annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Justice League

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Quindi, per l'appunto, più che il film conta quello che dice il regista fuori.
    Luminous beings are we, not this crude matter.

    Commenta


    • Il concetto è molto semplice. I problemi del film sono esasperati dalle dichiarazioni del regista.

      Commenta


      • Originariamente inviato da John Doe Visualizza il messaggio
        I problemi del film sono esasperati dalle dichiarazioni del regista.
        Ma anche no, dai. Il film è quello che è, il regista può dire tutto quello che vuole e non cambia di una virgola il prodotto, non scherziamo se dà tanto fastidio quello che dice basta smettere di leggere i suoi post e le sue interviste

        Commenta


        • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
          Pure il Batman di Burton uccideva però stanno tutti a farsi le seghe che tornerà in Flash.
          Vero.

          Si potrebbe obiettare che il Batman di Tim Burton è uscito rispettivamente nel 1989 e nel 1992, ossia a distanza di 27 e 24 anni di BvS e che all'epoca l'approccio al personaggio era diverso. Si potrebbe anche obiettare che il Batman di Snyder esce a ridosso di quello di Nolan, dove la questione dell'uccidere è se non altro tematizzata, anche se non coerentemente sviluppata (qualche faciloneria c'è anche nel Batman nolaniano). Si potrebbe persino dire che alla fin fine è pur sempre tollerabile un allentamento di determinate premesse, ché un film su un tizio che si veste da pipistrello non pretende lo stesso rigore di un trattato di logica formale.

          Alla fine si può dire che Snyder ha dato la sua versione del personaggio, come lo ha fatto Nolan e come lo ha fatto Burton, e che quindi l'unico punto è se questa versione piace o no, soggettivamente.

          A me non piace, ma Kant mi insegna che un giudizio estetico non può essere assunto a norma universale. Quindi, accetto che ad altri piaccia. Mi limito a dire che Snyder semplicemente secondo me è di grana troppo grossa nel trattare questi personaggi e per me la sua versione è molto meno interessante di quella dei suoi precedessori. E, credo, probabilmente anche di quella del suo successore.

          Giusto per fantasticare,sarebbe interessante fare un sondaggio a livello internazionale su un campione variegato per vedere a quanti sia piaciuta questa nuova versione. Per quel che vale (e vale poco, non fosse altro che il giudizio è sul film nel complesso e non sul solo personaggio di Batman), BvS ha una media di 6.4/10 su imbd, con più di 600mila votanti. Non è che sia piaciuto più di quel tanto.

          Commenta


          • e questo ragionamento ci sta tutto.

            io di mio dico che mi ha fatto letteralmente cahare il Bats di Nolan inteso come personaggio, mentre questo di Snyder l'ho apprezzato molto e ne vedo una grande potenzialità.

            se ci basiamo su dati più generici e non quelli di imbd, Bataffleck partiva spernacchiato da tutti (me compreso) per poi ricevere consensi dopo il film. da qui il personaggio ha cominciato a contaminare anche la controparte cartacea che a quanto ho visto, ha praticamente lo stesso design. questo perché credo che molti spettatori hanno associato questo tipo di Batman a quello dei giochi Arkham, almeno visivamente.

            ultimo dato, il fatto che si torni a parlare della JL dopo 4 anni e forse ci sono piani successivi proprio su Bats e Deathstroke, secondo è sintomo che il personaggio ha mantenuto una certa potenzialità e nello spettatore è rimasta la curiosità di vederlo di nuovo in azione, perché alla fine le sue scene di azioni (in praticolare quella del soffitto), moralismi sul non uccidere a parte, funzionano e sono ben girate.

            tra l'altro la variante del Bats post apocalisse, qui non me la state tenendo in considerazione..

            certo è che, una volta che uscirà il film di Reeves, le attenzioni si potrebbero spostare tutte su quest ultimo.
            "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
            And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
            That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


            # I am one with the Force and the Force is with me #

            -= If You Seek His Monument Look Around You =-

            Commenta


            • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio

              HULK SPACCA 70 stiamo davvero facendo le pulci alla parola "eroe"? a me non interessa dibattere sul suo significato ma il mio messaggio voleva sottolineare come nel film non è questo l'argomento di punta della storia. BvS non è un film che parla di EROI ma parla di alienazione e umanità, ponendo Bats come portatore di una umanità che in realtà ha perso, perché credeva che l'alieno che aveva di fronte non fosse un bene né per l'umanità né per lui. Il momento "martha" serve proprio a sbloccare Bruce Wayne, a farlo rinsavire e fargli capire che in tutta questa storia, si stava trasformando lui nell'alieno, non riconoscendo che di fronte avesse un "umano" quanto lui, che soffre ed ha sentimenti pari se non anche più pesanti, ai suoi.

              quindi il racconto dell'eroe dentro quel film non è il fulcro della storia, è solo un momento che arriva nel finale, quando ormai la popolazione ha perso il suo messia e lo rimpiange.

              per Snyder c'è sempre stato un accostamente platealmente dichiarato nel tratteggiare Supes non come un semplice eroe, ma come un nuovo messia al pari della figura di Gesù, compiendo di fatto gli stessi passi. dove lui qui faceva salvataggi, Cristo faceva miracoli. Entrambe le figure amate dal popolo e disprezzate dai poteri. né più né meno
              Si caro, stiamo parlando proprio della parola "eroe" e se a te non interessa non imbastirci un sermone, perché qui si discute, non siamo ne in chiesa ne a scuola, mettitelo in testa che tu non devi ne indottrinarci ne spiegarci nulla, così magari la prendi più easy....detto questo, torniamo alla questione "eroe"....si tratta di un film di e con i "super eroi", non di un film sulla religione, ne tantomeno sulla psicanalisi, sai che c'è gente mascherata con super gadget e super poteri e come tale lo vai a vedere, la tematica di base è quella fin dal titolo, i personaggi poi sono talmente iconici e universalmente riconosciuti come eroi, lo sai già da casa, non devi scoprirlo ne tanto meno è compito del film farteli accettare come tali.... praticamente lo sai fin dalla nascita. Non c'è bisogno di immergersi nella visione soggettiva del regista o dello sceneggiatore, non c'è nemmeno bisogno di immergersi nella storia dal punto di vista delle persone che popolano quel mondo rappresentato/destrutturato/reboottato, non sono i cazzo di Guardiani della Galassia, che devi capire chi sono, sono Batman, Wonderwoman, Superman....che da neonato come minimo hai avuto il bavaglino con la S e i pannolini col pipistrello!!!!
              Se poi a te pare tutto troppo riduttivo perché dentro vuoi trovarci le risposte a "chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo" è un tuo diritto ed una tua personale visione/interpretazione/esigenza, ma non puoi pretendere che sia un dogma da imporre a chiunque scriva qua dentro, e soprattutto non puoi sempre dare velatamente (e spesso nemmeno troppo velatamente) dell'imbecille a chiunque la pensi o la veda in maniera diversa dalla tua!!!!
              E giusto per non essere tacciato di off topic....il discorso è valido anche per JL, a prescindere se vengono introdotti tre nuovi personaggi.

              PS....sul Batman di Nolan siamo decisamente d'accordo, su quello di Snyder pure.
              Ultima modifica di HULK SPACCA 70; 31 October 20, 08:02.

              Commenta


              • La mia risposta che hai quotato andrebbe bene per risponderti nuovamente su questo discorso.

                Forse dovreste imparare a dare più senso a quello che uno scrive e non a come lo scrive, ma è un po' il problema di tutte le incomprensioni del mondo, indignarsi per il modo in cui uno dice le cose, senza dare importanza a quel che dice. Quello che tu scrivi, non vedo cosa c'entri con quello che ho scritto. Lo sappiamo perfettamente che questi sono eroi col mantello e che sono conosciuti ma, questo non toglie la possibilità ad un regista di poterli interpretare con uno stile anche più maturo e/o adatto al cinema. Altrimenti non esisterebbero le versioni né di Burton né di Nolan e ci si accontenterebbe dei cartoni animati, dei film di Schumacher o delle versioni marvel.

                Mi pare un discorso abbastanza semplice relegare tutto a "sono personaggi dei fumetti e quindi fanno gli eroi", quando queste nuove storie cercano di dipingerteli meno divini e giuggiorelloni di come apparivano nelle prime tavole fumettistiche. Poi su Batman, ci si può giocare in tutte le salse. Vedi il prossimo film in uscita. Non stiamo mica parlando di Spiderman.

                Non è che mi sono inventato simbologie inesistenti, basta sentire le interviste del diretto interessato e dei piani che aveva per raccontare in primis la storia di Supes, per capire che il "pretesto" di prendere questi eroi conosciuti da tutti, servivano per contestualizzarli in un mondo semi-realistico e con tematiche il più possibili vicino alla religione. Anzi delle volte è pure troppo marcata la citazione alla parabola messianica. Il bello di questi film è che esplorano i personaggi spingendo molto sulla dicotomia tra umano e divino, ponendo molta attenzione sull'insegnamento del fallimento e spesso Snyder lo fa, prendendosi tanto di quel minutaggio, da risultare indigesto per molti... proprio perché ci si ferma a pensare "ma è un film di tizi col mantello, non voglio mica un trattato di filosofia".

                A me non interessa indottrinare nessuno, dico la mia come tutti. Dopo tutti questi anni uno si rompe pure a leggere sempre le solite pacchianate tipo "non è come nel fumetto", "batman non uccide!11" o "che schifo il save martha", soprattutto se oltre lo slogan/meme non c'è argomentazione. E' pressapochismo, lo stesso che leggo quando in Star Wars ci si approccia al film di Rian Johnson con meme tipo "Luke non è il mio Luke", "Leia Poppins" eccecc.
                "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                # I am one with the Force and the Force is with me #

                -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                Commenta


                • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
                  La mia risposta che hai quotato andrebbe bene per risponderti nuovamente su questo discorso.

                  Forse dovreste imparare a dare più senso a quello che uno scrive e non a come lo scrive, ma è un po' il problema di tutte le incomprensioni del mondo, indignarsi per il modo in cui uno dice le cose, senza dare importanza a quel che dice. Quello che tu scrivi, non vedo cosa c'entri con quello che ho scritto. Lo sappiamo perfettamente che questi sono eroi col mantello e che sono conosciuti ma, questo non toglie la possibilità ad un regista di poterli interpretare con uno stile anche più maturo e/o adatto al cinema. Altrimenti non esisterebbero le versioni né di Burton né di Nolan e ci si accontenterebbe dei cartoni animati, dei film di Schumacher o delle versioni marvel.

                  Mi pare un discorso abbastanza semplice relegare tutto a "sono personaggi dei fumetti e quindi fanno gli eroi", quando queste nuove storie cercano di dipingerteli meno divini e giuggiorelloni di come apparivano nelle prime tavole fumettistiche. Poi su Batman, ci si può giocare in tutte le salse. Vedi il prossimo film in uscita. Non stiamo mica parlando di Spiderman.

                  Non è che mi sono inventato simbologie inesistenti, basta sentire le interviste del diretto interessato e dei piani che aveva per raccontare in primis la storia di Supes, per capire che il "pretesto" di prendere questi eroi conosciuti da tutti, servivano per contestualizzarli in un mondo semi-realistico e con tematiche il più possibili vicino alla religione. Anzi delle volte è pure troppo marcata la citazione alla parabola messianica. Il bello di questi film è che esplorano i personaggi spingendo molto sulla dicotomia tra umano e divino, ponendo molta attenzione sull'insegnamento del fallimento e spesso Snyder lo fa, prendendosi tanto di quel minutaggio, da risultare indigesto per molti... proprio perché ci si ferma a pensare "ma è un film di tizi col mantello, non voglio mica un trattato di filosofia".

                  A me non interessa indottrinare nessuno, dico la mia come tutti. Dopo tutti questi anni uno si rompe pure a leggere sempre le solite pacchianate tipo "non è come nel fumetto", "batman non uccide!11" o "che schifo il save martha", soprattutto se oltre lo slogan/meme non c'è argomentazione. E' pressapochismo, lo stesso che leggo quando in Star Wars ci si approccia al film di Rian Johnson con meme tipo "Luke non è il mio Luke", "Leia Poppins" eccecc.
                  E con il tuo spirito.

                  Praticamente stai confermando per l'ennesima volta che discutere con te è perfettamente inutile, tanto tu non rispondi in base a quello che ti si dice, semplicemente scrivi quello che ti passa per la testa e hai pure il coraggio di dire che sono gli altri che non sono in grado di capire ne te ne il film in questione infarcendo il tutto con circonlocuzioni arzigogolate.
                  Ma non te lo dico con astio, si capisce che sei uno che ha taaaaanta voglia di parlare, ma rendi il confronto impossibile.

                  Questo tipo di film spesso finisce in mano a gente che si sente superiore agli stessi creatori storici dei personaggi, Snyder non è il peggiore in questo, si intuiscono le sue buone intenzioni ma tende a strafare, trovo che i Russo lo siano decisamente di più, solo che loro agiscono al contrario, cioè togliendo troppo ai personaggi che non conoscono o che non gradiscono.
                  Ultima modifica di HULK SPACCA 70; 01 November 20, 00:10.

                  Commenta


                  • Il Batman di BvS è volutamente presentato come un personaggio che ha superato il limite. Disilluso, vendicativo, oscuro, violento. Non è un'origin story, il Batman di Snyder arriva da 20 anni di lotta alla criminalità e il suo tratteggio psicologico è definito con chiarezza ASSOLUTA nelle prime scene del film, fin dall'inizio. Snyder mette nero su bianco la disillusione di Bruce e di come la sua missione di vigilante sia precipitata e fallita senza possibilità di appello - e in questo senso è emblematica la battuta Criminals are like weeds, Alfred. Pull one up, another grows in its place - fin dalla primissima scena del film:

                    There was a time above... a time before. There were perfect things... diamond absolutes. How things fall, things on Earth. And what falls... is fallen. In the dream, they took me to the light. A beautiful lie.

                    Poi Snyder nel primo, e dico PRIMO, scambio di battute di Bruce nella Batcaverna sottolinea ancora il nichilismo e il disincanto di cui soffre Bruce, e Alfred spiega senza mezzi termini il perchè:

                    Bruce - We're criminals, Alfred. We've always been criminals. Nothing's changed.
                    Alfred: Oh, yes it has, sir. Everything's changed. Men fall from the sky, the gods hurl thunderbolts, innocents die. That's how it starts, sir. The fever, the rage, the feeling of powerlessness that turns good men... CRUEL.

                    Senza contare questo scambio emblematico, prima del quale, e lo voglio sottolineare, NON si vede Batman uccidere nessuno. La deragliata definitiva di Bruce verso la sua missione punitiva nei confronti di Superman arriva dopo la visione del futuro Knightmare in cui non solo va a vivere in prima persona l'Apocalisse sulla Terra ma in cui vede Superman arrivare addirittura a ucciderlo!!!

                    Alfred : You're gonna go to war?
                    Bruce Wayne : That son of a bitch brought the war to us two years ago. Jesus, Alfred, count the dead... thousands of people. What's next? Millions? He has the power to wipe out the entire human race, and if we believe there's even a one percent chance that he is our enemy we have to take it as an absolute certainty... and we have to destroy him.
                    Alfred : But he is not our enemy!
                    Bruce Wayne : Not today. Twenty years in Gotham, Alfred; we've seen what promises are worth. How many good guys are left? How many stayed that way?

                    Non importa se piaccia o non piaccia, quello è soggettivo. Importa che la logica dietro il personaggio sia precisa e coerente e Snyder non ha fatto altro che metterla in chiaro fin dalle primissime scene.

                    C'è poi questa battuta eccellente che non posso non citare, in cui esce tutto il rancore di questo Batman logorato nell'animo e accecato dalla smania di regalare un lascito a questo mondo, visto il fallimento della sua crociata di vigilante di cui sopra: la speranza di un futuro certo in cui "diavoli che arrivano dal cielo" non distruggeranno l'umanità.

                    I bet your parents taught you that you mean something, that you're here for a reason. My parents taught me a different lesson, dying in the gutter for no reason at all...

                    Tra l'altro è anche giusto sottolineare come nella prima scena del film durante l'attacco a Metropolis, quindi PRIMA che Bruce inizi a cadere in quella spirale spiegata da Alfred nella scena riportata sopra, Snyder ci mostri con un'unica immagine potentissima come Bruce sia il migliore degli umani, quanto corre dritto verso la nuvola di fumo e fuoco dell'edifico collassato mentre tutti gli altri cittadini scappano impauriti. Quella scena ha un significato enorme e con poco dice tutto, specialmente alla luce del trauma che l'11 settembre rappresenta per l'America.
                    Ultima modifica di Dwight; 01 November 20, 09:56.
                    La profonda mancanza di spiritualità di colui che non percepisce, ma giudica l’arte, il suo rifiuto e la sua mancanza di disponibilità a riflettere sul significato e sullo scopo della propria esistenza nel significato più alto del termine, assai sovente vengono mascherate con l’esclamazione primitiva fino alla volgarità: "Non mi piace!", "Non mi interessa!". Il bello è celato a coloro che non cercano la verità.

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Dwight Visualizza il messaggio
                      Il Batman di BvS è volutamente presentato come un personaggio che ha superato il limite. Disilluso, vendicativo, oscuro, violento. Non è un'origin story, il Batman di Snyder arriva da 20 anni di lotta alla criminalità e il suo tratteggio psicologico è definito con chiarezza ASSOLUTA nelle prime scene del film, fin dall'inizio. Snyder mette nero su bianco la disillusione di Bruce e di come la sua missione di vigilante sia precipitata e fallita senza possibilità di appello - e in questo senso è emblematica la battuta Criminals are like weeds, Alfred. Pull one up, another grows in its place - fin dalla primissima scena del film:

                      There was a time above... a time before. There were perfect things... diamond absolutes. How things fall, things on Earth. And what falls... is fallen. In the dream, they took me to the light. A beautiful lie.

                      Poi Snyder nel primo, e dico PRIMO, scambio di battute di Bruce nella Batcaverna sottolinea ancora il nichilismo e il disincanto di cui soffre Bruce, e Alfred spiega senza mezzi termini il perchè:

                      Bruce - We're criminals, Alfred. We've always been criminals. Nothing's changed.
                      Alfred: Oh, yes it has, sir. Everything's changed. Men fall from the sky, the gods hurl thunderbolts, innocents die. That's how it starts, sir. The fever, the rage, the feeling of powerlessness that turns good men... CRUEL.

                      Senza contare questo scambio emblematico, prima del quale, e lo voglio sottolineare, NON si vede Batman uccidere nessuno. La deragliata definitiva di Bruce verso la sua missione punitiva nei confronti di Superman arriva dopo la visione del futuro Knightmare in cui non solo va a vivere in prima persona l'Apocalisse sulla Terra ma in cui vede Superman arrivare addirittura a ucciderlo!!!

                      Alfred : You're gonna go to war?
                      Bruce Wayne : That son of a bitch brought the war to us two years ago. Jesus, Alfred, count the dead... thousands of people. What's next? Millions? He has the power to wipe out the entire human race, and if we believe there's even a one percent chance that he is our enemy we have to take it as an absolute certainty... and we have to destroy him.
                      Alfred : But he is not our enemy!
                      Bruce Wayne : Not today. Twenty years in Gotham, Alfred; we've seen what promises are worth. How many good guys are left? How many stayed that way?

                      Non importa se piaccia o non piaccia, quello è soggettivo. Importa che la logica dietro il personaggio sia precisa e coerente e Snyder non ha fatto altro che metterla in chiaro fin dalle primissime scene.

                      C'è poi questa battuta eccellente che non posso non citare, in cui esce tutto il rancore di questo Batman logorato nell'animo e accecato dalla smania di regalare un lascito a questo mondo, visto il fallimento della sua crociata di vigilante di cui sopra: la speranza di un futuro certo in cui "diavoli che arrivano dal cielo" non distruggeranno l'umanità.

                      I bet your parents taught you that you mean something, that you're here for a reason. My parents taught me a different lesson, dying in the gutter for no reason at all...

                      Tra l'altro è anche giusto sottolineare come nella prima scena del film durante l'attacco a Metropolis, quindi PRIMA che Bruce inizi a cadere in quella spirale spiegata da Alfred nella scena riportata sopra, Snyder ci mostri con un'unica immagine potentissima come Bruce sia il migliore degli umani, quanto corre dritto verso la nuvola di fumo e fuoco dell'edifico collassato mentre tutti gli altri cittadini scappano impauriti. Quella scena ha un significato enorme e con poco dice tutto, specialmente alla luce del trauma che l'11 settembre rappresenta per l'America.
                      Detto con parole più terra terra....quello che mi è piaciuto del Batman di Snyder (io non sono un fumettaro quindi non conosco bene le varie run) è che finalmente non è più un fighetto che la notte si traveste per dar sfogo alle sue paturnie, tra Bruce e Batman c'è solo una diversità di look, per il resto anche in abiti civili mantiene la stessa determinazione e la stessa cupezza.... è quasi più facile riconoscere il suo alter ego di quanto lo sia per Klark/Superman. È chiaro che Snyder abbia voluto marcare moltissimo la differenza tra il re della notte e il dio del sole, sia nel bene che nel male.
                      Poi....a prescindere dal risultato finale.... è troppo frettoloso il cambio di personalità di Bruce da BvS a JL, più che un personaggio tormentato dalle sue azioni, e da quello che volente o nolente ha contribuito ad innescare, sembra in affanno nella ricerca di una soluzione , manca del tutto un approfondimento del post morte di Superman.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da HULK SPACCA 70 Visualizza il messaggio

                        E con il tuo spirito.

                        Praticamente stai confermando per l'ennesima volta che discutere con te è perfettamente inutile, tanto tu non rispondi in base a quello che ti si dice, semplicemente scrivi quello che ti passa per la testa e hai pure il coraggio di dire che sono gli altri che non sono in grado di capire ne te ne il film in questione infarcendo il tutto con circonlocuzioni arzigogolate.
                        Ma non te lo dico con astio, si capisce che sei uno che ha taaaaanta voglia di parlare, ma rendi il confronto impossibile.

                        Questo tipo di film spesso finisce in mano a gente che si sente superiore agli stessi creatori storici dei personaggi, Snyder non è il peggiore in questo, si intuiscono le sue buone intenzioni ma tende a strafare, trovo che i Russo lo siano decisamente di più, solo che loro agiscono al contrario, cioè togliendo troppo ai personaggi che non conoscono o che non gradiscono.
                        guarda era meglio quando t'eri fermato solo al "con il tuo spirito". fidati.


                        come sempre ottima analisi di Dwight
                        Ultima modifica di Naihir; 01 November 20, 14:57.
                        "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                        And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                        That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                        # I am one with the Force and the Force is with me #

                        -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio

                          guarda era meglio quando t'eri fermato solo al "con il tuo spirito". fidati
                          E sti cazzi.

                          Vedi.... non ti sei nemmeno accorto che sul Batman di Snyder (almeno fino BvS) condivido la vostra stessa opinione, perché come al solito non leggi attentamente, sei accecato dai tuoi pregiudizi.
                          Peccato, mi sarebbe piaciuto parlare anche di quello.

                          Ultima modifica di HULK SPACCA 70; 01 November 20, 16:10.

                          Commenta


                          • Tra l'altro è anche giusto sottolineare come nella prima scena del film durante l'attacco a Metropolis, quindi PRIMA che Bruce inizi a cadere in quella spirale spiegata da Alfred nella scena riportata sopra, Snyder ci mostri con un'unica immagine potentissima come Bruce sia il migliore degli umani, quanto corre dritto verso la nuvola di fumo e fuoco dell'edifico collassato mentre tutti gli altri cittadini scappano impauriti. Quella scena ha un significato enorme e con poco dice tutto, specialmente alla luce del trauma che l'11 settembre rappresenta per l'America.
                            pensa un po' che io ritenevo che quella scena fosse l'incipit del dissidio , il primo seme della discordia tra un uomo ed un dio ....
                            Dio che con solo la propria esistenza eleva il livello di scontro , portando tra noi nemici che l'uomo batman non è più in grado affrontare.
                            Un dio giovane inesperto ed alieno ma che è in grado di frantumare grattacieli
                            mentre l'uomo puo solo sperare di salvare qualche "coccio "sottostante,la bambina,o l'uomo che perde l'uso delle gambe .
                            Oltretutto in quel scontro forsennato , tra ubriachi al bar come lo etichettai al tempo ,completamente ignari i della popolazione di Metropolis , lui perde anche un grande amico , che voleva fortemente salvare.
                            E' c'è quindi anche una questione personale, nell'atto di correre verso il pericolo.

                            Mi è sembrato anche un velato "mi dispiace" di Snyder al fatto che in MoS non abbia tenuto conto per niente del fattore umano durante il combattimento (non parlo della scena del terraformante ).
                            Fatto assai contestato ai tempi, se ben ricordo.
                            Non credo quindi che ci siano mai stati dubbi del pubblico sull'eroismo del protagonista , cosa già immagazzinata dalla popolazione cinematografica ...non credo che quella scena sia li per dimostrare chissà quali elevati valori umani o eroismo smisurato ,quasi in contrapposizione agli umani vili che scappano (l'11 settembre correvano contro il fumo anche svariati pompieri e poliziotti di New York).
                            A me, e forse anche ad una grande fetta di pubblico , è sembrato assai normale che batman si buttasse nel fuoco , per salvare la gente.

                            Il focus era sui danni collaterali causati dallo scontro.
                            E quando bruce abbraccia la bambina e guarda cagnescamente al cielo è superman e Zod che vede scontrarsi .
                            Mi sembrava evidente che fosse la prima goccia nell''oceano , tracimato poi con il sogno (o visione )Knightmare .




                            Io penso poi che della questione giustizialismo estremo di Batman , al pubblico generalista non ha toccato nemmeno un dente .
                            Anche perché poi non è neanche poi tanto marcata come questione .
                            Semmai la cosa è stata usata più che altro , per far discutere il pubblico di internet , quello un po più attento , e quindi anche qualche "nerd fanatico integralista."..categoria tanto vituperata da qualcuno nei nostri lidi , ma tanto utile alle major per far smuovere le acque internettiane.
                            Categoria etichettata e criticata da persone che non conoscono quasi per niente quel mondo , e questa enorme ignoranza la si capisce quando si accosta integralismo a nerd/lettore dei fumetti .
                            Facendo di tutta un erba un fascio.

                            Ed invece , almeno per la maggior parte, poiché le mele marce ci son pure li , è forse pubblico più ricettivo di tutti .
                            Soprattutto nel vedersi decostruiti i propri beniamini ...il fumetto è sicuramente un ottima palestra sotto questo aspetto .
                            Il problema è che se lo fai a cazzo di cane , come per tutte le cose sacre che vengono profanate a cazzo di cane , ti becchi le giuste critiche ...
                            Ed è questo il caso.
                            Devi essere in grado di indorare le pillola , e Snyder e i suoi sceneggiatori non ci sono riusciti.







                            Ultima modifica di hulkdog; 02 November 20, 11:02.

                            Commenta


                            • Ma siamo ancora qui a parlare se Batman può uccidere o no?

                              Mah...

                              Per inciso, secondo me certo che se serve può e deve.
                              Lo fanno tutti, da Indiana Jones a Starlord passando per Iron Man, vuoi vedere che l'unico con le mani sempre legate è lui?

                              E dai..

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da iL CiCCiO Visualizza il messaggio
                                Ma siamo ancora qui a parlare se Batman può uccidere o no?

                                Mah...

                                Per inciso, secondo me certo che se serve può e deve.
                                Lo fanno tutti, da Indiana Jones a Starlord passando per Iron Man, vuoi vedere che l'unico con le mani sempre legate è lui?

                                E dai..
                                beh ...per quanto poco fanno vedere lui sembra che svolga il compito di tribunale e giustiziere con annessa anche qualche tortura ...e marchiatura a caldo.
                                Quindi non solo in combattimento.
                                Per quando riguarda quello invece ...beh fino a minuto tre può sicuramente starci , e lo hanno fatto pure cap e Starlord ...ma

                                https://www.youtube.com/watch?v=m7GWGLkPepU

                                quello che fa a minuto tre è gratuito , e non l'ho visto mai fare a cap, ad esempio.
                                Pensando poi che questa scena avviene subito dopo quella di Martha ,snodo importante , dove dovrebbe essergli già cascate le proprie deviate certezze sull'utilità dell'omicidio....dell'estirpazione alla radice.
                                O no?
                                Lasci in vita quello che potrebbe essere un distruttore dell'umanità e fai fuori un sgherro ormai inerme?
                                Dov'è la rinascita dopo decostruzione?
                                Se poi , oh ...strutturi delle scene a cazzo perché fa tanto figo l'urlo che si protrae col taglio di scena è un altro discorso.

                                Ma il cosiddetto pubblico attento ci fa caso a ste cose.
                                Ultima modifica di hulkdog; 02 November 20, 13:55.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X