ha aggiunto che il benessere di Ava è sempre stato la sua prima preoccupazione, e che avrebbe contattato uno specialista in grado di monitorare i suoi incontri con la bambina, così da dimostrare di essere un buon genitore. Inoltre, asserisce che sia la moglie ad avere problemi psicologici e con le droghe.

          Commenta


          • E fu così che la serie su Hawkeye tagliò tutto il materiale su Clint e si concentrò solo su Kate Bishop.
            Ultima modifica di Sir Dan Fortesque; 15 ottobre 19, 16:44.
            Luminous beings are we, not this crude matter.

            Commenta


            • Originariamente inviato da skyRUNNER Visualizza il messaggio

              Concordo con te, infatti mi riferivo al suo accostamento al "luna park" e alle "emozioni". Lì pecca male (e a domanda, si può anche tergiversare nella risposta, ma direi che ha preso la palla al balzo: probabilmente il giornalista sapeva della sua passata critica a star Wars).
              vabbè. È sempre Scorsese.
              Son d'accordo con lui quando invece critica il modo di concepire i blockbuster. La formula da "viaggio dell'eroe" con i tre atti. Anche se arrivare a un grande pubblico con modelli differenti non è così facile. Sul tema diversificazione dell'offerta, mette un dito nella piaga, ma forse non è tutta colpa dei blockbuster, grazie ai quali abbiamo avuto recentemente la rinascita di Miller (Mad Max) e il "fenomeno" Nolan
              Ma infatti per me il suo commento sulle emozioni è il dito (per qualcuno, medio), ma a me di tutto questo discorso interessa più la luna.
              Luminous beings are we, not this crude matter.

              Commenta


              • Lo faranno davvero il film sulla scena sfilata di moda cringe?


                Elizabeth Olsen e Scarlett Johansson si uniscono al coro di sostenitrici di un film Marvel tutto al femminile dopo Brie Larson e Tessa Thompson

                Commenta


                • Originariamente inviato da ryoma nagare Visualizza il messaggio

                  Un po di disagio potresti conoscerlo se provassi a ripetere la stessa cosa dal vivo credendo di raffigurare in me il tipico nerd dei tuoi sogni stereotipati. Maestro o non maestro, film marvel di merda o meno, la spocchia rimane spocchia e i discorsi di Scorsy dopo un po stuccano. E stucca come le sue favolette sdolcinate con la puzza sotto il naso tipo Hugo Merdè.
                  Dai ryoma non ti incazzare... hai sempre dimostrato di essere intelligente e dotato di (auto)ironia e ti ho sempre stimato, ma questa volta mi ha fatto cascare un po' le palle il tuo commento, e te lo dico davvero con affetto, ci conosciamo virtualmente da tanti anni

                  Riguardo ai MS, chiariamo un punto. Per me hanno vinto una scommessa non facile che nella sua "essenza" io approvo anche: introdurre al cinema un tipo di serialità diverso rispetto a quello della tradizione hollywoodiana: un tipo di serialità che guarda di più ad una certa narrazione televisiva e con un minimo di rispetto verso la continuity. Lo trovo un netto passo in avanti rispetto alla classica forma hollywoodiana, che di fatto si limitava a "spremo il fenomeno con i sequel finché non lo esaurisco": dagli horror ad Alien, Terminator, Transformers ai vari Jurassic World fino all'annunciato Matrix 4. Rispetto a questo modus operandi, preferisco di gran lunga la serialità MS, che indubbiamente permette anche di affezionarsi particolarmente ai personaggi.

                  Non condivido e non apprezzo, invece, la standardizzazione della messa in scena, un appiattimento registico, fotografico e di toni della narrazione, nonché il dare questi progetti in mano a dei mestieranti. L'appiattimenti dei toni e il voler fare per forza film per tutti ha anche comportato comunque un certo appiattimento verso la tipologia dei personaggi e le situazioni, arrivando alla fine a portare cinema seriale altamente baracconesco e ripetitivo, non tanto migliore della vecchia serialità.

                  Si può e si deve fare di più e lo meritiamo soprattutto in quanto spettatori. E questa è la realtà. La formula MS è già vecchia, è diventata altamente stucchevole nel modo in cui la Disney sta affrontando l'universo SW e credo proprio che sia arrivato il momento di una svolta verso una maggiore differenziazione dell'offerta. Che, in sala, rischia di scomparire, perché certi film rischiano sempre di più di uscire solo in streaming.
                  Ultima modifica di Tom Doniphon; 15 ottobre 19, 16:55.

                  Commenta


                  • Tom Doniphon

                    Sì, però
                    la formula non sembra però così "vecchia", nel senso di "stancante", o tanto meno "stanca". I numeri di Endgame, Black Panther, Capitan Marvel e dell'ultimo Spider-Man parlano decisamente chiaro.
                    firma 3.jpg

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Maddux Donner Visualizza il messaggio
                      Lo faranno davvero il film sulla scena sfilata di moda cringe?

                      Ho appena scoperto un intruso in quel piano sequenza bruttarello
                      firma 3.jpg

                      Commenta


                      • skyRUNNER è vecchia per me, non stavo certo parlando del pubblico, che ormai è talmente fidelizzato che si guarderebbe un film MS anche se fosse diretto da Neri Parenti.

                        Poi la formula non sarà stancante, ma stanca lo è da mo' ed è straevidente. Da qui le interviste tipo quella di Scorsese, che ha ragione da vendere punto e basta.
                        Ultima modifica di Tom Doniphon; 15 ottobre 19, 19:30.

                        Commenta


                        • Non condivido e non apprezzo, invece, la standardizzazione della messa in scena, un appiattimento registico, fotografico e di toni della narrazione, nonché il dare questi progetti in mano a dei mestieranti. L'appiattimenti dei toni e il voler fare per forza film per tutti ha anche comportato comunque un certo appiattimento verso la tipologia dei personaggi e le situazioni, arrivando alla fine a portare cinema seriale altamente baracconesco e ripetitivo, non tanto migliore della vecchia serialità.
                          ma se avesse parlato in questi termini....che cazzo gli vai a controbattere , a livello squisitamente tecnico , ad uno dei più grandi registi di tutti i tempi...??
                          E' che ogni cosa che ha detto , ed ampliato , in interviste CHE PER LA MAGGIOR PARTE SONO COMBINATE , sono cose su cui puoi discutere e puoi criticare .
                          E un po lo ha fatto apposta sto vecchio marpione , lo fa perché questo crea un dibattito , fermenta il popolo online , e amplia l' attenzione sul personaggio.

                          Se vai a vedere , difatti , anche sulaffermazione dell' essere invasi dai film Marvel (che è diverso dal dire cinecomic) , ci sarebbe tanto da discutere ...
                          Quest'anno, ad esempio hanno fatto più live action delle fiabe Disney (Dumbo , Maleficent , Il re leone, Aladdin) che film Marvel .
                          Anche i film d'animazione non sono stati poi cosi' pochi ....e perche i film Horror a basso e medio budget?
                          Sottintendere poi che questi infami , tolgono il respiro ad altri, orientando l'industria in binari non veramente creativi ...è un altra cagata pazzesca .
                          Perché a parte questi che cmq hanno portato una ventata di aria fresca , che cazzo di franchise e personaggi nuovi , si sarebbe inventata Hollywood??

                          Non avevano bisogno dei cinecomic per proporre merda, anzi forse il cinema, quello della tanta e bella gente che si compra, il biglietto e quella sera non sta a casa con l'abbonamento Netflix a vedersi l'ultimo capolavoro di scorsese , lo ha salvato.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da skyRUNNER Visualizza il messaggio

                            Ho appena scoperto un intruso in quel piano sequenza bruttarello
                            Chi, il cavallo? Si sa che i cavalli sono persone orribili...

                            Commenta


                            • E tutto questo chiacchiericcio per un po' di guerra Netflix a Disney che gli ha levato roba.

                              Commenta


                              • Poi la formula non sarà stancante, ma stanca lo è da mo' ed è straevidente.
                                se sei un produttore e stanzi miliardi di euro per film , l'unica cosa straevidente è quella dei biglietti staccati .
                                Ed è straevidente che i signori tengono ancora il cazzo dritto , mangiandosi quasi due generazioni
                                La formula stancherà , probabilmente , ma il compito di Feige ,e di quelli che fanno quel tipo di mestiere , è capire , e magari anticipare , quando questo avvera' .
                                Ma tutto , e ci potete scommettere , inizierà probabilmente
                                con un flop ....perché è sempre il pubblico che decide.

                                Al botta&risposta col pubblico del London Film festival, Robert De Niro ha giudicato come cartoonesco l'effetto del deaging digitale dei film Marvel
                                bèh ...direi altra cosa su cui eccepire, il ringiovanimento di RDJ dentro al rimba , era meraviglioso ...
                                Ma qui si spara al grande pubblico , i youtuber si scateneranno sulle comparazioni tra i due modi di gestire l' FX , parlando anche del film di Scorsese .
                                E' tutto grasso che cola.
                                Non dico che non possano avere un opinione , penso solo che è ora che qualcuno di importante Marvel risponda a tono.
                                Hanno scassato la uallera



                                Ultima modifica di hulkdog; 15 ottobre 19, 23:34.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X