annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Leggendo Tolkien

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • io ovviamente lo comprerò!! chissà che si decidano a tradurre questa benedetta history of middle earth!!

    Commenta


    • Originariamente inviato da donnie86dc Visualizza il messaggio
      Per gli interessati, il 3 gennaio 2018 tornerà sul mercato il volume "La Realtà in Trasparenza", titolo che non ho ancora acquistato e a cui sono molto, molto interessato.
      Su amazon è possibile pre-ordinarlo di già. Io andrò in libreria, però.
      Per anni ho pensato di acquistarlo in inglese, però mi sa che questa volta opterò per la versione italiana. Interessante di questa nuova edizione sarà la nuova traduzione. Pare che l'edizione del 2000 edita da Bompiani avesse diversi refusi ed errori. Si spera che questa sia migliore.

      Dal 3 gennaio 2018 le lettere di Tolkien

      Gandalf lo comprerai?
      Senza ombra di dubbio, lo aspetto da più di 10 anni, fai un po' te..
      Speravo che uscisse prima della fine dell'anno visto che attualmente sto rileggendo LOTR, però devo dire che la scelta del 3 gennaio, giorno della nascita del professore, è una scelta azzeccata


      P.S. rileggendo, mi sono chiesto una cosa a cui non avevo mai pensato, o forse sì ma senza essermi dato una risposta.. come ha fatto Gollum ad uscire da Moria? Sappiamo che l'entrata da cui è passata la compagnia era bloccata, e Gandalf dice che l'unica altra uscita era quella dopo il ponte.. ma il ponte sappiamo la fine che fa dopo lo sconto col Balrog. Dunque come è uscito Gollum? L'unica risposta che mi sembra plausibile è che li abbia preceduti attraversando il ponte, immaginando o sapendo che sarebbero dovuti uscire da lì.. ma in tal caso resta comunque qualche perplessità: possibile che nessuno della compagnia si sia accorto di lui? Per non averlo visto deve aver fatto un'altra strada senza seguirli dopo lo scontro col troll.. E restano sempre gli orchi di guardia all'uscita, possibile sia riuscito a scappare comunque?
      I will not say "Do not weep", for not all tears are an evil.

      Commenta


      • Originariamente inviato da Gandalf Visualizza il messaggio

        Senza ombra di dubbio, lo aspetto da più di 10 anni, fai un po' te..
        Speravo che uscisse prima della fine dell'anno visto che attualmente sto rileggendo LOTR, però devo dire che la scelta del 3 gennaio, giorno della nascita del professore, è una scelta azzeccata
        A quanto pare è più una coincidenza che una scelta mirata.
        Sai che novità, vista l'importanza che si da a Tolkien in questo paese...

        Originariamente inviato da Gandalf Visualizza il messaggio
        P.S. rileggendo, mi sono chiesto una cosa a cui non avevo mai pensato, o forse sì ma senza essermi dato una risposta.. come ha fatto Gollum ad uscire da Moria? Sappiamo che l'entrata da cui è passata la compagnia era bloccata, e Gandalf dice che l'unica altra uscita era quella dopo il ponte.. ma il ponte sappiamo la fine che fa dopo lo sconto col Balrog. Dunque come è uscito Gollum? L'unica risposta che mi sembra plausibile è che li abbia preceduti attraversando il ponte, immaginando o sapendo che sarebbero dovuti uscire da lì.. ma in tal caso resta comunque qualche perplessità: possibile che nessuno della compagnia si sia accorto di lui? Per non averlo visto deve aver fatto un'altra strada senza seguirli dopo lo scontro col troll.. E restano sempre gli orchi di guardia all'uscita, possibile sia riuscito a scappare comunque?
        Tolkien non lo dice, e anche io ho sempre pensato al fatto che Gollum possa aver preceduto la compagnia attraversando il ponte prima dell'arrivo del Balrog. Ma a questo punto vuol dire che lui in qualche modo sapesse che quello era il ponte di Khazad-dûm. Dubito fosse così acculturato, però. In qualche modo è riuscito a sfuggire. In realtà potrebbe essere plausibile che lui abbia trovato qualche tunnel nel quale infilarsi. In aggiunta, ricordiamoci che sul fianco delle montagne c'erano diversi pozzi per illuminare le sale, grossi abbastanza da essere scavati dai Nani.

        Io mi sono fermato con la mia ennesima rilettura a Fangorn. Appena finisco il libro di Hitchens, mi ci rituffo!

        Originariamente inviato da martin84jazz Visualizza il messaggio
        io ovviamente lo comprerò!! chissà che si decidano a tradurre questa benedetta history of middle earth!!
        Sai, ho pensato la stessa cosa: che non si stiano facendo due conti per capire se valga la pena riprendere il filo e terminare il lavoro una volta per tutte? Certo, visto che l'interesse per Tolkien è stato ravvivato enormemente dalla prima Trilogia cinematografica e in una certa misura anche da Lo Hobbit, sarebbe stato furbo iniziare a lavorare in merito qualche anno fa e battere il ferro finché era caldo. Però la faccenda sembra essere davvero complicata e non riesco a capire se c'è davvero l'intenzione di tradurre questi volumi o no... -.-'
        Ultima modifica di donnie86dc; 11 settembre 17, 19:26.
        «Alla caccia di Morgoth fino ai termini della Terra! Avremo guerra e odio senza fine. Ma quando avremo conquistato e riguadagnato i Silmaril, allora noi, e soltanto noi, saremo i signori della Luce immacolata, padroni della  felicità e della bellezza di Arda. Nessun'altra razza ci soppianterà!»

        Commenta


        • Per me Gollum ha annusato la situazione (arrivo degli orchi e del Balrog) ed è fuggito dalla porta orientale. Comunque Gollum conosce parecchio le montagne nebbiose ed attorno, ha avuto un sacco di anni per studiarle, per me può benissimo aver trovato altre vie d'uscita che conosce solo lui, non lo vedo come un grave errore, anzi per me non è nemmeno un errore.

          Commenta


          • Ma nessuno parla di errore. Figuriamoci. E' che Tolkien non lo specifica. Tutto qua.
            Ho scritto una mail a Michael Martinez vediamo se col mio proverbiale culo ottengo una risposta da lui... :P
            «Alla caccia di Morgoth fino ai termini della Terra! Avremo guerra e odio senza fine. Ma quando avremo conquistato e riguadagnato i Silmaril, allora noi, e soltanto noi, saremo i signori della Luce immacolata, padroni della  felicità e della bellezza di Arda. Nessun'altra razza ci soppianterà!»

            Commenta


            • Ci ho pensato anch'io alla possibilità di un'altra uscita, però non mi convinceva per due motivi: il primo è che Gollum non era mai stato prima a Moria, quindi anche se conosceva bene le montagne Nebbiose resta il fatto che non conosceva Moria, tant'è che nel calcolo degli anni Tolkien scrive che una volta scoperta (quindi non la conosceva) la via che conduceva al cancello occidentale non era riuscito ad uscir fuori. Il secondo motivo è che se anche fosse riuscito in breve tempo (difficile) a trovare un'altra uscita alternativa a quella situata oltre il ponte avrebbe poi dovuto comunque recuperare tutto il terreno e il tempo perso e inoltre capire da che parte era andata la compagnia.. Un po' complicato.

              ​L'altra ipotesi è che si sia trovato avanti alla Compagnia e appena sono arrivati gli orchi e il Balrog sia fuggito sul ponte (che suppongo conoscesse essendo entrato proprio da quel cancello lì visto che veniva da Bosco Atro) per poi nascondersi tenendo d'occhio la compagnia e seguendoli dopo.. Certo se è andata cosi resta comunque il rebus di come abbia fatto Gollum ad arrivare al ponte: Gandalf ha fatto crollare la porta della camera di Marzabul dopo la prima sfida col Balrog a suon di incantesimi.. Quindi Gollum puo esser passato solamente per l'altra strada, quella da cui provenivano gli orchi.. Ma come ha fatto a non farsi beccare e soprattutto a superare il baratro di fuoco prima che arrivassero gli orchi coi pilastri di pietra?
              Secondo me entrambe le ipotesi fanno un po' acqua, a meno che non mi sfugga qualcosa che il professore non ha citato.. Ma puo anche essere una svista sua, per quanto straordinario una svista ci puo anche stare..

              Al momento nessuna ipotesi mi convince, a meno che Gollum non sia entrato da un'altra via sul lato orientale che Gandalf non conosceva (quindi non da quella prima del ponte) e quindi è poi uscito di nuovo da li.. Ma mi pare strano che ne Gandalf ne Gimli la conoscessero, e Gollum che mai era stato a Moria la abbia trovata per giunta in fretta mentre scappava dagli elfi di Bosco Atro.. Boh, mistero.
              I will not say "Do not weep", for not all tears are an evil.

              Commenta


              • Secondo me qualche altra via segreta è riuscito a trovarla. Ma poi chi l'ha detto che Gollum non è mai stato a Moria? Non ricordo il passo, è da un po' che non prendo in mano il libro. Per me anche il fatto di aver fiutato prima la situazione ed esser fuggito, mah. Poi bisogna pure dire che Gollum è geniale nel nascondersi eh, potrebbe anche esser riuscito ad evitare gli orchi in qualche cunicolo.

                Commenta


                • Originariamente inviato da Gandalf Visualizza il messaggio
                  Ci ho pensato anch'io alla possibilità di un'altra uscita, però non mi convinceva per due motivi: il primo è che Gollum non era mai stato prima a Moria, quindi anche se conosceva bene le montagne Nebbiose resta il fatto che non conosceva Moria, tant'è che nel calcolo degli anni Tolkien scrive che una volta scoperta (quindi non la conosceva) la via che conduceva al cancello occidentale non era riuscito ad uscir fuori. Il secondo motivo è che se anche fosse riuscito in breve tempo (difficile) a trovare un'altra uscita alternativa a quella situata oltre il ponte avrebbe poi dovuto comunque recuperare tutto il terreno e il tempo perso e inoltre capire da che parte era andata la compagnia.. Un po' complicato.
                  Complicato si, ma ritengo non impossibile per Gollum. Ma a questo punto, a meno che non ci stiamo facendo mancare qualcosa, brancoliamo nel buio (di Moria) e le nostre possono solo essere speculazioni. Cioè, a dirla tutta, niente avrebbe vietato a Gollum di raggiungere l'estremità della Sala arrampicandosi sui muri, come un ragno. Ne Le Due Torri Tolkien in un passaggio descrive dell'incredibile abilità di Gollum di arrampicarsi sulle rocce degli Emyn Muil. Una volta distrutto il ponte di Khazad-dûm, potrebbe aver semplicemente aspettato il momento giusto per uscire. A quel punto, considerando che la Compagnia si rimise in marcia relativamente presto per trovare riparo dalla notte, è certo che Gollum debba essere uscito relativamente presto da Moria. Mi sembra più plausibile che immaginare sia uscito prima della Compagnia, perché Gollum in realtà non sapeva cosa avrebbe fatto la Compagnia

                  Originariamente inviato da Gandalf Visualizza il messaggio
                  ​L'altra ipotesi è che si sia trovato avanti alla Compagnia e appena sono arrivati gli orchi e il Balrog sia fuggito sul ponte (che suppongo conoscesse essendo entrato proprio da quel cancello lì visto che veniva da Bosco Atro) per poi nascondersi tenendo d'occhio la compagnia e seguendoli dopo.. Certo se è andata cosi resta comunque il rebus di come abbia fatto Gollum ad arrivare al ponte: Gandalf ha fatto crollare la porta della camera di Marzabul dopo la prima sfida col Balrog a suon di incantesimi.. Quindi Gollum puo esser passato solamente per l'altra strada, quella da cui provenivano gli orchi.. Ma come ha fatto a non farsi beccare e soprattutto a superare il baratro di fuoco prima che arrivassero gli orchi coi pilastri di pietra?
                  Secondo me entrambe le ipotesi fanno un po' acqua, a meno che non mi sfugga qualcosa che il professore non ha citato.. Ma puo anche essere una svista sua, per quanto straordinario una svista ci puo anche stare..
                  Moria era una labirinto di passaggi, corridoi, scalinate e sale e sono sicuro che Gandalf stesse scegliendo la via più breve per uscire dalla Porta Est. Questo non vuol dire però che ci fosse un solo passaggio per raggiungere il Ponte. Dubito Gollum sia entrato nella Camera di Mazarbul. Sarà rimasto in disparte in una delle sale adiacenti, lontano dagli orchi in ogni caso. Come seguire la Compagnia a questo punto? Seguendo gli orchi, di nascosto: gli orchi conoscevano Moria meglio di lui, seguirli sarebbe stato più prudente che avventurarsi chissà dove e perdere gli altri. Anche per questo sono portato a pensare che non abbia anticipato la Compagnia sul Ponte.

                  Originariamente inviato da Gandalf Visualizza il messaggio
                  ​Al momento nessuna ipotesi mi convince, a meno che Gollum non sia entrato da un'altra via sul lato orientale che Gandalf non conosceva (quindi non da quella prima del ponte) e quindi è poi uscito di nuovo da li.. Ma mi pare strano che ne Gandalf ne Gimli la conoscessero, e Gollum che mai era stato a Moria la abbia trovata per giunta in fretta mentre scappava dagli elfi di Bosco Atro.. Boh, mistero.
                  Sulle conoscenze di Gimli non farei molto affidamento. Era la sua prima volta nelle miniere e quando la Compagnia si fermava per decidere quale via intraprendere, tra il Nano e lo Stregone era sempre Gandalf ad avere l'ultima parola. Lo stesso Aragorn ci era stato, ma non ha mai avuto voce in capitolo per quanto riguarda la strada da seguire. Gandalf ci era già stato decenni prima a Moria, eppure la sua memoria vacillava in certi punti. Avrà avuto anche una discreta conoscenza dei vari Abissi, ma non li avrà percorsi tutti. Quindi si, molto probabilmente c'erano tunnel e corridoi che collegavano direttamente ed indirettamente diversi saloni su diversi livelli. Ci sono diverse spiegazioni plausibili per la fuga di Gollum...

                  «Alla caccia di Morgoth fino ai termini della Terra! Avremo guerra e odio senza fine. Ma quando avremo conquistato e riguadagnato i Silmaril, allora noi, e soltanto noi, saremo i signori della Luce immacolata, padroni della  felicità e della bellezza di Arda. Nessun'altra razza ci soppianterà!»

                  Commenta


                  • Effettivamente delle due ipotesi quella che ha piu senso è la prima, ovvero che abbia trovato un'altra uscita. Quello di Gollum è in tutto e per tutto un inseguimento e non avrebbe avuto molto senso anticipare la compagnia proprio sul ponte, oltre al fatto che con buona probabilità sarebbe stato visto.

                    Resto però un po' perplesso. Tolkien non parla espressamente di una prima volta per Gollum ma scrive che egli non era riuscito ad uscire da Moria, il che significa che non ha trovato la strada che conduceva all'uscita occidentale, quella da dove la compagnia è entrata sfuggendo all'osservatore. Se conosceva Moria avrebbe di certo trovato l'uscita, non vi pare? Da qui ne deduco che per lui era la prima visita, o comunque se anche non fosse stata la prima non conosceva a tal punto Khazad Dum da poter trovare un'uscita est in cosi breve tempo.. Specie se neanche Gandalf ne conosceva l'esistenza. Aggiungo infatti poi che Gandalf si esprime cosi appena entrati dalla porta ovest: "Il passaggio alle nostre spalle è bloccato adesso, e vi è un'unica via d'uscita.. dall'altro lato delle montagne". Gandalf sebbene non ricordasse benissimo il tragitto sembra però sicuro sul fatto che esista un'unica uscita, quella dopo il ponte. Possibile si sia sbagliato?
                    I will not say "Do not weep", for not all tears are an evil.

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Gandalf Visualizza il messaggio
                      Resto però un po' perplesso. Tolkien non parla espressamente di una prima volta per Gollum ma scrive che egli non era riuscito ad uscire da Moria, il che significa che non ha trovato la strada che conduceva all'uscita occidentale, quella da dove la compagnia è entrata sfuggendo all'osservatore. Se conosceva Moria avrebbe di certo trovato l'uscita, non vi pare? Da qui ne deduco che per lui era la prima visita, o comunque se anche non fosse stata la prima non conosceva a tal punto Khazad Dum da poter trovare un'uscita est in cosi breve tempo.. Specie se neanche Gandalf ne conosceva l'esistenza. Aggiungo infatti poi che Gandalf si esprime cosi appena entrati dalla porta ovest: "Il passaggio alle nostre spalle è bloccato adesso, e vi è un'unica via d'uscita.. dall'altro lato delle montagne". Gandalf sebbene non ricordasse benissimo il tragitto sembra però sicuro sul fatto che esista un'unica uscita, quella dopo il ponte. Possibile si sia sbagliato?
                      Ma ripercorrendo la storia di Gollum si capisce che non è mai stato a Moria prima di allora. Dopo essere stato "derubato" da Bilbo, ha passato del tempo nelle grotte degli orchi prima di farsi forza ed uscire dalle Montagne. In tutto quel tempo era rimasto li dove Bilbo lo aveva trovato. Di li si mosse ad Est, superò Anduin, si infilò in Bosco Atro e da li uscì fino ad arrivare a Dale. A Dale apprese notizie su Bilbo (tutto questo lo dice Gandalf in "The Shadow of the Past") e iniziò a tornare indietro, intenzionato a raggiungere la Contea, si introdusse di nuovo in Bosco Atro ma poi deviò il suo cammino e venne attirato a Mordor. Da li venne lasciato andare da Sauron e tornò verso Nord, ma fu catturato da Aragorn e portato da Thranduil dove Gandalf lo interrogò. Una volta fuggito dagli Elfi Silvani riprese il suo cammino a Ovest e si infilò a Moria, dove restò intrappolato.
                      Secondo il calcolo degli anni, Gollum entrò a Moria intorno all'agosto del 3018 T.E., vale a dire un mese dopo che Gandalf venne catturato da Saruman a Orthanc. "It is thought that at about this time, being hunted by the Elves and Sauron's servants, he took refuge in Moria; but when he had at last discovered the way to the West-gate he could not get out". La via l'ha trovata alla fine, ma ha dovuto cercarla, perché non la conosceva. Non la conosceva perché non ci era mai stato.

                      Su Gandalf: si, certamente di porte a Moria ce n'era una sola per ogni lato delle Montagne Nebbiose, altrimenti non avrebbe avuto senso il ponte di Khazad-dûm, principalmente a scopo difensivo. Però un essere piccolo come Gollum, capace di sgusciare senza essere visto e di arrampicarsi manco fosse Peter Parker, non escluderei potesse tranquillamente superare l'abisso arrampicandosi sulle pareti. Sembrerà un'immagine poco tolkeniana, ma ripeto, lo stesso Tolkien dice che Gollum poteva arrampicarsi con facilità. A pensarci bene è il modo più veloce per superare l'ultimo salone ed uscire da Moria, invece che girovagare per cercare un pozzo da dove sgattaiolare per poi raggiungere la Compagnia tra i declivi di Nanduhirion.

                      Però ripeto, le mie sono speculazioni.
                      «Alla caccia di Morgoth fino ai termini della Terra! Avremo guerra e odio senza fine. Ma quando avremo conquistato e riguadagnato i Silmaril, allora noi, e soltanto noi, saremo i signori della Luce immacolata, padroni della  felicità e della bellezza di Arda. Nessun'altra razza ci soppianterà!»

                      Commenta


                      • Per me in qualche modo è riuscito a passare di là del ponte e raggiungere i cancelli orientali dopo il passaggio della compagnia.

                        Voi invece trovate qualche spiegazione al fatto che i Nazgul mettessero mantelli neri per dare la caccia agli Hobbit? Visto ch erano sbiaditi non avrebbero avuto enorme vantaggio muoversi da sbiaditi anzichè con i mantelli neri?
                        Una spiegazione può essere il fatto di essere impossibilitati a stabilire rapporti e discorsi con la gente comune, ma nel momento della caccia non avrebbero fatto meglio a toglierli per non far sapere la loro posizione? O sarebbe stato troppo un casino per loro mettere e rimettere i mantelli?

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da donnie86dc Visualizza il messaggio

                          Ma ripercorrendo la storia di Gollum si capisce che non è mai stato a Moria prima di allora. Dopo essere stato "derubato" da Bilbo, ha passato del tempo nelle grotte degli orchi prima di farsi forza ed uscire dalle Montagne. In tutto quel tempo era rimasto li dove Bilbo lo aveva trovato. Di li si mosse ad Est, superò Anduin, si infilò in Bosco Atro e da li uscì fino ad arrivare a Dale. A Dale apprese notizie su Bilbo (tutto questo lo dice Gandalf in "The Shadow of the Past") e iniziò a tornare indietro, intenzionato a raggiungere la Contea, si introdusse di nuovo in Bosco Atro ma poi deviò il suo cammino e venne attirato a Mordor. Da li venne lasciato andare da Sauron e tornò verso Nord, ma fu catturato da Aragorn e portato da Thranduil dove Gandalf lo interrogò. Una volta fuggito dagli Elfi Silvani riprese il suo cammino a Ovest e si infilò a Moria, dove restò intrappolato.
                          Secondo il calcolo degli anni, Gollum entrò a Moria intorno all'agosto del 3018 T.E., vale a dire un mese dopo che Gandalf venne catturato da Saruman a Orthanc. "It is thought that at about this time, being hunted by the Elves and Sauron's servants, he took refuge in Moria; but when he had at last discovered the way to the West-gate he could not get out". La via l'ha trovata alla fine, ma ha dovuto cercarla, perché non la conosceva. Non la conosceva perché non ci era mai stato.
                          Esattamente, fin qui non fa una piega.

                          Originariamente inviato da donnie86dc Visualizza il messaggio
                          Su Gandalf: si, certamente di porte a Moria ce n'era una sola per ogni lato delle Montagne Nebbiose, altrimenti non avrebbe avuto senso il ponte di Khazad-dûm, principalmente a scopo difensivo. Però un essere piccolo come Gollum, capace di sgusciare senza essere visto e di arrampicarsi manco fosse Peter Parker, non escluderei potesse tranquillamente superare l'abisso arrampicandosi sulle pareti. Sembrerà un'immagine poco tolkeniana, ma ripeto, lo stesso Tolkien dice che Gollum poteva arrampicarsi con facilità. A pensarci bene è il modo più veloce per superare l'ultimo salone ed uscire da Moria, invece che girovagare per cercare un pozzo da dove sgattaiolare per poi raggiungere la Compagnia tra i declivi di Nanduhirion.

                          Però ripeto, le mie sono speculazioni.
                          Mmh, se ben ricordo non si parla di una fossa qualunque, qui parliamo di un baratro immenso, un abisso profondissimo e molto largo. Certamente Gollum aveva la capacità di arrampicarsi benissimo, anche in pareti verticali come visto negli Emyn Muil, ma qui si tratta di percorrere le pareti per chissa quante centinaia di metri, forse chilometri, secondo me troppo anche per lui.. io resto del parere che sia una forzatura questo passaggio (a meno che Tolkien in qualche lettera non abbia chiarito il passaggio e lo ignoriamo), forse l'unica dell'intero libro, che resta ovviamente un enorme capolavoro.. qui stiamo andando a cercare un po' il pelo nell'uovo, ma da appassionati ci sta discutere anche di questo


                          Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
                          Voi invece trovate qualche spiegazione al fatto che i Nazgul mettessero mantelli neri per dare la caccia agli Hobbit? Visto che erano sbiaditi non avrebbero avuto enorme vantaggio muoversi da sbiaditi anzichè con i mantelli neri?
                          Una spiegazione può essere il fatto di essere impossibilitati a stabilire rapporti e discorsi con la gente comune, ma nel momento della caccia non avrebbero fatto meglio a toglierli per non far sapere la loro posizione? O sarebbe stato troppo un casino per loro mettere e rimettere i mantelli?
                          Sì, è sicuramente quello il motivo principale, per poter interfacciarsi con servitori, spie e qualsiasi altra persona in grado di dar loro informazioni. Ma vi è anche un altro motivo: nel testo viene specificato che la loro forza si basa in buona parte anche sul terrore che il loro aspetto provoca su chi li vede, per cui a mio avviso era una scelta precisa quella di mostrarsi piuttosto che di agire nascosti, anche nell'inseguimento agli hobbit quindi secondo me.
                          Ultima modifica di Gandalf; 13 settembre 17, 13:52.
                          I will not say "Do not weep", for not all tears are an evil.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
                            Voi invece trovate qualche spiegazione al fatto che i Nazgul mettessero mantelli neri per dare la caccia agli Hobbit? Visto ch erano sbiaditi non avrebbero avuto enorme vantaggio muoversi da sbiaditi anzichè con i mantelli neri?
                            Una spiegazione può essere il fatto di essere impossibilitati a stabilire rapporti e discorsi con la gente comune, ma nel momento della caccia non avrebbero fatto meglio a toglierli per non far sapere la loro posizione? O sarebbe stato troppo un casino per loro mettere e rimettere i mantelli?
                            Non vorrei azzardare una risposta precipitosa, ma se non ricordo male è qualcosa che ha a che fare con la segretezza della missione dei Nazgûl al Nord. I mantelli servivano a celare il terrore che emanavano, come dici. Restando celati agli occhi dei Saggi, i Nazgûl avevano libertà di movimento. Senza, la voce del terrore che li precedeva avrebbe invaso l'Eriador. Devo cercare qualcosa di certo però, potrei sbagliarmi.


                            Originariamente inviato da Gandalf Visualizza il messaggio
                            Sì, è sicuramente quello il motivo principale, per poter interfacciarsi con servitori, spie e qualsiasi altra persona in grado di dar loro informazioni. Ma vi è anche un altro motivo: nel testo viene specificato che la loro forza si basa in buona parte anche sul terrore che il loro aspetto provoca su chi li vede, per cui a mio avviso era una scelta precisa quella di mostrarsi piuttosto che di agire nascosti, anche nell'inseguimento agli hobbit quindi secondo me.
                            Originariamente inviato da Gandalf Visualizza il messaggio
                            Esattamente, fin qui non fa una piega.


                            Mmh, se ben ricordo non si parla di una fossa qualunque, qui parliamo di un baratro immenso, un abisso profondissimo e molto largo. Certamente Gollum aveva la capacità di arrampicarsi benissimo, anche in pareti verticali come visto negli Emyn Muil, ma qui si tratta di percorrere le pareti per chissa quante centinaia di metri, forse chilometri, secondo me troppo anche per lui.. io resto del parere che sia una forzatura questo passaggio (a meno che Tolkien in qualche lettera non abbia chiarito il passaggio e lo ignoriamo), forse l'unica dell'intero libro, che resta ovviamente un enorme capolavoro.. qui stiamo andando a cercare un po' il pelo nell'uovo, ma da appassionati ci sta discutere anche di questo
                            No, mi hai frainteso. Non intendevo arrampircarsi giù per il baratro e su dall'altra parte. Intendevo dire arrampicarsi sulle pareti del salone. Quindi invece di passare sopra all'abisso sul ponte, ci è passato scalando la parete.




                            «Alla caccia di Morgoth fino ai termini della Terra! Avremo guerra e odio senza fine. Ma quando avremo conquistato e riguadagnato i Silmaril, allora noi, e soltanto noi, saremo i signori della Luce immacolata, padroni della  felicità e della bellezza di Arda. Nessun'altra razza ci soppianterà!»

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da donnie86dc Visualizza il messaggio

                              No, mi hai frainteso. Non intendevo arrampircarsi giù per il baratro e su dall'altra parte. Intendevo dire arrampicarsi sulle pareti del salone. Quindi invece di passare sopra all'abisso sul ponte, ci è passato scalando la parete.
                              Caspita è vero, è possibilissimo così.
                              Comunque su LH e sulle differenze col libro, han fatto certe fan cut prendendo le cose canoniche e son fatte davvero bene, il film sembra di tutt'altro livello, però vabbè qullo è un altro discorso. Chissà come sarebbe uscito senza tutte quelle modifiche, per me sarebbe stato eccezionale.

                              Commenta


                              • donnie86dc intendi quindi, se ho ben capito, che Gollum possa essere passato per le pareti laterali del salone, facendo il giro e giungendo all'altra parte del ponte.. Così è piu plausibile, anche se si tratta di una traversata complicata visto che solo in lunghezza il ponte misurava circa 15 passi, a cui vanno aggiunte le due pareti perpendicolari al ponte.. Ma sì, direi che ci può stare.
                                I will not say "Do not weep", for not all tears are an evil.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X