annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Justice League

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da MrCarrey Visualizza il messaggio
    Non mi avete convinto del tutto sapete ?
    E questo leitmotiv del "Snyder non è didascalico e lavora per immagini" non me la fa sembrare meno sbagliata o irrisolta.
    Sì sono d'accordo è una scena un po' buffa per come costruita. Va anche bene che non è un passaggio fondamentale, cioè Cyborg mette in sicurezza il batcoso e va a prendersi la scatola. Gli altri in un modo o nell'altro tornano su, come e perché è abbastanza secondario.

    Commenta


    • Qualche commento


      SPOILER (se ha ancora senso parlare di spoiler per 'sto film)


      Come scrivevo ieri, il film mi è piaciuto abbastanza, con riserve.

      Prima di tutto faccio fatica a capire cosa esattamente i produttori ci avessero visto di troppo dark, o troppo controverso, o troppo brutto, perché, a differenza dei due precedenti, questo è un film di supereroi classico (per certi aspetti persino troppo) ma con durata xl.
      Sicuramente non sarebbe potuto scendere sotto le due ore come volevano i produttori (quella pretesa era assurda in partenza), ma avrebbero tranquillamente potuto farne una versione intorno alle 3 e avrebbe funzionato (ma capisco che facendone solo una questione di minutaggio e guadagni, anche 3 ore per loro sarebbero state troppe).
      Snyder non esagerava quando diceva che questo sarebbe stato un film molto più divertente, non decostruzionista, molto più classicamente supereroi stico (certo, sappiamo che, se avesse avuto carta bianca al 100% dall’inizio, avremmo trovato scelte più in linea con gli altri due film, tipo Lois messa incinta da Bruce, ma questa è un’altra storia).

      Come tanti blockbuster odierni che mettono tanta carne al fuoco, ho trovato un po’ troppo ferragginosa la prima parte, quando tutte le linee sono separate (e il montaggio deve districarsi, non sempre benissimo, tra tutte quante) con una crescente armonia man mano che vanno a convergere.
      Ci sono alcune cose che “occupano spazio” e che in un film già così lungo avrebbero potuto essere tolte o accorciate.
      Due esempi su tutti che mi vengono in mente:
      La scena dei terroristi: ci sta far vedere WW in azione in una scena da supereroe classica che più classica non si può, ma mi è sembrata un po’ troppo lunga. Quando vedo intere carrellate che si premurano di seguire il criminale anonimo di turno per interi corridoi riprendendolo dal basso a figura imponente fatico a vedere il bisogno di dilungarsi tanto e in quel modo enfatico su delle nullità narrative.
      Senza contare dopo WW che si fa in 4 con tanto di rallenti infinito per proteggere gli ostaggi e poi atomizza il tipo con un’esplosione che fa volare vetri e detriti addosso alla polizia fuori quando avrebbe potuto tramortirlo con un normalissimo schiaffo a super-velocità come gli altri (echi di Clark che invece di bloccare l’autocisterna la saltava con grazia plastica mentre dietro di lui un intero edificio esplodeva). Oltre alla bomba che doveva radere al suolo 4 isolati e poi risulta relativamente una scorregia.
      Ma vabbe’, sono quei momenti d’ignoranza che, per fortuna, nel film non si ripresentano (mi pare).
      Mi viene in mente anche Aquaman che ci viene presentato nel bar come uno che salva pescatori nel villaggio, si toglie la maglietta e molla Bruce per tuffarsi in acqua (con Snyder che ci tiene a stare lì a farci sentire quella canzone cantata dagli abitanti). E dopo ci ritroviamo con una scena dove salva un pescatore random, lo riporta in quel bar, poi si ritoglie di nuovo la maglietta e si ributta di nuovo in acqua (non prima di essersi esibito nel famoso spot del profumo a rallenty che si vedeva nel vecchio teaser).
      Sono solo un paio di esempi, ma davvero quando vedo cose così in film già lungo non trovo che aggiungano tanto da meritarsi di restare nel montaggio finale.

      Anche Martha e Lois le ho trovate un po’ troppo schiacciate nel mezzo di tutto. Chiaramente andavano seminate, ma nel primo atto si avverte la loro estraneità narrativa a tutti gli altri ingranaggi che si stanno muovendo.

      C’erano anche alcuni stacchi strani, tipo Steppenwolf che parla di come si riconquisterà un posto al fianco di Darkseid, stacco, il dettaglio del gillette di Bruce che viene sciacquato sotto l’acqua (e qualsiasi eventuale parallelo Snyder volesse fare tra Steppenwolf e il rasoio, non vale la candela).

      Per quanto riguarda il resto del film. A me ancora più che un sequel di MoS e BvS è sembrato un adattamento di Snyder dei classici fumetti JL di Morrison e simili.
      Ovvero una storia dove i personaggi sono più o meno tutti d’un pezzo, più o meno tutti collaborativi e il 95% del conflitto è volto all’esterno ad usare di concerto le loro abilità per fermare il piano larger than life del cattivo di turno. Nelle storie di Morrison (almeno quelle che ho letto) non c’è spazio per approfondire i personaggi o sviluppare conflitti tra di loro, il gusto della narrazione è tutto nel vederli in difficoltà contro il nemico esterno e farcela dopo tante difficoltà.
      Da questo punto di vista si differenzia dai film sugli Avengers, specie i primi, proprio per l’assenza di particolari conflitti interni (al gruppo o ai personaggi) che portano moralità e visioni del mondo diverse a doversi appacificare prima di poter affrontare il nemico esterno.

      Devo dire che questa cosa mi ha sorpreso un po’, visti i due film precedenti e la loro propensione a scavare nei conflitti interiori dei personaggi (non sempre al meglio, ma la volontà era onnipresente).
      Per dire, l’unica aggiunta della Josstice che ricordo di aver apprezzato abbastanza era quello scontro tra Bruce e Diana sul resuscitare Clark o meno (e che, infatti, ricordava molto gli Avengers), che era interessante anche perché pungeva i due personaggi sul vivo (il senso di colpa di Bruce e l’incapacità di Diana di lasciarsi alle spalle Steve). Pensavo che lì avessero condensato un conflitto che nella SC aveva più spazio, invece non c’è nulla del genere (giusto un momento in cui WW e Aquaman parlano del prezzo da pagare per riportare in vita i morti, ma serve più a creare un ponte fra le loro civiltà separate dai millenni che non come spunto etico sui rischi di quell’azione).

      L’unico che fa eccezione Cyborg, unico personaggio con un vero arco narrativo e un vero conflitto interiore che informa quell’intero arco narrativo. Lui è quello che ci perdeva di più nella Josstice League e che qua, di converso, risalta di più.
      Mi aspettavo che avrebbero spinto di più sul rischio di usare il suo potere, che avrebbero creato una situazione più limite che facesse riemergere quegli avvertimenti del padre sui limiti che doveva imporsi nell’uso di quelle abilità, invece hanno preferito puntare maggiormente sul suo senso d’inadeguatezza e solitudine come essere inumano.
      Anche quel sistema di difesa automatico viene usato una volta e poi si perde.
      Comunque ha senso che suo padre sia lo scienziato che ha creato Skynet.

      Per quanto riguarda gli altri.

      Wonder Woman: mi piace sempre la capacità di far convivere il suo lato femminile e amorevole con lo spirito guerriero, da questo punto di vista è sempre un piacere vederla (nonostante i limiti attoriali a volte fastidiosi della Gadot, che comunque compensa in presenza).
      Verso la fine Steppenwolf tira fuori il suo senso di colpa per le amazzoni uccise ma è il classico “too little too late”. Strano, considerando il parallelo che avrebbero potuto fare con il senso di colpa di Bruce (altro aspetto poco esplorato). Comunque lei è davvero una delle colonne del gruppo.

      Bruce/Batman: Come accennato sopra, mi aspettavo un tizio più tormentato dal senso di colpa (ricordo che girava voce che avrebbe avuto persino tendenze suicide), invece alla fine ci sono un paio di scene con Alfred dove gli dice che deve mantenere la promessa a Clark per pagare il suo debito, ma a parte questo, rimane molto sciallo per tutto il film, anche lui, assieme a Diana, una colonna del gruppo.

      Aquaman: all’80% presenza di Momoa e al 20% figaggine dei momenti action (quasi tutti già visti nella Josstice).
      A parte questo è un personaggio che sta lì con uno sguardo a volte un po’ truce e sbevacchia un po’.
      Alla fine il famoso “urletto” che a molti aveva dato fastidio è farina del sacco di Snyder, che gli fa pure sventolare la manina a Steppenwolf col sorrisetto.
      E questo è il massimo dello spettro che il personaggio raggiunge.

      Flash: all’inizio mi stava dando fastidio e temevo che l’avrebbe fatto per tutto il film, invece, tolta la scena nel negozio di animali, l’ho trovato molto divertente, con alcune battute che davo per scontato fossero di Whedon invece erano già lì.
      Nonostante la mia avversione per i rallenty, c’erano in effetti due o tre scene in cui usa il suo potere davvero fighe, soprattutto quella dove riavvolge il tempo, davvero interessante anche come concepita visivamente.
      Mi è piaciuto anche quell’effetto di immagini residue che lascia visto dall’esterno, mi sarebbe piaciuto che lo avesse sfruttato un po’ di più.
      La questione del padre sembra messa lì più come teaser del film solista che altro, di fatto non condiziona mai in modo rilevante le azioni o il carattere del personaggio nel resto del film.

      Superman: come sempre bello a livello spettacolare, Snyder ha proprio sintonia per un certo tipo di scene.
      L’ho trovato troppo pompato, in BvS il divario tra lui e WW non era così abissale.
      Pensavo che l’idea che trattasse Steppenwolf come un pupazzetto fosse stato partorito da Johns, notoriamente fanboy del personaggio, invece con gran delusione (e un grande “VAFFA”) hanno di colpo ridicolizzato quello che ha detta di WW era il tizio più forte che avesse mai incontrato assieme a Supes.
      Praticamente ne esce fuori uno Steppenwolf che non può pulire le scarpe manco a Zod.
      E non dico che dovesse fare il culo a tutti come Doomsday, ma almeno tirare fuori uno scontro a livello di Supes vs Zod, invece di ritrovarsi col corrispettivo DC di Hulk che sbatacchia Loki (che però almeno era un villain di cervello con altri punti a favore).

      Steppenwolf: molto efficace dal punto di vista della minaccia fisica, raramente si vedono villain così inarrestabili e minacciosi, un vero e proprio terminator cinefumettistico.
      Poi, vabbe’, ha linee di dialogo quasi da cartone animato, ma alla fine il suo ruolo è più quello della macchina per uccidere, non ha bisogno di altro.
      Peccatto per la fine ingloriosa, tra le cose più brutte del film.



      Continua...


      SPOILER

      Luminous beings are we, not this crude matter.

      Commenta


      • ... Continua

        SPOILER

        Darkseid: pure lui bella presenza con linee di dialogo per ora abbastanza da villain di qualche vecchio videogioco.
        Pure lui non ho capito perché pomparlo tanto e poi far vedere che Zeus e Ares lo battono senza così tanti sforzi (in un momento molto Thor/Thanos). Tanto valeva mostrare che serviva qualcuno in più per sconfiggerlo.
        Non mi è piaciuto per niente come è stata inserita l’equazione anti-vita, anche in BvS c’era la tendenza ad accumulare robe un po’ a cazzo e questa sta su quella linea.


        Nel mezzo c’erano tutti gli altri.
        Ho apprezzato la scena tra Martha e Lois di per sé, una scena di cui entrambi i personaggi avevano bisogno. Peccato che Snyder ci pisci sopra subito dopo perché doveva seminare Martian Manhunter.
        Mera non ho capito perché rompa i coglioni ad Arthur sull’intervenire salvo poi farsi i cazzi suoi per il resto del film. Sia le Amazzoni che gli Atlantidei che avrebbero logicamente potuto dare man forte contro Steppenwolf se ne stanno nei loro recinti ad aspettare che risolva la JL.
        Iris è una tizia che quando guida non guarda la strada, come il camionista o la madre di Cyborg. Sostanzialmente il tema segreto del film è “guida con cautela”.
        Mi hanno fatto ridere gli umani sfigati che seppelliscono la scatola in un boschetto random dopo che vedi tutte le precauzioni prese da Atlantidei e Amazzoni, come da tradizione fantasy, gli umani sono sempre i più coglioni.


        Le ultime tre scene sono tra le cose più brutte mai girate da Snyder. A parte che di fatto sono scene post-credits.
        Quella di Luthor pensavo fosse un parto di Whedon/Johns invece e cacca-pupù di Zack in persona.
        Il Joker di Leto anche stavolta mi ha fatto cacare (recitazione in primis ma anche i dialoghi non scherzano), nonostante nel trailer mi avesse incuriosito.
        Martian Manhunter, vabbe’, “cose a caso perché tanto posso arrivare a 4 ore”.

        Ps: Junkie XL mi ha spaccato orecchie e coglioni per quasi tutto il tempo e quel vocalizzo femminile che accompagnava Diana all'inizio era pure figo, ma alla 67esima volta che si sente quando c'è lei anche basta.
        Anche le percussioni tutte uguali per tutti i personaggi dopo un po' anche basta.
        Però aveva i suoi bei momenti (il riarrangiamento del tema di Zimmer per WW, il riutilizzo del materiale di Zimmer di MoS e qualcosina di Flash).

        SPOILER



        Quindi, tutto sommato, un film d’intrattenimento che funziona, che manca d’interazioni interessanti e conflitti tra protagonisti ma compensa in parte con un messa in scena potente e creativa, tanti momenti da nerdgasmo e un certo senso di racconto epico elementare.

        Nel caso che Snyder sia miracolato una seconda volta e riesca a partorirne una conclusione, seguirò con interesse.
        Ultima modifica di Sir Dan Fortesque; 19 marzo 21, 15:33.
        Luminous beings are we, not this crude matter.

        Commenta


        • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio

          In realtà c'è un po' di conflitto. Aquaman è il personaggio incaricato per questo ruolo.

          E' preso dai suoi problemi e non è interessato ad unirsi con nessuno, poi arriva si unisce ma rimane comunque molto scettico sul piano e sull'identità di Cyborg tanto che lo costringe a raccontargli chi e cosa fosse. Dopo il briefing e l'idea di riportare Supes è l'unico che solleva dubbi e continua a dire che non è sicuro. Poi hanno lo scontro eccecc.

          Solo dopo la morte del padre di Cyborg, si preoccupa.. questo perché il film fa intendere che anche lui ha un rapporto importante con suo Padre ed è quindi il punto in comune che riesce a trovare per sentirsi uno di loro.

          Nei film di Snyder i rapporti famigliari escono sempre fuori, in MoS esce fuori il rapporto di Supes con il padre e lui da il suo primo vero pugno nel momento in cui Zod fa del male alla madre, nel seguito BvS, ci si concentra sul rapporto materno con i blocchi mentali di Bats e un Supes pieno d'ira quando vede le foto della Madre.

          Qui Snyder continua questo conflitto/devozione con i genitori. Aquaman ha problemi con la madre, Flash per una devozione totale al Padre che è in carcere, è ancorato al suo passato e solo la proposta di Bats lo fa uscire dal guscio. A fare da collante c'è Batman che, pur non volendolo prende un po' il ruolo del "padre di famiglia" e con la sua risolutezza convince il gruppo che c'è una minaccia alle porte; a questi personaggi si chiede un atto di fede.

          Menomale poi che Steppenwolf non è solo onde d'urto blu e asce schiantate. Il lavoro che la WETA ha fatto sul suo volto è incredibile. Tutto il personaggio si sviluppa dai suoi occhi non solo per quello che fa fisicamente. Nei suoi occhi c'è sofferenza, voglia di redenzione e una ferrea risolutezza.

          Che lui rimanga una grande minaccia per la JL è appurato. Wonder Woman dice chiaramente di non aver mai incontrato un essere così forte. Quindi il fatto che poi si introduca Darkseid, non va assolutamente a smentire le parole di WW, visto che Steppenwolf sino alla fine rimane un avversario tostissimo da battere e ci riescono solo da "uniti".

          Tra i vari scontri, c'è un dettaglio che ho trovato molto interessante: Steppenwolf considera l'Amazzone l'avversario più degno con qui scontrarsi, in tutte le occasioni dove s'incontrano. Degli altri non ha molta considerazione. Ecco.. preferisco concentrarmi su questo tipo di dettagli, funzionali ai personaggi che perdermi in cose come i tacchi di WW
          Questo scetticismo di Aquaman non crea mai attriti all'interno della squadra, avrei puntato maggiormente su questo aspetto, poteva essere l'elemento perfetto atto a gettare un po' di incertezza nelle strategie di risoluzione alle minacce, qualche diatriba in più e magari qualche implicazione morale tra le azioni della squadra.
          Invece è tutto un suggerire e semplificare che mai affonda nelle potenziali questioni. E lo trovo dannatamente poco stimolante in termini di narrazione.

          Per quanta riguarda il background di ogni supereroe con i suoi rapporti e traumi famigliari, Snyder ha toccato tematiche comuni al 100% dei supereroi DC e Marvel. Tutti bene o male hanno dei rapporti paterni o materni irrisolti, tutti hanno quel momento genitoriale che ha segnato un trauma, punto critico verso un cambiamento etc. Non indaga niente di nuovo ma presenta un retroscena ben noto. Non basta.

          Flash è lo specchio di una generazione odierna che non riesce ad inserirsi nella società che l'esterno gli offre, non trovo il suo posto, ha poca stima di sé, ergo rimane un disagiato sociale, che non ha amici e accetta l'ingaggio perché oltre la mancanza di una famiglia ha urgenza di stabilire contatti sociali. In questo paradossalmente Whedon con alcune linee di dialogo qui non presenti descriveva meglio in chiave comica il profilo di questo personaggio. Ma capisco che l'eccesso di ironia fosse troppo in contrasto con il clima più serioso di Snyder, il quale comunque preserva il lato ironico del personaggio.

          Il fatto che Aquaman si preoccupa con due parole della morte del padre di Cyborg non rende il personaggio approfondito o la squadra più umana, era anche quella una scena che aveva bisogno di un contraccolpo emotivo più intenso su Cyborg stesso e sulla squadra di riflesso. Viene liquidata in tutta fretta e di contro l'investimento emotivo dello spettatore viene tenuto a distanza. Ci sono altri esempi nel corso del film che sottolineano la superficialità con cui vengono trattati (o non vengono trattati) molti momenti disinnescati da una potenziale complessità di lettura. La resurrezione di Superman in primis, dopo tutta la presentazione che ne veniva fatta nel precedente film, il suo ruolo, la percezione politica e sociale, qui il suo ritorno non ha alcun impatto, o almeno non se ne osservano gli effetti. Meritava un approfondimento ulteriore in virtù di certi discorsi intrapresi. Ma nonostante le 4 ore si è scelto di non farlo.

          Insomma difetti ce ne sono parecchi tra materiale aggiunto superfluo e un montaggio sfilacciato che non rende sempre tutto il malloppo organico come in alcuni esempi riportati nella lucida analisi di Sir Dan. E che io aggiungo danno più l'idea di una struttura narrativa peculiare al concept di un serial televisivo.
          ​​​​​
          Ultima modifica di MrCarrey; 19 marzo 21, 16:19.

          Commenta


          • Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
            solo che flash tira fuori il coniglio dal cilindro)
            Di più tira fuori il cilindro dal coniglio

            Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
            Sì ma se la terrà Batman in caso visto che l'ha trasformata in un'arma no? O viene ritirata da qualcuno?
            Dipende se non è stato costretto a una ritirata improvvisa, Darkseid ha perso le scatole madri. Batman in qualche modo avrebbe perso la Kryptonite. Oppure ha ragione te e c'è un altro blocco di Kryptonite, un frammento piccolo lo aveva Luthor

            Spetterebbe a JL2 racontarcelo.

            Commenta


            • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
              Qualche commento



              Per quanto riguarda il resto del film. A me ancora più che un sequel di MoS e BvS è sembrato un adattamento di Snyder dei classici fumetti JL di Morrison e simili.
              Ovvero una storia dove i personaggi sono più o meno tutti d’un pezzo, più o meno tutti collaborativi e il 95% del conflitto è volto all’esterno ad usare di concerto le loro abilità per fermare il piano larger than life del cattivo di turno. Nelle storie di Morrison (almeno quelle che ho letto) non c’è spazio per approfondire i personaggi o sviluppare conflitti tra di loro, il gusto della narrazione è tutto nel vederli in difficoltà contro il nemico esterno e farcela dopo tante difficoltà.
              Da questo punto di vista si differenzia dai film sugli Avengers, specie i primi, proprio per l’assenza di particolari conflitti interni (al gruppo o ai personaggi) che portano moralità e visioni del mondo diverse a doversi appacificare prima di poter affrontare il nemico esterno.


              Concordo con questo spunto anche se non l'ho ancora visto, mi sembra molto forte ed evidente l'influenza di una fonte come FInal Crisis.



              Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio

              Ps: Junkie XL mi ha spaccato orecchie e coglioni per quasi tutto il tempo e quel vocalizzo femminile che accompagnava Diana all'inizio era pure figo, ma alla 67esima volta che si sente quando c'è lei anche basta.
              Anche le percussioni tutte uguali per tutti i personaggi dopo un po' anche basta.
              .
              Questa cosa l'ho notata nei vari video che ho visto su yt, del resto non mi stupisce, conferma un trend già presente in BvS. Io lo trovo insopportabile, è un emulo di Zimmer senza averne un decimo di qualità. E so già che questa cosa mi darà fastidio non poco, non c'è peggio di una sovraesposizione musicale di scarsa qualità per dire "vedete? è tutto molto epico!". Un mediocre che sui film proprio non ci dovrebbe lavorare.

              Mi pare di capire, comunque, che nonostante le riserve ti sia piaciuto decisamente di più di BvS e, penso, meno di MOS, giusto?



              Originariamente inviato da MrCarrey Visualizza il messaggio

              Ci sono altri esempi nel corso del film che sottolineano la superficialità con cui vengono trattati (o non vengono trattati) molti momenti. La resurrezione di Superman in primis, dopo tutta la presentazione che ne veniva fatta nel precedente film, il suo ruolo, la percezione politica e sociale, qui il suo ritorno non ha alcun impatto, o almeno non se ne osservano gli effetti. Meritava un approfondimento ulteriore in virtù di certi discorsi intrapresi. Ma nonostante le 4 ore no.

              ​​​​​
              La cosa onestamente non stupisce, mi pare il contraltare di una morte altrettanto sciapa e messa "perché sì" alla fine di BvS.
              Ultima modifica di Tom Doniphon; 19 marzo 21, 16:19.

              Commenta


              • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
                ... Continua

                SPOILER

                Darkseid: pure lui bella presenza con linee di dialogo per ora abbastanza da villain di qualche vecchio videogioco.
                Pure lui non ho capito perché pomparlo tanto e poi far vedere che Zeus e Ares lo battono senza così tanti sforzi (in un momento molto Thor/Thanos). Tanto valeva mostrare che serviva qualcuno in più per sconfiggerlo.
                Non mi è piaciuto per niente come è stata inserita l’equazione anti-vita, anche in BvS c’era la tendenza ad accumulare robe un po’ a cazzo e questa sta su quella linea.


                Nel mezzo c’erano tutti gli altri.
                Ho apprezzato la scena tra Martha e Lois di per sé, una scena di cui entrambi i personaggi avevano bisogno. Peccato che Snyder ci pisci sopra subito dopo perché doveva seminare Martian Manhunter.
                Mera non ho capito perché rompa i coglioni ad Arthur sull’intervenire salvo poi farsi i cazzi suoi per il resto del film. Sia le Amazzoni che gli Atlantidei che avrebbero logicamente potuto dare man forte contro Steppenwolf se ne stanno nei loro recinti ad aspettare che risolva la JL.
                Iris è una tizia che quando guida non guarda la strada, come il camionista o la madre di Cyborg. Sostanzialmente il tema segreto del film è “guida con cautela”.
                Mi hanno fatto ridere gli umani sfigati che seppelliscono la scatola in un boschetto random dopo che vedi tutte le precauzioni prese da Atlantidei e Amazzoni, come da tradizione fantasy, gli umani sono sempre i più coglioni.


                Le ultime tre scene sono tra le cose più brutte mai girate da Snyder. A parte che di fatto sono scene post-credits.
                Quella di Luthor pensavo fosse un parto di Whedon/Johns invece e cacca-pupù di Zack in persona.
                Il Joker di Leto anche stavolta mi ha fatto cacare (recitazione in primis ma anche i dialoghi non scherzano), nonostante nel trailer mi avesse incuriosito.
                Martian Manhunter, vabbe’, “cose a caso perché tanto posso arrivare a 4 ore”.

                Ps: Junkie XL mi ha spaccato orecchie e coglioni per quasi tutto il tempo e quel vocalizzo femminile che accompagnava Diana all'inizio era pure figo, ma alla 67esima volta che si sente quando c'è lei anche basta.
                Anche le percussioni tutte uguali per tutti i personaggi dopo un po' anche basta.
                Però aveva i suoi bei momenti (il riarrangiamento del tema di Zimmer per WW, il riutilizzo del materiale di Zimmer di MoS e qualcosina di Flash).

                SPOILER



                Quindi, tutto sommato, un film d’intrattenimento che funziona, che manca d’interazioni interessanti e conflitti tra protagonisti ma compensa in parte con un messa in scena potente e creativa, tanti momenti da nerdgasmo e un certo senso di racconto epico elementare.

                Nel caso che Snyder sia miracolato una seconda volta e riesca a partorirne una conclusione, seguirò con interesse.
                Qui dentro sei uno di quelli che stimo e apprezzo di più....e tutto quello che hai scritto mi preoccupa parecchio, e in parte conferma i miei timori su cosa aspettarmi da questo film.
                Mi sto organizzando per una visione domenicale con moglie e figli, cosa che di solito aumenta il mio livello emozionale

                Commenta


                • Originariamente inviato da MrCarrey Visualizza il messaggio

                  Questo scetticismo di Aquaman non crea mai attriti all'interno della squadra, avrei puntato maggiormente su questo aspetto, poteva essere l'elemento perfetto atto a gettare un po' di incertezza nelle strategie di risoluzione alle minacce, qualche diatriba in più e magari qualche implicazione morale tra le azioni della squadra.
                  Invece è tutto un suggerire e semplificare che mai affonda nelle potenziali questioni. E lo trovo dannatamente poco stimolante in termini di narrazione.
                  Sarà ma a me di vedere la stessa dinamica di Avengers non m'interessava. I dubbi il personaggio li manifesta tanto che è l'unico a non accettare la chiamata alle armi di Bats. Lo fa in un secondo momento, spinto dalle parole di altre persone.

                  Tutto quel che c'è lo reputo funzionale alla storia, aggiungere ulteriori complessità ad una storia che aveva già il compito di mettere insieme questi personaggi, avrebbe appesantito il tutto, distogliendo l'attenzione sulla cosa più importante, che era di agire uniti contro un nemico letale. Come ho detto, Bruce fa il classico discorso da "leap of faith".

                  Cyborg, Flash e a modo suo anche Aquaman, mano mano che collaborano insieme, trovano quella fiducia in loro stessi di cui hanno bisogno per credere alle parole di Bats.

                  Originariamente inviato da MrCarrey Visualizza il messaggio
                  Per quanta riguarda il background di ogni supereroe con i suoi rapporti e traumi famigliari, Snyder ha toccato tematiche comuni al 100% dei supereroi DC e Marvel. Tutti bene o male hanno dei rapporti paterni o materni irrisolti, tutti hanno quel momento genitoriale che ha segnato un trauma etc. Non indaga niente di nuovo ma presenta un retroscena ben noto. Non basta.
                  Ben noto o meno, l'importante è che li inserisca. Perché se non ci fossero state nemmeno queste cose ben note, si faceva la fine delle critiche al "Ma Batman non uccide!". Pensa c'è chi si chiede "eh ma Flash come fa ad essere già così forte con un potere che altera addirittura il tempo".

                  Originariamente inviato da MrCarrey Visualizza il messaggio
                  La resurrezione di Superman in primis, dopo tutta la presentazione che ne veniva fatta nel precedente film, il suo ruolo, la percezione politica e sociale, qui il suo ritorno non ha alcun impatto, o almeno non se ne osservano gli effetti. Meritava un approfondimento ulteriore in virtù di certi discorsi intrapresi. Ma nonostante le 4 ore no.
                  Sicuramente manca qualche scena come BvS, dove i media si accendono nel momento in cui rivedono apparire un simil Superman nel luogo a lui dedicato.. non nascondo che mi avrebbe fatto piacere vedere le reazioni esterne. Ma questo è un po' il problema in generale di questi film che uniscono team e hanno da affrontare le grandi minacce.

                  Anche i film degli Avengers peccavano molto su questi aspetti.

                  Di contro c'è però una cosa fondamentale, sappiamo che stanno agendo per salvare milioni di vite.

                  Sull'analisi di Sir Dan mi trovo d'accordo nei punti rivolti alla rapina di Londra (evitabilissima) e sulla scena dei cani con Flash. Roba di cui avrei fatto a meno.

                  Anche la scena di Martha e Lois, non mi ha fatto impazzire, perché potrebbe confondere lo spettatore poco attento (che potrebbe pensare che la madre di Martha anche negli altri film non è sempre stata Martha) e perché depotenzia tutto il dialogo che Lois ha con la madre di Clark. Esce fuori come una presa in giro.

                  Ho letto le interviste e MM è praticamente un compromesso... in realtà Snyder voleva inserire una Lanterna Verde ma gli avevano imposto di non farlo, perché avevano altri piani di presentazione per quel personaggio. Quindi nei suoi vecchi script era rimasto il concept di MM e quello ha riutilizzato.

                  L'epilogo...
                  Spoiler! Mostra
                  Ultima modifica di Naihir; 19 marzo 21, 16:24.
                  "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                  And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                  That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                  # I am one with the Force and the Force is with me #

                  -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da nite owl Visualizza il messaggio
                    Quei noti youtuber di cui si parlava poco fa sono la personificazione del concetto stesso di sfiga, con tutto il rispetto per la sfiga. Sono quelli di previsioni gloriose come "Joker non incasserà mai come Venom" e "Suicide Squad di Gunn non sarà mai vietato ai minori": Parliamo di gente che un anno fa diceva convintamente che "la Snyder Cut non esiste", per poi iniziare ad aggrapparsi a qualsiasi cosa e a ribaltare in chiave negativa qualsiasi notizia venisse fuori sul film. Davvero ci si può aspettare onestà intellettuale da gente che ha sempre avuto un atteggiamento palesemente ostile nei confronti del regista, del film e di ogni singolo progetto della major?

                    Ma che siano di parte me ne frega il giusto , il fatto che sono la brutta copia di Chiara Ferragni in salsa Geek .
                    Astio non significa tirare in ballo la tragedia della figlia e associarla al fatto della presunta indulgenza della critica .
                    Se ti metti davanti a un video devi saper contare fino a dieci prima di dire simili bestialità , che non riguardano la qualità del film ma una questione umana di una persona .
                    Ribadisco che parliamo della stessa gente che ha fatto teorie su Wandavision mettendo le mani avanti per poi dirsi delusa che non si sono avverate e che ha scatenato il letamaio sui social con i loro video basati sul nulla , senza contare gli attacchi ai fan "che si sono fatti prendere in giro e a cui sta bene e a chi lucra sui di loro mettendo tranelli "
                    Non hanno competenze e qua dentro diversi utenti potrebbero darli lezione di cinema (non basta fare video contro i cinepanettoni per essere esperti )
                    E per cortesia evitiamo di associare Alò e Frusciante a questi qua , potranno essere anche in calo ma meglio bolliti o presunti tali che guru di Youtube Italia

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio


                      La cosa onestamente non stupisce, mi pare il contraltare di una morte altrettanto sciapa e messa "perché sì" alla fine di BvS.
                      La morte di Superman in Bvs per me è scritta "male" nel senso che per come si stava svolgendo la battaglia era evitabile(l'arpione poteva usarlo qualcun altro lanciato da Superman) però come messa in scena è resa benissimo(con tanto di inquadratura grandiosa) e porta avanti il concetto messianico che Snyder ha di Superman e narrativamente ha delle conseguenze sia per il mondo che per i personaggi.

                      Qui invece lo sguardo sulla società/politico è assente ma anche tra i personaggi non ci sono interazioni,aggiungo che da Snyder mi sarei aspettato una continuità anche di messa in scena con i riferimenti biblici per la resurrezione invece nada ma questo è un gusto personale mio quindi non è un problema un se.

                      Commenta


                      • Ma chi sono questi youtubers di cui parlate? Tanto per vedere se li conosco almeno di nome.
                        Comunque con la scena dopo i titoli Snyder si sarà anche tolto uno sfizio, ha giocato un po' con le action figures, ma secondo me è uscita fuori una pacchianata che con il resto del film non c'entra molto (e che ha quasi l'aria del fan film, anche per come è girata)

                        Commenta


                        • Sir Dan Fortesque per me hai azzeccato totalmente quando hai scritto che questo film ha più interesse a mostrare le skills degli eroi che devono abbattare il villain senza mostrare conflitti interni e sviluppare archi narrativi.

                          Naihir Il fatto è che questi personaggi salvo l'introduzione iniziale dove accettano di entrare nel team poi non hanno evoluzione,conflitti sono statici...il film si concentra sul come fermare Steppenwolf mostrandoci le abilità degli eroi ed il come le usano in piena coralità per vincere.

                          Commenta


                          • matioski, victorcoso e altri nerdazzi che si portano dietro nelle live.

                            comunque è vero che con il resto del film non c'entrano molto, infatti la fine del film avviene prima. queste andrebbero prese come delle scene post-credit.

                            la prima già ce l'aveva, le altre le ha costruite cercando di dare un mini-collegamento interno.. soprattutto con il personaggio
                            Spoiler! Mostra


                            in tal senso queste scene non dovevano costruire una linearità con la storia del film appena conclusa ma, creare una sorta di cortometraggio personale del regista, un po' per sfizio e un po' per far venire l'acquolina in bocca allo spettatore.

                            Io so solo che dopo queste scene, ne volevo di più.
                            "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                            And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                            That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                            # I am one with the Force and the Force is with me #

                            -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                            Commenta


                            • Riguardo alla suit di Superman, mi ha stupito vedere quella nera anche nella scena finale, credevo la tenesse solo per la battaglia.

                              Voi che senso date a questa scelta, a livello di evoluzione del personaggio?
                              Chiedo soprattutto a chi magari ha letto i fumetti in cui c'è la black suit.

                              A me la cosa ha stonato un po' perché, dopo la resurrezione, Superman (nella mia mente almeno) accetta il suo ruolo di salvatore e di ponte tra razza umana e kryptoniana, mentre la black suit rappresenterebbe la sua discendenza da Krypton (in MoS le black suit sono come delle sottovesti).

                              Ma in questi giorni Snyder ha twittato che la blue suit è "la fine del viaggio" per Superman, ovvero il punto di arrivo del personaggio alla fine dell'ipotetico JL3, ma allora perchè l'ha già indossata?

                              Non so, la cosa mi ha fatto riflettere ma sicuramente qualche lettore di fumetti avrà le idee più chiare su questo

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da Lucab95 Visualizza il messaggio
                                Riguardo alla suit di Superman, mi ha stupito vedere quella nera anche nella scena finale, credevo la tenesse solo per la battaglia.

                                Voi che senso date a questa scelta, a livello di evoluzione del personaggio?
                                Chiedo soprattutto a chi magari ha letto i fumetti in cui c'è la black suit.

                                A me la cosa ha stonato un po' perché, dopo la resurrezione, Superman (nella mia mente almeno) accetta il suo ruolo di salvatore e di ponte tra razza umana e kryptoniana, mentre la black suit rappresenterebbe la sua discendenza da Krypton (in MoS le black suit sono come delle sottovesti).

                                Ma in questi giorni Snyder ha twittato che la blue suit è "la fine del viaggio" per Superman, ovvero il punto di arrivo del personaggio alla fine dell'ipotetico JL3, ma allora perchè l'ha già indossata?

                                Non so, la cosa mi ha fatto riflettere ma sicuramente qualche lettore di fumetti avrà le idee più chiare su questo
                                Nel fumetto Superman indossa una sorta di blacksuit in concomitanza col fatto che subito dopo la resurrezione ha la memoria non del tutto funzionante. Riprende il costume rossoblu nel momento in cui sconfigge la minaccia del falso Superman e recupera completamente la memoria.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X