annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Leggendo Tolkien

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Naihir
    ha risposto
    saggi, appunti e un modo per capire Tolkien e la sua cosmogonia, oltre i racconti ufficiali.

    diciamo che principalmente è una collana che il figlio fece uscire per scusarsi della "leggerezza" con la quale fece uscire il Silmarillion spacciandolo per completo. E' per certi versi un ampliamento di quel libro, correggendo e/o arricchendo cose che purtroppo non sono finite in quel libro (perché tolkien figlio, li ha trovati dopo molti di questi appunti). Alcuni studiosi sono combattuti se considerare "canonici" alcune cose della HoME o rimanere fedeli a quel che è stato introdotto nel Silmarillion.

    poi ovviamente in questi libri c'è materiale anche su ISDA (c'è pure un brevissimo pezzo che fa da seguito a ISDA.. ma subito cestinato da Tolkien).

    Ad ogni modo se non si è letto prima i libri completi/ultimati, ha poco senso avvicinarsi a quelli.

    Lascia un commento:


  • Sensei
    ha risposto
    Giusto, mi riferivo ai motivi.

    Comunque da quel che ho capito HOME, è una serie di saggi e appunti che sono serviti da base di creazione dell'universo fantasy di Tolkien, quindi roba più da studiosi accademici che da lettori.

    Lascia un commento:


  • Giorgio F
    ha risposto
    Penso che Sensei si riferisse al motivo per cui non hanno tradotto la HOME in italiano

    Lascia un commento:


  • Naihir
    ha risposto
    Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
    Ma in italiano non lo hanno pubblicato per magagne di traduzione o per l'edizione che Bompiani voleva proporre? Non ho capito bene, che gliene frega dell'edizione a quelli?
    Da quel che ho capito la Bompiani sta facendo sparire le copie di ISDA con le vecchie traduzioni. I motivi credo siano fondamentalmente due: 1) per via delle beghe con la Alliata per questioni dei diritti e cose affine 2) sfruttare la bega del primo punto, per fare in modo che nel tempo rimanga soltanto una traduzione ufficiale di ISDA, ovvero quella recente di Fatica.

    In sostanza la prossima generazione che si avvicinerà a ISDA e Tolkien, lo farà con la traduzione di Fatica e non si farà problemi a leggere "Samplicio", "Forestali", "Passolungo", "Valforra" eccecc

    Lascia un commento:


  • martin84jazz
    ha risposto
    Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
    infatti mi riferivo più che altro ai luoghi e la geografia. anche a termini come "ovesturia" o simili.

    di personaggi, non si sa.. magari la missione di quella serie sarà proprio arrivare ai tempi di ISDA.. quindi è importante stabilire subito che linea guida seguire con la traduzione.

    altrimenti si fa l'efetto "fener/vader" con SW.

    gli elfi come vengono chiamati, avevo letto un ritorno a "gnomi" possibile o bufala? e le varie distinzioni tra goblin, orchi, orchetti, uruk, troll eccecc come è diventata con la nuova traduzione?
    Per i luoghi non ne ho davvero idea, e sicuramente si aprirà un dibattito in qualunque caso, sia che usino la traduzione classica che quella nuova. Staremo a vedere.

    Per quanto riguarda il ritorno a "gnomi" intendi nella nuova traduzione di Fatica o nella serie tv? In quella di Fatica sono rimasti elfi, per la serie tv non penso si azzarderanno mai a chiamarli gnomi . Per il resto, Orchi è rimasto uguale, uruk ancora le due torri deve uscire, goblin sinceramente non ricordo.

    Lascia un commento:


  • Sensei
    ha risposto
    Ma in italiano non lo hanno pubblicato per magagne di traduzione o per l'edizione che Bompiani voleva proporre? Non ho capito bene, che gliene frega dell'edizione a quelli?

    Lascia un commento:


  • Naihir
    ha risposto
    infatti mi riferivo più che altro ai luoghi e la geografia. anche a termini come "ovesturia" o simili.

    di personaggi, non si sa.. magari la missione di quella serie sarà proprio arrivare ai tempi di ISDA.. quindi è importante stabilire subito che linea guida seguire con la traduzione.

    altrimenti si fa l'efetto "fener/vader" con SW.

    gli elfi come vengono chiamati, avevo letto un ritorno a "gnomi" possibile o bufala? e le varie distinzioni tra goblin, orchi, orchetti, uruk, troll eccecc come è diventata con la nuova traduzione?

    Lascia un commento:


  • martin84jazz
    ha risposto
    Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
    Adesso mi viene un dubbio.. ma per la serie tv utilizzeranno come appoggio di termini, luoghi e nomi la nuova traduzione o continueranno con la vecchia? mmm
    Me lo sono chiesto anch'io, ma alla fine che nomi in comune ci sono tra la seconda era e ISDA?
    La geografia della Terra di Mezzo e basta penso (Terra Selvagge vs Selvalanda ad esempio). Non mi risulta ci saranno personaggi in comune (magari mi sbaglio), eccetto magari Galadriel Elrond e compagnia bella che comunque non hanno avuto altre traduzioni.

    Lascia un commento:


  • Andrea90
    ha risposto
    Fottesega tanto la guarderò in inglese.

    Lascia un commento:


  • Naihir
    ha risposto
    Adesso mi viene un dubbio.. ma per la serie tv utilizzeranno come appoggio di termini, luoghi e nomi la nuova traduzione o continueranno con la vecchia? mmm

    Lascia un commento:


  • martin84jazz
    ha risposto
    Tralasciamo le pietose critiche alla pregevolissima opera di Fatica. L'utente medio si sofferma sul "Samplicio" o sui "Forestali" di turno tralasciando tutto lo sforzo filologico che sta dietro alla sua traduzione. Se l'italiano vuole leggere una traduzione più simile possibile alla scrittura di Tolkien deve leggersi quella di Fatica. Quella della Alliata ha un grosso valore affettivo (e sempre ce l'avrà! ha il merito di aver fatto innamorare milioni di italiani di quel testo) ma abbonda di errori e inesattezze. Questa nuova traduzione rispecchia molto di più il testo di partenza.
    Ovviamente la superficialità dell'uomo medio si ferma sugli aspetti più irrisori, tipo i nomi. BAH!

    La mia speranza è che la serie TV del SDA riporti in auge il nome di Tolkien anche in Italia e che quindi la Bompiani agisca di conseguenza dandosi una volta per tutte una regolata.
    È inconcepibile che non abbiamo la History if Middle Earth in traduzione. Come inconcepibili sono molte altre cose...

    Lascia un commento:


  • Naihir
    ha risposto
    Se guardiamo quello che stanno facendo in Brasile con Tolkien, si capisce la differenza di approccio tra loro e la Bompiani.

    Bastava far notare l'intento di curare così come in Brasile, tutto il ciclo tolkeniano e sono sicuro che la Hisroty sarebbe anche potuta arrivare in Italia. Ma se passa l'idea di una roba raffazzonata... con una nuova traduzione che divide le varie società tolkeniane (più per interessi personali che per vere e proprie ragioni letterarie o di conformità al testo originale) e spezzetta ulteriormente ISDA, la History ce la possiamo anche scordare. Così come tutte le varie edizioni già edite in Italia che ad ogni ristampa, migliorano in qualcosa, ma perdono in altro! Assurdo.

    Lascia un commento:


  • martin84jazz
    ha risposto
    Secondo me il problema della History non è il veto di Christopher che credo non avrebbe avuto problemi ad autorizzare la pubblicazione qualora ci fosse stata una traduzione buona. Il problema è la Bompiani che sempre più sta mandando in vacca il suo interesse per Tolkien. Basta guardare le orribili copertine nere di tutta la collana per farsi un'idea. Non parliamo poi delle rilegature delle versioni più costose (tipo la Compagnia dell'Anello di Fatica) e del fatto che su quest'ultima mancano le mappe!! Non solo di quella della Contea (mai apparsa su una pubblicazione italiana eccetto forse la primissima dell'Astrolabio) ma addirittura quella della Terra di Mezzo. Un'insulto al Professore.
    Bompiani scandalosa!!

    Lascia un commento:


  • Sensei
    ha risposto
    Hobbit e Signore degli Anelli già li ho letti confermo.

    Credo quindi che seguirò l'ordine di lettura proposto da Giorgio e Scrooge.

    The History of Middle-earth quindi tranne I primi due libri che possiedo, sono inediti per il resto in lingua nostrana, ok... allora possiamo sperare che le cose si sblocchino con la dipartita di Christopher Tolkien, visto che magari gli eredi nuovi potrebbero essere molto meno interessati di lui ad una certo rigore nella traduzione.
    Ultima modifica di Sensei; 02 febbraio 20, 13:20.

    Lascia un commento:


  • Gandalf
    ha risposto
    Credo che abbia già letto Hobbit e ISDA, ha scritto che voleva farne una rilettura, per cui immagino che ora cerchi un ordine cronologico di tutti gli eventi narrati nei libri usciti, e per me i consigli di Scrooge e Giorgio sono quindi corretti:
    - Silmarillon
    - Approfondimenti del Silmarillon (La caduta di Gondolin, Beren e Luthien, I figli di Hurin e volendo poi approfondire ancora: I racconti incompiuti, I racconti perduti e I racconti ritrovati)
    - Lo hobbit
    - ISDA

    Volendo concludere con un approfondimento su Tolkien uomo e sul suo mondo, letterario e non, si può chiudere il tutto con:
    - Lettere (La realtà in trasparenza)

    Lascia un commento:

In esecuzione...
X