annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Harry Potter - i film

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Secondo me nessun film dell'universo potteriano è invecchiato male. Ci sono invece alcuni capitoli che sono veramente brutti, penso all'ultimo Animali Fantastici i Crimini di Grindelwald, l'Ordine della Fenice e il Principe Mezzosangue. I migliori per me rimangono il Calice di Fuoco seguito dalla Camera dei Segreti.

    Commenta


    • Trailer della reunion di Harry Potter https://www.youtube.com/watch?v=fFGS4zZWGoA

      Commenta


      • Attendo più questo che il terzo capitolo di Animali Fantastici
        I will not say "Do not weep", for not all tears are an evil.

        Commenta


        • Originariamente inviato da Gandalf Visualizza il messaggio
          Attendo più questo che il terzo capitolo di Animali Fantastici
          Concordo al 100%

          Commenta


          • Visto ieri.

            Credo che per tutti i fan della saga che sono cresciuti con essa e, magari, anche con gli attori che 20 anni fa erano ragazzi/ragazzini più o meno come noi, sia davvero difficile non emozionarsi con una operazione nostalgica del genere. Quindi, pur non essendo mai stato un grande sostenitore della saga cinematografica, e con tutti i difetti e le critiche che è lecito muovere su tante cose, personalmente ero già piuttosto sicuro che avrebbe fatto colpo questa reunion. In fondo mi sono avvicinato alla saga di romanzi grazie ai primi film, e con essi anche poi al mondo fantasy e più avanti poi al cinema in generale... insomma, come tanti anche la mia fase di crescita, personale e non, è legata in modo particolare a questa saga, e con questa operazione di revival/amarcord devo dire che sono andati oltre le mie aspettative, mi è piaciuta davvero molto.

            Mi immaginavo un prodotto da 1 oretta o anche meno, invece parliamo di 1 ora e 40 minuti di materiale, suddiviso tra ricordi, interviste, spezzoni di film, aneddoti e easter eggs (alcuni noti, altri meno oppure inediti) ottimamente suddivisi e bilanciati.
            La retrospettiva è incentrata, come ovvio, principalmente sul trio Redcliffe, Grint, Watson, e sono loro i protagonisti principali di questo revival dei tempi che furono, dagli inizi allo sviluppo della saga che coincise con la loro crescita personale fino al successo planetario. La cosa che più mi ha colpito, sebbene possa sembrare per ovvi motivi abbastanza scontata, è come tra loro e il resto della crew si sia instaurato nel tempo un clima così intimo e familiare, e come sia stata per loro una sorta di seconda casa, di come il rapporto con gli attori adulti e all'epoca già affermati sia stato così importante (da Robbie Coltrane che è stato una sorta di nonno paterno, visto anche il tanto screentime avuto coi ragazzi nei primi film, al rapporto tra Gary Oldman e Daniel Redcliffe, quello tra Tom Felton e Jason Isaacs, o a quello tra Julie Walters e Rupert Grint ecc.) e di come i legami siano restati più o meno saldi anche a saga conclusa.

            Un altro aspetto molto piacevole da riscontrare è stato quello di constatare quanto, aldilà delle capacità attoriali, le caratteristiche - specie caratteriali piu che fisiche - di alcuni attori si siano sposate così bene coi personaggi interpretati: Emma Watson e Rupert Grint soprattutto (quella di Cuaron che assegna al trio il compito di descrivere i loro personaggi mi ha fatto morire, con Emma che torna con un tema di 12 pagine, Daniel con una paginetta scritta alla meglio e Rupert che non consegna nulla perché Ron avrebbe fatto cosi ), ma anche Matthew Lewis che si è sentito spesso come il suo Neville anche nel privato, Evanna Lynch che sembra Luna stampata, o anche Helena Bonham Carter che sembra davvero una pazza scatenata come la sua Bellatrix (la parte in cui chiede a Daniel se anche lui avesse rubato un sacco di roba dai set mi ha piegato ).

            Altra cosa molta interessante è l'approccio che i vari registi hanno avuto nella gestione dei ragazzi.
            Columbus li ha praticamente fatti giocare e divertire tutto il tempo, quasi non avevano la percezione di stare li per lavorare o rispettare un contratto, hanno trovato un clima ed un contesto tali da rendere il loro compito molto più agevole.
            Cuaron li ha trasportati, come poi avviene anche ai rispettivi personaggi, dall'infanzia alla fase adolescenziale, con un approccio un po' più adulto e meno giocoso, ma pur sempre lasciandoli tranquilli e spensierati.
            Newell invece un altro approccio, decisamente più maturo e serio, era il definitivo esplodere dell'adolescenza con relativa fase ormonale acuta, e mi ha fatto sorridere l'aneddoto sulle varie cotte e storielle adolescenziali nate sul set, in quella che per i ragazzi era una sorta di seconda scuola se vogliamo, con tutti i vari legami che per forza di cose si instaurano col tempo.
            Con Yates erano già avviati verso l'età adulta, e sicuramente aver girato 4 film con lo stesso regista immagino abbia cementato rapporti lavorativi e non, e radicato ulteriormente i legami instaurati precedentemente... le immagini dell'ultimissima scena girata, con tutti quanti che piangevano, dimostrano quanto davvero saldi e profondi erano ormai diventati dopo tutti quegli anni vissuti assieme.
            La scelta di dividere il prodotto in 4 blocchi di 2 film ognuno è stata quindi azzeccata, funzionale a mostrare anche i diversi approcci e le varie fasi di crescita ed evoluzione degli attori e della saga stessa.

            Ho gradito molto anche il segmento "in memoriam", un po' come agli Oscar, in cui si ricorda con affetto gli attori scomparsi e quello che hanno dato ai ragazzi (chissà se hanno mai svelato a Richard Harris che quell'uccello usato per Fanny era un animatronic LOL). Ed in generale, come detto, tutti i rapporti tra ragazzi ed attori adulti sembrano essere stati particolarmente intensi e significativi, Robbie Coltrane in particolare mi è sembrato rimasto molto affezionato.
            Ecco magari quello che forse è mancato è il contributo di altri attori che è stato minimo o che neanche hanno partecipato (Thewlis, Gambon, Thompson, Broadbent ecc.), ma immagino non sia stato semplice far partecipare tutti all'evento.

            Mi è piaciuto anche molto come hanno iniziato il "film", con la lettera di Hogwarts come invito che li raggiunge anche in mezzo al traffico, una sorta di richiamo alla saga, e di come abbiano aperto e chiuso il tutto con il richiamo al fattore tempo, con la citazione iniziale di Silente e con il dialogo finale Silente-Piton col patronus (after all this time? Always).
            È stato particolarmente emozionante, e ho percepito tanta commozione anche da parte di Daniel, Emma e Rupert (che bell'effetto vederli di nuovo assieme a chiacchierare nella sala comune di Grifondoro) che evidentemente hanno vissuto un'esperienza davvero fuori dal comune, crescere assieme ai personaggi interpretati e agli spettatori che li seguivano, e partecipare e vivere in una sorta di seconda casa o seconda famiglia, per tutti quegli anni, deve essere stata un'esperienza troppo radicale per non esserne segnati così profondamente... mi ha colpito l'espressione usata da Yates che li ha definiti come degli "astronauti". Oggi con il proliferafe delle serie tv magari diventa una cosa più frequente (penso a Stranger Things ad esempio), ma credo che poche o forse nessuna altra esperienza sia simile a quella che hanno vissuto i ragazzi che hanno partecipato alla saga di Harry Potter, perché alla fine parliamo di decine di persone che sono arrivate che erano poco più che bambini e, tutti assieme, hanno affrontato un percorso di crescita collettivo per un lasso di tempo di circa 10 anni, con persone già adulte a inizio saga che li hanno visti letteralmente crescere sotto i loro occhi.

            Non sbagliavo quando dicevo che aspettavo questa reunion più che il terzo capitolo della saga di Animali Fantastici, è stato così ed anche la reazione avuta (che vedo è un po' la stessa anche da parte di tanti altri) ne è stata la dimostrazione... l'unica cosa che un po' mi spiace e trovo un po' ridicola è la scritta comparsa durante le interviste della Rowling, in cui si specifica a chiare lettere che è materiale del 2019, come per rimarcare che con lei hanno preso le distanze... beh, allora potevano anche evitare direttamente di inserire le interviste se vuoi tenere quella linea di pensiero, altrimenti le metti senza stare a specificare nulla, invece hanno scelto una roba a metà in maniera un po' paracula, unica cosa che secondo me un po' stona in un prodotto che per il resto, per quanto confezionato ad hoc come un'operazione nostalgia infallibile, mi è sembrato invece molto intimo e "sincero", direi riuscito alla perfezione.
            Ultima modifica di Gandalf; 02 gennaio 22, 17:49.
            I will not say "Do not weep", for not all tears are an evil.

            Commenta


            • Hai detto tutto: sia sul fatto che gli attori erano in qualche modo simili ai personaggi (quando Emma si commuove sembra di vedere Hermione), sia sul ruolo "paterno" giocato dagli attori veterani, sia dai registi che hanno usato coi ragazzi lo stesso approccio che avrebbero poi utilizzato nel film.
              P.S. La Bonham Carter mi sembrava la più entusiasta in questa reunion
              P.P.S. Ma Tom Felton ha qualche problema di salute? Nelle interviste mi sembrava alquanto sciupato e stanco

              Commenta


              • Originariamente inviato da Atlantide Visualizza il messaggio
                Hai detto tutto: sia sul fatto che gli attori erano in qualche modo simili ai personaggi (quando Emma si commuove sembra di vedere Hermione), sia sul ruolo "paterno" giocato dagli attori veterani, sia dai registi che hanno usato coi ragazzi lo stesso approccio che avrebbero poi utilizzato nel film.
                P.S. La Bonham Carter mi sembrava la più entusiasta in questa reunion
                P.P.S. Ma Tom Felton ha qualche problema di salute? Nelle interviste mi sembrava alquanto sciupato e stanco
                Quando han girato la reunion?
                Perché a settembre Felton ebbe un malore durante un torneo di golf, colassando a terra.
                Non mi pare, però, si sappia nulla sulle cause.
                "Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi: navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione...E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser...E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia... E' tempo di morire"

                Commenta


                • Un gran bel regalo per il ventennale, per chi è cresciuto con la saga è impossibile non emozionarsi; con quella citazione finale poi... Nelle scene con i ragazzi ormai cresciuti assieme sembra davvero di vedere i loro personaggi da adulti. Menzione d'onore per la nuova acconciatura di Radcliffe Imbarazzo invece per la scritta nelle parti della Rowling
                  Originariamente inviato da Pancho84 Visualizza il messaggio

                  Quando han girato la reunion?
                  Negli ultimi mesi, comunque si vede che le scene con gli attori assieme e quelle in cui sono da soli sono state girate in periodi diversi, e immagino che queste ultime siano antecedenti

                  Commenta

                  In esecuzione...
                  X