annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Leggendo Tolkien

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Mr. Babeido Visualizza il messaggio
    Ma se Tolkien usa un termine particolare come eleventy-first, con il wiktionary che dice "eleven +‎ -ty, from Old English hundendleftig (also spelled hund-endleofantig, hund-endlyftig, and hund-ælleftig). Popularized in the 20th century by J. R. R. Tolkien's The Lord of the Rings trilogy." Che si fa? Si lascia uguale o si cerca d rendere la stranezza del numerale?
    Se una cosa non esiste in italiano non esiste e basta, ci possono essere dei testi che magari pure in originale sono intesi come "strambi" (pensiamo allo slang futuristico in tanti romanzi di fantascienza) ma l'intenzione di Tolkien era di fare un po' come quelli che scrivono in maniera abbastanza terra terra ma poi scrivono "et cetera" invece di "eccetera" come si era soliti talvolta fare nei romanzi ottocenteschi e settecenteschi, si sarebbe potuto per esempio usare "genetliaco" invece di compleanno per rendere la cosa invece di usare un evidente anglicismo per lasciare il tocco eccentrico/arcaico nel numero come nell'originale.
    Poi vabbé, è proprio il registro che mi sa di troppo impostato rispetto a quello originale, a tratti par una versione di latino.

    Daltronde è inevitabile perdere qualcosa traducendo, i prof di letteratura all'Uni mi hanno sempre detto che per dedicarsi seriamente a studiare una letteratura straniera bisogna imparare la rispettiva lingua proprio per questo.
    Ultima modifica di Det. Bullock; 20 novembre 19, 05:33.
    "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
    "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

    Commenta


    • Originariamente inviato da Det. Bullock Visualizza il messaggio

      Se una cosa non esiste in italiano non esiste e basta, ci possono essere dei testi che magari pure in originale sono intesi come "strambi" (pensiamo allo slang futuristico in tanti romanzi di fantascienza) ma l'intenzione di Tolkien era di fare un po' come quelli che scrivono in maniera abbastanza terra terra ma poi scrivono "et cetera" invece di "eccetera" come si era soliti talvolta fare nei romanzi ottocenteschi e settecenteschi, si sarebbe potuto per esempio usare "genetliaco" invece di compleanno per rendere la cosa invece di usare un evidente anglicismo per lasciare il tocco eccentrico/arcaico nel numero come nell'originale.
      Poi vabbé, è proprio il registro che mi sa di troppo impostato rispetto a quello originale, a tratti par una versione di latino.

      Daltronde è inevitabile perdere qualcosa traducendo, i prof di letteratura all'Uni mi hanno sempre detto che per dedicarsi seriamente a studiare una letteratura straniera bisogna imparare la rispettiva lingua proprio per questo.
      Mah, genetliaco per me non è così eccentrico (per dire, in uno dei libri più letti degli ultimi anni come la saga di ASOIAF di Martin, spesso Altieri lo metteva nel testo, in riferimento ai sovrani, va detto) quanto trovare undicentesimo o come l'ha tradotto. Che fastidio può dare quest'anglicismo? non lo capisco proprio.
      Non sei il primo che vedo scrivere che gli sembra di leggere una "versione" tradotta. Boh, secondo me è perché siamo molto abituati alla precedente traduzione che aveva uno stile del periodare abbastanza diverso e tutte queste frasi più brevi ci spiazzano un po'.
      Ma che intendi comunque per registro "troppo impostato"?
      Poi certo perdere qualcosa nella traduzione ci sta (ad esempio i vari "ere" di Gildor che parla si son persi o pensiamo alle rime delle molte poesie presenti nel testo).

      Commenta


      • Originariamente inviato da Mr. Babeido Visualizza il messaggio


        Come detto sopra, Mount Doom è rimasto Monte Fato (basta vedere come dicevo poco fa, Cracks of Doom è tradotto Crepe del Fato). Su Ranger e Forestali sono d'accordissimo, una delle scelte più infelici della nuova traduzione.
        Una precisazione: benché faccia parte dell'AIST che sta coadiuvando molte uscite editoriali Tolkieniane (Bompiani e non) Wu Ming 4 non ci ha messo le mani; l'AIST ha scelto un consulente (di cui ora non ricordo il nome) che ha incontrato Fatica e gli editor Bompiani per parlare di alcune questioni di traduzione. Sul lavoro dell'Alliata in stretta collaborazione con Tolkien non ci sono prove, né, come si dice, che quest'ultimo l'approvò direttamente come traduzione. Anche perché poi si apre il paradosso: se riteniamo che l'Alliata abbia tradotto bene e sia stata sostenuta da Tolkien, com'è che la traduzione che abbiamo conosciuto finora è stata molto rimaneggiata poco dopo da Quirino Principe, quando i diritti dell'opera passarono dalla Astrolabio alla Rusconi? Significa che Tolkien avrebbe approvato un lavoro di lì a poco modificato (qualche esempio dell'Allliata: Frodo Sacconi, Samio Gamigi, Felice Brandibecco, gli Elfi come Gnomi, ecc.).

        Io consiglio di leggere questa traduzione (anche aspettare che arrivi nelle biblioteche) e farsi una propria idea, con calma. Io sto leggendo piano (sono solo al quarto capitolo) e noto molti miglioramenti, per quanto ci siano dei difettucci (non esiste d'altronde la traduzione perfetta) che ho segnato, compresa qualche svista editoriale Bompiani (manca una frase nel secondo capitolo).
        Non ho nessuna intenzione di "difendere" Alliata, facevo solo un po' il quadro in base a quello che sapevo, ottime le tue precisazioni, hai evidentemente seguito con maggiore attenzione.

        Se non ricordo male la Alliata disse che aveva tradotto Baggins in Sacconi proprio a seguito di dialogo con Tolkien che aveva dato agli Hobbit una dimensione da campagna inglese e che questo doveva mantenersi per cui la traslazione in Italia li avrebbe portati a somigliare a personaggi da provincia italiana, probabilmente settentrionale.

        Infatti ha sempre avuto parole non tenerissime per Principe che riportò i nomi all'inglese per dare un'aria più esotica e quindi mantenere maggiore epicità.

        Qui il particolare: http://www.middangeard.org/alliata.htm

        Commenta


        • Originariamente inviato da Mr. Babeido Visualizza il messaggio
          Mah, genetliaco per me non è così eccentrico (per dire, in uno dei libri più letti degli ultimi anni come la saga di ASOIAF di Martin, spesso Altieri lo metteva nel testo, in riferimento ai sovrani, va detto) quanto trovare undicentesimo o come l'ha tradotto. Che fastidio può dare quest'anglicismo? non lo capisco proprio.
          Non sei il primo che vedo scrivere che gli sembra di leggere una "versione" tradotta. Boh, secondo me è perché siamo molto abituati alla precedente traduzione che aveva uno stile del periodare abbastanza diverso e tutte queste frasi più brevi ci spiazzano un po'.
          Ma che intendi comunque per registro "troppo impostato"?
          Poi certo perdere qualcosa nella traduzione ci sta (ad esempio i vari "ere" di Gildor che parla si son persi o pensiamo alle rime delle molte poesie presenti nel testo).
          Mi citi quella capra di Altieri!?
          Tra l'altro Martin a parte certe affettazioni arcaicizzanti come "teat" non usa chissà quale lessico strano che io ricordi e mi chiedo da dove gli fosse spuntato fuori il "genetliaco" ad Altieri, forse dallo stesso posto da cui gli era spuntato l'unicorno.

          L'impressione della versione di latina nasce dal tipo di sintassi usata, usa giri di frase complicati (che nelle versioni di Latino sono il calco della sintassi latina) quando Tolkien, almeno nel primo capitolo da cui ho letto le parti della nuova traduzione, era abbastanza terra-terra e a tratti quasi Guareschiano.

          PS: genetliaco non è certo un termine di uso comune, gli anglicismi (intesi come calchi di forme grammaticali e lessicali inglesi in presenza di equivalenti italiani) sono di loro natura poco adatti a qualcosa che vorrebbe collegarsi al passato visto che sono roba relativamente recenti e perlopiù dovute a traduzioni affrettate come molti doppiaggi televisivi.
          Ultima modifica di Det. Bullock; 21 novembre 19, 00:21.
          "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
          "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

          Commenta


          • Appena acquistata questa nuova edizione...


            Qualcosa tipo Spielberg ,ma con le macchine al posto dei dinosauri

            Commenta


            • Originariamente inviato da badge Visualizza il messaggio
              Appena acquistata questa nuova edizione...
              Buona lettura! Io sono una lumaca e sono ancora fermo a Gran Burrone/Valforra. Continuo a pensare che sia una traduzione molto buona e più rispettosa del testo originale di Tolkien, anche se con qualche difetto di natura lessicale come strani usi di regionalismi, qualche tecnicismo di troppo - ad esempio "stabulare" per "mettere nella stalla"! - e qualche parola letteraria un po' aggiunta senza bisogno, ma quest'ultimo aspetto era già nella precedente che conosciamo tutti. Una cosa positivaè il fatto che vengono emendati alcuni errori di traduzione che a una giovane liceale si possono perdonare ma trovarli ancora no. Sul lato dei versi mi sono capitate di fila 2 poesie (quella di Beren e Luthien e quella dei Troll di Sam) che sono molto buone a mio avviso, in certe strofe pure superiori a quelle di Alliata.

              Commenta


              • Non sapevo dove scriverlo, ho appena letto la notizia che christopher Tolkien é venuto a mancare nella notte del 16 gennaio

                Commenta


                • Westu hal. Ferðu, Christopher, Ferðu


                  Honour to the 26s

                  Commenta


                  • Mi spiace un sacco.
                    Condoglianze alla famiglia. Grazie infinite le le opere che ci hai regalato.

                    Commenta


                    • Namárië Christopher.
                      Grazie di cuore per tutto quello che ci hai donato.
                      I will not say "Do not weep", for not all tears are an evil.

                      Commenta


                      • Grazie per averci tramandato il mondo fantastico di tuo Padre e aver continuato a far sognare milioni di persone. Namárië Christopher.
                        # I am one with the Force and the Force is with me #

                        -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                        Commenta


                        • Che riposi in pace e possa riabbracciare suo padre, che ha onorato con tutto il lavoro filologico e editoriale svolto in questi decenni. Siamo fortunati ci abbia potuto dare quel capolavoro che è il Silmarillion.

                          Commenta


                          • 95 anni e ha speso tanto tempo della sua vita a dare un organizzazione razionale ai tantissimi materiali dell'universo fantasy creato da suo padre, tra l'altro molta roba ancora non è pubblicata se non erro.

                            Comunque chiedo a voi fan accaniti di Tolkien due cose :

                            - Ordine di lettura dei suoi libri sulla Terra di Mezzo.
                            - Se c'è altra roba non pubblicata in italiano sulla terra di mezzo oc che manca al mio elenco dei libri che farò sotto e che possiedo:

                            - Signore degli Anelli (edizione presa praticamente poco dopo l'uscita del primo film della Compagnia dell'Anello, quindi credo sia una vecchia traduzione di non so quanto tempo orsono)
                            - Hobbit - Annotato
                            - Silmarillon
                            - Racconti Incompiuti
                            - Racconti Ritrovati
                            - Racconti Perduti
                            - La Caduta di Gondolin
                            - Beren e Luthien
                            - Le Avventure di Tom Bombadill
                            - Albero e Foglia
                            - Realtà dietro le Lettere e Trasparenza
                            - Atlante Terra di Mezzo
                            - I Figli di Hurin
                            - La Storia di Kullervo
                            - Il Medioevo Fantastico

                            Avrei voglia in effetti di fare una rilettura del Signore degli Anelli e Hobbit e di leggere poi tutto il resto, quindi grazie a chi mi dirà come fare.
                            Ultima modifica di Sensei; 01 febbraio 20, 12:32.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                              - Ordine di lettura dei suoi libri sulla Terra di Mezzo.
                              - Se c'è altra roba non pubblicata in italiano sulla terra di mezzo oc che manca al mio elenco dei libri
                              Silmarillion
                              Lo Hobbit
                              Il signore degli Anelli

                              Racconti ritrovati, Racconti perduti, Racconti incompiuti, I figli di Hurin, Beren e Luthien, La caduta di Gondolin sono approfondimenti di fatti narrati nel Silmarillion - quindi io li leggerei dopo quello

                              di non tradotto in italiano c'è The History of Middle Earth (13 volumi se non sbaglio) di cui Racconti perduti e Racconti ritrovati sono la traduzione dei primi due, gli altri restano inediti in italia
                              Ultima modifica di Uncle Scrooge; 01 febbraio 20, 18:33.


                              Honour to the 26s

                              Commenta


                              • Grazie per la cronologia, History of Middle Earth perchè non sono pubblicati in Italiano? Ci sono sperane prima o poi per una pubblicazione?

                                Ok, allora mi rifarò alla tua cronologia.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X