annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il Signore degli Anelli - Serie TV

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Non è vero che qualunque serie di successo ha avuto molte stagioni, che state a dire.
    breaking bad ha 5 stagioni, twin peaks ne ha due o tre, black sails 4. Non conta il numero di season ma la qualità.

    Commenta


    • Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
      Si ma GOT han fatto otto stagioni perche ognuna si basa su un libro intero (fino alka 5). Se fan lo stesso con isda son 3 stagioni piu quella prequel, ossia 4. Che discorsi Naihir.
      si certo. è sicuramente per questo eh.

      non ha senso dire "per GoT va bene" e per ISDA no. Prima vedi il prodotto, poi giudichi. GoT ha tutte queste stagioni perché lo dovevano spolpare fin quando potevano, non è un caso che l'intenzione è anche quella di continuare con gli spin-off. Se fossero stati così rispettosi dei libri, non avrebbero cambiato tante cose e si sarebbero fermati molto prima.

      poi non è vero che ogni stagione è dedicata a un libro, ci sono cose mischiate di un libro e un altro in svariate stagioni. ma questa è un'altra storia vabè..

      Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
      Su Bombadil: ho capito che sembra un barbuto ubriacone ma pure i cavalli di Beorn preparano la tavola, occorre adattarlo al mondo che si vuole rappresentare secondo le atmosfere che si vogliino rappresentare. Ed un bombadil rappresentato come un personaggio serioso sarebbe una figata pazzesca.
      Sarebbe un altro personaggio. Bombadill è Bombadill proprio per la sua particolarità. Basterebbe anche non farlo vedere ma citarlo nel consiglio di Elrond, dove effettivamente veniva preso in considerazione per far sparire l'unico anello.

      Per il resto.. io non ho molto interesse nel sapere di Azog, nani e compagnia bella preferisco più la parte inerente al Signore degli Anelli, ovvero quella della creazione dell'unico e delle gesta dell'ultima alleanza.. così come i viaggi di Aragorn sotto falso nome. Situazioni decisamente più inerenti al contesto ISDA. Erebor e i nani, come detto li vedrei bene solo in funzione di un racconto parallelo della guerra dell'anello.

      "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
      And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
      That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


      # I am one with the Force and the Force is with me #

      -= If You Seek His Monument Look Around You =-

      Commenta


      • Ma Erebor e la storia di Moria, di Balin che parte e di Dain che scorge il flsgello di Durin son cose affascinantissime e si collegano direttamente con isda. Oltretutto in questo modo crei il background a Gimli e a Gloin. Che poi siano difficili da inserire quello è un altro discorso.

        Commenta


        • Ragazzi ci stà anche da dire che l'idea di fare che so una prima stagione di introduzione e poi parlare di ISDA è ottima ma credo si scontri con esigenze filmiche.
          Mi spiego meglio: Sarebbe opportuno introdurre personaggi che nel bene o nel male siano presenti in tutte le stagioni per evitare che un personaggio compaia in una stagione perchè funzionale alla storia e poi non se ne parli più.
          Un Azog citato solo negli eventi de Lo Hobbit ( e come tale utile solo ad esempio in una prima stagione) che poi non venga usato più non è funzionale alla storia, gli spettatori sarebbero confusi e si perderebbe coesione nella storia.
          Diverso sarebbe invece se ci si portasse dietro personaggi che introduci all'inizio ma che poi svolgono comunque un ruolo nella economia di tutta la storia, ad esempio descrivere bene la battaglia nella valle durante il periodo della guerra dell'anello sarebbe un ottimo uso per riusare personaggi di cui sennò si sentirebbe parlare solo una volta.
          Lo dico perchè in ISDA, nelle appendici e in tutte le storie della Terra di Mezzo i personaggi sono tanti e bisogna davvero stare attenti a come si scrive la sceneggiatura per omogeneizzare il tutto senza che lo spettatore vada nel pallone, al di là di quello che piace a noi fan.
          Mi ricordo che già ne La Compagnia dell'Anello si eliminò Glorfindel e si sostituì con Arwen perchè Glorfindel compariva solo in quel caso e introdurre il personaggio solo in quell' occasione e poi dimeticarsene avrebbe confuso lo spettatore.
          Quindi torniamo sempre al discorso del " sarebbe bello se" e di quello che si può fare filmicamente...

          Commenta


          • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio

            Lost ci ha campato per 6 stagioni con i flashback... ma lasciando la totalità di quanto l'abbiano utilizzato, basta citare la prima stagione per far capire come invece lo strumento dei FB alternati con il presente, possono funzionare ed incuriosire alla grande lo spettatore.
            Ah bon, allora se la cosa è fattibile, mi ritiro dal discorso. Non guardo serie tv, Lost ovviamente non l'ho vista. Però alla fine un po' la penso come te quando dici...

            Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
            Ma ovviamente non è quello che mi aspetterei da una serie tv sulla Terra di Mezzo, c'è la possibilità che la storia si racconti da sola.. a meno che non ve ne sia richiesto per ricordare qualche battaglia o evento (lo stesso Gandalf che a Gran Burrone racconta a Frodo della sua prigionia può essere un espediente da utilizzare) più datato.
            Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
            Per quanto riguarda il resto..

            Glorfindel: lo so che non partecipa a quella guerra, infatti ho detto "è utopia" ma per quanto mi riguarda dove possono inventare io li lascerei inventare e quella parte si possono sbizzarrire di più avendo solo alcuni accenni dalle appendici. In quel caso a me non disturberebbe vedere personaggi secondari ai protagonisti, aiutarli a non far espandere la guerra anche nei luoghi più a nord. Pertanto il mio desiderio utopico sarebbe proprio quello di vedere quella situazione e sfruttare un personaggio come Glorfindel che lo stesso Gandalf diceva che avesse un potere immenso, anche se non utile per una missione di segretezza come quella di intrufolarsi a Mordor. Però se è così potente, perché relegarlo al nulla? Tra l'altro il prof non accenna a niente sugli elfi e in particolare su di lui, quindi l'idea che potrebbe essere mandato da Elrond a dare supporto al nord a me piace e ci può stare, non cozza con quello che dice Tolkien né lo smentisce.
            Sarebbe un po' una forzatura in realtà ed è la ragione principale per cui l'intervento degli elfi di Lothlorien ne Le Due Torri un po' stona. La Terza Era è, per Tolkien, l'era di passaggio dagli elfi agli uomini, l'alba del tempo degli uomini se vogliamo metterla così. Secondo te perché gli elfi abbandonano la Terra di Mezzo? Non si impegnano attivamente dal punto di vista militare se non direttamente minacciati (Moria e Bosco Atro sono gli unici due casi in cui gli elfi intervengono per respingere le forze di Sauron). Quindi gli elfi di fatti stanno abbandonando la Terra di Mezzo e il loro coinvolgimento nella Guerra dell'Anello è minimo perché la Guerra dell'Anello è di fatti, tutta sulle spalle degli Uomini. Per cui vedere un coinvolgimento diretto di Glorfindel quando Elrond manda Elladhan e Elrohir al massimo a setacciare i passi dei monti fino alla Carrock per cercare tracce dei Nazgûl e basta mi sembra un po' in contrasto con il tema della partenza degli elfi verso l'Ovest.

            Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
            Ma Erebor e la storia di Moria, di Balin che parte e di Dain che scorge il flsgello di Durin son cose affascinantissime e si collegano direttamente con isda. Oltretutto in questo modo crei il background a Gimli e a Gloin. Che poi siano difficili da inserire quello è un altro discorso.
            Balin che parte per Moria, sinceramente, è la parte che salterei senza tanti fronzoli. Che sia affascinante è un altro discorso, ma non c'è bisogno di mostrare tutto tutto, altrimenti, ripeto, avreste bisogno di qualche centinaio di ore a furia di voler mettere tutto. Vogliamo parlare di dettagli? Allora che si rappresenti l'incontro di Gandalf e Thorin a Brea. Quello è l'evento cardine di tutta questa faccenda. Peccato sia stato già presentato nel prologo della Desolazione di Smaug. Quell'incontro fortuito è costato a Sauron la sua caduta. Ma Balin che va a Moria è un dettaglio e basta, così come la battaglia di Moria e addirittura Dain che intravede il Flagello di Durin. Cioè, sono dettagli che si fa benissimo a meno di rappresentare, non hanno la benché minima importanza nella storia di Frodo. Anche perché se vuoi rappresentare la battaglia di Moria devi accennare, almeno, alle altre battaglie dalla morte di Thrór in poi. Cioè, è Il Signore degli Anelli, non La Terza Era della Terra di Mezzo, non so se mi spiego.

            Originariamente inviato da IronLord Visualizza il messaggio
            Ragazzi ci stà anche da dire che l'idea di fare che so una prima stagione di introduzione e poi parlare di ISDA è ottima ma credo si scontri con esigenze filmiche.
            Mi spiego meglio: Sarebbe opportuno introdurre personaggi che nel bene o nel male siano presenti in tutte le stagioni per evitare che un personaggio compaia in una stagione perchè funzionale alla storia e poi non se ne parli più.
            Un Azog citato solo negli eventi de Lo Hobbit ( e come tale utile solo ad esempio in una prima stagione) che poi non venga usato più non è funzionale alla storia, gli spettatori sarebbero confusi e si perderebbe coesione nella storia.
            Diverso sarebbe invece se ci si portasse dietro personaggi che introduci all'inizio ma che poi svolgono comunque un ruolo nella economia di tutta la storia, ad esempio descrivere bene la battaglia nella valle durante il periodo della guerra dell'anello sarebbe un ottimo uso per riusare personaggi di cui sennò si sentirebbe parlare solo una volta.
            Lo dico perchè in ISDA, nelle appendici e in tutte le storie della Terra di Mezzo i personaggi sono tanti e bisogna davvero stare attenti a come si scrive la sceneggiatura per omogeneizzare il tutto senza che lo spettatore vada nel pallone, al di là di quello che piace a noi fan.
            Mi ricordo che già ne La Compagnia dell'Anello si eliminò Glorfindel e si sostituì con Arwen perchè Glorfindel compariva solo in quel caso e introdurre il personaggio solo in quell' occasione e poi dimeticarsene avrebbe confuso lo spettatore.
            Quindi torniamo sempre al discorso del " sarebbe bello se" e di quello che si può fare filmicamente...
            E' quello che sto cercando di dire anche io...
            Ultima modifica di donnie86dc; 25 November 17, 17:14.
            «Alla caccia di Morgoth fino ai termini della Terra! Avremo guerra e odio senza fine. Ma quando avremo conquistato e riguadagnato i Silmaril, allora noi, e soltanto noi, saremo i signori della Luce immacolata, padroni della  felicità e della bellezza di Arda. Nessun'altra razza ci soppianterà!»

            Commenta


            • In sostanza non volete né Bombadill né Glorfindel nella sua parte originale.. quindi in pratica volete rivedere le stesse cose fatte da Jackson. Lui però aveva dei tempi cinematografici da rispettare, quelli televisivi sono molto differenti, tanti personaggi possono essere scritturati come guest star.

              Rimango dell'idea che per non sprecare un personaggio interessante ed esistente nella concezione di Tolkien, è fondamentale inserire tutti quei personaggi anche se poi secondarissimi, che colorano e popolano la TdM. Il Consiglio di Elrond era un momento topico proprio perché rappresentato da tutte le razze della terza era e dai personaggi più potenti o importanti, fare a meno non so del padre di Gimli, di Galdor dei Porti, di Glorfindel eccecc per me è una mancanza bella e buona per una serie tv che ha la possibilità di raccontarsi meglio e in modo più approfondito di un film di 3 ore.

              Io non chiedo di vedere eserciti di elfi marciare e combattere (in quel caso come ho detto, avrei riutilizzato solo Glorfindel), ma di seguire le vicende reali della storia.. quindi mi aspetto che in questo caso personaggi come i figli di Elrond e Glorfindel compaiano, che vi sia anche una grigia compagnia eccecc. Altrimenti metto il blu-ray di Jackson ed è ok così
              "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
              And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
              That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


              # I am one with the Force and the Force is with me #

              -= If You Seek His Monument Look Around You =-

              Commenta


              • Originariamente inviato da IronLord Visualizza il messaggio
                Mi spiego meglio: Sarebbe opportuno introdurre personaggi che nel bene o nel male siano presenti in tutte le stagioni per evitare che un personaggio compaia in una stagione perchè funzionale alla storia e poi non se ne parli più.
                Sarebb così un mal mostrar un Glorfindel durante il consiglio di Elrond o creare una sorta di background su di lui cosicchè nel momento in cui salvi Frodo sappiamo chi è?
                Un Azog citato solo negli eventi de Lo Hobbit ( e come tale utile solo ad esempio in una prima stagione) che poi non venga usato più non è funzionale alla storia, gli spettatori sarebbero confusi e si perderebbe coesione nella storia.
                Può venissimo venir citato e basta, per essere poi mostrato in un successivo spin off sulla stirpe di Durin. Ma questa storia che i personaggi mandano in confusione gli spettatori è una cazzata per me: GOT è pieno di personaggi e pian piano rivedendolo li impari, non è un problema così grave. L'importante è che siano scritti bene, recitati bene e introdotti come si deve.

                'incontro di Gandalf e Thorin a Brea.
                Ricordiamoci che l'incontro fondamentale non è stato (solo) quello di Brea, in realtà in quell'incontro non hanno detto granchè. L'incontro fondamentale è stato quello delle Montagne Azzurre. E anche qui già puoi creare un ottimo background già a Balin, a THorin e via dicendo. Bisogna sfruttarle queste parti degli scritti, è in questo che devono puntare, l'ho sempre detto e lo dirò sempre.

                Ma Balin che va a Moria è un dettaglio e basta, così come la battaglia di Moria e addirittura Dain che intravede il Flagello di Durin
                Magari non mostrare, ma almeno un accenno. Quello ci vuol per forza. C'è un perchè se Dain non permette subito a Balin di partire per Moria.

                In sostanza non volete né Bombadill né Glorfindel nella sua parte originale.. quindi in pratica volete rivedere le stesse cose fatte da Jackson. Lui però aveva dei tempi cinematografici da rispettare, quelli televisivi sono molto differenti, tanti personaggi possono essere scritturati come guest star.
                Esatto, tanto vale tenersi i film.

                Se non mettono quei personaggi leggendari che compaiono e soprattutto che differenzierebbero la serie dai film di PJ allora son dei folli incredibili.

                Commenta


                • Purché non si rischi di creare confusione e un pastrocchio troppo complicato da risultare godibile. Se vogliono fare una serie tv su Il Signore degli Anelli ci si dovrebbe attenere principalmente a ll Signore degli Anelli. Se riuscissero nella stagione prologo o quella che sarà ad aggiungere dettagli in più e riescono a far funzionare tutto senza inventarsi robacce io ci sto. Però se si deve parlare de Il Signore degli Anelli e si inseriscono robe che sono avvenute prima e che con l'Anello del Potere non hanno niente a che fare, scusate tanto, ma si rischia di fare veramente un colabrodo confusionario senza capo ne coda. Come dicevo qualche post fa, mi impensierisce il rischio di diluire la storia tra tanti fronzoli che per quanto interessanti non aggiungano niente di funzionale alla storyline principale che è quella di Frodo e della Compagnia dell'Anello.

                  Più che altro sto pensando solo ora... avremo nuove musiche.
                  Questo si che è ultrainteressante.
                  «Alla caccia di Morgoth fino ai termini della Terra! Avremo guerra e odio senza fine. Ma quando avremo conquistato e riguadagnato i Silmaril, allora noi, e soltanto noi, saremo i signori della Luce immacolata, padroni della  felicità e della bellezza di Arda. Nessun'altra razza ci soppianterà!»

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da donnie86dc Visualizza il messaggio
                    Purché non si rischi di creare confusione e un pastrocchio troppo complicato da risultare godibile. Se vogliono fare una serie tv su Il Signore degli Anelli ci si dovrebbe attenere principalmente a ll Signore degli Anelli. Se riuscissero nella stagione prologo o quella che sarà ad aggiungere dettagli in più e riescono a far funzionare tutto senza inventarsi robacce io ci sto. .
                    Esatto, è quello che intendo. Quanto sarebbe bello vedere durante la stagione della CDA Dain che invia Gloin e Gimli da Elrond? O Denethor che invia Boromir? O ancora Thranduil che invia LEgolas? O nella stagione prequel vedere l'emissario di Sauron giungere alle porte di Erebor con tanto di belle promesse su Moria e sul ritorno dell'anello di Thror? Per me sarebbe da sturbo.

                    Commenta


                    • Ma parliamo di roba che è nel libro, per me non ci sarebbero problemi, purché non stravolgano profondamente il materiale di partenza.
                      Per ora però sono tutte ipotesi. Io per primo non so cosa aspettarmi perché mi viene difficile pensare a come potrebbero organizzare il tutto. Il mio quindi è un discorso di pancia.
                      Ancora non riesco a capire cosa vogliono raccontare nella stagione prequel...
                      Cioè, un'idea ce la possiamo fare pensando a cosa c'è ne Il Signore degli Anelli e ragionando al contrario, come avete fatto voi fino ad ora presuppongo. Quindi dalla creazione degli anelli del potere in poi. Però se non sappiamo quale sarà la durata degli episodi e il numero degli stessi è un po' difficile fare pronostici. Potrebbero fare tranquillamente qualcosa ambientata durante gli anni tra Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli, oppure qualcosa tra la partenza di Bilbo e quella di Frodo. Io andrei a pescare il lasso di tempo più ricco di eventi e personaggi per una cosa del genere, ma perché vorrei attenermi il più possibile a quello che Tolkien ha scritto. Gli sceneggiatori che ci lavoreranno non so quali istruzioni riceveranno però.
                      «Alla caccia di Morgoth fino ai termini della Terra! Avremo guerra e odio senza fine. Ma quando avremo conquistato e riguadagnato i Silmaril, allora noi, e soltanto noi, saremo i signori della Luce immacolata, padroni della  felicità e della bellezza di Arda. Nessun'altra razza ci soppianterà!»

                      Commenta


                      • Per me la cosa migliore, visto che molto probabilmente partiranno da una stagione prequel di ISDA, è introdurre la storia pian piano grazie ai personaggi, in maniera tale da non ritrovarci con un super prologo alla Jackson, ma con una scena iniziale alla GOT (che in quel caso prevedeva gli estranei): per me la prima scena potrebbe (per esempio) essere benissimo l'arrivo dell'emissario di Sauron alle porte di Erebor, con le parole che leggiamo nel libro. In questo modo vengono introdotti gli anelli nanici e lo stesso Sauron: Dain potrebbe benissimo spiegare ad un nano (un Gimli pr esempio) la storia degli anelli nanici. In questo modo la storia va avanti, prosegue e a mano a mano che prosegue ricostruiamo tutto ciò che è avvenuto durante la seconda era, durante i viaggi di Gandalf e via dicendo, magari con qualche corposo flashback sulle cose più importanti. QUi non siamo in una trilogia, qui siamo in una serie, la storia completa di Sauron potrebbe venir raccontata benissimo nel consiglio di Elrond, e non subito, per esempio. Per me un'altra cosa fondamentale (oltre ai personaggi presenti nel libro, al rating R e alla fedeltà agli scritti su certe cose di vitale importanza (nani in primis)) è cambiare atteggiamento rispetto PJ, con un altro tipo di narrazione.

                        Commenta


                        • In effetti si sta parlando molto per ipotesi, non sappiamo nemmeno come sarà la prima stagione e se eventualmente narrerà davvero delle situazioni pre-ISDA.

                          Rimanendo su territori più personali, mi piacerebbe vedere un modus operandi diverso da quello attuato nella trilogia di PJ, ma allo stesso tempo un richiamo allo stile tolkeniano (tipo la casetta del gioco perduto).. in soldoni ci vedrei bene come apertura il Consiglio di Elrond che per me è il simbolo della centralità della storia e l'inizio della vera avventura. Siccome è il momento in cui tutte le razze (benevole) che popolano la TdM, vengono chiamate a consiglio, sarebbe interessante che si procedesse a raccontare la storia tramite l'espediente dei flashback.

                          In questa maniera ogni razza potrebbe consegnarci uno sguardo approfondito di tutte le cose successe nei tempi remoti e all'inizio di questo viaggio. Ad esempio gli Hobbit e Aragorn potrebbero raccontare del loro viaggio per arrivare a Gran Burrone (quindi tutta la parte iniziale del libro), Gandalf della sua prigionia, gli Elfi di svariate cose inerenti alla creazione degli anelli o dell'ultima alleanza, i nani dei fatti accaduti ai possessori degli anelli e dei guai al nord eccecc.. in modo tale da consegnare allo spettatore puntate dinamiche con una loro storia, che alla fine si ricollega sempre al Consiglio, intervallando momenti in cui parlano radunati e altri con flashback inerenti alla storia centrica della puntata.

                          Poi alla fine della stagione (o mid season della prima, a seconda di quante saranno le puntate), congedare il consiglio e formare La Compagnia dell'Anello.. e da li cominciare una narrazione standard degli eventi che conosciamo, seguendo le gesta dei protagonisti.

                          Questa è la mia idea.. che renderebbe il tutto anche più televisivo di quanto fatto in precedenza
                          "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                          And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                          That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                          # I am one with the Force and the Force is with me #

                          -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                          Commenta


                          • Mah, io preferirei una cosa più classica come ho detto prima.
                            Però pr ora son proprio ipotesi perchè davvero non si sa ancora cosa effettivamente racconteranno.

                            La cosa che spero tantissimo è che si ritorni all'uso massiccio di trucco e parrucco, addirittura mi piacerebbe vedere Gollum in questo modo, un Gollum molto più horrorifico e spaventoso, un po' come lo abbiamo visto nel prologo de IRdR.

                            Spoiler! Mostra


                            Mi piacerebbe vedere i nani come una sorta di piccoli uomini barbuti (con barba lunga), non con orecchie troppo grandi o menti sporgenti o pieni di trucco come in PJ, ma che mi diano un'idea di serioso e meno di fiabesco, del tipo così:



                            Come cast che dire, io per esempio vedrei benissimo Hugh Jackman nei panni di Aragorn, tozzo e meno regale, come nel libro:



                            Ovviamente son nomi buttati lì, è solo per farvi capire che per me servono grandi nomi per fare una cosa all'altezza, soprattutto nei ruoli fondamentali. E soprattutto pr me serve una re-caratterizzazione estetica, che si discosti.

                            Oltre a questo spero pure in un uso massiccio di set fisici e non green screen.

                            Commenta


                            • Ma sulla questione dei personaggi e di come dovranno essere, io penso che hanno una facilità incredibile. Tolkien ha speso pagine e pagine per far capire le differenza tra Uomini, Elfi, Nani, Orchi, Hobbit eccecc.. basterà quindi seguire la sua concezione/visione per avere qualcosa di decente e allo stesso tempo coerente e anche differente dalla visione jacksoniana.

                              Poi ovviamente per rimanere in un budget sostenibile, secondo me saranno quasi costretti a fare uso di trucco e parrucco.. ma basta che il tutto non diventi qualcosa di "finto" o che dia la sensazione di vedere la fiera dei cosplay. Diciamo che ci sono state tante serie che sono state in grado di catturare perfettamente l'ambientazione che volevano prendere in considerazione (medievale, piratesca, western, spaziale eccecc) ma è anche vero che ce ne sono tante altre indecenti, che con il trucco e parrucco, hanno solo che peggiorato le cose facendo delle poverate. Io direi che un buon dosaggio di effetti pratici e digitali, li aiuterà a non cadere in questi errori.
                              "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                              And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                              That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                              # I am one with the Force and the Force is with me #

                              -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                              Commenta


                              • Sarò ripetitivo ma a mio avviso la strada da prendere dal punto di vista estetico è quella di Got: trucco e parrucco, fotografia sporca, cgi solo dove necessario. In pratica anche per i nani basta mettergli la barba lunga e abbassarli, come nella foto che ho postato, perche cosi sono, senza tutte quelle acconciature improponibili de lh e senza troppe protesi a mento e orecchie e via dicendo. Gimli a mio avviso è fatto molto meglio, anche perche non ha una quantità industriale di prostetico addosso. Ne lh pj ha esagerato in una maniera assurda.

                                sul toto attori, io vedrei benissimo un glorfindel cosi, per me ll'attore sarebbe ottimo.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X