annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Leggendo Tolkien

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Scusate l'ignoranza, ma la HOME descrive per filo e per segno ciò che avviene nella TdM dalla creazione in avanti?

    Commenta


    • Originariamente inviato da martin84jazz Visualizza il messaggio
      sono stati finalmente ripubblicate le versioni di "lusso" de Il Signore degli Anelli (illustrato da Alan Lee) e del Silmarillion (illustrato da Ted Nasmith), dopo un incredibile ritiro dal commercio da parte di Bompiani.
      pare che questa sorta di acquisizione della Giunti stia un po' migliorando le cose (vedi la ripubblicazione de "la realtà in trasparenza" a gennaio 2018)...
      è considerato da pazzi sperare in una traduzione della History of Middle earth????
      Ho Il Silmarillion illustrato da Nasmith, è bellissimo. Adoro Nasmith. L'ho letto poche volte, è talmente bello che ho paura di rovinarlo. In compenso ho l'edizione tascabile in inglese, consumo quella
      Non sapevo fossero state ritirate dal commercio però!
      Ci sto facendo un pensierino su Il Signore degli Anelli, se non altro per le illustrazioni di Alan Lee. Ho un'edizione Bompiani, quella del 2003, un po' sgualcita e rovinata, frutto delle mie 15 e passa letture tra il 2004 e il 2009 e di averlo dato in prestito a mia cugina, che me lo ha praticamente distrutto (mi chiedo cosa ci abbia fatto con il libro, mah). Quindi potrei farmi un regalo per Natale. Lo userei poco però, perché leggo ISDA in inglese da anni.

      Riguardo alla History, secondo me è una faccenda chiusa, non se ne farà mai niente. Anche perché è un'opera che non va letta, ma studiata. Non sono volumi da leggere in spiaggia.

      Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
      Scusate l'ignoranza, ma la HOME descrive per filo e per segno ciò che avviene nella TdM dalla creazione in avanti?
      No, per quello hai Il Silmarillion. La HoME è la raccolta più commento di C. Tolkien di tutti gli scritti di Tolkien padre sullo sviluppo e l'evoluzione dei concetti e delle storie inerenti la TdM. Vi troverai quindi versioni diverse di racconti pubblicati ne Il Silmarillion, e in quantità oserei dire. Per questo dicevo poco sopra che è un'opera destinata agli studiosi di Tolkien, e non tanto alla gente comune. I commenti di C. Tolkien sono ultra interessanti per carità, ma la HoME è un tentativo di mettere a disposizione nel modo più completo e comprensibile possibile tutto il materiale mai scritto da Tolkien. Quindi ci saranno casi in cui per un racconto ci sono tipo 3 versioni, e Christopher le riporterà per intero o solo nelle modifiche sostanziali, con un commento alle modifiche stesse, al periodo a cui risalgono, alle ragioni che possono aver spinto una determinata modifica e via dicendo. E parliamo di modifiche di tutti i tipi eh, specialmente di nomi. Se si ha un'ottima conoscenza degli scritti finali, leggere la HoME aiuta a capire il processo di evoluzione delle storie, perché conosci la versione finale e guardi come si è arrivata a quella versione.
      Io ho letto i primi due volumi in italiano, il quarto e un giorno poi terminerò il quinto volume, in attesa di attaccare con i volumi 6-8 che sono sulla storia della scrittura del Signore degli Anelli. Però, come dicevo, sono letture che richiedono molta attenzione e dedizione. Per carità, se si ha un amore smodato per Tolkien tutto è possibile, ma non si pensi siano letture per tutti. Se trovate Il Silmarillion una lettura pesante, non è neanche il caso di iniziare a leggere la HoME, perché in confronto Il Silmarillion diventa semplice quasi come Lo Hobbit.
      Ultima modifica di donnie86dc; 03 novembre 17, 16:28.
      «Alla caccia di Morgoth fino ai termini della Terra! Avremo guerra e odio senza fine. Ma quando avremo conquistato e riguadagnato i Silmaril, allora noi, e soltanto noi, saremo i signori della Luce immacolata, padroni della  felicità e della bellezza di Arda. Nessun'altra razza ci soppianterà!»

      Commenta


      • Infatti ho letto che i racconti ritrovati son parte della HOME. Difatti io ho cominciato la lettura del RR ma caspiterina è na lettura abbastanza complessa. Non c'è quasi nulla della storia di Arda ma è più una spiegazione del perchè son state fatte certe scelte e sì, è assolutamente una lettura da studiosi di Tolkien, più che di narrativa. Silmarillion molto più facile, e questo la dice lunga.

        Commenta


        • Ted Nasmith è secondo me il migliore illustratore di Tolkien, senza sè e senza ma (ripeto, secondo me).
          adoro letteralmente il suo modo di rappresentare più i paesaggi che le situazioni con i personaggi.
          la sua versione di granburrone è una gioia per gli occhi, come anche le varie rappresentazioni della Contea.

          riguardo la HoME... che tristezza leggere "faccenda chiusa" donnie86dc è vero che è una cosa solo per appassionati, ma caspita in Italia ce ne sono, e non pochi!!
          a settembre ero in viaggio di nozze in Spagna... e mi sono visto tutti i volumetti della History in spagnolo.. che invidia e che rabbia!!

          Commenta


          • Originariamente inviato da martin84jazz Visualizza il messaggio
            Ted Nasmith è secondo me il migliore illustratore di Tolkien, senza sè e senza ma (ripeto, secondo me).
            adoro letteralmente il suo modo di rappresentare più i paesaggi che le situazioni con i personaggi.
            la sua versione di granburrone è una gioia per gli occhi, come anche le varie rappresentazioni della Contea.

            riguardo la HoME... che tristezza leggere "faccenda chiusa" donnie86dc è vero che è una cosa solo per appassionati, ma caspita in Italia ce ne sono, e non pochi!!
            a settembre ero in viaggio di nozze in Spagna... e mi sono visto tutti i volumetti della History in spagnolo.. che invidia e che rabbia!!
            Si beh, potrei tranquillamente sbagliarmi di grosso, magari ci stanno lavorando e in tempi non sospetti si presentano con la notizia del secolo eh.
            Sul numero di appassionati, non posso fornire certamente un numero, però non parliamo degli appassionati dei film (tantissimi), né dei lettori del libro (tanti), ma di quelli che vogliono dedicare a Tolkien non una mera lettura passatempo ma uno studio vero e proprio. E qui i numeri secondo me sono molto bassi. Lo vedo in un certo senso in base alle interazioni delle pagine di Facebook dedicate a Il signore degli Anelli e Tolkien: se il contenuto della pagina è "leggero", le interazioni sono tantissime; quando invece il contenuto è di livello diverso e si affrontano tematiche inerenti i contenuti degli scritti di Tolkien - diciamo quando si passa a valutarne gli aspetti letterari - ecco che le interazioni calano e i contributi (intendo i commenti) scendono di qualità: in pochi aggiungono riflessioni interessanti, mentre il resto ripete robe dal banale allo scontato. Non faccio nomi di pagine per evitare problemi ovviamente, ma quando una pagina cerca di trattare la materia in modo diverso si trova a dover fare i conti con molta più indifferenza rispetto al meme divertente che invece ha likes e condivisioni in quantità. Ora, magari Facebook non è lo specchio reale di un paese o dei gusti dei lettori, però una delle due pagine propone contenuti che vengono raramente condivisi e questo secondo me indica, tra le altre cose, il fatto che alla gente comune può andar bene il racconto, ma non lo studio di Tolkien.

            Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
            Infatti ho letto che i racconti ritrovati son parte della HOME. Difatti io ho cominciato la lettura del RR ma caspiterina è na lettura abbastanza complessa. Non c'è quasi nulla della storia di Arda ma è più una spiegazione del perchè son state fatte certe scelte e sì, è assolutamente una lettura da studiosi di Tolkien, più che di narrativa. Silmarillion molto più facile, e questo la dice lunga.
            A che punto sei? I Racconti Ritrovati contengono un sacco (di iuta) di storie sulla Terra di Mezzo, dall'inizio alla fine! Ci sono tante interessantissime varianti dell'Ainulindalë, poi c'è il Valaquenta, l'incatenamento di Melko, l'esilio dei Noldor. Praticamente c'è un terzo de Il Silmarillion tra quelle pagine, con alcuni racconti veramente molto molto belli e più lunghi e dettagliati di quelli finiti nella versione finale.
            Ultima modifica di donnie86dc; 04 novembre 17, 01:29.
            «Alla caccia di Morgoth fino ai termini della Terra! Avremo guerra e odio senza fine. Ma quando avremo conquistato e riguadagnato i Silmaril, allora noi, e soltanto noi, saremo i signori della Luce immacolata, padroni della  felicità e della bellezza di Arda. Nessun'altra razza ci soppianterà!»

            Commenta


            • Ah son alle prime pagine, appena ho un po di tempo in cui voglio accendere per bene il cervello lo riprendo. XD
              come detto la lettura è molto difficile, non è come il Silmarillion che per quanto difficile è una opera narrativa, siano propproprio ai livelli di studio di Tolkien e del come eè arrivato a scrivere cio che ha scritto.

              Commenta


              • Ciao ragazzi,
                volevo chiedervi: è vero che il Signore degli Anelli in realtà parla della Seconda Guerra Mondiale?

                Commenta


                • Mi è arrivato un libro: La Compagnia della Croce. In pratica analizza ISDA sotto un punto di vista cristiano. Qualcuno lo ha già letto?

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Carismatica Visualizza il messaggio
                    Ciao ragazzi,
                    volevo chiedervi: è vero che il Signore degli Anelli in realtà parla della Seconda Guerra Mondiale?
                    Le tematiche trattate sono tante. Tolkien conobbe gli orrori della prima guerra mondiale mentre suo figlio partecipò alla seconda quindi sicuramente l'esperienza in qualche modo confluì nell'opera ma non direi proprio che parli della seconda guerra mondiale se non per sommi capi e su qualche specifica idea.

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Carismatica Visualizza il messaggio
                      Ciao ragazzi,
                      volevo chiedervi: è vero che il Signore degli Anelli in realtà parla della Seconda Guerra Mondiale?
                      Considerando che Tolkien non amava per niente l'allegoria, direi che no, la Seconda Guerra Mondiale non c'entra niente.
                      «Alla caccia di Morgoth fino ai termini della Terra! Avremo guerra e odio senza fine. Ma quando avremo conquistato e riguadagnato i Silmaril, allora noi, e soltanto noi, saremo i signori della Luce immacolata, padroni della  felicità e della bellezza di Arda. Nessun'altra razza ci soppianterà!»

                      Commenta



                      • Notizia che va presa con le pinze, perché uscita ieri... ma io la riporto lo stesso

                        FONTE: Tolkien Italia

                        BREAKING NEWS: LA CADUTA DI GONDOLIN
                        In arrivo un libro ad agosto?


                        Negli ultimi tre giorni alcuni dei più attenti tra gli appassionati di Tolkien hanno notato movimenti alquanto sospetti nei maggiori stores online. Un nuovo prodotto librario di prossima uscita è comparso senza avere, in principio, un titolo stabilito. Poi, nella giornata di ieri, dal paragone tra i codici si è scoperto che in alcune sedi era stato inventariato con il titolo più sorprendente! Si tratta di “The Fall of Gondolin” (“La Caduta di Gondolin”), il titolo con cui è maggiormente noto il terzo dei Grandi Racconti dei Tempi Remoti. Un libro il cui autore è dichiarato essere J.R.R. Tolkien, il curatore Christopher Tolkien.
                        Siamo quindi di fronte all’esaudimento di quella grande speranza di Christopher e di tutti gli affezionati all’epica tolkieniana, quella di poter disporre, così come nelle intenzioni dell’inventore della Terra-di-mezzo, di libri interamente incentrati su tutte e 3 le Grandi Storie al cuore del Silmarillion? È forse ancora presto per dirlo, anche se i primi dettagli emersi sembrano collimare con l’eventualità.

                        Molti sono rimasti sorpresi, avendo preso la dichiarazione di Christopher Tolkien nella Prefazione a “Beren e Lúthien” come un congedo dall’opera curatoriale dei manoscritti paterni. Un’interpretazione che avevamo contestato con forza già nella scorsa primavera, quando avevamo per primi diffuse le anticipazioni del testo e come abbiamo ricordato questo autunno, spiegando in cosa consistevano i cambiamenti nella direzione della Tolkien Estate: in primis, più possibilità per Christopher di dedicarsi interamente al lavoro sui suddetti manoscritti. Nonostante questa consapevolezza, anche noi non possiamo nascondere la sorpresa di fronte alla prospettiva disegnata da queste informazioni, sospesa in attesa di una conferma ufficiale.

                        Hardback
                        - AMZ IT: https://amzn.to/2pXLdZM
                        - AMZ UK: https://amzn.to/2GN34wO

                        Deluxe Splipcase
                        - AMZ IT: https://amzn.to/2JbPPnJ
                        - AMZ UK: https://amzn.to/2GInCqm

                        Fonti: è BookDepository il primo ad aver indicato il titolo, fissando come data d’uscita il 1° agosto. Amazon invece, riportando alcune informazioni d’interesse come la lunghezza e i formati, dà come data di riferimento il 23 agosto.
                        Se fosse vero la mia profezia delle tre storie tratte dal Silmarillion in libri singoli, si avvererà...
                        "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                        And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                        That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                        # I am one with the Force and the Force is with me #

                        -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                        Commenta


                        • Anche io ho preso questa notizia molto con le pinze proprio per il giorno in cui è uscita (1o aprile), ma a quanto pare potrebbe essere vera... e io sto già per venire xD

                          Commenta


                          • Sempre cauti ma se davvero fosse cosi hanno già i miei soldi. Spettacolo.

                            Commenta


                            • All'ultima fiera di Torino avevano detto che nei piani originari di Chris Tolkien c'era di fare uscire la trilogia composta da, i figli di Hurin,Beren e Luthien e la caduta di Gondolin,ma che quasi sicuramente non sarebbe riuscito ad andare fino in fondo per via dell'età (orami ha più di 90 anni!).
                              Se la notizia fosse vera la mia stima per Tolkien Jr, non potrebbe aumentare oltre...

                              Commenta


                              • CHissà dopo quanto arriverebbe la versione in italiano.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X