annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Justice League

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da outis81 Visualizza il messaggio
    A meno che uno non sia nato l'altro ieri, sa benissimo quanto sia difficile fare film sui supergruppi, attualmente se ne salvano giusto 2 (Avengers e X-Men 2 di Singer)
    io ci metto anche Gli Incredibili, Watchmen e X-Men: L'inizio
    Luminous beings are we, not this crude matter.

    Commenta


    • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
      io ci metto anche Gli Incredibili, Watchmen e X-Men: L'inizio
      A me X-Men: L'inizio non ha convinto del tutto, mi è sembrato molto derivativo dal lavoro di Singer e molto altalenante. Watchmen non l'ho contato perché tratto da una gn e Gli Incredibili... beh, è Pixar! ;D

      Commenta


      • Originariamente inviato da outis81 Visualizza il messaggio
        A me X-Men: L'inizio non ha convinto del tutto, mi è sembrato molto derivativo dal lavoro di Singer
        al contrario a me l'X-Men di Vaughn è sembrato un distacco molto marcato da quello di Singer.
        ha uno stile molto differente, molto più pop/pulp (perfettamente in linea con lo stile del regista/sceneggiatore) con precisi riferimenti al cinema di spionaggio sensazionalistico "alla 007".
        in generale ha un tono più rilassato e divertito e un gusto per le scene madri (basti pensare come si prepara accuratamente per tutto il film la "morte per moneta") che in Singer non esistono

        Singer aveva impostato la storia in maniera più simile a un thriller "politico-militare" (parolone, lo so, ma è la cosa più vicina che mi viene in mente per descriverlo)

        anche a livello di plot si è preso parecchie libertà (fin troppe visto che crea dei veri e propri errori di continuity)

        --- Aggiornamento ---

        è anche un film molto più supereroistico nel senso stretto del termine.

        i personaggi di Vaughn passano attraverso un processo classico di crescita e responsabilizzazione attraverso la presnetazione e la comprensione dei propri poteri con relativo addestramento.
        Singer, nonostante parli di una scuola e abbia a disposizione personaggi giovani, non punta mai su questo aspetto.

        da questo punto di vista si vede molto la differenza fra Vaughn che è un profondo conoscitore del mondo fumettistico e Singer che invece è abbastanza a digiuno
        Luminous beings are we, not this crude matter.

        Commenta


        • Sì, messa in questi termini sicuramente hai ragione. Condivido soprattutto la nota sul pop/pulp.

          Però a livello tematico costruisce tutto di nuovo sulla dicotomia Xavier/Magneto, sottolineando ancora il tema della diversità. A me è sembrato appunto di vedere un film di Singer con una maggiore declinazione verso uno stile più sensazionale (che a tratti funziona, a tratti meno).

          Interessante, soprattutto nel cast, ma a mio parere piuttosto al di sotto ad Avengers ed X-Men 2.

          Commenta


          • Ma perché questi super eroi devono per forza avere dei film solisti alle spalle ,prima di entrare in un film corale ?
            in?in memore et similia

            Commenta


            • Originariamente inviato da outis81 Visualizza il messaggio
              Sì, messa in questi termini sicuramente hai ragione. Condivido soprattutto la nota sul pop/pulp.

              Però a livello tematico costruisce tutto di nuovo sulla dicotomia Xavier/Magneto, sottolineando ancora il tema della diversità. A me è sembrato appunto di vedere un film di Singer con una maggiore declinazione verso uno stile più sensazionale (che a tratti funziona, a tratti meno).

              Interessante, soprattutto nel cast, ma a mio parere piuttosto al di sotto ad Avengers ed X-Men 2.
              be', a livello tematico gli X-Men sono quelli, sono supereroi nati e cresicuti per parlare di quello asd Xavier e Magneto sono i due poli (almeno fino a un certo punto) di questa dicotomia

              anzi, apprezzo l'idea d'inserire Shawn come villain (grandissimo Bacon) e motore per la nascita di Magneto
              così come nel secondo c'era stato il terzo incomodo di Stryker

              e cmq essendo pur sempre un prequel doveva dare un sostrato a quelle forze in campo che vediamo esprimersi pienamente e mature durante i film di Singer

              io lo trovo la giusta via di mezzo fra la classicità fumettosa di Avengers e la "compostezza" politico/sociologica degli X-Men di Singer.

              ma a parte questo, se non fosse per alcune scelte di look, il fatto che cmq sono ambientati nello stesso universo e le esigenze tematiche della saga, trovo che Vaughn abbia saputo trovare una propria strada molto diversa rispetto a quella dell'amico
              colori più brillanti, fotografia più splendente laddove Singer puntava su toni plumbei di grigio e blu

              facendo un paragone con i fumetti è proprio come leggere lo stesso fumetto in differenti ere affidato a differenti sceneggiatori e disegnatori. il fumetto è quello però cambiano i toni, i colori, i disegni, lo stile delle inquadrature, il tipo di storie, l'approccio alla caratterizzazione dei personaggi ecc

              infatti sono molto curioso di vedere come uscirà il prossimo film scritto e progettato da Vaughn ma che sarà diretto da Singer
              Luminous beings are we, not this crude matter.

              Commenta


              • Originariamente inviato da badge Visualizza il messaggio
                Ma perché questi super eroi devono per forza avere dei film solisti alle spalle ,prima di entrare in un film corale ?
                Perché così ci prendi le misure. Immagina un film corale con tutti i personaggi dei peggiori film della Warner finora, tipo Catwoman o LV
                "Per come stanno le cose adesso, uccidi o muori.
                Oppure muori e poi uccidi."
                (Il Governatore)

                http://ventanninelduemila.blogspot.it/

                Commenta


                • I film singoli non sono fondamentali...avengers si regge anche da solo,altrimenti non avrebbe incassato tutti quei soldi.

                  il problema che alla wb manca il feige della situazione,colui che nel bene o nel male prende le decisioni.

                  non è poi un periodo storico buono per la wb con diverse lotte interne tra i vari capoccia che si mettono sgambetti tra loro...ecco perché poi viene fuori un robo come LV.

                  "Il cinema è un arte soggettiva, quanto la musica, belli i 5 alti bello sentire pareri discordanti ai propri, ma alla fine sono io, uno schermo e tutto quello che ci passa di mezzo."

                  "Le barbarie sono lo stato naturale dell'umanità, la civiltà è solo un capriccio dell'evoluzione e delle circostanze". cit.


                  ~FREE BIRD~

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Variabile Ind. Visualizza il messaggio
                    I film singoli non sono fondamentali...avengers si regge anche da solo,altrimenti non avrebbe incassato tutti quei soldi.
                    Al contrario, secondo me è proprio il successo di The Avengers a testimoniare che la strategia Marvel è quella corretta. I solisti hanno messo le basi, poi si può discutere se è venuto meglio Àironmen, tor o capitanamèrica, ma il corale deve molto se non tutto ai protagonisti.

                    i corali a sé possono andar bene per personaggi e serie meno famose, come Watchmen.
                    Per gli X-Men il discorso è leggermente diverso, è un gruppo e nasce come un gruppo, come i F4: non ha senso un film su La Cosa senza gli altri, ha senso un film su Wolverine senza gli altri per il carisma che riveste all'interno del suo gruppo (e in ogni caso arriva come "approfondimento" DOPO il film corale).

                    Lato DC il discorso parte completamente da zero, visto che in ambito corale il Batman di Nolan non è minimamente considerabile. Ecco perché dicevo che MOS rappresenterà il possibile "anno 0".

                    E poi ne faccio anche una questione di costi: un film corale moltiplica gli effetti speciali e i relativi costi, se non hai una strada maestra già battuta e rodata è un salto nel buio.
                    "Per come stanno le cose adesso, uccidi o muori.
                    Oppure muori e poi uccidi."
                    (Il Governatore)

                    http://ventanninelduemila.blogspot.it/

                    Commenta


                    • Ma la maggioranza aveva visto si e no ironman...sono stati bravi a creare l'evento poi l'accoglienza e il passaparola hanno fatto il resto.

                      "Il cinema è un arte soggettiva, quanto la musica, belli i 5 alti bello sentire pareri discordanti ai propri, ma alla fine sono io, uno schermo e tutto quello che ci passa di mezzo."

                      "Le barbarie sono lo stato naturale dell'umanità, la civiltà è solo un capriccio dell'evoluzione e delle circostanze". cit.


                      ~FREE BIRD~

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da markfunz Visualizza il messaggio
                        i corali a sé possono andar bene per personaggi e serie meno famose, come Watchmen.

                        Cioè

                        -se i personaggi sono degli sconosciuti è meglio fare un film corale

                        Pochi li conoscono e vengono presentati nel film ,arrivando all'azione solo dopo metà film.

                        -Se i personaggi sono già conosciuti è meglio fare film singoli prima di quello corale

                        Molti li conoscono e nel film corale si può puntare quasi subito all'azione.


                        A me sembra che in Avengers vengano ripresentati tutti lo stesso, dal primo all'ultimo ,ma OK ....
                        in?in memore et similia

                        Commenta


                        • Se Avangers ha funzionato bene, questo non significa che l'unica strada possibile sia quella dei film singoli. Tant'è che si potrebbe benissimo vedere da solo, e apprezzarlo per quello che è, senza aver visto e/o conoscere nessuno dei suoi protagonisti.

                          Ripensandoci bene, però, senza questa fase 1, ci sono notevoli rompicapo da risolvere, in particolare:

                          1) Background: Batman in primis, ma anche LV e Flash, devono avere un passato alle spalle, sono leggende, eroi plateali da prima pagina, non possono rivelarsi al mondo come membri della JLA

                          2) spazio - tempo: non potrà svolgersi immediatamente dopo Man of Steel, altrimenti, nel caso di eventuali sequel su Superman, non avrà senso che affronti da solo una minaccia globale

                          Io credo che la via più facile sia quella di utilizzare i film appena fatti come background, pertanto Batman diverrebbe il primo eroe ad apparire in questa incasinata continuity: in questo modo potremmo vedere il batman nolaniano 50enne (e pertanto non più interpretato da Bale) e il film svolgersi nel 2030? sto delirando..
                          firma 3.jpg

                          Commenta


                          • Batman dubito abbia bisogno si presentazioni .

                            Se hai visto The Avengers i nostri eroi sono stati presentati dal primo all' ultimo.

                            Per 'presentare' non intendo mostrare la loro nascita. Intendo il loro semplice inquadramento nella storia del film e le loro caratteristiche peculiari.

                            Cosa fatta in Avengers nonostante i precedenti film singoli.
                            in?in memore et similia

                            Commenta


                            • ma infatti molta gente confonde "dare spessore a un personaggio e a caratterizzarlo bene" con "mostrare le sue origini per bene"

                              secondo me i personaggi del JLA possono benissimo esser presentati come membri del gruppo, avere pure spessore e poi essere approfonditi come singoli nei loro film rispettivi.

                              è come leggere un primo libro di una serie, vedere che un personaggio ha determinati comportanti che lo caratterizzano ma scoprire solo in un secondo volume o in un terzo (o anche di più) a cosa sono dovuti grazie a un flashback o a una rivelazione particolare

                              è una pratica comunissima nel mondo della narrazione e sinceramente non vedo perchè non possa essere adottata in una narrazione come questa che cmq si presenta come seriale e modulare
                              Luminous beings are we, not this crude matter.

                              Commenta


                              • The Avengers nasce da 10 anni di bombardamento mediatico in cui i fumetti, le serie televisive, le netseries, i film, la pubblicità han tentato di convergere verso questo progetto "finale" che facesse da cardine alla "Fase 2".

                                Già molto prima del primo film di Iron Man (che era già in fase di scrittura consapevole di far parte della Fase 1, credetemi) la strada era stata non solo pianificata ma addirittura spianata.

                                The Avengers non è un film nato dal nulla.


                                Mi rincresce doverlo dire, perché sono un grande fan DC Comics, ma questa Justice League non poggia su niente e secondo me non si può fare un film del genere senza anni di pianificazione.
                                [FONT=book antiqua] Egli è Dio del Cinema e ciò vi basti. Il mondo si divide in chi apprezza e comprende Nolan e negli Atei Ignoranti e Senza Dio che bruceranno all'inferno per l'eternità.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X