annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il Signore degli Anelli - Serie TV

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
    La vedo molto difficile se non impossibile.

    Comunque per fine anno sarebbe una cosa buona e giusta almeno dicessero il titolo e la data.
    beh se veramente dovrebbe uscire in ottobre del 2021 i tempi per iniziare la promozione sono quelli

    ma secondo me per via della delicata situazione rinvieranno a fine 2021 se non 2022

    Commenta


    • Originariamente inviato da Cosmo Visualizza il messaggio
      Personalmente sono da sempre stra-favorevole a serie più brevi e quindi concise rispetto ai serial fiume del passato, un formato per me innaturale - se non per le telenovela e affini - che porta inevitabilmente ad annacquamento e lungaggini.

      Dieci puntate da un'ora ciascuna sono l'equivalente di una pentalogia cinematografica, e se uno non riesce a raccontare una storia in cinque film, sufficienti pure per mettere in scena la Bibbia...
      ma infatti il formato delle 20 e oltre puntate è vecchio, facente parte all'epoca della vera differenza tra serie tv e film, sopratutto in termini di costi

      ora la questione si è totalmente capovolta e vista la qualità dispendiosa delle serie tv le produzioni che si lasciano andare a venti e più puntate sono solitamente cose che non hanno particolari pretese, penso ad how i meet your mother, csi e robe simili, mai viste eh, ma noto che hanno un catalogo di puntate praticamente infinito...

      Commenta


      • Si 20 puntate non le fa più nessuno e se qualcuno le fa son cose a basso budget da telenovela. A me da fastidio già piu di dieci, figuratevi.
        Le stagioni dovrebbero essere 5 per cui avoja. COme ha detto il buon Cosmo 10 puntate da un'ora sarebbero più che sufficienti, probabilmente saranno 8 comunque.

        Commenta


        • Sì ma è un tuo problema se trovi fastidio in serie con 20 episodi.

          Io invece ci metterei la firma. Almeno con 20 avresti il tempo di appasionarti e conoscere meglio i personaggi e soprattutto la trama può essere diluita in più episodi, permettendo alla narrazione un maggior respiro. Per come vengono gestite e ritmate le serie che propongono 10 o 8 episodi, quel che dice Cosmo è pura utopia.

          Non c'è stata al momento nessuna serie che ha saputo sfruttare 10 puntate, nel modo giusto, nemmeno la tanto decantata GoT.
          "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
          And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
          That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


          # I am one with the Force and the Force is with me #

          -= If You Seek His Monument Look Around You =-

          Commenta


          • Ma come no? Ma stiamo scherzando? Ci riescono pure i film.

            Commenta


            • ovviamente il problema è la sceneggiatura e le intenzioni degli sceneggiatori, non il numero di puntate
              serie come True Detective o Black Sails reggono benissimo le 8-10 puntate avendo pochi personaggi/eventi lineari; serie come GoT avrebbero avuto bisogno di almeno il doppio degli episodi
              non essendo chiaro dove voglia andare a parare questa serie non mi pronuncio, anche se è chiaro che non saranno 20 episodi a stagione


              Honour to the 26s

              Commenta


              • Originariamente inviato da Uncle Scrooge Visualizza il messaggio
                ovviamente il problema è la sceneggiatura e le intenzioni degli sceneggiatori, non il numero di puntate
                serie come True Detective o Black Sails reggono benissimo le 8-10 puntate avendo pochi personaggi/eventi lineari;
                Appunto.

                serie come GoT avrebbero avuto bisogno di almeno il doppio degli episodi
                Mah, fino alla 6 ha retto benissimo. Ovvio non come i libri ma il filone principale era ottimo sviluppato così. Alla fine della 6 c'era Cersei sul trono, Jon Re del Nord e Danana in viaggio per Westeros. E' stato dopo il problema.

                Commenta


                • Ma appunto cosa? Hai letto cosa ha scritto?

                  Serie che hanno pochi personaggi. Tu pensa ad una serie che ne ha almeno 10 da sviluppare, come puoi pensare che 8 episodi possano bastare?

                  Su, capisco che ormai siete assuefatti dalla moda del tutto e subito, del binge watching selvaggio, però poi non te ne uscire dicendo "non ho empatia" con i personaggi, quando guardi una serie come Dark.

                  Ci sono cose che una serie sviluppata in 20 episodi ti può dare, che una fatta in 8 o 10 non ti potrà MAI dare, nemmeno se fosse la più bella degli ultimi anni.

                  Tra l'altro non c'entra nulla il linguaggio cinematografico con quello televisivo. L'immedesimazione e lo sviluppo di trama e personaggi che ti permette di avere una serie è il motore di una serie, se nel film canni i personaggi ma hai una storia tutto sommato ben diretta e ritmata, te ne puoi anche fregare.

                  Poi dipende sempre dai generi. Una serie come questa, che dovrà puntare forte sui personaggi, per distinguerne le caratteristiche, non può di certo spiegarti e farti empatizzare con delle misere 8 puntate. So che opteranno per questa scelta, perché ormai il mercato è orientato versa questa vera e propria violenza sulle serie tv. Ma vedrai che ci ritroveremo qui a dire che 8 episodi non bastavano e ce ne volevano di più, come si è già fatto con GoT in tutte le sue forme di narrazione tra una stagione e l'altra.
                  "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                  And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                  That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                  # I am one with the Force and the Force is with me #

                  -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
                    Tu pensa ad una serie che ne ha almeno 10 da sviluppare, come puoi pensare che 8 episodi possano bastare? Una serie come questa, che dovrà puntare forte sui personaggi, per distinguerne le caratteristiche, non può di certo spiegarti e farti empatizzare con delle misere 8 puntate
                    Davvero, non vedo quale sia la difficoltà, qualsiasi buon film è capace di introdurre 5 o 6 personaggi principali e portare il pubblico ad affezionarcisi in pochi minuti, se poi pensiamo a storie fantastiche più articolate come uno Star Wars, arriviamo appunto a 8-10 personaggi che, nell'arco di un solo film, ti diventano più che familiari, tanto che hai seguito le loro avventure e magari hai trepidato per loro fino all'ultimo.

                    Esistono tra l'altro delle specifiche tecniche di scrittura per suscitare da subito l'impressione di conoscere un personaggio e fartici empatizzare al volo. Pensa a un Rocky Balboa o un Marty McFly, li vedi e gli vuoi bene. Oppure pensa a un "filmetto" come Predator, quanto ti ci vuole per trovare familiari i 6 della squadra di Schwarzy? Pochi minuti e qualche battuta. Poi ci sono i kolossal alla Lawrence D'Arabia che durano tre ore ma che oltre a sviscerare i famosi 10 o 12 personaggi ti raccontano pure un'epopea storica con tutti i retroscena, battaglie, drammi e trionfi.

                    Naturalmente una serie televisiva ha altri tempi e altre esigenze di approfondimento, nessuno lo nega, ma in linea di massima - parere personale - se per fare la riduzione di un'opera letteraria ti serve l'equivalente di dieci film, per me c'è qualcosa che non va.

                    E comunque sì, io ho un problema tutto mio con le serie, che non ho mai amato, e uno dei motivi è proprio l'avere spesso una trama "diluita" come dicevi anche tu nel post prima. E a me il vino annacquato non è mai piaciuto.

                    Commenta


                    • GOT ne è un esempio lampante. Ha un sacco di personaggi e sottotrame ma con dieci puntate dalla 1 alla 6 è andato benissimo. I problemi sono usciti con la 7 e 8 che erano quelle finali, dove le hanno addirittura diminuite (10 sarebbero state perfette per entrambe). Non so che problemi tu abbia sinceramente, hanno rotto il cazzo ste serie da 20 25 puntate ma per carità, tanto che negli ultimi anni guardacaso non ce ne sono. Oltretutto se vuoi mantenere una certa qualità visiva non puoi fare stagioni così diluite.

                      Su, capisco che ormai siete assuefatti dalla moda del tutto e subito, del binge watching selvaggio, però poi non te ne uscire dicendo "non ho empatia" con i personaggi, quando guardi una serie come Dark.
                      In Dark non mi affeziono ai personaggi perchè son tutti subordinati a sto caspita di ingranaggio dei viaggi nel tempo, è il viaggio nel tempo il protagonista della serie infatti, non loro, che comunque non hanno niente di speciale e non son proprio sto granchè.
                      Per l'appunto, non sono un fan del binge watching, preferisco l'uscita settimanale di gran lunga, tanto che The Boys 2 l'ho preferito anche per quello.

                      Commenta


                      • Come ho scritto sono due modi di approcciarsi ai personaggi completamente diversi, ovvio che si può creare empatia e una buona caratterizzazione anche per personaggi dei film, ma quello che solitamente richiede una serie tv è un tipo di sviluppo diverso.

                        E' più che altro il genere e il tipo di personaggi che fanno la differenza in una serie tv. Questa è chiaramente un qualcosa che punterà molto sull'ambientazione e la caratterizzazione dei popoli. Già solo per introdurre Numenor e i loro problemi con gli elfi, devi per così dire sprecarci un episodio.

                        8 per me sono davvero pochi, poi pronto a ricredermi se la serie riuscirà a dire tutto in quel poco tempo a disposizione ma, siccome invece io provengo e alimento la mia passione per il cinema, attraverso quello che ho sempre avuto per le serie, noto sempre la differenza tra una e l'altra cosa. In termini di personaggi, sono sempre state le grandi serie da svariati episodi a darmi dei grandi personaggi. Di quelle che oggi fanno abuso della soluzione a 10 o addirittura 8 puntate, sono pochi quelli che veramente mi hanno conquistato e che nel tempo sono rimasti nella mia testa.

                        Per me GoT è invece l'esempio lampante di come i personaggi sono strumenti utili solo alla storia e non viceversa. L'unico personaggio che aveva un po' di VERA caratterizzazione era il padre degli Stark che guardacaso ti fanno fuori all'inizio ed è una botta tremenda, proprio perché con lo spettatore aveva già un tipo di legame, che nessun altro personaggio ha poi avuto con il resto delle stagioni.

                        Dopo qualche anno, quelli che abbiamo avuto son tutti personaggi che come sono arrivati, così se ne sono andati. Pure John Snow e Daenerys.
                        Ultima modifica di Naihir; 12 November 20, 22:45.
                        "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                        And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                        That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                        # I am one with the Force and the Force is with me #

                        -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                        Commenta


                        • Per me il problema non sussiste. Un bravo sceneggiatore se è tale non ha problemi con 10 ore di serie tv a presentarne tanti nel modo giusto.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
                            Come ho scritto sono due modi di approcciarsi ai personaggi completamente diversi, ovvio che si può creare empatia e una buona caratterizzazione anche per personaggi dei film, ma quello che solitamente richiede una serie tv è un tipo di sviluppo diverso.
                            Dato che sulle serie so' una mezza pippa, prendiamone una attuale che seguiamo entrambi, e cioè The Mandalorian.

                            Sei d'accordo con me che in quella serie generalmente riescono a centrare degli ottimi personaggi nello spazio di una sola puntata, e in realtà nell'arco di pochi minuti. Il Moff antagonista, Kuill e il suo "I have spoken", lo sceriffo della nuova serie, ecc. Entrano in scena, non fanno chissà cosa ma, per qualche motivo, prima ancora che l'avventura vera sia partita, senti subito che hanno un loro perché, un loro fascino e un motivo per cui stanno lì, e che vorresti seguirne le avventure. In poche parole ti ci sei affezionato e provi empatia per loro. Il segreto della scrittura per lo schermo alla fine sta tutto lì.

                            Viceversa, se ti servono una marea di episodi, più che una fascinazione il personaggio diventa pian piano un'abitudine, tipo un vicino di casa che vedi ogni giorno sul pianerottolo.

                            Comunque sia ragazzi, 8 puntate di un'oretta scarsa equivalgono alla trilogia monstre del LOTR di P. Jackson, che quanto a lungaggini non è secondo a nessuno, quindi boh, continuo a non vedere il problema e a pensare invece che una sana sintesi non possa che giovare.

                            Commenta


                            • Sì sono personaggi super funzionali e che mi piacciono, ma rientranto comunque nella categoria "personaggi che come arrivano se ne vanno", quasi nessuno al momento ha quella aura di grandezza che non so, hanno avuto per me personaggi come quelli di Lost, per citare una serie che tutti conoscono.

                              In una serie su ISDA, mi aspetterei personaggi così, anche se mi rendo conto che avranno tipo 150 anni di storia da raccontare e molto probabilmente sfrutteranno più "personaggi funzionali" e pochi da arricchire nel corso della storia, per più tempo possibile.

                              Beh se fossero tutti da un'ora piena, sarebbe già una cosa buona, questo al momento ancora non si sa.

                              Oggi ho letto che stanno programmando una campagna marketing gigante, acquistando già spazi importanti anche nelle metropoli americane, per sponsorizzare la serie.

                              mentre al momento i rumor parlano di questo:

                              - I primi due episodi avranno una durata totale di tre ore, un’ora e mezza ciascuno;
                              - La tecnologia usata per le riprese è quella degli schermi led, per conferire un maggior realismo alle riprese (già usata nella serie The Mandalorian);
                              - Entro dicembre annuncio almeno del titolo della serie;
                              - Amazon ha preso contatto con Howard Shore, autore delle colonne sonore dei film di Peter Jackson, e gli ha proposto di lavorare per la serie. Si attende la risposta del compositore;
                              - Nella prima stagione Sauron sarà un personaggio centrale;
                              - I regni a est di Rhûn e Harad avranno un ruolo centrale.
                              "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                              And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                              That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                              # I am one with the Force and the Force is with me #

                              -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                              Commenta


                              • E allora via se i primi due son 3 ore non credo che gli altri saranno di 40, andranno verso l'ora ciascuno. Almeno un annetto prima il titolo della serie ce lo.dovranno pur dire.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X