annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

The Batman

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Diciamo che da un punto di vista di "aderenza" al personaggio questo film riesce forse più di tutti a condensare nella figura di Batman (non di Bruce Wayne, su cui viene fatto un lavoro diverso) quasi tutte quelle caratteristiche che si potrebbero valutare come "definitive" del personaggio e delle sue storie.
    Innanzitutto dal minutaggio elevatissimo che gli viene dedicato, cosa abbastanza inedita a livello cinematografico, visto che negli altri film di solito si cercava un equilibrio maggiore tra Bruce Wayne/Batman o si andava nella direzione opposta (vedi TDKR). E poi diversi elementi, come i pestaggi spinti, l'intelligenza (rata alada a parte, questo Batman è sempre abbastanza sul pezzo), i dialoghi interiori (magari un po' goffi nel film, ma sono una costante dei fumetti), il discorso sulla paura, la regola del "non uccidere", la determinazione, una certa vena moralista (giustamente messa in discussione), la capacità di interagire con Gotham e la sua popolazione (di solito nei film Batman è solitario e misterioso, qua invece interagisce con tutti, a suo modo, ma con tutti) e pure un certo lato più soft (è un Batman che si scusa quando prende una cantonata, che tiene la mano di una ragazzina che ha tirato fuori dalle macerie etc etc).

    Bella l'idea di renderlo un po' più fallibile ma in realtà è un Batman molto più definitivo (termine che andrebbe sempre preso con le pinze) di quanto regista e attore volessero farci credere con interviste e dichiarazioni varie (da qui forse anche la delusione di chi si aspettava qualcosa di più estremo e disallineato).

    Commenta


    • Originariamente inviato da Massi Visualizza il messaggio
      Comunque a me il Joker in quella maniera non piacerebbe, per i miei gusti è troppo giovane. Così sembra semplicemente un ragazzo ribelle e disturbato. Nicholson era ok, Ledger anche perché sembrava senza età anche se comunque tendente a un livello più maturo anziché adolescenziale, Leto invece un pessimo quarantenne che impersonava un ragazzo. Phoenix ottimo. Il Joker è per come la vedo io un personaggio adulto.
      Secondo me il Joker di Keoghan come età sarà simile a quello di Ledger, quella via di mezzo giusta tra giovane e adulto. A differenza di quello di Nicholson e Phoenix che erano già più adulti. Quello che mi ha colpito da quel poco che abbiamo visto di questa nuova incarnazione del Joker è l'aspetto, che sembra decisamente differente e più "macabro" rispetto a quello più classico a cui siamo abituati.

      Commenta


      • Originariamente inviato da Alex Murphy Visualizza il messaggio

        Reeves ha detto che lo voleva pg13... si è praticamente auto-censurato. I suoi pianeta delle scimmie effettivamente sono film per tutti da guardare anche in famiglia, cosa che non sono oggi magari alcuni degli originali uncut. io personalmente se tratto determinati argomenti preferisco non si pongano limiti ma il gore non c'entra, anche quello bisogna saperlo contestualizzare altrimenti diventa gratuito. Anche solo con il linguaggio o le azioni accennate ad esempio si può dare una forte impronta senza esagerare. I criminali in questo Batman sinceramente mi sono apparsi fin troppo soft o forse è tutto troppo diluito nelle 3 ore da non risultare significativo.

        Intendevo dire che la disney non tratta serial killer (umani) nei suoi prodotti riservati ad un pubblico minore o forse si?
        ma non è che si è autcensurato, quale persona sana di mente rinuncerebbe (sopratutto in questo periodo) alla parte di pubblico che porta i maggiori incassi in sala??

        vm18 era praticamente un suicidio e a quel punto tanto valeva farlo uscire solo in streaming

        poi oh, se ha fatto questa scelta per altri motivi sono curioso di saperli

        Commenta


        • Originariamente inviato da MartyMcFly Visualizza il messaggio

          ma non è che si è autcensurato, quale persona sana di mente rinuncerebbe (sopratutto in questo periodo) alla parte di pubblico che porta i maggiori incassi in sala??

          vm18 era praticamente un suicidio e a quel punto tanto valeva farlo uscire solo in streaming

          poi oh, se ha fatto questa scelta per altri motivi sono curioso di saperli
          anche VM14.. budget vs incasso:

          Sin City 40 - 160
          Watchmen 120 - 185
          The Batman 200 - ??

          200???

          Commenta


          • Originariamente inviato da Alex Murphy Visualizza il messaggio

            anche VM14.. budget vs incasso:

            Sin City 40 - 160
            Watchmen 120 - 185
            The Batman 200 - ??

            200???
            sin city in alcuni paesi è stato vm18


            comunque the batman è già bello avviato e vedrai che farà circa 700-800 ww che di questi tempi è un mezzo miracolo

            Commenta



            • Questo film è l'ennesima dimostrazione che il problema non sono i giudizi dei Scorsese , Coppola e affini ma la stessa fanbase dei Cinecomic , con in testa alcuni influencer , che oramai si accapiglia su ogni cosa e ha perso ogni capacità di dialogo in una discussione

              Tra la maggioranza che parla di capolavoro assoluto e la minoranza rumorosa che parla di film debole e di Batman che non è Batman non so quale sia la cosa che più mi irrita .
              Questo assolutismo generico su ogni pellicola che o è da dieci o è da tre non aiuta di certo , la vie di mezzo sono andate a farsi benedire e devi per forza schierarti , o di qua o di là .
              Francamente io lo trovo un buonissimo film , ma siamo lontani dal dire che sia il miglior film sul personaggio e tanto più uno dei migliori cinecomic in assoluto , che per me sono cose relative .

              Pattinson è soprattutto Batman più che Bruce Wayne e francamente vedere uno screen time maggiore del lato eroistico del personaggio per la prima volta in un film è uno dei più . Così come di un Wayne diverso dal solito , fallibile e schiacciato dello stress .

              L'interpretazione di Gordon da parte di Wright è molto solida , con buona pace di chi dice che il rapporto tra Gordon e Wayne non è questo , dimostrando ancora una volta che non ha aperto una pagina per capire da dove sia tratta questa pellicola ( non lo fanno per i libri , figurarsi per i fumetti ma l'importante è fare video dove ci si spaccia espertoni )

              Così come la Kravitz , anche se personalmente ritengo la sua Catwoman molto meno carismatica sia della versione Burtoniana sia di quella di Nolan , seppur con una orign story molto diversa .

              Farrell ottimo nella interpretazione e molto aderente al Pinguino Classico , infatti vedo che è stato apprezzato più dai fan del fumetto che da quelli cinematografici che hanno preferito la versione bestiale e dannata di De Vito

              Dano fa un Enigmista molto più pericoloso e seriale rispetto al villain intelligente ma macchiettistico canonico e devo dire che è forse la cosa migliore del film dopo le prime due cose che ho elencato .

              Ho gradito poco Alfred e non per colpa di Serkis ma per il fatto che hanno decisamente puntato meno sul personaggio rispetto a altre versioni , diciamolo chiaramente qua più che secondario è quasi terziario , salvo un paio di momenti .

              Il problema di questo film , a differenza di No Way Home che era un insieme di richieste di Fan montate con diversa qualità , è una durata non giustificata dalla storia e un finale che è molto meh .

              Sembra quasi che abbiano tirato il freno a mano o si siano resi conto di aver imbastito una storia con uno Screen Time maggiore rispetto alla durata effettiva e molti dialoghi , se tolti dalla pellicola ,non inficiano lo sviluppo della trama .

              Lo scontro finale è decisamente privo di Pathos , capisco che il tipo di antagonista non richiedeva la fisicità ma mettere uno scontro che andava bene a metà film ha ammazzato molto quella parte .

              Commenta


              • Originariamente inviato da MartyMcFly Visualizza il messaggio

                sin city in alcuni paesi è stato vm18


                comunque the batman è già bello avviato e vedrai che farà circa 700-800 ww che di questi tempi è un mezzo miracolo
                E' un po' tanto.. forse arriverà a 500, ma il pubblico minore siamo sicuri che abbia apprezzato così tanto? L'azione è poca e non mi è parsa nemmeno così originale. Troppe analogie con la trilogia precedente. Il volo da scoiattolo mi è parso sicuramente realistico ma abbastanza buffo.

                Commenta


                • Originariamente inviato da Jolly Visualizza il messaggio
                  Secondo me il Joker di Keoghan come età sarà simile a quello di Ledger, quella via di mezzo giusta tra giovane e adulto. A differenza di quello di Nicholson e Phoenix che erano già più adulti. Quello che mi ha colpito da quel poco che abbiamo visto di questa nuova incarnazione del Joker è l'aspetto, che sembra decisamente differente e più "macabro" rispetto a quello più classico a cui siamo abituati.
                  non si capisce, io ho intravisto i denti e quindi una evidente scarnificazione, ma Reeves ha dichiarato che non ha cicatrici.. mah

                  per il film pecca un po’ dal punto di vista della trama, giusto scimmiottare Fincher ma alla fine quella che doveva essere una trama complessa si è rivelata un pretesto semplice per spiegare il marciume di Gotham e l’ambiguità dei Wayne.

                  una cosa ha comunque convinto tutti, l’atmosfera di Gotham. Nelle scene iniziali è un mix perfetto tra realismo, Burton e Blade Runner.

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da John Doe Visualizza il messaggio

                    Non è una questione di schieramenti, semplicemente hanno fatto un film in cui Batman è Batman. Chi lo esalta a capolavoro ci vede l'essenza del personaggio , ed è una cosa che non invecchierà mai. Così come la Maschera del fantasma. È del 1993 , ed è ancora definito (giustamente) come il migliore adattamento
                    Scusa ma io faccio davvero fatica a comprendere la pima parte di questo tuo messaggio.

                    Che significa un film in cui Batman è Batman?

                    La storia fumettistica di Batman ha rivoluzionato il personaggio in molti suoi aspetti, adattandolo spesso anche a quello che arrivava dalle nuove caratterizzazioni cinematografiche (oltre che i periodi storici).

                    Pensate che Burton non abbia a sua volta, contaminato le run fumettistiche del personaggio, dopo i suoi film? Che non l'abbia fatto Nolan o non l'abbia fatto il gioco Arkham o lo stesso Snyder?

                    Quindi la frase "Batman è Batman" non ha molto senso. Questo è uno "dei tanti" Batman che sono esistiti, anche fumettisticamente. Né più né meno.

                    Detto ciò si entra nei gusti, se si apprezza il Batman investigativo, che fa un uso pari allo zero delle armi e seppur mezzo emo e frustrato, picchia ma non uccide... allora si apprezzerà tantissimo il taglio che hanno dato a questo film.

                    Io ad esempio nella mia testa mi sono sempre costruito l'idea che Bruce Wayne deve essere un piacione con il pubblico e un disagiato nelle sue stanze (un po' come appare con Nolan), che in versione Batman deve essere un ninja-ombra, un tizio quasi horrorifico come lo ha dipinto Snyder in BvS. Ma non per questo mi sono strappato i capelli, perché qui è un mezzo rachitico che gira con una supertuta e risolve gli indovinelli elementari con l'amico poliziotto. Accetto il compromesso, è ben contestualizzato nella storia e me lo godo, senza star li a mettere i cartelli su quanto possa essere fedele o meno al "vero Batman".

                    L'importante è che resti fedele a quello che vuole raccontarci il film. Infatti vedere un Bats che è in attività da 2 anni, ha perfettamente senso che come le da, le prende pure, che non ha ancora ben chiaro come gestire le sue due versioni Bruce/Bats, che già all'inizio della sua "carriera da vigilante" debba affrontare il dilemma sul Padre, che è poi quello che storicamente lo ha sempre spinto a diventare ciò che è. Quindi la vera essenza del film non è sul personaggio di Batman, ma nell'aver cercato di sovvertire narrativamente la figura degli Wayne e del padre.

                    Per questo mi aspetto un seguito che entri in profondità in questa storia. Mai ci si era rapportati così ai suoi genitori, al suo vuoto generato dalla loro morte. Caratterizzare la madre in quella maniera, apre scenari pazzeschi per la storia in divenire... idem aver macchiato la figura del padre, perché anche se poi il film tenta di ripulirlo, sia in Bruce che nello spettatore, rimane il dubbio.
                    Ultima modifica di Naihir; 10 marzo 22, 18:38.
                    "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                    And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                    That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                    # I am one with the Force and the Force is with me #

                    -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                    Commenta


                    • E' un po' tanto.. forse arriverà a 500, ma il pubblico minore siamo sicuri che abbia apprezzato così tanto?
                      Secondo me parte da un minimo di 700 .....poi vedremo .
                      Del pubblico non me ne starei tanto a preoccupare ...il covid ha tolto si tanto ,ma ha dato anche una vita più lunga a certi prodotti.
                      Si pensi solo che pur generando quasi 5 mln al suo dodicesimo WE domestic , Spider sarà rilasciato in DVD.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio

                        Scusa ma io faccio davvero fatica a comprendere la pima parte di questo tuo messaggio.

                        Che significa un film in cui Batman è Batman?

                        La storia fumettistica di Batman ha rivoluzionato il personaggio in molti suoi aspetti, adattandolo spesso anche a quello che arrivava dalle nuove caratterizzazioni cinematografiche (oltre che i periodi storici).

                        Pensate che Burton non abbia a sua volta, contaminato le run fumettistiche del personaggio, dopo i suoi film? Che non l'abbia fatto Nolan o non l'abbia fatto il gioco Arkham o lo stesso Snyder?

                        Quindi la frase "Batman è Batman" non ha molto senso. Questo è uno "dei tanti" Batman che sono esistiti, anche fumettisticamente. Né più né meno.

                        Detto ciò si entra nei gusti, se si apprezza il Batman investigativo, che fa un uso pari allo zero delle armi e seppur mezzo emo e frustrato, picchia ma non uccide... allora si apprezzerà tantissimo il taglio che hanno dato a questo film.

                        Io ad esempio nella mia testa mi sono sempre costruito l'idea che Bruce Wayne deve essere un piacione con il pubblico e un disagiato nelle sue stanze (un po' come appare con Nolan), che in versione Batman deve essere un ninja-ombra, un tizio quasi horrorifico come lo ha dipinto Snyder in BvS. Ma non per questo mi sono strappato i capelli, perché qui è un mezzo rachitico che gira con una supertuta e risolve gli indovinelli elementari con l'amico poliziotto. Accetto il compromesso, è ben contestualizzato nella storia e me lo godo, senza star li a mettere i cartelli su quanto possa essere fedele o meno al "vero Batman".

                        L'importante è che resti fedele a quello che vuole raccontarci il film. Infatti vedere un Bats che è in attività da 2 anni, ha perfettamente senso che come le da, le prende pure, che non ha ancora ben chiaro come gestire le sue due versioni Bruce/Bats, che già all'inizio della sua "carriera da vigilante" debba affrontare il dilemma sul Padre, che è poi quello che storicamente lo ha sempre spinto a diventare ciò che è. Quindi la vera essenza del film non è sul personaggio di Batman, ma nell'aver cercato di sovvertire narrativamente la figura degli Wayne e del padre.

                        Per questo mi aspetto un seguito che entri in profondità in questa storia. Mai ci si era rapportati così ai suoi genitori, al suo vuoto generato dalla loro morte. Caratterizzare la madre in quella maniera, apre scenari pazzeschi per la storia in divenire... idem aver macchiato la figura del padre, perché anche se poi il film tenta di ripulirlo, sia in Bruce che nello spettatore, rimane il dubbio.
                        Non ho mai detto che sia l'unico Batman possibile, e non ho fatto confronti con videogiochi o animazione. Per quanto riguarda le versioni live action cinematografiche è l'unica volta che mi sembra di guardare davvero Batman. Nessun altra versione valorizza tanti aspetti come questo. Se non siete d'accordo va benissimo lo stesso

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da John Doe Visualizza il messaggio

                          Non ho mai detto che sia l'unico Batman possibile, e non ho fatto confronti con videogiochi o animazione. Per quanto riguarda le versioni live action cinematografiche è l'unica volta che mi sembra di guardare davvero Batman. Nessun altra versione valorizza tanti aspetti come questo. Se non siete d'accordo va benissimo lo stesso
                          Rispetto molto la tua idea, ma puntualizzavo che il "guardare davvero Batman" si basa su una questione puramente soggettiva, non perché esiste un modello unico e ufficiale da dover seguire sul personaggio. Per molti è sembrato di guardare Batman anche in versioni che avevano elementi diversi dalle run fumettistiche (cosa che purtroppo alcuni youtuber nerd incalliti, non capiscono e quindi bocciano tutto a prescindere).

                          Quando un personaggio diventa di tutti, non esiste più quel concetto del "Batman deve essere così", il personaggio è proprio la prova vivente che più passano gli anni e più il personaggio può adattarsi a qualsiasi contesto sociologico (vedi youtuber e follower qui) e generazionale.

                          Ricordiamoci che televisivamente Bats era quello con i balloon che apparivano mentre picchiava i criminali. Quello animato (il mio preferito), quello gotico di Burton, molti sono cresciuti con quello scanzonato e pieno di gadget più disperati di Schumacher, il Bats dark-realistico nolaniano eccecc.

                          Secondo me non esiste film o trasposizione in live action sul personaggio che non abbia un po' di Batman al suo interno. E' un personaggio che ormai si evolve e spesso si (ri)costruisce attraverso anche la contaminazione di tutti le pellicole prima. Per dire, in questo film ci sono citazioni sparse a tutte le versioni che l'hanno preceduto. Burton, Schumacher (sì addirittura lui), Nolan e Snyder.
                          "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                          And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                          That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                          # I am one with the Force and the Force is with me #

                          -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Massi Visualizza il messaggio
                            Comunque a me il Joker in quella maniera non piacerebbe, per i miei gusti è troppo giovane. Così sembra semplicemente un ragazzo ribelle e disturbato. Nicholson era ok, Ledger anche perché sembrava senza età anche se comunque tendente a un livello più maturo anziché adolescenziale, Leto invece un pessimo quarantenne che impersonava un ragazzo. Phoenix ottimo. Il Joker è per come la vedo io un personaggio adulto.
                            Sì anche perchè capisco l'idea di Reeves di una lore in formazione ma se scritturi tutti 30-35enni rischi di avere l'effetto teen da serie gotham (). Già Pattinson ha quel look da adolescente che invece né Bale né Ledger avevano pur essendo più o meno della stessa età (anzi Pattinson adesso è persino più vecchio di Bale e Ledger quando girarono TDK)

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Marvel Fan Visualizza il messaggio
                              Questo film è l'ennesima dimostrazione che il problema non sono i giudizi dei Scorsese , Coppola e affini ma la stessa fanbase dei Cinecomic , con in testa alcuni influencer , che oramai si accapiglia su ogni cosa e ha perso ogni capacità di dialogo in una discussione

                              Tra la maggioranza che parla di capolavoro assoluto e la minoranza rumorosa che parla di film debole e di Batman che non è Batman non so quale sia la cosa che più mi irrita .
                              Questo assolutismo generico su ogni pellicola che o è da dieci o è da tre non aiuta di certo , la vie di mezzo sono andate a farsi benedire e devi per forza schierarti , o di qua o di là ..
                              Veramente qui dentro la maggioranza dell'utenza gli ha riservato la stessa accoglienza (timida promozione), mi pare...

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da The Inquisitor Visualizza il messaggio

                                Sì anche perchè capisco l'idea di Reeves di una lore in formazione ma se scritturi tutti 30-35enni rischi di avere l'effetto teen da serie gotham (). Già Pattinson ha quel look da adolescente che invece né Bale né Ledger avevano pur essendo più o meno della stessa età (anzi Pattinson adesso è persino più vecchio di Bale e Ledger quando girarono TDK)
                                Considera che magari tra il primo e il secondo The Batman ci potrebbe essere anche un salto temporale di diversi anni. Non penso che ripartiremo subito dalla fine del secondo-inizio terzo anno di Batman da vigilante.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X