annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

The Batman

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
    Direi proprio di no.
    Parlo di scontro con una nemesi un po come abbiamo visto nel poco di BVS, un Batman grandioso nel corpo a corpo, allenato a dovere. Ci sarebbe stato benissimo un film basato su questo scontro tra Batman e Bane, per esempio, con un già citato Killer Croc come antagonista secondario che fa a pezzi la gente nelle fognature e nei bassifondi di Gotham.
    Una cosa più "fumettosa" che realistica con un impianto esclusivamente action/horror, per me sarebbe stata una bomba. Per quello mi sarebbe piaciuto un Batman standalone di Snyder, perchè secondo me avrebbe ricalcato questa linea. E sarebbe stata una cosa anche mai vista su schermo, visto che son quasi tutti dei film che puntano al realismo, e pure questo di Reeves dal poco che sappiamo pare orientato su questa lunghezza d'onda.
    ma avere un climax finale in cui due tizi si pestano e basta sarebbe noioso da morire...
    Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
    Spoiler! Mostra

    Commenta


    • Riguardo la questione Joker si/Joker no:

      Si può utilizzare un sistema già utilizzato in altri film con uno strataggemma un pò cerchiobottista (o parac**o, che dir si voglia XD). Ossia introduci nel primo film un personaggio, interpretato da un caratterista non noto, e lo fai legare al personaggio principale. Durante il primo film butti lì una mezza frase o la classica scena dopo i titoli di coda che potrebbe far pensare che quel personaggio in un sequel diverrà una certa cosa (un pò come quando scopri che Zendaya in Homecoming si chiama M.j., o come quando la scimmia duba un nuovo doblone nel primo pirati dei caraibi). Se la cosa ha successo, cavalchi la cosa per l'eventuale sequel. Se la cosa viene odiata, dici tranquillamente che era un semplice omaggio e aggiusti il tono nell'eventuale sequel (ossia non menzioni più quel personaggio e te ne freghi).
      Esempio pratico: nel primo film, un inesperto Wayne viene inconsapevolmente aiutato da un tizio qualunque (esempio: un operaio che per arrotondare deve ogni tanto collaborare con la mala). Ipotizziamo che ad interpretarlo sia un caratterista tipo Alan Tudyk (che tra l'altro sta doppiando vari personaggi DC nel mondo dell'animazione). I due stringono un breve legame ma nulla che non possa essere tranquillamente dimenticato in altri eventuali sequel (un pò come quando in Iron Man 3, Tony incontra un suo fan che si è tatuato il volto di Stark sul braccio). Fine film, dopo i titoli di coda vediamo questo operaio, che per arrotondare collabora con la mala, mettersi la tuta per lavorare presso la Ace Chemicals e, alienatissimo dal lavoro, raccoglie un volantino per una serata di stand up comedy amatoriale. Se va bene cavalchi la cosa, se va male fingi che era solo un cammeo, omaggio, citazione, inserirescusaacaso. Se invece va bene, allarghi il personaggio (ed il suo rapporto con Wayne) nell'eventuale sequel e, come cliffhanger per il finale del secondo, lo fai cadere nell'acido.
      Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
      Spoiler! Mostra

      Commenta


      • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
        Riguardo la questione Joker si/Joker no:

        Si può utilizzare un sistema già utilizzato in altri film con uno strataggemma un pò cerchiobottista (o parac**o, che dir si voglia XD). Ossia introduci nel primo film un personaggio, interpretato da un caratterista non noto, e lo fai legare al personaggio principale. Durante il primo film butti lì una mezza frase o la classica scena dopo i titoli di coda che potrebbe far pensare che quel personaggio in un sequel diverrà una certa cosa (un pò come quando scopri che Zendaya in Homecoming si chiama M.j., o come quando la scimmia duba un nuovo doblone nel primo pirati dei caraibi). Se la cosa ha successo, cavalchi la cosa per l'eventuale sequel. Se la cosa viene odiata, dici tranquillamente che era un semplice omaggio e aggiusti il tono nell'eventuale sequel (ossia non menzioni più quel personaggio e te ne freghi).
        Esempio pratico: nel primo film, un inesperto Wayne viene inconsapevolmente aiutato da un tizio qualunque (esempio: un operaio che per arrotondare deve ogni tanto collaborare con la mala). Ipotizziamo che ad interpretarlo sia un caratterista tipo Alan Tudyk (che tra l'altro sta doppiando vari personaggi DC nel mondo dell'animazione). I due stringono un breve legame ma nulla che non possa essere tranquillamente dimenticato in altri eventuali sequel (un pò come quando in Iron Man 3, Tony incontra un suo fan che si è tatuato il volto di Stark sul braccio). Fine film, dopo i titoli di coda vediamo questo operaio, che per arrotondare collabora con la mala, mettersi la tuta per lavorare presso la Ace Chemicals e, alienatissimo dal lavoro, raccoglie un volantino per una serata di stand up comedy amatoriale. Se va bene cavalchi la cosa, se va male fingi che era solo un cammeo, omaggio, citazione, inserirescusaacaso. Se invece va bene, allarghi il personaggio (ed il suo rapporto con Wayne) nell'eventuale sequel e, come cliffhanger per il finale del secondo, lo fai cadere nell'acido.
        ma perché scusa?
        Io credo che sia INDISCUTIBILE il fatto che il nome Joker porterebbe hype al franchise.
        Se ci sarà quindi , e per me è ineluttabile ,c'è già nella mente di Reevs e nel progetto di trilogia appianato con la DC ...perché nessuno più a Hollywood fa film come cazzo gli pare.

        E quindi se lo metteranno ,sarà qualcosa di importante , non un esperimento narrativo, paraculo.
        Se va bene , se va male ...
        Intanto impegnati a scriverlo bene .
        Impegnati a fare un cast all'altezza.
        Secondo me , ribadisco , parte tutto dalla sopravvalutazione della famigerata "confusione del pubblico" .
        E' un problema inesistente.
        Il pubblico attuale è maturo abbastanza , sia per capire il diverso contesto che hanno film come Joker e questo Batman (se li diversificheranno, io lo spero), e quindi non si aspettano per forza di vedere Phoenix che lo interpreta, sia per avere due Joker diversi che convivono , nel caso alla Warner venisse la malaugurata idea di fare un seguito di quello Phillips .
        Certo che in questo caso Reevs e sceneggiatori avrebbero la necessità , e il dovere di diversificarli...
        Come l'eventuale prossimo di Phillips doverebbe intraprendere strade indite , allontanandosi parecchio dalle questioni Wayne.
        E per il tipo di film ci starebbe anche bene.
        Un specie di graphic novel , che convive con la serie regolare.
        Non vedo tutti sti problemi....

        Commenta


        • Originariamente inviato da hulkdog Visualizza il messaggio

          ma perché scusa?
          Io credo che sia INDISCUTIBILE il fatto che il nome Joker porterebbe hype al franchise.
          Se ci sarà quindi , e per me è ineluttabile ,c'è già nella mente di Reevs e nel progetto di trilogia appianato con la DC ...perché nessuno più a Hollywood fa film come cazzo gli pare.

          E quindi se lo metteranno ,sarà qualcosa di importante , non un esperimento narrativo, paraculo.
          Se va bene , se va male ...
          Intanto impegnati a scriverlo bene .
          Impegnati a fare un cast all'altezza.
          Secondo me , ribadisco , parte tutto dalla sopravvalutazione della famigerata "confusione del pubblico" .
          E' un problema inesistente.
          Il pubblico attuale è maturo abbastanza , sia per capire il diverso contesto che hanno film come Joker e questo Batman (se li diversificheranno, io lo spero), e quindi non si aspettano per forza di vedere Phoenix che lo interpreta, sia per avere due Joker diversi che convivono , nel caso alla Warner venisse la malaugurata idea di fare un seguito di quello Phillips .
          Certo che in questo caso Reevs e sceneggiatori avrebbero la necessità , e il dovere di diversificarli...
          Come l'eventuale prossimo di Phillips doverebbe intraprendere strade indite , allontanandosi parecchio dalle questioni Wayne.
          E per il tipo di film ci starebbe anche bene.
          Un specie di graphic novel , che convive con la serie regolare.
          Non vedo tutti sti problemi....
          Complessivamente concordo con questo ragionamento. Fermo restando che appunto in questo primo film sappiamo che il Pinguino, l'Enigmista e Catwoman già ci saranno e che è ancora incerta la questione Due Facce, è ovvio che prima o poi un Joker lo tireranno fuori.

          Commenta


          • Originariamente inviato da hulkdog Visualizza il messaggio

            ma perché scusa?
            Io credo che sia INDISCUTIBILE il fatto che il nome Joker porterebbe hype al franchise.
            Se ci sarà quindi , e per me è ineluttabile ,c'è già nella mente di Reevs e nel progetto di trilogia appianato con la DC ...perché nessuno più a Hollywood fa film come cazzo gli pare.

            E quindi se lo metteranno ,sarà qualcosa di importante , non un esperimento narrativo, paraculo.
            Se va bene , se va male ...
            Intanto impegnati a scriverlo bene .
            Impegnati a fare un cast all'altezza.
            Secondo me , ribadisco , parte tutto dalla sopravvalutazione della famigerata "confusione del pubblico" .
            E' un problema inesistente.
            Il pubblico attuale è maturo abbastanza , sia per capire il diverso contesto che hanno film come Joker e questo Batman (se li diversificheranno, io lo spero), e quindi non si aspettano per forza di vedere Phoenix che lo interpreta, sia per avere due Joker diversi che convivono , nel caso alla Warner venisse la malaugurata idea di fare un seguito di quello Phillips .
            Certo che in questo caso Reevs e sceneggiatori avrebbero la necessità , e il dovere di diversificarli...
            Come l'eventuale prossimo di Phillips doverebbe intraprendere strade indite , allontanandosi parecchio dalle questioni Wayne.
            E per il tipo di film ci starebbe anche bene.
            Un specie di graphic novel , che convive con la serie regolare.
            Non vedo tutti sti problemi....
            Il punto non é se far convivere due joker diversi in due franchise diversi. Quel problema è risibile perché tra videogame, animazione r progetti precedenti ancora fruibili, il pubblico già ha vari take sul personaggio.
            Quindi il mio messaggio non affronta quel problema.
            Il punto poi non è l'hype ma il rischio di sbagliare take sul personaggio, come accaduto con Leto che non è piaciuto a molta parte del pubblico.
            ​​​​​​
            Ultima modifica di UomoCheRide; 13 giugno 20, 10:01.
            Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
            Spoiler! Mostra

            Commenta


            • Il punto poi non è l'hype ma il rischio di sbagliare take sul personaggio, come accaduto con Leto che non è piaciuto a molta parte del pubblico.
              e quindi ci metteresti un accenno di personaggio , con un caratterista usa o getta?
              Ma no ....per me in questi ambiti devi rischiare.
              Di certo ti troverai con un termine di paragone , un confronto diretto , di altissimo livello ...ma potrebbe essere stimolante , sia per chi lo dirige sia per chi lo interpreta.

              Un appunto volevo fare , poi sul film di Ayer , visto che si parlava di quel joker ,
              ....sembrerà strano , ma i soldi che hanno fatto li hanno fatti garzie ad un un buon passaparola.
              Ed è stato un successo inpensabile.
              E quindi non vedo il perché non fargli fare pure a lui una bella DC , come a Snyder che sembra gli abbiano deturpato il ciitizen Kane dei cinecomic....
              E' una questione di lecchinaggio ....???
              Era solo per vedere qualcosina in più di Leto.
              Ultima modifica di hulkdog; 13 giugno 20, 17:23.

              Commenta


              • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                Il punto poi non è l'hype ma il rischio di sbagliare take sul personaggio, come accaduto con Leto che non è piaciuto a molta parte del pubblico.
                ​​​​​​
                questo non è propriamente vero.

                il Joker di Leto aveva potenziale, tanto che hanno basato la campagna promozionale su di lui. A far imbestialire tanti spettatori di SS fu proprio la presa per il culo, nel vedersi poco screentime del suddetto personaggio. Se vai a rileggerti le recensioni di SS, tutti dicevano che le cose migliori del film erano Harley Quinn e Joker e che sarebbe bastato un film su loro due, invece di sorbrisi dei finti cattivi.

                Diciamo quindi che in realtà quel Joker non ha avuto nemmeno il tempo di farsi piacere al pubblico. Ma come taglio e "idea" fidati che aveva stuzzicato molti spettatori (e ne è la prova anche che nelle fiere di cosplay, ci trovi ancora una moltitudine di Joker in stile Leto) specialmente di pubblico generalista.

                Tolto questo, perdonami ma tutto quel volo pindarico che hai scritto solo per avere Phoenix (ma se poi va male, no), mi pare abbastanza grottesco. Ma fidarsi invece di quello che vuole portare il regista no? Dobbiamo sempre essere noi pubblico a dire come devono fare le cose, solo perché pensiamo che un personaggio "bello" (e che ha già detto tutto in un film tra l'altro) deve essere spolpato fino all'esaurimento?

                Così come ci presenteranno un nuovo Batman è giusto che ci presentino anche gli altri personaggi in una maniera del tutto nuova. Se avete notato già il casting per ruoli come Alfred e Gordon, vanno in questa direzione; mi pare abbastanza chiaro che anche per i villain l'andazzo sarà questo.
                "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                # I am one with the Force and the Force is with me #

                -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                Commenta


                • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                  Il punto non é se far convivere due joker diversi in due franchise diversi.​​​​​​
                  Beh, in realtà però si stava discutendo proprio di quello
                  C'è chi vuole un Joker nuovo per il Batman nuovo (io ovviamente, come ho già spiegato, sono tra questi), e chi invece auspica che il Joker di questa nuova realtà narrativa sarà ancora quello di Phoenix, anche per evitare di avere troppi Joker diversi troppo ravvicinati (c'è da dire che, nel caso Reeves faccia veramente una trilogia, se si tenesse il Joker come main villain del capitolo finale possiamo immaginare che, grossomodo, intercorrerebbero come minimo 5-6 anni dal film di Phillips... mi sembra un arco di tempo sufficiente per riproporre il personaggio, sempre che la WB non persegua la sciagurata idea di dare nel frattempo un sequel a Joker).

                  Se optassero per la prima soluzione - cioè Joker nuovo -, la tua idea è una delle tante possibili. Secondo me però presenterebbe il doppio svantaggio di scegliere da subito un attore che possa diventare Joker (nel qual caso non potrebbe certo essere un comune caratterista... perché se poi l'idea andasse in porto te lo dovresti davvero tenere come Joker, a meno che non si voglia propendere per una soluzione alla Face/Off con un cambio di attore post-acido - inutile dire che spero di non dover mai vedere una bestialità del genere D'altra parte, se si scegliesse un grande attore, sarebbe poco probabile farlo passare per un banale personaggio secondario, tanto più se poi aggiungessero degli indizi per suggerire una sua futura trasformazione in Joker: a quel punto, che al pubblico piaccia o no, non potresti più tirarti indietro, sarebbe una presa per il culo troppo grande) e di lasciare troppo al caso uno sviluppo di trama importantissimo quale la comparsa del Joker. Se imbastisci l'arco del personaggio con l'idea di fargli avere un certo sviluppo, poi non puoi cambiare in corso d'opera; anche lasciare tutte le strade aperte senza mettere alcun paletto non è un'idea geniale perché, come SW ha recentemente insegnato, poi si rischia di fare un macello.
                  Secondo me sarebbe meglio lasciar solo intuire la sua presenza nei primi film, senza mostrarlo (un po' come ha fatto Nolan nell'epilogo di BB, oppure come è stato fatto con l'Imperatore in Una nuova speranza).
                  Oppure si potrebbe glissare del tutto e farlo apparire out of the blue direttamente nell'ultimo film

                  Commenta


                  • Enfad anche secondo me nei primi film, a prescindere da quale Joker utilizzeranno, sarebbe meglio che al massimo ne facessero intuire la presenza.

                    Anche perché sono onesto, preferisco di gran lunga che per i primi due film, oltre a sfruttare l'impostazione "corale" del primo e darci finalmente una versione cinematografica dell'Enigmista, costruiscano un Due Facce come si deve. Quanto mi piacerebbe fosse vero il rumor di McConaughey!

                    Commenta


                    • o come è vero ...che quando si parla di questo personaggio si parla più dei suoi villain.
                      Sembra che abbiano l'obbligo di essere determinanti ...
                      A me non dispiacerebbe invece un protagonista al centro della storia .
                      Magari un investigazione che duri anche tre film , dove il personaggio lotta , perde e cresce con i suoi nemici , che non sono co-protagonisti ,ma comprimari .
                      Che non abbiano bisogno di un importante e poderosa storia di origini , ma che siano già li' belli e fatti
                      Ed è il protagonista attraverso la sua investigazione ,che ci tratteggia velocemente l'identikit del nemico.
                      Attenzione io non dico di non metterci grandi attori , dico solo che non devono togliere il respiro al protagonista.
                      BB aveva tracciato quella strada , ma poi nel terzo , dopo tutto quello che era successo con TDK, ci sono ricascati ....male , ma ci sono ricascati.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
                        Beh, in realtà però si stava discutendo proprio di quello
                        Si, ma io nel mio messaggio non stavo discutendo di quello. Stavo discutendo delle difficoltà di far combaciare le esigenze pratiche di chi deve far funzionare una saga nel contesto odierno con le problematiche della scrittura creativa. Nel mio secondo messaggio facevo appunto presente che hulkdog aveva erroneamente attribuito al mio messaggio un contenuto/contesto che non gli apparteneva e che poteva aver portato al fraintendimento.

                        Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
                        C'è chi vuole un Joker nuovo per il Batman nuovo (io ovviamente, come ho già spiegato, sono tra questi), e chi invece auspica che il Joker di questa nuova realtà narrativa sarà ancora quello di Phoenix, anche per evitare di avere troppi Joker diversi troppo ravvicinati (c'è da dire che, nel caso Reeves faccia veramente una trilogia, se si tenesse il Joker come main villain del capitolo finale possiamo immaginare che, grossomodo, intercorrerebbero come minimo 5-6 anni dal film di Phillips... mi sembra un arco di tempo sufficiente per riproporre il personaggio, sempre che la WB non persegua la sciagurata idea di dare nel frattempo un sequel a Joker).
                        Bhè, il sequel a Joker potrebbe non chiamarsi Joker e non avere Phoenix al suo interno se non come personaggio collaterale. Ci sono dei precedenti, ad esempio negli anni 90 dopo il successo del Dracula di Coppola, non si decise di girare un "Dracula II", ma di portare avani progetti come "Frankenstein di Mary Shelley", "Mary Reilly" e "Wolf".

                        Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
                        Se optassero per la prima soluzione - cioè Joker nuovo -, la tua idea è una delle tante possibili.
                        Certo, io stesso ne discutevo come mera speculazione o, appunto, come una delle molteplici possibilità.

                        Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
                        Secondo me però presenterebbe il doppio svantaggio di scegliere da subito un attore che possa diventare Joker (nel qual caso non potrebbe certo essere un comune caratterista...
                        Bhè, i caratteristi sono spesso e volentieri dei signori attori....Robin Williams all'inizio della sua carriera era un caratterista (che tuttavia già occupava ruoli da protagonista), Christopher Lloyd nasce come attore completo ma poi trova il successo hollywoodiano come caratterista, e via dicendo. Il punto sarebbe di non prendere un divo per il ruolo. Anche perchè non ce ne sarebbe bisogno.

                        Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
                        perché se poi l'idea andasse in porto te lo dovresti davvero tenere come Joker
                        no, no, qui sono stato frainteso.
                        A livello di mercato, utilizzeresti questo personaggio "tizio qualunque", speculando poi la reazione di chi ipotizzerebbe che lui possa essere o meno il Joker. Se va bene continui su questa strada, se va male utilizzi il personaggio come semplice pedina e introduci poi Joker. Per quanto possa essere poco poetica questa "retcon", bisogna ricordare che nell'iperindustrializzato cinema americano è prassi comune... intere serie televisive vedono determinati personaggi cambiare "in corso d'opera".

                        Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
                        Secondo me sarebbe meglio lasciar solo intuire la sua presenza nei primi film, senza mostrarlo (un po' come ha fatto Nolan nell'epilogo di BB, oppure come è stato fatto con l'Imperatore in Una nuova speranza).
                        Qui mi trovo daccordo e, di base, è quanto accade nella saga del Lungo Halloween. Ma il punto è che ci sono due strade: o il villain ci viene mostrato prendendo in esame la sua nascita, o ci viene servito senza accennare alla sua nascita (come appunto fatto da Nolan). Entrambe le scelte sono valide, per me. Ma se la produzione scegliesse per il primo caso, allora molto probabilmente dovrebbero far accadere la cosa nel secondo episodio per poi sfruttare appieno il personaggio nel terzo (esistono vari precedenti....ad esempio nel sequel di Man of steel introducono la morte di Superman per resuscitarlo in un terzo film, che di fatto era quello schifo di JL).

                        Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
                        Oppure si potrebbe glissare del tutto e farlo apparire out of the blue direttamente nell'ultimo film
                        Anche questa è una soluzione.

                        Soggettivamente, però, troverei molto noioso vedere per l'ennesima volta un Joker senza background messo lì come "wild card" tra gli schieramenti dichiaratamente negativi o dichiaratamente positivi dei vari personaggi di Gotham. Se dovessero reintrodurre il personaggio mi piacerebbe un taglio completamente fresco. Ad esempio avevo apprezzato il rumor secondo cui Leto fosse in realtà un Robin finito male. O la versione del personaggio di Jhon Doe della serie "Batman Enemy Within" (dove addirittura i ruoli di Joker e di Harley sono invertiti, ed è lui a cercare disperatamente l'approvazione di lei ed a venire menato). Altrimenti si finisce per fare e rifare le stesse cose.
                        Ultima modifica di UomoCheRide; 14 giugno 20, 09:44.
                        Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                        Spoiler! Mostra

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
                          Se optassero per la prima soluzione - cioè Joker nuovo -, la tua idea è una delle tante possibili. Secondo me però presenterebbe il doppio svantaggio di scegliere da subito un attore che possa diventare Joker (nel qual caso non potrebbe certo essere un comune caratterista... perché se poi l'idea andasse in porto te lo dovresti davvero tenere come Joker, a meno che non si voglia propendere per una soluzione alla Face/Off con un cambio di attore post-acido - inutile dire che spero di non dover mai vedere una bestialità del genere D'altra parte, se si scegliesse un grande attore, sarebbe poco probabile farlo passare per un banale personaggio secondario, tanto più se poi aggiungessero degli indizi per suggerire una sua futura trasformazione in Joker: a quel punto, che al pubblico piaccia o no, non potresti più tirarti indietro, sarebbe una presa per il culo troppo grande) e di lasciare troppo al caso uno sviluppo di trama importantissimo quale la comparsa del Joker. Se imbastisci l'arco del personaggio con l'idea di fargli avere un certo sviluppo, poi non puoi cambiare in corso d'opera; anche lasciare tutte le strade aperte senza mettere alcun paletto non è un'idea geniale perché, come SW ha recentemente insegnato, poi si rischia di fare un macello.
                          Secondo me sarebbe meglio lasciar solo intuire la sua presenza nei primi film, senza mostrarlo (un po' come ha fatto Nolan nell'epilogo di BB, oppure come è stato fatto con l'Imperatore in Una nuova speranza).
                          Oppure si potrebbe glissare del tutto e farlo apparire out of the blue direttamente nell'ultimo film
                          Esattamente. E se c'è un'altra cosa che SW ha recentemente insegnato (e che la Warner dovrebbe aver appreso in maniera assai dolorosa con Justice League) è che cercare di interpretare i feedback del pubblico e fare film di conseguenza può portare ad un macello di dimensioni più o meno grosse. Quindi una volta scelta una strada che abbiano la determinazione di perseguirla fino in fondo

                          Originariamente inviato da hulkdog Visualizza il messaggio
                          o come è vero ...che quando si parla di questo personaggio si parla più dei suoi villain.
                          Sembra che abbiano l'obbligo di essere determinanti ...
                          A me non dispiacerebbe invece un protagonista al centro della storia .
                          Magari un investigazione che duri anche tre film , dove il personaggio lotta , perde e cresce con i suoi nemici , che non sono co-protagonisti ,ma comprimari .
                          Che non abbiano bisogno di un importante e poderosa storia di origini , ma che siano già li' belli e fatti
                          Ed è il protagonista attraverso la sua investigazione ,che ci tratteggia velocemente l'identikit del nemico.
                          Attenzione io non dico di non metterci grandi attori , dico solo che non devono togliere il respiro al protagonista.
                          Sono d'accordo. I cattivi sono determinanti eccome (specie se si parla di un eroe come Batman che vanta un parco nemici fra i più ampi e interessanti), ma la chiave di volta è il protagonista. E in quest'ottica penso anch'io che potrebbe essere una buona idea mostrarli come personaggi fatti e finiti senza bisogno di una storia di origini, soprattutto nel caso del Joker (anche perchè sulle origini di un Joker ci hanno appena fatto un film intero). Anche per me una buona soluzione potrebbe essere quella di inserire soltanto qualche riferimento nel primo film che faccia capire allo spettatore che in questo contesto narrativo c'è già un Joker in circolazione, magari un cameo nel finale del secondo, e poi un ruolo da main villain nel terzo (e stando ai rumors è possibile che optino per qualcosa del genere). E per forza di cose dovrà essere interpretato da un attore di prima fascia (per fama e capacità recitative)
                          Originariamente inviato da The Inquisitor Visualizza il messaggio

                          Io comunque tutto 'sto look fumettoso/gotico di cui si parlava continuo a non vederlo da nessuna parte... Mi sembra tutto abbastanza già visto e standard, sempre sulla scia del realismo Nolaniano con giusto un poco più di artigianalità.
                          Non che questo andrebbe in alcun modo ad inficiare la presunta buona qualità del lavoro di Reeves ma, ecco, essendo il terzo batman che vediamo nel giro di 10 anni mi aspettavo anche esteticamente dei cambi di rotta un po' più netti.
                          Per quanto riguarda il costume sì. Per il resto nelle foto uscite si nota una certa virata verso il gotico nelle architetture, ma è ancora troppo poco (e anche la Batmobile e la moto sembrano molto diverse da quelle nolaniane)

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                            Soggettivamente, però, troverei molto noioso vedere per l'ennesima volta un Joker senza background messo lì come "wild card" tra gli schieramenti dichiaratamente negativi o dichiaratamente positivi dei vari personaggi di Gotham. Se dovessero reintrodurre il personaggio mi piacerebbe un taglio completamente fresco. Ad esempio avevo apprezzato il rumor secondo cui Leto fosse in realtà un Robin finito male. O la versione del personaggio di Jhon Doe della serie "Batman Enemy Within" (dove addirittura i ruoli di Joker e di Harley sono invertiti, ed è lui a cercare disperatamente l'approvazione di lei ed a venire menato). Altrimenti si finisce per fare e rifare le stesse cose.
                            Joker non deve avere nessun background. La forza del personaggio è anche questa, l'ambiguità sulla sua storia.

                            Fortunatamente con il Joker di Phoenix, pur avendo una parvenza di "origini" sul personaggio, in realtà scopriamo che poi rimane tutto abbastanza vago della sua nascita, così come non è nemmeno più sicuro che il suo nome fosse realmente quello che ha utilizzato per tutto quel tempo. Non si fa mai chiarezza su chi è ma si chiarisce invece "cosa diventerà". Ed è un messaggio importantissimo, oltre che bello.

                            Joker deve essere questo, una manifestazione estrema di un modo di fare. Che possa essere psicologico (Pohenix), criminale (Nicholson), terroristico (Ledger). L'importante è che il personaggio sia sopra le righe e continui ad avere il ruolo di completa nemesi di Bats.

                            Ecco perché tutto sommato, nemmeno sarebbe sbagliato vedere una costruzione per una ipotetica trilogia di Reeves, dove alla fine si arrivi a Joker come villain finale. Ma appunto al "suo" Joker non a quello costruito da un altro regista, di un altro film.

                            Per il ruolo di un Robin che finisce male, invece di scomodare Joker, basterebbe portare al cinema la storia di Cappuccio Rosso.

                            Io comunque rimango dell'idea che sarebbe stato alquanto interessante conoscere anche la lotta tra il Batman snyderiano e il Joker di Leto. Magari con un film che parlasse proprio del periodo in cui Batman perde per mano della sua nemesi, Robin. Avrebbe sicuramente dato allo spettatore una lotta diversa da quella vista nei film di Nolan o di Burton.
                            "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                            And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                            That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                            # I am one with the Force and the Force is with me #

                            -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                              Si, ma io nel mio messaggio non stavo discutendo di quello.
                              Sì, l'ho capito, ma io ti ho fatto presente che la discussione in cui ti sei inserito verteva invece su quello, e questo potrebbe anche spiegare perché il tuo post sia stato letto in un certo modo

                              Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                              Bhè, il sequel a Joker potrebbe non chiamarsi Joker e non avere Phoenix al suo interno se non come personaggio collaterale. Ci sono dei precedenti, ad esempio negli anni 90 dopo il successo del Dracula di Coppola, non si decise di girare un "Dracula II", ma di portare avani progetti come "Frankenstein di Mary Shelley", "Mary Reilly" e "Wolf".
                              Mi sa che stai facendo confusione
                              Un sequel è un seguito; Frankenstein di Mary Shelley (e Wolf - La belva è fuori, e Mary Reilly) non è il seguito del Dracula di Bram Stoker, è solo un film dello stesso filone. E' come per i mostri della Universal, o gli horror della Hammer: sono film indipendenti tra loro, con personaggi diversi e storie diverse.
                              Poi ci sono gli universi condivisi, tipo quello della Marvel, che è però un altro discorso ancora: Iron Man e Thor fanno parte dello stesso universo e interagiscono in alcuni film, ma sono protagonisti di franchise separati - Thor non è il sequel di Iron Man.
                              Poi esistono dei casi particolari, come Split di Shyamalan che tecnicamente non sarebbe proprio un sequel di Unbreakable però anche un po' sì, dato che insieme a Glass formano una trilogia (mi sembra però un caso più unico che raro; esistono poi i crossover, che però sono un'altra cosa ancora ed esulano abbastanza dal discorso sequel).
                              Si possono anche fare sequel con personaggi diversi dal protagonista del primo film, ma il nuovo protagonista dev'essere già comparso nel film precedente e la storia narrata dev'essere il proseguo (con più o meno time skip a seconda delle esigenze), come ad esempio S. Darko, Doctor Sleep e Blade Runner 2049. Un caso di questo tipo, con Joker, sarebbe se, per esempio, nell'ipotetico sequel narrassero quel che succede a Sophie (di cui verrebbe confermata a tutti gli effetti la sopravvivenza), o a sua figlia, dopo i fatti del primo film.
                              C'è però da dire che se si sta parlando di fare un sequel di Joker è perché è piaciuto quel personaggio interpretato da Phoenix, quindi è ovvio che nel seguito vorrebbero sfruttare ancora lui; al pubblico interessa lui, gli spettatori che sperano in un sequel lo fanno perché vogliono rivedere lui, a livello di marketing non avrebbe alcun senso fare un sequel che parli però di un altro personaggio.
                              Se poi si producesse un nuovo film che racconti le origini di un altro villain con gli stessi toni cupi e seri, sarebbe un altro discorso ancora: è quello che lo stesso Phillips auspicava, cioè la nascita di un nuovo filone di film di questo tipo. Ma non sarebbero sequel di Joker, tanto quanto TeneT non è il sequel di Dunkirk

                              Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                              Bhè, i caratteristi sono spesso e volentieri dei signori attori....Robin Williams all'inizio della sua carriera era un caratterista (che tuttavia già occupava ruoli da protagonista), Christopher Lloyd nasce come attore completo ma poi trova il successo hollywoodiano come caratterista, e via dicendo.
                              Sì ma tu hai parlato di un generico caratterista e hai fatto il nome di un signor nessuno che non so manco chi sia, non hai citato, che ne so, un Jim Carrey Infatti io ho parlato di "comune caratterista"; se si parla di un attore coi controcoglioni è ovvio che il discorso cambia

                              Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                              Il punto sarebbe di non prendere un divo per il ruolo. Anche perchè non ce ne sarebbe bisogno.
                              Dipende cosa intendi: Phoenix non è un divo, non ha certo lo stesso star power di Di Caprio (e, almeno fino a prima di Joker, nemmeno la stessa notorietà)

                              Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                              no, no, qui sono stato frainteso.
                              A livello di mercato, utilizzeresti questo personaggio "tizio qualunque", speculando poi la reazione di chi ipotizzerebbe che lui possa essere o meno il Joker. Se va bene continui su questa strada, se va male utilizzi il personaggio come semplice pedina e introduci poi Joker. Per quanto possa essere poco poetica questa "retcon", bisogna ricordare che nell'iperindustrializzato cinema americano è prassi comune... intere serie televisive vedono determinati personaggi cambiare "in corso d'opera".
                              Ma ho capito benissimo invece, e ti ho già risposto Il punto è dover scegliere da subito l'attore che farà (o potrebbe fare, diciamo) Joker, perché "se poi va bene" te lo devi tenere davvero per quel ruolo (da qui nascevano le mie rimostranze sull'usare un "comune caratterista"; se parliamo invece di un grande attore che è anche un caratterista è diverso). Per quanto riguarda il "se va male", ti ho già spiegato che è il modo migliore per sbagliare tutto: che sia prassi comune a Hollywood non vuol dire che sia un buon modo di procedere, e la nuova trilogia di SW è lì a testimoniarlo (e comunque non confonderei il modus operandi delle serie televisive con quello che è, o dovrebbe essere, adottato in una produzione cinematografica).
                              Se imbastisci il percorso del personaggio nell'arco dei tre film con l'idea che avrà uno sviluppo di un certo tipo poi non puoi fare inversione a metà strada in base agli umori del pubblico, e non perché "il retcon sia poco poetico" ma perché quasi sempre quando si fa così il risultato è una merda che tradisce le intenzioni originali (e il pubblico se ne accorge) e scontenta tutti Anche perché i personaggi trainano la trama, che a sua volta influisce sui personaggi: cambiare drasticamente il destino di un personaggio che era stato pensato in un certo modo vuol dire rimettere mano a tutta la storia, facendo quasi sicuramente un macello.
                              Se invece vai avanti a braccio e cerchi di tenere il piede in due scarpe (della serie "do l'idea che questo personaggio possa diventare Joker ma non mi sbilancio troppo"), diventa faticoso gestire l'evolversi della storia senza cadere in contraddizioni e senza creare casini (di nuovo, la nuova trilogia di SW insegna)

                              Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                              Soggettivamente, però, troverei molto noioso vedere per l'ennesima volta un Joker senza background messo lì come "wild card" tra gli schieramenti dichiaratamente negativi o dichiaratamente positivi dei vari personaggi di Gotham.
                              Beh ma nel Joker di Phillips hanno appunto mostrato la sua genesi; anche quello di Nicholson, ora che ci penso, aveva un minimo di background
                              Ultima modifica di Enfad; 15 giugno 20, 02:57.

                              Commenta


                              • A livello di mercato, utilizzeresti questo personaggio "tizio qualunque", speculando poi la reazione di chi ipotizzerebbe che lui possa essere o meno il Joker. Se va bene continui su questa strada, se va male utilizzi il personaggio come semplice pedina e introduci poi Joker.
                                non è mai cosi' ....non si crea mai l'hype con una controfigura .
                                Ma poi che risposta vorresti dal mercato?
                                Non ce bisogno di sondare , perché E' CERTO che il joker come villain porterebbe più in alto il livello d'interesse intorno al franchise!

                                Nel primo lo puoi far intravedere , magari in penombra come misterioso burattinaio da sfruttare nei prossimi film , ma se decidi di mettercelo , devi metterci il grande nome che intriga.

                                Io comunque rimango dell'idea che sarebbe stato alquanto interessante conoscere anche la lotta tra il Batman snyderiano e il Joker di Leto.
                                Ecco se ci mettessi dentro anche la catwoman di Halle berry penso che nessuno ad Hollywood ti possa rifiutare il finanziamento del film.
                                Assolutamente nessuno.





                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X